PDA

Visualizza Versione Completa : Meno farmaci per curare l’apilessia?



dnamercurio
30-09-05, 03:27
<TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width=477>
<T>
<TR>
<TD vAlign=top>04.12.2001
Prevedere gli attacchi epilettici
L'obiettivo di ridurre gradualmente l'importanza della terapia farmacologica
http://www.lescienze.it/images/spacer.gif </TD></TR>
<TR>
<TD vAlign=top colSpan=2>
Un gruppo di ricercatori dell'Universit? della Florida (http://www.ufl.edu/) e del Malcom Randall Veterans Affairs Medical Center ha ottenuto negli Stati Uniti il brevetto per una tecnica di previsione delle crisi epilettiche che potrebbe cambiare il modo in cui la malattia viene curata. Il sistema funziona analizzando i segnali elettrici cerebrali, per individuare gli schemi che rivelano, con anticipi variabili fra pochi minuti e alcune ore, l'insorgere di una crisi.
"L'idea - ha spiegato Chris Sackellares - quella di identificare la fase di transizione che prelude alla crisi, per permettere ai malati di assumere immediatamente un farmaco che impedisca ulteriori sviluppi". In questo modo, un primo beneficio per i pazienti sarebbe quello di fare uso di una quantit? di farmaci decisamente inferiore a quella assunta attualmente.
Nella maggior parte dei casi le cause dell'epilessia sono sconosciute, e il trattamento farmacologico ha effetti collaterali spesso seri, che non prevengono completamente le crisi.
</TD></TR></T></TABLE>