PDA

Visualizza Versione Completa : VI FIDATE DELLA MEDICINA ALTERNATIVA?



Franci
13-09-05, 10:28
<DIV>Tra moda e salute, la medicina alternativa sta prendendo sempre più piede. Via libera ai farmaci omeopatici (quindi più costosi ma, sembra, più sani), ai rimedi naturali prodotti in erboristeria, alla medicina New Age (quando la filosofia fa bene anche al fisico!), alla pranoterapia (che si basa sull'energia vitale e sulla possibi?lit? di guarire attraverso l'imposizione delle mani), la fitoterpia (le cui preparazioni medicinali sono composte solo da sostanze attive vegetali), all'agopuntura....</DIV>
<DIV>Sar? anche una moda, eppure sembra che queste soluzioni alternative siano decisamente meno dannose (ma anche più efficaciò) dei medicinali chimici tradizionali.</DIV>
<DIV></DIV>
<DIV>
E voi, cosa ne pensate? </DIV>
<DIV>Li utilizzate o li considerate solo un "fenomeno di costume"?</DIV>
<DIV>Dite la vostra nel sondaggio che trovate in home page!</DIV>Edited by: Franci

buasaard
13-09-05, 10:40
Credero' nella medicina alternativa quando mi forniranno dei protocolli di sperimentazione rigorosi con dati precisi.

Fino ad allora debbo ritenere che si tratta di un "sentito dire", anche
perche' e' un falso che le medicine provenienti da piante o altro siano
innocue. Come tutte le sostanze chimiche che immettiamo nel nostro
corpo hanno effetti collaterali.



Non dimentichiamo che l'oppio , la cicuta e molti altri veleni provengono da sostanze assolutamente naturali.



Non ho nessuna preclusione ideologica, ma prima mi diano dati scientifici e non chiacchiere...

paoletto51
13-09-05, 10:59
Io ne ho "provate" parecchie.. Cominciai con l'agopuntura che mi prese molti soldi e tempo senza ottenere risultati!! Poi sono passato all'emiopatia che anche lei mi ha deluso finanziariamente e fisicamente. Dulcis in fundo.. sono "approdato" alla fito terapia (cura basata sull'assunzione di medicinali estratti dai fiori e piante).Questa mi ha risolto parecchi problemi sia a me che a persone di famiglia, amici e conoscenti! Anche questa per? viene a costare un occhio della testa. I risultati si ottengono veramente se volete vi racconto qualche episodio

Akela
13-09-05, 17:40
Sono d'accordo con Claudio.


Inoltre ricordo che proprio in questo periodo si sta discutento ufficialmente, ovvero scientificamente, sulla ipotetica efficacia dell'omeopatia. Aggiungo un trafiletto di un mio post inserito nel vecchio forum, riguardo l'omeopatia.


"Un chiarimento in merito all'omeopatia:


L'omeopatia rientranella sfera delle medicine alternative.A causa del mio lavoro ho sposato la farmacologia ufficiale, ma apprezzo i benefici che cure alternativepossono procurare in tanti soggetti. Dal mio punto di vista posso essere d'accordo sull'efficacia dei trattamenti omeopatici a scopo preventivo, mentre ritengo molto pericoloso l'uso delle terapie omeopatiche a scopo terapeutico, specialmente se utilizzate a sostituzione di quelle ufficiali. I dosaggi utilizzati in omeopatia sono estremamente diluiti, inoltre nella maggioranza dei prodotti non si conosce la diluizione percentuale del principio attivo. Ci? rende inefficace l'aggressione ai microorganismi che determinano infezioni, e la risoluzione o la sostituzione di eventuali, metaboliti, enzimi, elettroliti etc nell'organismo, mentre riescono ad avere blandi effetti antiinfiammatori e diuretici. Bisogna ricordare, inoltre, che molto spesso, l'omeopata non è un laureato in medicina, ma un erborista che si presenta per tale. Esso non è quindi in grado di poter consigliare un prodotto tenendo presente le varie implicazioni collaterali a carico di eventuali patologie concomitanti. In sostanza i prodotti omeopatici non sono pericolosi, nella stramaggioranza dei casi, a causa della loro diluizione, ma possono causare danni in determinate condizioni. L'approccio giusto all'omeopatia è quello di verificare se innanzitutto l'omeopata è anche medico, utilizzarla sempre sotto controllo medico se usata come coadiuvante ad altre terapie farmacologiche, evitare i fai da te o i consigli da parte di terzi non formati seriamente sull'argomento. A scopo preventivo le tisane, infusi e pillole erboristiche, in soggetti sani, possono solo fare bene, con i malati è tutto un altro discorso."


Bruno

April
18-09-05, 18:26
Io non credo molto alla medicina alternativa, nonostante anni fa, abbia avuto benefici dalla omeopatia.

Soffrivo di quella che viene definita cefalea a grappolo, vi assicuro
che è atroce. Ero seguita in un centro di terapia del dolore, senza
apprezzabili miglioramenti.

Disperata, ho provato di tutto...anche l'omeopatia.

Mi hanno somministrato dei granuli e per tre anni non ho saputo cos'era il mal di testa, nemmeno la più blanda dalle emicranie.

Ma, credo si tratti più di un caso.

Due anni fa, mia nipote, in seguito a una cura omeopatica, ha avuto
grossissimi problemi alla vista e ha rischiato anche di rovinarsela
definitivamente.

Non credo nemmeno nella pranoterapia.

E, tra tutti i vari medicinali, preferisco ancora quelli tradizionali.