Cookie Policy Privacy Policy LA HITLER JUGEND ED IL PAPA



Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Junior Member L'avatar di yankee
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,434
    Thanked: 6

    Predefinito

    Lui dice che si era obbligati all'epoca, in Germania, ad essere iscritti nella Giovent? nazista...ma...ho letto molto sull'argomento...non direi proprio che si fosse obbligati. Qualcuno sa dirmi qualcosa in merito?
    hasta siempre la libertad


  2.      


  3. #2
    Guest

    Predefinito

    CHISSA' CHI LO SA'!
    VATICANO
    NAZISTI
    EBREI
    MAHEdited by: BANDITO



  4. #3
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito



    A QUEI TEMPI NON SI AVEVA MOLTO SPAZIO AL RIFIUTO SE VOLEVI SOPRAVIVERE. NON SONO UNO STORICO MA LE DITTATURE SONO DITTATURE. FORSE NO SI ERA OBBLIGATI MA SICURAMENTE NON POTEVI ESSERE CONTRARIO AL POTERE NAZISTA.


    FORSE TRA I FORUMISTI C' QUALCUNO PIU' INFORMATO SUL TEMA. IO VENGO DAL ALTOADIGE E QUANDO ERO PICCOLO DOPO LA GUERRA CERANO PARECCHI NOSTALGICI. MAHH MENO MALE CHE QUANDO SI CRESCERE SI COMINCIA A CAPIRE QUALE STRADA INTRAPRENDERE. IO AMO LA VITA
    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  5. #4
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,637
    Thanked: 0

    Predefinito

    Sicuramente la pressione psicologica sar? stata tanta. Mia zia che era stata giovane italiana (la versione femminile dei balilla) mi raccontava che non c'era molta alternativa, quando andavi a scuola eri automaticamente inserita/o in un contesto istituzionale che era fascista. Giustamente come ha detto Robilun una dittatura è una dittaturaa prescindere dal credo politico (quest'ultimo l'ho aggiunto io).
    Massimo
    Ognuno è quello che ha fatto.



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Mah, io credo proprio che i gerarchi nazisti ai giovani tedeschi facevano "delle offerte che non si potevano rifiutare"....



    In Italia se non ti iscrivevi al partito non trovavi lavoro, in Germania credo proprio che finivi al forno....






    Claudio



  7. #6
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,152
    Thanked: 44

    Predefinito



    Mio padre era tedesco, i miei nonni erano tedeschi, io invece sono italiano perchè nato e sempre vissuto qui.


    Esisteva un'altra Germania, anche ai tempi di quella nazista. Eri nel cuore del vulcano e non avevi possibilit? di scelta. O eri con loro o contro di loro. Al di l?del fanatismo, esistevano tedeschi che nel loro piccolo, rischiavano la propria libert? e a volte la vita, per aiutare anche coloro che appartenevano alle categorie ricercate dai nazisti. Quanti tedeschi sono stati fucilati per aver nascosto nelle proprie abitazioni ebrei in fuga o evasi dai campi di prigionia. Quanti tedeschi sono stati reclusi perchè scoperti dietro le reti dei campi di prigionia a raccogliere le lettere dei prigionieri di guerra da spedire ai loro famigliari o a lanciare loro patate oltre il filo spinato. Specifico i campi di prigionia perchè a quelli di sterminio era impossibile avvicinarsi a più di 500 metri.


    A volte non avevi veramente alternative. I filmati di allora sulla propaganda nazista erano solo filmati prodotti ad hoc dai simpatizzanti la causa. La Germania doveva essere un tutt'uno, una sola faccia, nonostante le piccole ed a volte grandi crepe nel sistema. Il fanatismo unito alla repressione interna ha creato un mostro ed una macchina di sterminio che, forse, non ha eguali nella storia.


    Mio nonno è stato fucilato dal suo stesso esercito, assieme ad altri due commilitoni, perchè sorpreso in casa con una famiglia di ricercati ebrei. Mia nonna e stata "risparmiata" perchè in stato di gravidanza. Mio padre è nato in un campo di prigionia due mesi prima di essere liberati.


    Esisteva anche un'altra Germania.


    Bruno



  8.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •