Cookie Policy Privacy Policy donne straniere



Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: donne straniere

  1. #1
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    3,252
    Thanked: 0

    Predefinito

    Che ne pensate delle donne straniere che teniamo in casa come domestiche tutto fare. Se avete esperienza consigliatemi. GRAZIE
    [IMG]Ama tutti, fidati di pochi, non fare torto a nessuno\\**


  2.      


  3. #2
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito

    FORSE QUALCHE PAROLA IN PIU' NON SAREBBE MALE PER POTERTI RISPONDERE.
    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di miooim
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    nel Lontano Sud DaKota
    Messaggi
    25,531
    Thanked: 33

    Predefinito

    le donne straniere come le chiami tu, possono essere la salvezza per gli
    anziani e disabili, ci sono coloro che si prestano per molto tempo
    adattandosi nella casa vivendo come un componente della famiglia. Credo
    che un italiano non farebbe la stessa cosa, almeno cosi mi pare. Non ho
    mai letto di un nostro connazionale che pulisce il c.ulett.o a una persona
    non autosufficente.
    sn un baleniere, dico sempre ciò che mi balena in testa



  5. #4
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    3,252
    Thanked: 0

    Predefinito

    Grazie è un mio progetto che spero si risolva presto.anche perchè abbiamo bisogno di un aiuutooo concreto. Per una donna che staa ttutto il giorno ci vuole molto. CIAO
    [IMG]Ama tutti, fidati di pochi, non fare torto a nessuno\\**



  6. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,690
    Thanked: 0

    Predefinito



    io ho visto delle ragazze straniere dare anche l'anima per l'assistenza ai disabili e anziani e a volte non chiedono neanche tanto ma solo il minimo per vivere visto che la maggior parte di esse vive e mangia dove fa assistenza.





    ciao roberto



  7. #6
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito



    riguardo a questo argomento io ho il dente avvelenato, anzi avvelenatissimo.....


    sono italiana, e da quando avevo 13 anni, ripeto tredici anni, che mi sono occupata, fino a che la salute lo ha permesso, di persone anziane, disabili e quanti avessero bisogno diaiuto. Mi sono adattata a vivere a casa 24 ore su 24 nei periodi festivi pur di guadagnare i soldi per vivere e studiare, mia madre era ammalata e non poteva lavorare.


    Il problema nasce molto lontano.


    Una donna straniera, spesso senza permesso di soggiorno, è ovvio che si adatta a vivere a casa di chi ha necessariamente bisogno di aiuto. Non paga ne luce, ne gas, ne affitto, e tutti i soldi che guadagna le vanno puliti puliti in tasca. Quindi è ovvio che costano meno di noi italiani, che avendo quanto meno una casa da mantenere, non possiamo accontentarci di guadagnare 500 euro per un mese di lavoro 24 ore su 24. Lasciamo stare poi il discorso degli infortuni,malattia e contributi....


    Il problema nasce a monte; è ovvio che, un vecchietto o disabile che sia, con una pensione o stipendio "da fame" e non adeguato al costo della vita attuale, non pu? permettersi neanche lontanamente un aiutante italiano, che necessariamente pretende uno stipendio adeguato, assunzione regolare e quant'altro è diritto avere; quindi è naturale che le famiglie si"accontentano"di pagare il prezzo minimo a discapito della qualit?.


    Non sono razzista, anzi, ma ritengo che tale problema sia molto grave poich? ne va della salute e rispetto della persona.


    Ho lavorato come infermiera presso una casa di riposo, vi assicuro che ero l'unica italiana, spesso chi lavorava con me non capiva neanche l'italiano potete immaginare tutto il resto.....per non dire che ero sola di notte con 250 anziani non autosufficienti che ero responsabile della struttura e potevo contare su os (ausiliari) che mi parlavano in spagnolo sudamericano rumeno etc etc..


    una proposta io l'avrei: perchè non intensificare il numero degli infermieri e os che lavorano a domicilio, non interessa la razzai, taliano o africano o qualsiasi altra nazionalit?, ma comunque con una preparazione adeguata, sicura e controllabile inoltre con uno stipendio conforme alla vita attuale.....





    ma questa è realt? o fantasia....
    nb



  8. #7
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,152
    Thanked: 44

    Predefinito



    Cara Ninfa,


    essendo infermiera saprai bene la differenza tra assistenza di base e nursing. Sostanzialmente le badanti, anche straniere, si occupano di "sitteraggio" dove l'assistenza di base, a volte, è ridotta al minimo. Sono sostanzialmente delle Baby-sitter per anziani. Aiutano le persone disabili, per anzianit? o per handicap o malattia, nelle faccende quotidiane, fanno da mangiare, li portano in giro, gli fanno compagnia. Certamente ci sar? chi è più portata e chi meno.


    L'assistenza infermieristica, che concordo con te, dovrebbe essere potenziata a livello domiciliare, riguarda un'altro tipo di assistenza.


    Ben venga che ci siano le badanti straniere e mi domando come mai, fino a pochi anni fa, di badanti italiani ce ne erano pochissimi. La risposta, forse, la troviamo nella poca tolleranza che in genere le persone hanno verso chi è anziano o disabile, perchè, molto spesso, non la si ha neanche verso i propri parenti con questi problemi, o forse verso la tipologia di lavoro, perchè pulire il sedere ad una persona anziana che si è defecata addosso, oppure pulirla dal vomito, non è considerato un lavoro dignitoso. Quando visitiamo un paziente di questo tipo, in pronto soccorso, ti garantisco che le dabanti sono quelle persone che del paziente, sanno tutte le informazioni necessarie, più dei figli. Anche se con l'italiano, a volte, ci azzeccano poco.


    L'utilizzo degli O.T.A. o degli O.S.S. nei reparti di lungodegenza è fondamentale per sgravare dalla mole di lavoro le figure infermieristiche. Si tratta di organizzazione di lavoro, ognuno con le proprie competenze. Se un operatore non conosce l'italiano, la colpa non è sua bensò di chi lo ha assunto.


    Un abbraccio, Bruno



  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito


    Sono perfettamente d'accordo con Bruno





    I nostri anziani e disabili gravi hanno una prospettiva di vita
    migliore, proprio grazie alle badanti straniere. Fino a pochissimi anni
    fa l'unica alternativa per gli anziani era l'ospizio. L'avessimo
    trovata quando serviva per mio padre 17 anni fa quando fu colpito da
    due gravissimi ictus, mia madre che a causa di un polipo intestinale
    non riconosciuto fu colpita da una grave anemia con svenimenti
    frequenti e quando fu infine ricoverata per accertamenti ero io da solo
    con mio padre che stava peggio di me. Fortunatamente dopo pochi giorni
    si mosse a pieta' un medico dello stesso pronto soccorso dove
    ricoverarono mia madre e ricovero' anche mio padre.



    ninfabirba,



    certo si accontentano di meno le straniere (non piu' tanto poco) e
    nella stragrande maggioranza dei casi sono regolari non clandestine. Ma
    fra stipendio (sui 750 Euro), contributi (sui 200 Euro al mese) , se
    non fossero queste le cifre chi potrebbe permetterselo?

    E poi la badante e' qualcuna che lavora 24 ore su 24 , sempre a
    disposizione, come potrebbe qualcuno pagare le tariffe orarie che
    vogliono gli italiani?

    Qui non parliamo di prestazione d'opera fatta per conto di ricchi
    industriali che sfruttano la manodopera straniera per abbassare i
    salari degli italiani, qui e' gente che se gli stipendi non fossero
    cosi' bassi non potrebbe proprio assumerli...



    E poi anche dal punto di vista degli infermieri, se ci sono cosi' tanti
    infermieri stranieri un motivo ci sara' , ed e' semplicissimo. Gli
    italiani non vogliono fare quel tipo di lavoro neanche se gli
    raddoppiassi lo stipendio e l'alternativa agli infermieri stranieri e'
    la chiusura degli ospedali...


    Edited by: buasaard
    Claudio



  10. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito



    Concordo quasi su tutto,tranne che sulla tua ultima parte Claudi?


    Diciamo forse meglio che,non mancherebbero gli infermieri,in quanto,? ancora una figura professionale ambita dalle mie parti,quindi,si formano ed emigrano al nord ancora molti ragazzi.


    Il problema è un altro secondo me..


    Queste persone che si formano e vanno al nord a lavorare,fanno negli ospedali del nord,un lavoro difficile e sottopagato,che viene assolto cmq spesso ottimamente.


    Molti di loro per?,come avviene anche in altri settori,non vedono l'ora di tornare a casa,al sud,e nel momento in cui ci riescono,cambiano completamente atteggiamento,adeguandosi agli standard di lavoro che trovano qui.


    Direi sarebbe il caso di evitare trasferimenti inutili e fare molti più controlli sugli ospedali del sud e gli standard di accoglienza che vi si trovano.


    ciao


    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  11. #10
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito



    Sono molto dispiaciuta nel leggere che infermiere italiana non ce ne sono perche agli italiani non piace il tipo di lavoro.


    Non è affatto vero.


    Ma se considerate lo stipendio base di un infermiere, italiano o straniero che sia, rapportato poi alla responsabilit?......enon sto facendo le pulci sulla nazionalit?, ma sto facendo le pulci sulla considerazione che la gente comune ha ancora degli infermieri.


    Gli infermieri si occupano sia dell'assistenza di base, sia dell'assistenza specialistica.


    A me personalmente non creava alcun problema pulire il vomito, il sedere o semplicemente le mani di una persona giovane o vecchia che sia , di qualsiasi nazionalit? o qualsiasi problematica potesse avere;Io amavo il mio lavoro e lo facevo con molta sensibilit? ho iniziato a farlo fin da piccola, mia madre aveva bisogno di tutto....e quando sono diventata infermiera, andai a lavorare in neurorianimazione, ed ero felice sia di assistere le persone nei bisogni fondamentali, sia purtroppo nelle fasi in cui era necessaria una elevata specializzazione. Rimpiango, rimpiango tantissimo quei momenti, la fatica, ma la soddisfazione di sentirmi utile fosse solo che ho dato unbicchiere di acqua a chi stava morendo di sete.....


    La vera domanda ?: chi si pu? permettere una assistenza domiciliare? Io personalmente no, e quando arriver? il momento in cui avr? tale necessit?, mi dovr? appellare al buon cuore della Asl sempre che sia ancora possibile....


    Inoltre dite bene quando parlate della poca tolleranza che si ha nei confronti degli anziani o dei disabili.


    Ma vi assicuro che la tolleranza si raggiunge non appena si offrono dei compensi in denaro. Vorrei proprio vedere se un parente si rifiuta di curarmi se io gli offro lo stipendio.....


    Quindi l'altra domanda ?: che fine ha fatto la famiglia? Mia mamma l'ho curata io fino alla morte, basta semplicemente un po' di organizzazione e un po' di rinuncie, certo non ho mai visto una discoteca e le volte che sono stata al cinema si possono contare sulle dita, ma l'amore verso un mio parente malato che sia madre o altro, è tale che mi fa rinunciare alle cose non necessarie.


    In conclusione, non mi sembra che il vero problema sia la scelta della badante straniera o italiana, ma semplicemente capire se si pu? rinunciare a qualche libert?, o pagando, si pu? delegare una terza persona che semplicemente faccia da nonna-sitter. Ma poi i conti si fanno con la propria coscienza.


    nb



  12.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •