Cookie Policy Privacy Policy GIOCHI DEL PASSATO.



Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: GIOCHI DEL PASSATO.

  1. #1
    Junior Member L'avatar di mavialia
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    1,627
    Thanked: 1

    Predefinito

    <TABLE style="BORDER-COLLAPSE: collapse" borderColor=#111111 height=1 cellSpacing=0 cellPadding=5 width=640>
    <T>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: #ff0000 1px solid; BORDER-TOP: #ff0000 1px solid; BORDER-LEFT: #ff0000 1px solid; BORDER-BOTTOM: #ff0000 1px solid" width=602 bgColor=#ffffff colSpan=3 height=22>
    GIOCHI DEL PASSATO</TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: #ff0000 1px solid; BORDER-TOP: #ff0000 1px solid; BORDER-LEFT: #ff0000 1px solid; BORDER-BOTTOM: #ff0000 1px solid" align=middle width=602 bgColor=#ffffff colSpan=3 height=1>
    < style="COLOR: #000080" scrollAmount=5>I giochi del passato erano semplici, ma impegnavano molto la fantasia e la creativit?. Avevano la funzione di socializzare e di formare sul piano fisico e psicologico.</></TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=middle width=253 bgColor=#ffffff height=22>
    La fionda.[/B] [/B]Una volta tutti, o quasi, i bambini si costruivano una fionda, principalmente per cacciare uccelli. Veniva utilizzato un ramo forcuto adeguatamente modellato sul fuoco. Due elastici (ricavati dalle camere d'aria delle ruote delle biciclette o delle automobili) venivano ben legati ai bracci della fionda e ad un pezzetto di pelle che si ricavava da scarpe abbandonate.</TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=middle width=190 bgColor=#ffffff height=22>
    A lu puaret'. <STR&#079;NG style="FONT-WEIGHT: 400">Dopo aver scelto una parete ben solida e "piena", i giocatori facevano rimbalzare su di essa la moneta o il bottone di taglio, per mandarla/o il più lontano/a possibile. Vinceva quel giocatore che riusciva a far fermare la propria moneta ad un palmo da quella o quelle lanciate dai giocatore precedenti. La posta in gioco veniva stabilita prima di iniziare a giocare. Il numero dei giocatori era vario.[/b]</TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=middle width=163 bgColor=#ffffff height=22>
    La spada. [/B][/B][/B]Un giocattolo realizzatodirettamente dai bambini era la spada. La spada era costituita da un pezzo di legno ben piallato e appuntito sulla cui estremit? veniva attaccato con un chiodo un altro pezzo di legno più corto, da formare una croce. La spada veniva portata infilata tra i passanti dei pantaloni. </TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=middle width=253 bgColor=#ffffff height=22>
    L'arco. [/B][/B][/B][/B]L'arco e le relative frecce venivano costruiti adoperando le stecche di un ombrello non più utilizzabile. Alle estremit? della stecca si legava lo spago e l'arma era ben realizzata. Un contenitore di stoffa aveva la funzione della faretra. </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=left width=190 bgColor=#ffffff height=22>
    Gli zufoli. [/B][/B][/B][/B][/B]Si utilizzavano gli steli dell'erba primaverile. Si praticava su di essi una fessura con un coltellino (quasi tutti i bambini ne avevano uno) nei pressi del nodulo. Dall'altra parte si soffiava del fiato e, se tutto era stato fatto a regola d'arte, veniva fuori un suono.</TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22>I pupi d'argilla. [/B][/B][/B][/B][/B][/B]Nel periodo natalizio ci si divertiva a realizzare pupi d'argilla per il presepe, rappresentanti pastori, pecorelle, buoi, asini, animali che venivano dipinti con vari colori. </TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=253 bgColor=#ffffff height=22>Il carro armato.
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Per costruire il carro armato erano necessari un rocchetto, un elastico, una candela e un fermaglio per capelli (nu f'rr'ttin'). L'elastico, tagliato nella giusta misura, veniva infilato nel foro del rocchetto, passato attraverso il pezzetto di candela e fermato cu' f'rr'ttin'. Veniva fatta girare la candela per far attorcigliare l'elastico. Posto per terra, il carro armato si muoveva, riuscendo a superare anche piccoli ostacoli.</TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=190 bgColor=#ffffff height=22>Il monopattino.
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Ci si rivolgeva ad un falegname per procurarsi delle tavole per realizzare la base e il manubrio; ad un meccanico per procacciarsi due cuscinetti che venivano montati sulla base. Un volta realizzato il monopattino, ci si portava sulla "rotabile" o "vianova" per mettere in mostra la propria capacit? di mantenersi in equilibrio e di saper guidare il mezzo in velocit?.</TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22>Lu Cuarratiedd'.
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Veniva realizzata allo stesso modo del monopattino. Era, per?, più stabile, in quanto aveva una base molto larga e, quindi, si reggeva su tre cuscinetti. Il manubrio era basso, a livello della base, a differenza di quello del monopattino che era alto ad altezza della cintura. </TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=253 bgColor=#ffffff height=22>Lu ciucch' e la mannedd'.
    <STR&#079;NG style="FONT-WEIGHT: 400">Il gioco era costituito da un pezzo di legno cilindrico appuntito ai due lati e da una tavoletta schiacciata che si poteva agevolmente impugnare. Dopo avere colpito <EM style="FONT-STYLE: normal">lu ciucch'[/i] nella sua parte appuntita con la <EM style="FONT-STYLE: normal">mannedd', [/i]bisognava lanciarlo il più lontano possibile. L'altro giocatore doveva rilanciare <EM style="FONT-STYLE: normal">lu ciucch'[/i] con le mani in un punto delimitato. Se riusciva nell'intento, le parti dei giocatori venivano invertite.






    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=190 bgColor=#ffffff height=22>Spacca mattoni.
    <STR&#079;NG style="FONT-WEIGHT: 400">Il gioco si effettuava sui marciapiedi. I giocatori lanciavano in aria una moneta o un bottone. Risultava vincitore colui il quale riusciva a far posare la moneta o il bottone nella parte più centrale del mattone.
    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22>Il cerchio.
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Ogni bambino aveva il suo cerchio. Era, forse, il gioco più diffuso. Era costituito da un tondino di ferro circolare o da un cerchione di bicicletta. Il cerchio veniva guidato da un un'asta di metallo appositamente modellata a forma di U. La bravura dei bambini consisteva nel saper guidare bene il loro cerchio, anche ad una certa velocit?. Era un modo genuino e spontaneo di fare sport a buon mercato.</TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=middle width=253 bgColor=#ffffff height=22></TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=190 bgColor=#ffffff height=22>Cavall' e sc'mmuent' .
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Un ragazzo si piegava in avanti con le mani appoggiate alle ginocchia, mentre un altro faceva il salto della cavallina. Quest'ultimo, a sua volta, dopo il salto, si metteva un po' più avanti nella stessa posizione del primo e così di seguito.</TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22>








    </TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" align=justify width=602 bgColor=#ffffff colSpan=3 height=32>Sassolini -
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Dopo aver scelto cinque sassolini, se ne prendeva uno e lo si lanciava in aria. Mentre il sassolino lanciato era ancora sospeso, si prendeva da terra un solo sassolino che veniva raccolto con una mano insieme a quello lanciato. In seguito si lanciava nuovamente un sassolino per aria e, questa volta, si raccoglievano da terra altre due pietroline e così via, per tante volte quante erano le pietroline stabilite per il gioco. Alla fine bisognava raccogliere con una sola mano il sassolino lanciato e tutti quelli che erano a terra,. Nel caso ne cadeva uno, il gioco passava ad un altro giocatore. Man mano che le pietroline si prendevano da terra, non bisognava farle toccare tra loro.</TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=253 bgColor=#ffffff height=22>Fazzoletto
    [/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]Un ragazzo si metteva al centro con un fazzoletto in mano. Due giocatori si avvicinavano a lui e dei due vinceva chi riusciva a prendere il fazzoletto e a scappare senza essere toccato dall'avversario.


    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=364 bgColor=#ffffff colSpan=2 height=22>Pallone di carta o di pezza -[/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]I bambini erano soliti giocare nelle strade o nelle piazzette del paese con un pallone fatto di carta o di pezze arrotolate e tenute ben strette con un filo di spago.
    Bastava, quindi, un bel niente per organizzare una partita di calcio tra due gruppi di ragazzi.</TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=253 bgColor=#ffffff height=22>
    <H2 style="TEXT-ALIGN: justify">Zufolo di canna - Lo zufolo, strumento musicale artigianale, era costruito utilizzando un pezzo di canna, opportunamente svuotato e dotato di fori che, chiusi o aperti con le dita, servivano a fare emettere suoni di varie tonalit?. </H2>
    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=364 bgColor=#ffffff colSpan=2 height=22>Girandola a quattro punte -
    [/B]Costruire una girandola era estremamente facile. Si prendeva un foglio di carta e lo si tagliava in modo da ricavare un quadrato avente un lato di 15 o 20 centimetri (la misura poteva variare a secondo delle esigenze). Fatto questo , si tagliava il foglio diagonalmente avendo cura che il taglio non superasse il centro del foglio. Si formavano così 4 triangoli uniti tra di loro al vertice Prendendo il lembo di ogni triangolo (in senso orario) lo si doveva spostare al centro in modo da formare un?elica </TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=middle width=253 bgColor=#ffffff height=22>
    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" vAlign=top borderColor=#ff0000 align=justify width=364 bgColor=#ffffff colSpan=2 height=22>Cerbottana -
    La cerbottana era facile da costruirsi. Si prendeva una sezione di canna o di tubo nel quale veniva introdotto il ?proiettile?, cioè carta arrotolata a cono, che veniva poi espulso soffiando con forza. In mancanza di canna o tubo , veniva creato un cartoncino a forma cilindrica che serviva allo stesso scopo. Il gioco diveniva pericoloso quando la punta del?proiettile? era fornito di spillo.</TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=middle width=253 bgColor=#ffffff height=22>














    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=190 bgColor=#ffffff height=22>


    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22></TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=253 bgColor=#ffffff height=22></TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=190 bgColor=#ffffff height=22></TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22></TD></TR>
    <TR>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=253 bgColor=#ffffff height=22>
    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=middle width=190 bgColor=#ffffff height=22>


    </TD>
    <TD style="BORDER-RIGHT: 1px solid; BORDER-TOP: 1px solid; BORDER-LEFT: 1px solid; COLOR: #000080; BORDER-BOTTOM: 1px solid; FONT-FAMILY: Verdana" borderColor=#ff0000 align=justify width=163 bgColor=#ffffff height=22>
    </TD></TR>[/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B][/B]</T></TABLE>
    mavialia




    \" Se fai del bene dimenticalo, se fai del male ricordalo \"


  2.      


  3. #2
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    2,518
    Thanked: 0

    Predefinito



    Quelli erano giochi sani e divertenti !!!!!!


    Ricordo anche: La palla prigioniera, il pampano, guardie e ladri,le belle statuine, i quattro angoli, il cannoncino con un pezzo di ramo di sambuco, il giro d'Italia con i tappetti di gazzosa, il vari giochi con le biglie di terracotta (quelle di vetro erano un lusso), nascondi l'anello (non ricordo come lo chiamavamo di preciso, ma era un bel gioco per le penitenze eheheheheh) e tanti altriEdited by: clazz
    <font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\">Claudio</font>

    <font color=RED>La felicità non dipende da quante cose hai da godere, ma da quanto godi di quelle che hai.</font>



  4. #3
    Junior Member L'avatar di mavialia
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    1,627
    Thanked: 1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da clazz


    Quelli erano giochi sani e divertenti !!!!!!


    Ricordo anche: La palla prigioniera, il pampano, guardie e ladri,le belle statuine, i quattro angoli, il cannoncino con un pezzo di ramo di sambuco, il giro d'Italia con i tappetti di gazzosa, il vari giochi con le biglie di terracotta (quelle di vetro erano un lusso), nascondi l'anello (non ricordo come lo chiamavamo di preciso, ma era un bel gioco per le penitenze eheheheheh) e tanti altri


    Li ricordo anch'io.


    Quello dell'anello credo che si chiamasse " passamano " perche' si metteva fra i palmi congiunti delle mani e si faceva il giro dei giocatori, lasciandolo fra le mani di uno di loro...poi il giocatore di turno doveva indovinare chi avesse l'anello.


    Era questo il gioco cui ti riferisciò


    Ciao.


    mavialia
    mavialia




    \" Se fai del bene dimenticalo, se fai del male ricordalo \"



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di miooim
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    nel Lontano Sud DaKota
    Messaggi
    25,580
    Thanked: 33

    Predefinito

    che bello, alcuni li ho fatti anche io...che ricordi...tranquilli!
    sn un baleniere, dico sempre ciò che mi balena in testa



  6. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    2,518
    Thanked: 0

    Predefinito



    Si Mavialia. Era proprio quello (poi si pilotavano de penitenze ehehehehe)


    E ancora, come non ricordare moscacieca?
    <font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\">Claudio</font>

    <font color=RED>La felicità non dipende da quante cose hai da godere, ma da quanto godi di quelle che hai.</font>



  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    2,518
    Thanked: 0

    Predefinito

    Oggi mi è venuto in mente un altro gioco..... Sono venuto su questo thread per vedere se era già stato ricordatoma noto che nessuno ne ha accennato.Eppure sono convinto che molti l'hanno fatto. Ricordate il gioco del "dottore e l'ammalata"? Se avessi continuato con quel ritmo........ avrei fatto piu' punture io che un infermiere professionale!!! Edited by: clazz
    <font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\">Claudio</font>

    <font color=RED>La felicità non dipende da quante cose hai da godere, ma da quanto godi di quelle che hai.</font>



  8. #7
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    982
    Thanked: 0

    Predefinito

    io non li ricordo questi giochi



  9. #8
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    129
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da stellina_85
    io non li ricordo questi giochi

    eh eh memmeno io
    Se FoSse FacIle FAre COsì...PoteRti DIre Già QueLlo Che So...FareBbe FreDdo In Un AttImo Che...PassErà..



  10. #9
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    707
    Thanked: 0

    Predefinito


    io ricordo il mondo...si disegnava con un gessetto per terra un
    percorso..poi si gettava un sassolino e saltellando su un piede solo
    bisognava andare a recuperarlo...un altro tormentone della mia infanzia
    era il gioco dell'elastico... per non parlare di quello delle due
    boccette legate insieme da due fili che bisognava far roteare,,, (azzo
    io non ci riuscivo mai)....non ricordo il nome di quell'infernale
    attrezzo..ihhiihihihih....

    Poi come non ricordare la barbie..la mia è già la generazione che ha
    giocato con quella bambola..anche se riguardandola adesso (ebbene sò
    confesso di averle ancora tutte in cantina)..non riesco a capire come
    la barbie possa piacere a una bambina...mah...

    Beh il gioco del dottore, che ha ricordato clazz, è un classico...ihihhi.......

    Per il resto, credo che tutti i giochi ricordati in questo thread siano
    comuni a tutti i bambini oserei dire del mondo.....in Italia
    probabilmente ognuno di essi avr? un nome regionale..ma la sostanza
    rimane la stessa....


    Edited by: icaro
    Cristina



  11.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •