Cookie Policy Privacy Policy Da che cosa dipende la nostra prosperitÓ?



Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 47
  1. #1
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    La nostra prosperit? dipende
    dalla nostra percezione?
    <?:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-comfficeffice" /><O:P></O:P>
    Questo Ŕ il punto cruciale della faccenda e dove la nostra percezione si inserisce. Per prima cosa dobbiamo definire quali sono i nostri valori. Quale Ŕ la differenza fra avere 100 sassolini e 100 diamanti da dieci carati? Che cosa rende prezioso un diamante e non un sassolino? <O:P></O:P>
    E' un esempio estremo, ma lo uso deliberatamente per mostrarti cosa intendo. Qualsiasi siano le cose materiali nella nostra vita, sono percepite secondo qualche standard arbitrario. Questa Ŕ la base della nostra percezione. E un giudizio basato su qualche regola appresa e probabilmente dimenticata. E' la nostra reazione emozionale verso un evento neutrale o simbolo che lo rende prezioso o indegno. <O:P></O:P>
    Se, come nell'esempio precedente, i diamanti si trovassero nel letto di ogni torrente o lungo ogni carreggiata e i sassolini venissero estratti in poche miniere e meticolosamente tagliati e incastonati in preziosi gioielli, sarebbero i sassolini ad essere ricercati allora. Ci sono tre differenze principali fra un ciottolo ed un diamante: il loro peso atomico (che, in s˛, Ŕ soltanto una misurazione), la loro relativa scarsit? ed il valore che attribuiamo ad essi. <O:P></O:P>
    Questo stesso esempio pu? essere utilizzato per ogni fisico oggetto, soldi inclusi. Quello che pu? essere "abbastanza" per uno, pu? essere appena una miseria per un altro. Se abiti a Roma ed hai un reddito di un milione al mese, devi darti parecchio da fare per sopravvivere. Se tu avessi questo stesso reddito a Blantyre nel Mozambico, potresti vivere come un re. <O:P></O:P>
    La "percezione" inizia ad avere un senso ora? La prosperit? e l'abbondanza si basano sulla percezione, e su quello che abbiamo imparato a credere. <O:P></O:P>
    Dice un vecchio adagio "I soldi non possono comprare la felicit?". "Ma sicuramente possono comprare molto giocattoli per aiutarmi a essere felice" echeggia il mondo. Pu? essere? Di nuovo dipende dalla tua percezione e definizione di felicit?. <O:P></O:P>
    Avere abbastanza da mangiare, un tetto sopra la tua testa, vestiti sul tuo corpo e una compagnia affettuosa sembrano essere aspetti essenziali nell'esperienza umana. Se avere "abbastanza da mangiare" significa una ciotola di riso o un pasto nel miglior ristorante della citt? Ŕ una questione di relativit?. Una capanna di fango o un castello sono classificati tutti e due come dimore. Un perizoma o una creazione di Dior hanno lo stesso risultato, entrambi vestono il tuo corpo.<O:P></O:P>
    Allora che cos'? la felicit?? Quando Ŕ abbastanza? Felicit?, amore, abbondanza, prosperit? non sono assoluti, ma sono condizioni umane apprese e basate su come prima percepiamo e poi misuriamo il nostro SE' contro qualche standard immaginario. Queste percezioni e misurazioni costituiscono i nostri valori. Da questi valori derivano i nostri codici etici e morali. <O:P></O:P>
    Questo pu? essere condensato in un concetto molto basilare: ricevere contro dare e in ultima analisi Ŕ la differenza fra come percepiamo l'abbondanza e la scarsit?. <O:P></O:P>
    <O:P></O:P>
    <O:P></O:P>Edited by: Tatiana
    La tempesta Ŕ capace di disperdere i fiori
    ma non Ŕ in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"


  2.      


  3. #2



  4. #3
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    216
    Thanked: 0

    Predefinito



    CIAO TATIANA MI CHIAMO SERENA


    TROVO MOLTO INTERESSANTE CIO'CHE HAI SCRITTO E VOLEVO CHIEDERTI SE SI TRATTA SOLO DI TUE RIFLESSIONI O SE SONO PRESE DA QUALCHE TESTO DICIMAO FILOSOFICO...





    GRAZIE



  5. #4
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao Serena,questo Ŕ un testo che ho trovato nelle mie navigazioni notturne,mentre riflettevo.Fondamentalmente l'ho scelto perchŔ Ŕ lo specchio delle mie riflessioni e spesso purcercando le parole giuste,attraverso internet,si hal'occasione di imbatterti in testi che scarnano le proprie idee e opinioni.Quindi a beneficio non solo mio ma di altri ho pensato di riportarlo.Non Ŕ stato tratto da nessun testo filosofico,ma riflessioni di una persona comune.
    Grazie per averlo letto e considerato,un saluto e un fiore per te,una delle cose della vita che sanno regalarci emozioni e non hanno un valore quantificabile... :

    La tempesta Ŕ capace di disperdere i fiori
    ma non Ŕ in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  6. #5
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    485
    Thanked: 0

    Predefinito






    CIAO TATIANA,


    BELLISSIMA QUESTA LETTERA, CORRISPONDE AL VERO....


    IN TUTTO..... CONDIVIDO IN PIENO, QUELLO CHE C'?


    SCRITTO... GRAZIE ,PER AVERCELA FATTA


    LEGGERE.CIAOOO&nbs p; Edited by: Alba1
    Alba1



  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    1,637
    Thanked: 0

    Predefinito

    Quando nel 1519 gli spagnoli conquistarono il popolo azteco, facevano incettadi oro. GliAztechi non riuscivano a capire la cupidigia di Cortes e dei suoi uomini perchŔ lorolo consideravano"l'escremento degli Dei" e non gli davano il valore economico che davano gli spagnoli. Nonostante ci˛ sono morti a milioni per quel metallo a cui loro davano un valore solo simbolico da offrire agli Dei.
    Massimo
    Ognuno Ŕ quello che ha fatto.



  8. #7
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao Alba,grazie per l'apprezzamento.
    Dello stesso filone,anche se + leggera e forse esagerata,? la seguente "storia",buona lettura:
    <B style="mso-bidi-font-weight: normal">Vidi una ragazzina seduta tutta sola nel parco. Tutti le passavano vicino
    e non si fermavano per scoprire perchŔ sembrasse cosý triste. Indossava un
    vestito rosa logoro, scalza e sporca, sedeva e guardava la gente passare.
    Non provava mai a parlare. Non diceva una parola. Molti le passavano vicino,
    ma nessuno si fermava. Il giorno dopo decisi di tornare al parco per curiositÓ,
    per vedere se la ragazzina stava ancora l?. S?, era l?, proprio nello stesso posto
    dov'era il giorno prima, e ancora con lo stesso sguardo triste negli occhi.
    Quel giorno ero decisa a fare qualcosa ed avvicinarmi alla ragazzina. Che,
    come tutti sappiamo, un parco pieno di gente strana non Ŕ il posto giusto dove
    dei bambini possano giocare soli. Nell'avvicinarmi notai la parte posteriore del
    vestito della ragazzina. Aveva una forma grottesca. M'immaginai che fosse quella
    la ragione per cui la gente passava e non faceva lo sforzo di parlare con lei.
    Le deformit? sono un colpo basso nella nostra societÓ, e il cielo vieta di fare
    un passo verso di esse e assistere qualcuno che Ŕ diverso.
    Avvicinandomi ancora, la ragazza abbass˛ appena gli occhi per evitare il mio sguardo.
    Da vicino potei vedere pi¨ chiaramente la forma della sua schiena. Aveva la forma
    orribile di una gobba esagerata.
    Sorrisi per farle capire che era tutto ok; ero l? per aiutarla, per parlare.
    Mi sedetti accanto a lei e esordii con un semplice "ciao".
    La ragazzina sembr? colpita, e balbett? un "salve" dopo avermi a lungo fissato negli
    occhi. Sorrisi e anche lei sorrise timidamente. Parlammo finch? venne sera, e il parco
    fu completamente vuoto. Chiesi alla ragazza perchŔ fosse cosý triste.
    Lei mi guard? e con tristezza disse "perchŔ sono diversa".
    Immediatamente risposi "lo sei!"; e sorrisi.
    La ragazzina sembr? ancora pi¨ triste e disse "lo so".
    "cara," dissi, "mi sembri un angelo, dolce ed innocente".
    Mi guard? e sorrise, poi si alz? in piedi lentamente e disse "davvero?"
    "s˛, sei come un piccolo angelo custode mandato a prenderti cura della gente che passa".
    Annu? con la testa, e sorrise.
    Cos˛ facendo apr? la parte posteriore del suo vestito rosa e lasci˛ uscire le sue ali.
    Poi disse "lo sono". "sono il tuo angelo custode" con un luccichio negli occhi.
    Rimasi senza parole - di certo stavo avendo un'allucinazione.
    Disse "per una volta hai pensato a qualcuno oltre a te stessa. Il mio lavoro qui Ŕ finito."
    Mi alzai in piedi e dissi "aspetta, perchŔ nessuno si Ŕ fermato per aiutare un angelo?"
    Mi guard?, sorrise, e disse "sei l'unica che possa vedermi" e poi se ne and?.[/B]
    <B style="mso-bidi-font-weight: normal">[/B]
    <B style="mso-bidi-font-weight: normal"><?:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-comfficeffice" />[/B]



    La tempesta Ŕ capace di disperdere i fiori
    ma non Ŕ in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  9. #8
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di miooim
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    nel Lontano Sud DaKota
    Messaggi
    25,531
    Thanked: 33

    Predefinito

    incoraggiante!...molto bella!
    sn un baleniere, dico sempre ci˛ che mi balena in testa



  10. #9
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    1,152
    Thanked: 44

    Predefinito



    Cara Tatiana,


    discorso interessante, ma alquanto discutibile.


    La percezione di per s˛ Ŕ puramente personale e conta poco per quanto riguarda l'attribuzione di un valore a qualsivoglia cosa. Lo scritto da te riportato mi sembra un abile gioco di parole per portarti a convircerti tuo malgrado. Che io attribuisca un valore irrisorio ad un diamante? determinato dalla scala di valori nella quale credo. Il credere nei valori non dipende dalla percezione in se ma dalla capacit? di scindere ci˛ che si ritiene meglio da ci˛ che non lo ?. E' un processo analitico. La percezione Ŕ invece basata sull'immediatezza di uno stimolo. Sulla base del discorso da te riportato, forse, se ad un bambinodenutrito dl terzo mondo modifico la capacit? percettiva, anche un pugno di riso potrebbe essere l'equivalente di un lauto pranzo consumato a Roma, non credi?


    Un Abbraccio, Bruno



  11. #10
    Guest

    Predefinito

    DOMANDA
    ILLOGICA
    LA GUERRA IMPERA
    E'
    LA PROSPERITA'?

    Edited by: BANDITO



  12. #11
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito


    Sono contenta che anche tu,miooim l'abbia trovato incoraggiante
    Akela ogni riflessione o dibattito che sia Ŕ sempre e comunque discutibile,vuoi perchŔ le persone che si trovano a doversi confrontare sono di ceti,culture ed esperienze diversi,vuoi perchŔ la societÓ propone degli stili di vita semplicistici e accettare o sostenere il contrario diventa una lotta.
    Il testo che ho riportato come dissi subito l'ho trovato interessante perchŔ collima con le mie idee personale e riportarlo Ŕ stato solo un modo per presentare una realt? che io credo sia importante,mi riferisco al valore di una persona,in contrapposizione alle cose che se possono dare un piacere immediato andrebbero rivalutate,ma...troppo progresso ed egoismo e l'uomo segue questa direzione e quei pochi che provano a fare il contrario hanno poco risultato.Troppo sfrzo Ŕ richiesto e diciamolo francamente,non c'Ŕ da guadagnarci quindi in questo sistema vieni categoricamente segnato come una sorta di "diverso".
    La scala dei valori che ogniuno ha Ŕ comunque un processo interiore,un lavoro personale (almeno cosý lo Ŕ stato per me,a fronte dei miei errori,comunque) e io ritengo che la percezione sia un ausilio per l'affinit? d'esse.Dotati di 5 sensi fini non solo al loro diretto uso,ma anche per amplificare cio' con cui nella quotidianeit? veniamo in contatto che ci porta sempre e comunque a metterci in discussione e ci porta a considerare nuove realt?.
    questa tua dichiarazione: "anche un pugno di riso potrebbe essere l'equivalente di un lauto pranzo consumato a Roma" Ŕ una cosa che penso anche io e condivido appieno.
    Il punto Ŕ che il testo partiva dal presupposto che tale riflessione viene fatta da persone di una societÓ agiata e abbastanza benestante quale la nostra,certa che persone del terzo mondo,a motivo del contesto in cui vivono,sicuramente,anche attraverso le percezioni che le loro realt? gli offre hanno altri spunti di riflessione,ma sicuramente cio' che sono,in qualit? di persone e valori non cambia,ricchi,poveri,sani o malati che siano...
    spero di essere riuscita a spiegarmi Bruno,un saluto a te.
    Bandito,non trovo la domanda poi tanto illogica...,un altra riflessione MOLTO profonda che merita una considerazione profonda,mi prendo un attimo di tempo e ritorno per rispondere o meglio,dare,se mi Ŕ concesso,il mio punto di vista...
    Buona riflessione anche a voi e buon week end.
    Tatiana




    La tempesta Ŕ capace di disperdere i fiori
    ma non Ŕ in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  13. #12
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    485
    Thanked: 0

    Predefinito



    CIAO TATIANA,


    ANCHE LA SECONDA LETTERA CHE HAI PUBLICATO,


    MI HA FATTO VENIRE I BRIVIDI, PER LA COMMOZIONE....


    MOLTO BELLA.......


    CIAOOOOOOOOOOOOO,SMACKKKKKKKK.......!!!!!!
    Alba1



  14. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    9,865
    Thanked: 0

    Predefinito

    accidenti tatiana...la storia dell'angioletto mi ha fatto venire la pelle d'oca!



  15. #14
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    216
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ciao e buon lunedi a voi.


    Perch? questi post non vengono letti spesso?


    perchŔ non vi sono molte risposte o repliche?


    Siamo forse un pochino pigri? Ci riesce pi¨ facile e meno impegnativo rispondere ad altre tipologie di post?


    un saluto a voi



  16. #15
    Guest

    Predefinito

    TUTTE
    ROMANTICACCE
    DA CHAT QUESTE
    PEGGIO DI LOVERRE SIETE.
    UN BACIONE AL LOVERRE IL MEGLIO DEL WEB
    ABRAMA SEI LANCIATELLA STAMANI.IL RIPOSO WEEKENDALE TI FA BENE VEDO.TIRA LE ORECCHIE A MIKA E MANOLO CHE INCREDIBILILOVERS DELLA BOSS SONO!PUAH!



  17. #16
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    1,152
    Thanked: 44

    Predefinito



    Cara Tatiana,


    mi resta difficile capire come si possa misurare il valore di una persona sulla base delle proprie percezioni. Intanto la percezione che tu hai di te stessa e che attibuisci alle cose che ti circondano Ŕ individuale. Sulla base delle tue percezioni ti attribuisci un valore come persona. Il problema Ŕ che il valore che hai come persona ti viene attribuito dagli altri. E' il frutto di una comparazione, di un confronto. La colpa non Ŕ certo del progresso e men che meno dell'egoismo, che tra l'altro, a differenza del progresso, Ŕ un valore individuale. Si pu? vivere in una societÓ consumistica, ma niente vieta di essere caritatevoli e non per questo si viene etichettati come diversi. Possiamo essere d'accordo che non vengono applicati e fatti propri dei valori globali, perchŔ non tanto l'etnia bens˛ la cultura ne sostiene alcuni a discapito di altri.


    Quello che valiamo Ŕ la risultante del confronto con le persone che esprimono giudizi nei nostri confronti. Anche se a volte non li riteniamo attendibili. Purtroppo vivendo in una societÓ bisogna anche adeguarsi alle dinamiche di gruppo con i loro valori e codici etici, senza mai dimenticare la propria individualit?.


    Un abbraccio, Bruno



  18. #17
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito









    zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz



  19. #18
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    1,152
    Thanked: 44

    Predefinito



    Chi dorme non piglia pesci.


    Bruno



  20. #19
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    CONCORDO!!

    :



  21. #20
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    Alba,...sempre un piacere che certe letture possano non solo commuovere ma anche sensibilizzare il cuore delle persone e sopratutto riflettere.
    Teresaccia non saprei proprio che parole dirti,spero che la lettura ti abbia fatto bene al cuore e all'anima.
    Bandito mi spiace che trovi le cose alquanto romantiche e forse conme attesta Abrama di difficile raffronto da parte di molti,ma qui come nella vita si fallo scelte,cio' che leggere e considerare e cose evitare o meglio dire "sorvolare" perchŔ troppo impegnative.
    Sergio Stefanoforse ti trovavi a pesca e ti sei addormentato?...
    Mi spiace che il post abbia avuto questo impatto su di te.
    Bruno posso solo confermare una cosa che condivido di cio' che ho avuto il piacere di leggere nelle tue righe: "Si pu? vivere in una societÓ consumistica, ma niente vieta di essere caritatevoli".
    Per il resto ho imparato che le persone intorno a me possono farsi una loro idea personale di chi sia io ma la mia individualit? e cio' che so' di me stessa so' per certo che non Ŕ una cosa che gli altri siano in grado di afferrare appieno.E oggi,sinceramente,l'opinione e l'idea degli altri non la trovo vitale.Il valore che ho come persona,acquisito nel tempo,come dice Ŕ stato frutto non solo di confronti,ma anche di attente riflessioni.Partendo dal presupposto che non sono migliore di nessuno.E continuo a raffinare le mie perczioni riguardo a tutto e tutti.Anche qui,attraverso questo scambio di ipinioni che trovo costruttive come attraverso conversazioni e letture,sforzandomi nel meglio che posso.
    Grazie Bruno che attraverso le tue risposte rendi possibile altre valutazioni e riflessioni.
    Un saluto e un saluto di buona serata a tutti,
    Tatiana.






    La tempesta Ŕ capace di disperdere i fiori
    ma non Ŕ in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •