Cookie Policy Privacy Policy Da che cosa dipende la nostra prosperità? - Pagina 3



Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 41 a 47 di 47
  1. #41
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,152
    Thanked: 44

    Predefinito



    Cara Tatiana,


    i cinque sensi sono vincolati alla presenza di recettori fisici sensoriali, cioè dipendono da delle strutture fisiche deputate solo a quello scopo. Il sesto senso, a mio parere, viene erroneamente chiamato senso, in quanto la sua attivazione non dipende dall'attivazione di recettori sensoriali. E' più semplicemente un'intuizione, di cui tutti siamo capaci. Il problema è come l'intuizione si pu? manifestare. Molto conta la modalit? di approccio ai problemi. Tante persone, per convenienza o incapacit?, tendono a risolvere il problema senza analizzarlo delegando la risposta al caso.La probabilit? decider? la correttezza dell'intuizione. Altre persone, dopo aver percepito l'intuizione, cercano una risposta, a volte semplicistica, a volte più elaborata, per definire la correttezza o la maggior pecentuale di probabilit? che la risposta possa essere corretta. In questo modo l'intuizione si trasforma in un processo analitico perdendo la sua identit? iniziale. Altre persone, invece si approcciano sempre e direttamente in maniera analitica a qualsiasi quesito.


    Un dato di fatto, scientificamente accettato è che noi umani sfruttiamo le potenzialit? del nostro cervello dal 15 al 20% del totale, sforando verso il 25% con i grandi geni appartenuti alla storia.


    Il cervello è misterioso, ha delle potenzialit? infinite e grandiose e chissò quante cose ci tiene nascoste o disponibili pur non essendo, noi,in grado di comprenderle.


    Forse, il sesto senso esiste davvero ,così come esistono risposte a tutti i perchè, di fronte ai quali ci arrendiamo abbassando umilmente la testa, ricordandoci che siamo solo delle piccole unit? di un creato che non siamo neanche in grado di immaginare.


    Un Abbraccio, Bruno


  2.      


  3. #42
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito



    IO CREDO ANCHE CHE IL SESTO SENSO SI ATTIVA QUANDO IL CORPO, I 5 SENSI E LA MENTE COLlABORANO ALLO STESSO ISTANTE. COSA RARA E PER QUELLO AFASCINANTE QUANDO CI CAPITA DI AVERTIRE LA SENSAZIONE DI ENTRARE O MEGLIO PERCEPIRE LA NOVITA'. quella sensazione di aver percepito O elaborato LA COSA NUOVA. forse sto banalizando il sesto senso. mi succede quando danzo una improvisazione. quando non impogo a me e agli altri cosa e come danzare. allora incerti momenti tutto si alinea in una performance speciale dove tutto combacia e nessuno sopraf? l'altro. si percepisce l'intesa e si prevede il desiderio dell'altro. si credo nel sesto senso. non come una cosa speciale ma una cosa terra terra.


    sicuramente altre persone con sensi più affinati avranno un sesto s. + sviluppato, ma questo ora non mi rigurda. stiamo parlando della prosperit? di noi comuni mortali
    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  4. #43
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    <CENTER>
    <H1>Robilun,ho finalmente potuto visionare anche questa seconda tecnica di approcio alla danza che mi hai consigliato che trovo eccezionale!Fare due chiacchere permette di aprire la mente e scoprire realt? non conosciute e questa "comunione" di "contatto" tra persone disabili e non la trovo veramente molto interessante,ponendosi tutti sullo stesso livello,senza alcuna distinzione.Grazie per averla portata alla nostra attenzione.</H1>
    <H1></H1>
    <H1>D A N C E A B I L I T Y</H1></CENTER>
    <CENTER>
    <H2>(tecnica di danza praticata da persone abili e <>dis</>abili)</H2></CENTER>
    Storicamente le persone con disabilit? o menomazioni sensoriali sono state isolate dalla vita della società.
    Questo isolamento ha spesso limitato tanto la loro esperienza sociale, emozionale e fisica, quanto la loro espressione artistica. Ha anche permesso alle persone "abili" di sviluppare concetti erronei. La Danceability è una tecnica di danza praticata da abili e disabili che permette a persone con differenti possibilit? fisiche di incontrarsi per danzare insieme.
    La Danceability utilizza i principi di base della Contact Improvisation. La Contact Improvisation è una tecnica di danza accessibile a tutti senza limiti di età e fisici, in cui viene sottolineato il piacere di muoversi e di danzare con qualcuno in modo spontaneo. La danza si sviluppa tra le persone attraverso un dialogo fisico in cui tutti i sensi sono coinvolti. Nella Contact Improvisation i partecipanti improvvisano e danzano cercando di essere sempre presenti al momento e permettendo un fluire continuo delle energie, piuttosto che costruire delle forme puramente estetiche. Nonostante l'apparente libert? di movimento la Contact Improvisation forma ad una grande preparazione tecnica permettendo di acquisire consapevolezza di sò e del proprio modo di muoversi. è nata nei primi anni Settanta negli Stati Uniti come ricerca sulla comunicazione possibile attraverso il contatto e su nuove possibilit? di movimento. Essa ha attinto nel suo sviluppo anche da altre tecniche: Aikido, Tai Chi, meditazione, ginnastiche e danza.
    Nella Danceability si riscoprono il terreno comune per muoversi con la gravit?, che è la base di questa danza, e la comunicazione spontanea attraverso il contatto. Cosò si possono fare nuove e diverse esperienze delle proprie abilit? (e dis-abilit?) nel muoversi con un'altra persona e andare oltre i limiti a cui si è abituati.
    Attraverso questa forma di danza basata sulla consapevolezza, persone con differenti abilit? fisiche creano esperienze di reciproca uguaglianza.
    La tempesta è capace di disperdere i fiori
    ma non è in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  5. #44
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito






    Abrama: ciao ragazzi,<?:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-comfficeffice" />


    Bruno ha reso chiaro ciò che volevo esprimere... in effettti non solo molto brava ad esprimere concetti ... grazie bruno.
    Cara Abrama,anche io sono della tua opinione,Bruno ha la capacit? di tradurre testualmente alcuni concetti che non solo per te ma per me e molti altri sono estremamente difficili da "tradurre",apprezziamo il suo sviluppato senso in questione. E comunque trovo che il già sforzarsi di farlo e far parte di una conversazione così "pesante" sia una buona cosa,quindi non sminuire le tue capacit?,anche attraverso poco si riesce a trasmettere molto e c'è chi riesce a intuire e recepire.Per quel che mi riguarda,grazie dei tuoi interventi sempre molto aprezzati!


    un abbraccio,Tatiana
    La tempesta è capace di disperdere i fiori
    ma non è in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  6. #45
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    Marinotunger la tua osservazione,come ha ben già risposto Bruno affonda le radici in un terreno molto profondo.Questa netta distinzione tra prosperit? e povert? avanza sempre più...Secondo il mio modesto parere TROPPO egoismo e TROPPI interessi.Le risorse e le possibilit? ci sarebbero se ci fosse un vero impegno,ma significa troppo per chi ha il potere nelle mani e a pagarne le conseguenze sono i poveri...E così si assiste a sopressione di alcuni prodotti per alzare i prezzi mentre in molte parti del mondo c'è chi muore costantemente di fame,e tutto questo non è certo una novit?...C'? chi si da' da fare nel suo piccolo e riesce a soddisfare la sua anima sentendosi utile per qualcuno,ma per quanto tempo? Cio' di cui si ha bisogno è una stabilit? e questo non esiste...come si vede dalle notizie quotidiane... Si va sulla luna mentre qui si muore di fame...,e non solo,si assiste anche a enormi pregiudizi.Ma chi siamo noi in confronto al nostro vicino? n? + n? meno meritevole delle cose principale che una vita puo' offrirci ma privati o impossibilitati in un sistema EGOISTA,privo della percezione dei sensi a beneficio degli altri ma tutti coinvogliati al PROPRIO beneficio...
    Questa è una mia opinione personale...
    saluti,Tatiana
    La tempesta è capace di disperdere i fiori
    ma non è in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  7. #46
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    32
    Thanked: 0

    Predefinito

    Bruno,
    sono d'accordo con te il nostro cervello è poco usato in base al suo valore effettivo e lo dimostra lo stesso fatto che è in continuo studio,apre spazio a nuove scoperte ed ha infinite capacit?...
    La sbalorditiva capacit? del nostro cervello, che va molto al di l? dell?utilizzo che ne facciamo durante la nostra vita piuttosto breve. Secondo un?enciclopedia, il cervello umano "? dotato di un potenziale considerevolmente maggiore di quello utilizzabile nell?arco di vita di una persona". (Encyclop?dia Britannica, ed. 1976, vol. 12, p. 998) David A. Sousa afferma in un suo libro: "La capacit? del cervello di immagazzinare informazioni è praticamente infinita". ? How the Brain Learns, 2<SUP>a</SUP> ed., copyright 2001, p. 7
    Inoltre gli scienziati hanno riscontrato che il cervello umano ha un?immensa capacit? di memoria. Un ricercatore ha calcolato che il nostro cervello pu? contenere una quantit? di informazioni tale che "riempirebbe venti milioni di libri, quanti ve ne sono nelle più grandi biblioteche del mondo". Alcuni neurobiologi pensano che nell?arco di una vita media una persona utilizzi solo un centesimo dell?1 per cento (1 parte su 10.000) del suo potenziale cerebrale. Quindi ritengo che tutta la valanga di domande alle quai cerchiamo di trovare una risposta sono anche da attribuirsi ai nostri limiti di pratica celebrale,e forse per quanto ci sforzeremo riusciremo a trovare solo alcune risposte.
    Per che riguarda i 5 sensi di cui siamo dotati,? vero che sono fisici,ma non voglio credere finalizzati solo al loro uso diretto,mi piace pensarli nel loro insieme per il completo piacere di riuscire a percepire ogni cosa ci circondi,dalla vista di una formica,alla ruvidezza di un tessuto...Non è forse vero che la percezione di una cosa crea poi delle sensazioni e delle reazioni? Quindi perchè vederla solo fina a se stessa?
    Come il piacere della danza di cui parla Robilun.
    Per il sesto senso,Bruno credo che ogniuno si avvalga del suo sesto senso secondo la sua situazione,bisogno e come dici tu anche convenienza...
    Vi saluto per oggi augurandovi una buona serata.
    Tatiana

    La tempesta è capace di disperdere i fiori
    ma non è in grado di danneggiare i semi.

    \"Self-Portrait\"



  8. #47
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Akela


    Cara Tatiana,


    i cinque sensi sono vincolati alla presenza di recettori fisici sensoriali, cioè dipendono da delle strutture fisiche deputate solo a quello scopo. Il sesto senso, a mio parere, viene erroneamente chiamato senso, in quanto la sua attivazione non dipende dall'attivazione di recettori sensoriali. E' più semplicemente un'intuizione, di cui tutti siamo capaci. Il problema è come l'intuizione si pu? manifestare. Molto conta la modalit? di approccio ai problemi. Tante persone, per convenienza o incapacit?, tendono a risolvere il problema senza analizzarlo delegando la risposta al caso.La probabilit? decider? la correttezza dell'intuizione. Altre persone, dopo aver percepito l'intuizione, cercano una risposta, a volte semplicistica, a volte più elaborata, per definire la correttezza o la maggior pecentuale di probabilit? che la risposta possa essere corretta. In questo modo l'intuizione si trasforma in un processo analitico perdendo la sua identit? iniziale. Altre persone, invece si approcciano sempre e direttamente in maniera analitica a qualsiasi quesito.


    Un dato di fatto, scientificamente accettato è che noi umani sfruttiamo le potenzialit? del nostro cervello dal 15 al 20% del totale, sforando verso il 25% con i grandi geni appartenuti alla storia.


    Il cervello è misterioso, ha delle potenzialit? infinite e grandiose e chissò quante cose ci tiene nascoste o disponibili pur non essendo, noi,in grado di comprenderle.


    Forse, il sesto senso esiste davvero ,così come esistono risposte a tutti i perchè, di fronte ai quali ci arrendiamo abbassando umilmente la testa, ricordandoci che siamo solo delle piccole unit? di un creato che non siamo neanche in grado di immaginare.


    Un Abbraccio, Bruno


    sempre bello legere i tuoi post
    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  9.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •