Risultati da 1 a 19 di 19
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    <TABLE id=primopiano cellSpacing=0 cellPadding=0 summary="tabella c&#111;ntenente la news completa">
    <T>
    <TR>
    <TD>
    <H1 =titolo_news></H1>
    <H1 =titolo_news>http://www.helpconsumatori.it/news.php?id=5437</H1>
    <H1 =titolo_news>CASA. Confedilizia: "Sospendere le feste comunali e destinare le spese programmate agli sfrattati"</H1>
    <DIV =pillola>18/01/2006 - 11:24


    </DIV></TD></TR>
    <TR>
    <TD id=news>


    "Sospendere tutte le feste varie programmate dal Comune di Roma da adesso al 31 dicembre e destinare agli sfrattati le ingenti somme relative: sarebbero subito risolti i 12 casi critici di gennaio e febbraio e anche quelli di tutto l'anno". E' la proposta che lancia il Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, sottolineando che secondo i dati ufficiali del Ministero dell'interno: nel 2004, in una citt? come Roma, sono stati eseguiti 2.724 sfratti in tutto. "Gli squadristi mediatici dell'altra notte - ha aggiunto il Presidente - hanno esposto i manichini degli inquilini impiccati che non riescono a pagare i mutui o i canoni. Ma hanno dimenticato il manichino del boia: che è il Comune, che con l'Ici si prende il 50% dei canoni che gli inquilini pagano".


    </TD></TR></T></TABLE>
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Beh...questo andrebbe fatto dappertutto e in ogni caso, non solo per
    gli sfrattati ma anche per l'assistenza ai disabili e chi piu' ne ha
    piu' ne' metta. E' quello che io chiamo priorita', si stabiliscono
    delle priorita' e si fanno le cose prioritarie, ma questo a Roma,
    Milano, Torino, Palermo.....



    C'e' tra l'altro una grossa sciocchezza, e questo mi fa dubitare di coloro che hanno fatto questa iniziativa :

    <br style="font-weight: bold;">
    Ma hanno dimenticato il manichino del boia: che è il Comune, che con
    l'Ici si prende il 50% dei canoni che gli inquilini pagano".



    </span>L'ICI con il canone d'affitto non c'entra niente visto che viene
    tassato il valore dell'immobile a prescindere che sia affittato o no,
    inoltre e' impossibile che sia il 50%, se pure fosse una casa affittata
    , quindi non soggetta a sconti.

    Facciamo come si dice il "conto della serva", un immobile medio del
    valore catastale (che e' quello che conta) di 200.000 Euro, al 6,9 per
    mille sono 1.380 Euro l'anno. Se qualcuno mi affitta una casa di tre
    camere e cucina per il doppio, 2.760 Euro l'anno, la prendo anche se
    non mi serve...



    </span>Ecco, quando qualcuno tira fuori ste cavolate perde
    completamente di credibilita'...(sia ben chiaro Marina che non mi
    riferisco a te ma alla Confedilizia, lo chiarisco perche' qui non si sa
    mai...)

    </span>
    Claudio



  4. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Perch? cavolate, Claudio?
    Scusa ma è evidente che sul costo dell'affitto grava anche la spesa dell'ICI
    che il proprietario dell'immobile paga, per cui tale spesa viene pagata anche
    dall'inquilino. Se, per esempio, il proprietario dell'immobile che affitta fosse
    esentato dall'ICI, l'affitto sarebbe molto più basso e, probabilmente, molte
    persone non sarebbero costrette a far salti mortali per pagare affitti
    esorbitanti e proibitivi.



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Si, ma non e' il 50%...Poi l'ICI la dovrebbero pagare anche senza che la casa sia affittata....


    Edited by: buasaard
    Claudio



  6. #5
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Appunto, Claudio.
    Se per ogni casa sfitta si dovesse pagare una tassa consistente (chiamala
    ICI o anche un'altra tassa), mentre invece si avessero delle agevolazioni,
    anche con ICI, per le case che vengono affittate, Roma, che è la capitale
    delle case disabitate (perchè, reg?, non prendiamoci in giro: a Roma
    esistono un numero esorbitante di appartamente vuoti!), non ci sarebbe
    più il problema di avere inquilini per strada. E' un circolo vizioso, Claudio,
    che è difficile spezzare: fin'ora hanno fatto dei provvedimenti solo a
    sfavore dell'inquilino, questo è il punto. Prima non affittavano le case
    perchè avevano paura che l'inquilino non se ne andava più; e l'inquilino
    non se ne andava perchè a causa di questo timore ad affittare rischiava di
    non trovare un altro appartamento. Allora hanno legiferato in modo di
    dare più potere ai proprietari che potevano rinegoziare sull'affitto e
    sbatter fuori inquilini, questo, secondo loro, avrebbe dato maggiore
    sprono ai proprietari di affittare. ma era evidente fin dall'inizio che una
    legge così dichiaratamente suilibrata a favore dei proprietari avrebbe
    aggravato il problema, infatti le case sfitte sono aumentate, gli affitti sono
    aumentati e gli inquilini per strada sono aumentati fino a situazioni
    d'emergenza come quelle in cui assistiamo adesso.
    In più si è aggiunta una nuova stortura creata, a mio giudizio, proprio da
    questa legge ovvera la speculazione edilizia Ricucciana.
    per uscirne c'è solo un modo: legiferare in modo da prendere in
    considerazioni le esigenze di tutti i cittadini, e non solo di una
    parte di essi.



  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Secondo me c'e' un equivoco di fondo....Oggigiorno in affitto la casa
    la prendono i ricchi (tie' se tu stai in affitto t'ho dato pure della
    ricca). I pezzenti come me si comprano una casetta da 45 mq perche' per prendere una casa in affitto devi :



    1) Avere un lavoro almeno da amministratore delegato di una multinazionale;

    2) Pagare l'affitto equivalente allo stipendio di un operaio se trovi un padrone di casa generoso;

    3) Essere parente, amico o amante dell'amministratore delegato di cui sopra



    Le case non sono sfitte perche' la gente ha paura di affittare, e' che
    vogliono talmente tanto che chi se lo puo' permettere? E poi se devo
    pagare 800-900 Euro al mese tanto vale fare un mutuo...



    Allora per le case sfitte, o si fa una politica diversa da quella
    capitalistica (mazzate a chi tiene la casa sfitta e forti sconti a chi
    la affitta), oppure il Comune deve sovvenzionare o costruire piu' case
    popolari, poi pero' costruisce le case popolari in quartieri ghetto....



    Francamente non ho una soluzione, meno male che non devo decidere io se no non saprei da dove cominciare.......


    Edited by: buasaard
    Claudio



  8. #7
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Di soluzioni ce ne sono, Claudio, eccome!
    Pensaci bene: se per un proprietario di appartamenti convenisse più
    affittarlo che tenerlo sfitto tutti i proprietari di appartamenti
    metterebbero in affitto le loro case. In regime di estrema diffusione
    d'offerta 8e non di scarsit?, come avviene attualmente) puoi mettere
    l'affitto alto come ti pare ma rischi di non affittare a nessuno, questo vuol
    dire che non ci guadagni ma, anzi ci perdi, perchè paghi molte tasse per
    avere un appartamento sfitto. A quel punto, Claudio, gli affitti si
    abbasserebbero al costo della vita, meno persone investirebbero in mutui
    esorbitanti per l'acquisto di case che non soddisfano a sufficenza i loro
    bisogni (come appartamentini sfitti in periferia) e questo gioverebbe
    anche all'ambiente che non verrebbe deturpato con continue costruzioni
    e relativi condoni.
    Il mercato si muove sulla convenienza, ma la convenienza deve essere di
    chi compra e di chi vende, o di chi affitta e di chi prende in affitto,
    altrimenti il mercato si blocca.
    Questo, a mio giudizio, è il vero liberismo.
    Edited by: fair



  9. #8
    Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    3,881
    Thanked: 0

    Predefinito



    Oddio,non sarei così sicura che le colpe siano comunque e sempre del padrone di casa e l'inquilino sia una vittima.Ci sono questi casi,ma vi assicuro che sfrattare un inquilino non è la cosa più semplice del mondo.A volte si creano giri viziosi in cui un inquilino non se ne va perchè non riesce a mandare via l'inquilino della casa che ha comprato con mutuo centennale,ci sono case che restano sfitte non solo perchè l'affitto è esorbitante,ma perchè non sei sicuro di poter recuperare il tuo alloggio se ti serve di l? a qualche anno.Noi stiamo vivendo una situazione paradossale con un'inquilino che vive da solo nella casa ereditata da una zia (delle giuste dimensioni per il nostro nucleo famigliare) e abitiamo in quattro in 57 mq con le attrezzature per la riabilitazione parcheggiate in solaio (che non ha il riscaldamento e di questi tempi il Dido fa lo standy e la palla bobath col piumino addosso) .Nei 10 mq della stanza dei bambini a mala pena ci sta il lettino con le sbarre e chissò come far? quando il Dido non ci star? più visto che avendo la più grande che soffre di sonnambulismo infantile e il piccolo con una diplegia non posso certo scegliere una soluzione a castello e nella nostra camera e nel soggiorno/cucina abbiamo già un ambaradan di deambulatori,tricicli,tatami e parallele,sembriamo un'officina ortopedica.Beh,sono 2 anni che questo "signore" ha lo sfratto per necessit? dei proprietari ma le richieste sono tante e la nostra sta facendo la coda.Lui di andarsene non ci pensa proprio,ci ha già detto che se ne andr? quando trover? un'altra casa simile (cosa impossibile visto che paga 320 euro al mese per 120 mq,proprio perchè la zia non era esosa),o quando verr? l'ufficiale giudiziario.A noi non resta che continuare così sperando che accada qualcosa,o andare in affitto ovviamente spendendo il triplo di quanto prendiamo dall'inquilino.Di certo è che,se mai un giorno riusciremo a recuperarla il nostro trilocalino o lo daremo in affitto a studenti rigorosamente fuori sede oppure lo lascieremo vuoto.In altri Paesi,se il proprietario ha necessit? di recuperare la casa,deve dare 6 mesi di tempo all'inquilino,e passati quelli o se ne va o viene la polizia a mandarlo via.Subito,non dopo innumerevoli proroghe .


    Ah,l'ici qui è il 7/1000,se non ricordo male è poco più di una mensilit? di affittoEdited by: Lennie



  10. #9
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito



    Infatti Lennie, puntare il dito contro i proprietari per farli apparire come egoisti e spillasoldi è il classico comportamento nonch? pregiudizio di chi politicamente è di sinistra.


    Se invece di "sparare a zero"le persone riflettessero, aiutate da una calcolatrice, si renderebbero conto di quanto realmente rimane sui c/c dei proprietari da un affitto.


    L'ICI la paga il proprietario e non è certamente una voce di cui si tiene conto per calcolare l'affito il cui importo reale è sempre dato dalla risultante tra la domanda e l'offerta.


    Poi ci sono da tener presente le spese di straordinaria manutenzione, sia a carattere condominiale che private e che ricadono sul proprietario.


    Per esempio io, in qualit? di proprietaria di diverse unit? immobiliari sia destinate ad uso abitativo che commerciale, per scelta affitto gli appartamenti completamente arredati e che ciclicamente ristrutturo.


    Tra pochi giorni inizieranno i lavori per una ristrutturazione globale con un costo stimato di 120.000 euro, arredamento escluso.


    Introito del futuro affitto, dai 1.400 ai 1.600 euro al mese.


    Si pu? ragionevolmente dire che ci vorranno almeno 10/12 anni d'affitto per ammortizzare le spese sostenute tenendo conto sia degli sgravi fiscali concessi per le ristrutturazioni che l'Irpef che dovr? pagare, nonch? l'ICI.


    Mi tuteler? facendo un contratto ad uso transitorio di durata annuale e non tacitamente rinnovabile, ovviamente regolarmente registrato come tutti gli altri contratti già stipulati.


    Con un contratto 4+4 sarei per 8 anni bloccata, con il solo aumento istat concesso e se un inquilino non mi pagasse certamente potrei sfrattarlo per morosit? ma dovrei anche pagare un avvocato e forse dopo 4/5 anni, considerati i tempi lunghissimi della giustizia italiana,riuscirei a rientrare in possesso del bene ma nel frattempo di cosa campo?


    Figuriamoci se dovessi applicare un affitto "politico"; prima di ammortizzare le spese farei in tempo a ridiventare madre e nonna.


    Chi non ha i soldi per pagarsi un affitto di mercato è giusto che viva nei casermoni "ghetto" delle case popolari!


    Un proprietario è proprietario, non un ente di beneficenza.





    Edited by: tersicore62
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Chiara,



    in effetti c'e' anche quello che dice Lennie di problema. Mia madre ha
    due appartamenti ad Ariccia affittati , tutto in regola, tutto
    registrato etc...

    Uno dei due paga i 400 Euro al mese (una casa di circa 100 mq con
    terrazza che da sul Corso e sulla Piazza) quando si ricorda e quando
    gli va....

    Meno male che almeno l'altro paga regolarmente...Se deve fare lo
    sfratto al moroso, ci vuole l'avvocato che costa, poi magari quello
    arriva davanti al giudice come si dice "soldi in bocca",paga gli
    arretrati e automaticamente non e' piu' moroso, e mia madre deve
    comunque pagare l'avvocato...



    Non e' che tutti i proprietari di case siano degli orribili sfruttatori
    e speculatori, in parte si tratta soprattutto nei piccoli paesi ,di
    persone che arrotondano la gia' fantasmagorica pensione cosi'
    generosamente offerta da sua eccellenza il Cavalier Berlusconi



    La tua proposta mi sembra simile alla mia, aumentare l'ICI per le case
    sfitte, e scontarle per quelle affittate (e cosi' abbiamo fatto
    contenta pure Tersi che le affitta...),
    pero' ci vogliono anche garanzie che l'inquilino che non paga per
    motivi seri , il Comune se ne deve far carico, quello che invece non
    paga perche' ci marcia va punito...






    Claudio



  12. #11
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Ma a me sembra che la legge sugli affitti sia notavolmente cambiata negli
    ultimi anni!
    Oppure sono solo io che conosco persone, famiglie con tanto di figlio
    disabile al seguito, sbattute fuori allo scadere del contratto perchè il
    proprietario aveva aumentato l'affitto a livelli inpossibili?
    Mi sembra poi che a Roma la protesta sia nata proprio da questa
    situazione: intere palazzine di enti che le hanno vendute a banche
    o...chissò chi, e gli affitti andati alle stelle. Se sei in grado di pagare,
    paghi, altrimenti tutti per strada: pensionati, disabili, malati e moribondi.
    Come diavolo hanno fatto sti nuovi proprietari a mandare in strada tutta
    sta gente con la legge dalla loro parte????
    Le cose sono due, e lo dico a Lennie soprattutto, ma a st? punto anche a
    tua madre Claudio: o avete un pessimo consulente legale, oppure le
    leggi valgono solo per qualcuno.
    Quello che sò è che "un tempo" l'inquilino aveva il potere di mandare per
    le lunghe la sua uscita di casa: adesso, da quello che vedo succedere a
    Roma qquotidianamente, non c'ha più nessun potere, nemmeno di
    contrattare.
    Edited by: fair



  13. #12
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    Chiara non ne so molto in materia , se si è morosi lo sfratto è esecutivo in tempi brevi senza tenere conto di disabili, anziani ecc,ecc ,


    invece se non si trovano accordi sull'aumento del canone bisogna continuare a effettuare i pagamenti regolarmente con il vecchio canone tanto appunto per non essere considerati morosi, in questa circostana lo sfratto pu? andare per le lunghe , anche anni, ma prima o poi .........................................., i servizi sociali e questo lo sai anche tu meglio di me dovrebbe segnalare i casi pu? disagiati all'assessorarato alla casa del Comune e cercare per loro una nuova abitazione.


    ma tant'? siamo in Italia la terra del luccica luccica sembra oro da lontano ma invece sono lacrime!
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  14. #13
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito



    Il proprietario non ha il potere di sbattere fuori di casa l'inquilino quando gli aggrada ma è ovvio che se allo scadere del contratto, dando regolare disdetta nei termini previsti dal medesimo, il prezzo di mercato è ben diverso da quello che l'inquilino ha sempre pagato, il proprietario adegui l'affitto al prezzo di mercato.


    Sono ancora in vigore, perchè non scaduti, contratti con adeguamento istat al 75%, come prevedeva una volta la legge.


    Normalmente la disdetta, nei contratti 4+4, è prevista almeno 6 mesi della cadenza del contratto e nulla vieta all'inquilino di domandare al proprietario se è intenzionato a rinnovargli il contratto ed indicativamente il prossimo canone d'affitto di "partenza".


    Cosò facendo l'inquilino si pu? regolare conseguentemente e magari nel frattempo cercarsi un'altra abitazione a prezzo inferiore, in un palazzo più modesto od in un altro quartiere.


    Per quanto concerne gli enti, Aler compresa, offrono il diritto di prelazione d'acquisto agli inquilini e molti sono diventati proprietari pagando case ad un prezzo del 60% in meno del loro effettivo valore commerciale.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  15. #14
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Certo che c'è il diritto di prelazione ma per alcune situazioni, vedi
    pensionati, non è possibile nemmeno stipulare un muto per acquistare un
    appartamento che viene valutato 3 o 400 milioni di euro.
    Tra l'altro molti di questi appartamenti di enti (e ritorno a dire, Ricucci
    docet), sono stati valutati a prezzi gonfiati in accordo con alcune banche che
    ci hanno speculato.
    L'indagine su ricucci mi sembra sia partita da questo tipo di speculazioni, o
    no?
    La verità è che poi, soprattutto quando si tratta di cittadinanza più debole
    come, appunto, le persone anziane che hanno tutta la loro vita dentro
    quelle, spesso misere, quattro mura, non c'è proprio alcuna possibilit? di
    difesa. Il prepotente di turno f? il bello ed il cattivo tempo e le istituzioni che
    dovrebbero tutelare si affiancano ai più forti.....



  16. #15
    Junior Member
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    3,881
    Thanked: 0

    Predefinito



    Chiara,a quanto ne so io se superi una certa età (65 anni mi pare) o sei disabile grave,lo sfratto è praticamente impossibile ,in quanto ogni anno vengono concesse proproghe.


    Sul prezzo delle case,non ci hai per caso messo un paio di zeri di troppo? No perchè senn? c'è da preoccuparsi sul serio .


    Forse la legge è molto più solerte con le banche o le finanziarie che comprano le palazzine degli enti pubblici,perchè ti assicuro che noi abbiamo fatto le cose in regola,ma da due anni non succede un benemerito accidente.Il nostro inquilino è molto furbo,continua a pagare regolarmente l'affitto (era un 4+4 con adeguamento istat e abbiamo chiesto il rilascio alla fine del primo quadriennio.Beh,a quanto ci hanno detto,sono fermi al 2002perle esecuzioni,campa cavallo....),su unlibretto postale visto che isoldi glieli rimandavamo indietro.Cosò non possiamo neppure appellarci alla morosit?



  17. #16
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Si, la legge in vigore fino a qualche anno f? prorogava gli sfratti ai nuclei
    famigliari che avevano dei componenti ultrasessantacinquenni e disabili,
    di fatto, per?, da quello che mi risulta questa cosa non è più in vigore da
    circa tre anni, modificata o abrogata da una legge dell'attuale governo,
    ma non mi chiedere quale perchè su questa materia non sono per niente
    ferrata....
    So soltanto che, e ne conosco di situazioni personalmente, sono
    moltissimi gli anziani ed i disabili buttati fuori casa in questi ultimi anni,
    se consideri che per quanto riguarda le case popolari la situazione a
    Roma è disastrosa, so di persone anziane e disabili costretti a trasferirsi
    fuori Roma, o, addirittura, nei dormitori pubblici. ti dico che per qualcuno
    la situazione è veramente drammatica: una mia cara amica si è ritrovata
    per strada con un figlio e marito gravemente invalidi.
    Contratto scaduto e rinnovato a 2000 euro al mese: o paghi o sloggi. A
    nulla è valsa la sua situazione già disperata. La casa popolare l'ha avuta
    dopo due anni che dormivano girovagando tra pensioni ed amici, e
    l'assegnazione è riuscita ad ottenerla attraverso conoscenze e
    mazzette...ma questo è un'altro conto. Le case IACP a Roma sono un
    indecenza inimmaginabile, Lennie: ci mangiano tutti, destra, centro,
    sinistra....
    Per quanto riguarda i prezzi delle case...bhe io con l'euro faccio certe
    figuracce...



  18. #17
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito



    2.000 euro al mese corrispondono a Milano, ma credo che i prezzi di Roma siano più o meno gli stessi, ad un appartamento con soggiorno/pranzo,3 camere da letto, cucina abitabile, doppi servizi, ripostiglio, in quartiere medio borghese, in stabile con portineria.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  19. #18
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    la casa della mia amica aveva tre stanze e doppi servizi(erano in cinque e
    di meno sarebbero stati veramente stretti), salone con angolo cottura
    all'americana, senza terrazzino.
    Quartiere periferia più verso il centro, non medio borghese ma ben
    collegato con i mezzi, il portiere non c'era e, comunque, le spese di
    portineria, riscaldamento e pulizia sono esborsi che vengono dati a parte.

    Inoltre, quattro anni f? ebbi il "vezzo" di mettermi in lista d'attesa per le
    case gestite dall'ente ciechi della Regione Lazio. Arrivai seconda in
    graduatoria e mi proposero, in zona Nomentana, un appartamento, due
    camere cucinotto e bagno, da ristrutturare, al piano terra con 3 mq di
    giardino a L. 1.500.000 escluse spese di condominio, portineria ecc.
    (600.000 L. mensili).
    Era un'affitto agevolato ed era quattro anni f?, ritengo che attualmente i
    prezzi siano ulteriormente lievitati....
    Mi sò che a Milano gli affitti sono un tantinello più convenienti....Edited by: fair



  20. #19
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Comunque siamo noi che contribuiamo alla lievitazione del prezzo degli immobili e di conseguenza a quello degli affitti.



    Mio fratello ha comprato una casa, bella per carita', con giardino,
    circa 100mq di casa, piu' un bel giardino l'ha pagata 350.000 Euro a
    Casalbertone (per chi non conosce Roma , zona semiperiferica). Secondo
    lui ha fatto un affare...

    Per me e' una cifra spropositata...



    Un'altra amica di mia moglie vedova con una figlia, lavoro precario, la
    figlia eredita dalla nonna 110.000 Euro, troviamo una casa nel palazzo
    nostro come la mia appunto a 110.000 Euro, no se la deve comprare sulla
    Cassia a 170.000 Euro, ovviamente piu' piccola, facendo debiti e
    cercando garanti.....


    Claudio



  21.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •