Cookie Policy Privacy Policy Camminare con le protesi



Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Nolegs
    Guest

    Predefinito Camminare con le protesi

    All'inizio la cosa più difficile non è stato imparare a muoversi con le protesi ma fidarsi di esse. Nascere senza gambe è diverso dal perderle a 20 anni. Il cervello si è abituato alle gambe e perderne una parte non lo si concepisce in due giorni. Se la protesi subisce un urto, nonostante non sia un arto, sento dolore. Anzi sento un dolore più forte, è lasindrome dell'arto fantasma. Ma la voglia di riprendere a camminare era tanta così mi esercitavo in giardino. Potrei anche vivere senza protesi perchè muoversi con un prolungamento delle gambe che non fa parte del mio corpo è un limite. All'inizio le indossavo per poco tempo, poi pian piano sempre di più. Dovevo abituarmi ad averle e a saperle utilizzare. A volte capitano episodi imbarazzanti, una volta sono uscita senza protesi in carrozzina e una bambina si è incuriosita e ha indicato a sua mamma che ero senza gambe ma una cosa che non mi piace è il pietismo, non bisogna dar fiato al vittimismo perchè è penoso.
    In ogni caso ora sono contenta di aver ripreso in qualche modo a camminare.


  2.      


  3. #2
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    51
    Thanked: 7

    Predefinito

    Come ti capisco, vivo questa situazione da 32 anni, ti capisco bene.



  4. #3
    Nolegs
    Guest

    Predefinito

    Mentre sto scrivendo ho un formicolio sotto la pianta del piede destro, ma io non ho i piedi, è la solita sindrome dell'arto fantasma ed ho imparato a conviverci, a volte mi prende il crampo al polpaccio che non ho più. Ormai ho accettato di portare le protesi anche se a volte sono dolorose, sono sempre arti artificiali, non è qualcosa che ti cuciono addosso quindi a volte ho le ferite e zoppico. La cosa più complessa è stata rimettermi in piedi, quando avevo una gamba sola avrei potuto appoggiarmi a quella ma ora non posso più farlo. Io sto in bilico, è come stare sui trampoli, ho sempre gli addominali contratti. Meno male che vivo in un posto non troppo affollato altrimenti dovrei stare più attenta alla gente intorno, se mi arriva una spallata e non sono concentrata rischio di cadere.



  5.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •