vorrei cortesemente sapere chi teoricamente erogherà questi soldi. Mi spiego: da noi in provincia di Torino tutto ciò che concerne progetti o assegni di cura, sono gestiti dai Consorzi intercomunali dei Sevizi Sociali (da noi in provincia di Torino si chiamano CISSA), etrovano sempre il modo e la maniera per escluderci da qualsiasi erogazione. Recentemente ci hanno tolto l'assegno di cura, adducendo che con questo assegno io non posso avvalermi di figure regolarmente retribuite e contributi pagati per svolgere attività di diverse , a seconda dell'esigenza del momento, anche di fare qualche esercizio fisioterapico dopo chiaramente essere stati istruiti da un dottore in fisioterapia. Ora mio figlio di 13 anni (quindi età evolutiva) da ben due anni si trova, grazie a questi assistenti sociali e alla NPI, in un centro per sordomuti (premetto che mio figlio ci sente benissimo e ha problemi motori), dove svolgono attività che esulano da quello che dovrebbe teoricamente fare con altri tipi di educatori. ( tipo assistere a lezioni di LIS, linguaggio dei segni, cosa che a lui non è possibile apprendere in alcun modo dal momento che ha problemi motori ). Ora, costretto all'immobilità (sta sulla sedia a rotelle 4 ore a scuola e 4 ore in questo "centro" , mio figlio in due anni si è atrofizzato e le sue condizioni di salute sono peggiorate, dal momento che soffre di gravi problemi gastrointestinali (celiachia e coliche fortissime). Il gastroenterologo ha proposto di fare fisioterapia, ma noi genitori non ci possiamo permettere spese extra e la fisioterapia di 45 minuti passiva 1 volta alla settimana è una cosa ridicola e del tutto inutile. Potete darmi una spiegazione in merito? Vi ringrazio anticipatamente. mamma disperata