Un saluto a tutti da Mattia.
Sono un insegnante di sostegno della scuola secondaria di primo grado
e questo è il mio primo post.

Pongo la mia domanda, sperando di potermi confrontare con chi ha già incontrato
il mio stesso dubbio.

Un mio alunno farà quest'anno gli esami di terza media.
Si tratta di un ragazzo con un ritardo mentale importante ma in grado di
fare attività a scelta multipla (strutturate e modulate apposta per lui).
Gli obiettivi del PEI vengono raggiunti.

Avra' comunque bisogno di fare gli scritti tutti in un'unica mattinata E non insieme ai
compagni bensì in una stanza (la stessa dove la lavorato in piccolo gruppo durante la
maggior parte degli anni scolastici e dove si trova più a suo agio).

Il Dirigente Scolastco ha un po' storto il naso di fronte alla mia ipotesi di fargli fare
le prove in un'aula diversa. Ma so per certo che in alcune scuole italiane è già stato fatto
e senza alcun problema.

Non sono riuscito a trovare un riferimento normativo che sia specifico a questo
riguardo.

Potete aiutarmi?
Grazie in anticipo 😊