Ho 61 anni, disabile 100%. Dal 2004 percepisco l'assegno ordinario di invalidità. Ho lavorato dal 1982 fino a novembre 2013 con una azienda, poi per cessione ramo d'azienda sono passata ad un'altra azienda. Ho intrapreso una causa contro la mia vecchia azienda insieme con alcuni colleghi. Ho chiesto il reintegro.
Da febbraio 2015 a febbbraio 2016 cassa integrazione. Da febbraio 2016 fino ad ora in aspettativa retribuita, anche se non ho ancora visto
un soldo. La nuova azienda intende mandarmi in mobilità, per cui devo decidere tra mobilità e pensione di vecchiaia (l'assegno ordinario di invalidità si tramuterebbe in pensione di vecchiaia). Io opterei per la seconda ovviamente, però ho in piedi la causa contro la mia azienda, ho chiesto il reintegro.
Quando si deve comunicare tale scelta? A chi? come? Quando si va in pensione di vecchiaia si può tornare a lavorare?
Quali risvolti potrebbe riservarmi tale scelta piuttosto che l’altra? Ho inviato una e-mail agli avvocati che stanno trattando la causa contro il mio ex datore di lavoro, ma non ho ottenuto risposta.
Potreste aiutarmi voi?
Grazie.