Tragedia a Bergamo: il ragazzo soffre di dislessia
Avrebbe dovuto affrontare l'esame di terza media
Parla al telefonino con la mamma e si lancia dal balcone
E' ricoverato in ospedale in condizioni disperate
Negli ultimi giorni gli avevano sequestrato il motorino


BERGAMO - Parlava con sua madre al cellulare quando si è lanciato
dal balcone. Ha sedici anni e grossi problemi con la scuola per via di
quella sua difficolt? nel leggere e nello scrivere. Malato di dislessia,
gli avevano detto i medici. Kennedy, Leonardo, anche Einstein erano
stati bambini dislessici. Ma a lui non importa che dalla malattia si
pu?guarire. Soffre terribilmente per quel suo disturbo e non trova
pace.& nbsp;& nbsp;& nbsp;& nbsp;



Il peso della scuola lo soffocava; nonostante l'età doveva ancora
affrontare l'esame di terza media ed era terrorizzato: la sua
interrogazione era fissata per domani. Come se non bastasse,
proprio in questi giorni, la polizia gli aveva sequestrato il motorino
per via di una grave infrazione. E lui non ce l'ha più fatta a
sopportare tutto il peso.& nbsp;& nbsp;& nbsp;& nbsp;




Questa mattina, dal balcone al terzo piano dell'istituto per il
recupero scolastico Cepu, nel centro di Bergamo, si è gettato in
strada: è ricoverato in ospedale in condizioni disperate. Quando è
stato soccorso, stringeva ancora in mano il telefonino con il quale
stava parlando con la madre.



(23 giugno 2005)
<a href="http://www.repubblica.it/2005/f/sezi&#111;ni/cr&#111;naca/bergamo/
<br / target="_blank"> bergamo/bergamo.html">http://www.repubblica.it/2005/f/sezion i/
cronaca/bergamo/bergamo/bergamo.html</a>