La felicit? infinita del Buddha era fondata sulla chiara visione e sulla compassione,
che pervadevano la sua vita in tutte le circostanze.


Tale felicit? ci trasforma dentro e rivoluziona il nostro modo di vedere il mondo fuori.
Infatti sparisce il concetto stesso di dentro e fuori.


Dimorare pienamente nel presente è la fonte di questa felicit?.


Ci apriamo all'esperienza e inevitabilmente essa ci apre agli altri.
Essere veramente felici in questo mondo è un atto rivoluzionario,
poich? la vera felicit? dipende da una rivoluzione in noi.


E' un cambiamento radicale di prospettiva che ci libera, così che più sappiamo in profondit? chi siamo,
più possiamo conoscere la nostra enorme capacit? di amare. Siamo liberati da questa verità:
ciascuno di noi pu? prendere tempo e prestare attenzione.


Possiamo essere come ...quel monaco che attraversa il campo di battaglia e senza dire una parola,
irradia pace e felicit? dal suo essere;? nostro diritto.


La nostra propria felicit? pu? cambiare la storia.
(da Sharon Salzberg "L'arte rivoluzionaria della gioia" - Ubaldini editore