Ricevo e giro a tutto il forum:


Data 20/06/2005


Segnalazione Felice Petronio


Traduzione Carlotta Reggiani


Camminare senza l'aiuto di un bastone non sembra un gran risultato per alcune persone, ma per un uomo della Martins Ferry (compagnia di traghetti) che è stato sulla sedia a rotelle per nove mesi, tornare a camminare merita un festeggiamento. Andy Kruprzak ha passato gli ultimi 19 anni su una sedia a rotelle, paralizzato dal petto in già a causa di una lesione spinale procurata da un incidente automobilistico nell'Ottobre del 1985. Lo scorso Settembre, molti anni dopo averne sentito parlare, si è sottoposto a un trattamento sperimentale basato sulle cellule staminali per cercare di riparare il danno provocato al suo midollo spinale. Adesso riesce a camminare, senza nessun aiuto. "Tutti credono che sia stato un miracolo. Ma non sono un miracolato - sono solo uno che non si è lasciato battere da una sedia a rotelle," ha detto Kruprzak. "Sono stato un ottimo candidato perchè il mio midollo spinale non è stato del tutto lesionate. C'erano solo dei nervi danneggiati. il mio midollo è stato compresso tre volte nello stesso incidente. "Ci sono volute sei anni dalla prima volta che ha cercato di partecipare allo studio sulle cellule staminali a quando ha effettivamente ricevuto il trattamento, e ha detto in retrospettiva che è stato un bene che il percorso sia stato così lungo perchè gli ha lasciato il permesso di farsi un'idea su questo controverso trattamento. "All'inizio avevo paura di dire alla gente cosa avrei fatto," ha detto Kruprzak, spiegando che la sua ricerca su questo argomento gli ha permesso di capire meglio cosa sono le cellule staminali, come vengono raccolte e come possono essere usate per aiutare le persone come lui. "? fantastico che la tecnologia medica pu? aggiustare qualcosa che s'? rotto," ha detto Kruprzak. "Gli Stati Uniti devono mettersi alla pari (in questo campo), ma abbiamo valori morali ed etici . questo trattamento non è immorale. Cambia la vita delle persone .. non sopporterei vedere qualcuno soffrire perchè è difficile trovare approvazione." Kruprzak ha rivelato che la procedura consiste in sei iniezioni di cellule staminali su ogni lato del midollo, e che si è sottopostodeterminato, ma le persone in questo centro lo sono anche per me," ha detto Kruprzak. " al primo ciclo di iniezioni a Dallas all'inizio di Settembre e al secondo a Pittsburgh alla fine di Settembre. "Mi hanno anche avvertito che avrei avuto bisogno di far molta riabilitazione fisica," ha detto Kruprzak. "Quando ho chiesto ai miei dottori qui nell'Ohio Valley e a Pittsburgh dove avrei avuto il miglior trattamento, mi hanno consigliato Peterson," riferendosi al Peterson Rehabilitation Center di Wheeling. Da Settembre è l? che Kruprzak si sta sottoponendo alla terapia riabilitativa. "Sono Non starei così bene se non avesse avuto le persone giuste al mio fianco." Secondo la fisioterapista del Peterson Anna Moore, la terapia fisica è un passo fondamentale nel percorso per camminare di nuovo perchè il suo corpo ha bisogno di rimettersi in sesto, così come i suoi muscoli e i suoi nervi, e ha bisogno di imparare a controllare i suoi muscoli e i suoi nervi così come l'equilibrio per riuscire a camminare da solo. "Imparare come si cammina è stata una battaglia - una battaglia ogni giorno," ha detto Kruprzak. In più la fisioterapista ha detto che è rimasta stupefatta dal modo in cui il corpo di Kruprzak ha cominciato a lavorare di nuovo dopo il trattamento. Ha detto che non c'è stata una progressione logica nel modo in cui gli sono tornati la sensibilit? e i movimenti. "? stata una novit? per me, ma è stato eccitante," ha detto la Moore. "Ogni giorno che viene qui, riesce a fare qualcosa di diverso." La fisioterapista ha spiegato che un giorno c'era un po' di sensibilit?, e tutt'un tratto, Kruprzak è riuscito a muovere i piedi e le gambe. La Moore ha detto che Kruprzak doveva usare tutori alle gambe e un deambulatore e un bastone. "Ha la parte superiore del corpo forte e resistente, e riusciva a usare la forza di questa parte del corpo per compensare la parte inferiore." Ha detto la Moore. Il 15 Dicembre, Kruprzak ha camminato 100 piedi nella hall del Peterson. La Moore ha detto che gli aveva chiesto di fare qualche passo, ma lui ha continuato. "Il primo giorno che ha camminato, sono andata in un'altra stanza e ho pianto." ha detto La moglie di Kruprzak, Jamilynn, Ha aggiunto che mentre suo marito non riusciva a stare in piedi per il loro matrimonio, sette mesi prima, ora vuole rinnovare le loro promesse di matrimonio in piedi su una spiaggia per il loro anniversario. Il prossimo obiettivo che Kruprzak vuole ottenere è trovarsi un lavoro e supportare la sua famiglia. "Il mio scopo finale è migliorare la mia vita," ha detto. "Questo ha cambiato la mia vita e il mio futuro . Non credo di essere un eroe. Mi vedo solo di nuovo in pista."


Cosa ne pensate?