Lombardia . Gli operai morti sul lavoro sono già 18 nei soli primi tre mesi di quest'anno



Gianbattista Rota, da tredici anni carpentiere alla Vitali di Cisano Bergamasco, è il morto sul lavoro numero 18 in Lombardia dall?inizio del 2010, secondo i dati del registro costantemente aggiornato dalla Cgil: il penultimo appena il 2 aprile scorso, a Gavardo, nel bresciano. E il 14 luglio, meno di nove mesi fa, un altro operaio era morto nello stesso cantiere: Shpetim Hoxha, 41 anni, casa a Cisano a poca distanza dalla sede Vitali, dipendente della subappaltante CoGeInd di Zingonia, cadde da 15 metri d?altezza dal cestello di una gru. ?Questi sono omicidi, il governo è complice?, tuona Gianni Pagliarini del Pdci. E Maurizio Zipponi, Idv: ?In Italia si continua a morire sul lavoro nel silenzio totale del governo?.