Cookie Policy Privacy Policy bella testimonianza



Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: bella testimonianza

  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p...010/03/20/AMZ5 FtVD-disabilita_rapallo_forte.shtml
    Vorremmo far capire che la nostra disabilit? pu? essere vissuta dignitosamente e senza tragedie?. Dignit?, autonomia, amore. Sono tre parole chiave della vita di Maria Rosaria e Domenico Badenchini: 57 anni lei, 63 lui, sposati dal 1993, Maria Rosaria e Domenico sono non vedenti dalla nascita.<?:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-comfficeffice" />
    Vivono a Rapallo: ogni mattina, Domenico, pensionato, originario di Piacenza, ma da 49 anni residente a Rapallo, ex dipendente del Comune di Rapallo (dove lavorava come centralinista), scende a piedi, con il suo bastone bianco, verso la stazione di Rapallo e qui prende il treno per Chiavari, per raggiungere la sezione chiavarese, di cui è presidente, dell?Unione italiana ciechi. Fa da solo la spesa e tutte le commissioni ordinarie: ?Girare con il bastone bianco è impegnativo. Per me, per?, sarebbe più faticoso ancora essere accompagnato da qualcuno. Questo non significa che io sia più bravo degli altri: semplicemente, preferisco così.
    Maria Rosaria, invece, è originaria di Napoli, ha vissuto lungamente a Roma (dove ha lavorato in Comune) e anche a Firenze, prima di spostarsi qui, a Rapallo. Per amore. ?Ci siamo conosciuti a una cena di un?amica comune, nel <?:namespace prefix = st1 ns = "urn:schemas-microsoft-comffice:smarttags" /><st1:metricc&#111;nverter w:st="&#111;n" ProductID="1992, a">1992, a</st1:metricc&#111;nverter> Santa Margherita?. A colpire Domenico è stato ?il carattere estroverso di Maria Rosaria, mi è piaciuta subito: dopo due mesi le avevo già chiesto di sposarmi, anche se poi abbiamo aspettato un po??. Maria Rosaria, invece, viene attirata ?dalla cavalleria e i modi di fare d?altri tempi di Domenico?. Nel 1993 il matrimonio, a Pompei. E un lungo cammino da condividere insieme.
    Impegnati attivamente nell?Unione italiana ciechi a Chiavari è sezione che conta 110 soci e dove lui, come detto, è presidente mentre lei è consigliere - sono sempre ?al lavoro?. ?Ora stiamo organizzando la pesca di beneficenza, a favore dell?Unione italiana ciechi, che ci sar? domani, a ?Santa? nella Festa della Primavera è racconta Domenico è Ci piacerebbe far sapere che la disabilit? visiva è certamente scomoda ma pu? essere superata. Pensiamo per esempio a chi perde la vista in età matura: è un trauma dall?impatto pesante. Per? l?esperienza mia, di Maria Rosaria, dell?Unione, li pu? aiutare?.
    In un primo tempo, Domenico e Maria Rosaria avevano pensato anche alla realizzazione di un Centro ascolto: ?Poi, per?, ci siamo detti: se chi ha bisogno deve aspettare il giorno e l?orario dello sportello??. Ecco allora che i telefoni di casa Badenchini restano sempre a disposizione per gli amici non vedenti: ?C?? chi mi chiama è mi dice: ?Ancora una volta ho versato fuori il caff? e io suggerisco l?utilizzo del dosatore. Gli strumenti non mancano?, racconta Maria Rosaria. Un aiuto arriva dalla tecnologia: con le modalit? vocali, in pochi istanti Maria Rosaria registra un numero sulla Sim del telefono, così come Domenico riesce a navigare in internet con il computer.
    Le prove di quotidianit? sono molteplici: Maria Rosaria mostra due barattolini, identici. Uno contiene prezzemolo tritato, l?altro rosmarino (sempre tritato) . ?Uno pu? dirmi: basta sentire il profumo per riconoscerli. E con il raffreddore??. Ecco allora che ogni acquisto viene ?targato? con una piccola etichetta in braille. ?Esiste il termometro che ?parla?, così come la bilancia che ?parla?: ci sono tante cose che possono semplificare la vita. A volte, per?, le persone non lo sanno. Per questo, il ruolo dell?Unione ciechi è importante?.
    E oggi , alle 17, su Rai Uno, la quotidianit? e l?amore di Maria Rosaria e Domenico saranno al centro del programma ?A sua immagine?. ?Non sono n? telegenico, n? mi interessa la notorietà: sono contento se questo potr? dare risalto al lavoro dell?Unione ciechi?, spiega Domenico, mentre per Maria Rosaria l?esperienza nel programma televisivo (la puntata è stata registrata sia negli studi romani della Rai sia a Rapallo, nell?abitazione dei Badenchini) è stata anche ?una testimonianza di fede, visto che il programma è di carattere religioso e io sono molto fedele. è stata una bellissima esperienza, che ricorder? tutta la vita?.



    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    Junior Member L'avatar di Marachella
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    4,542
    Thanked: 36

    Predefinito



    Si, è una bella testimonianza Marina... ma mi lascia un po' perplessa...





    Conosco alcune coppie sposate tra ciechi... le difficolt? ovviamente si moltiplicano ovviamente ma si pu? tranquillamente fare, ma ciò che mi lascia perplessa è il loro servilismo nei confronti dell'Unione e oserei quasi dire la loro devozione per l'associazione...


    Di ciechi autonomi ve ne sono moltissimi e detto internos dubito che un cieco dalla nascita possa affrontare la grossa problematica che riguarda chi, cieco ci è diventato improvvisamente o gradualmente in età adulta, il lavoro che deve essere fatto con queste persone spece in una fase iniziale è proprio quello di accettazione della nuova condizione di handicap e che, almeno non sia anche un po' psicologo settoriale, un cieco dalla nascita pu? provocare in molti casi l'ulteriore rifiuto e il ritardo di accettazione della nuova condizione di ciecit?


    Per carit?, carini e bravi nelle loro iniziative... ma ribadisco troppo rivolti all'associazione e all'interesse della stessa... almeno e quanto traspare dallo scritto.
    ... anche se non vedo i tuoi occhi, posso ascoltare il tuo cuore...

    Monica



  4. #3
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Mantova
    Messaggi
    198
    Thanked: 0

    Predefinito

    forse è un loro modo per accettare e far accettare il loro problema.anch'io ho un'amica che è diventata cieca x un problema ereditiero (infatti ora anche i figli sembra stiano avendo i medesimi problemi),? vicipresidente dell'unione ciechi ed è sempre molto impegnata sia nel punto ascolto che nell'insegnare ai "novelli"
    paola50000



  5.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •