<DIV =note_er>
<DIV ="note_title_share clearfix">
<DIV =note_title>
<DIV =note_er>
<DIV =byline></DIV></DIV>
<DIV ="note_c&#111;ntent text_align_ltr directi&#111;n_ltr clearfix">
<DIV>ll 10 febbraio ricordiamo il genocidio di migliaia di Italiani dell?Istria, della Dalmazia e della Venezia Giulia, morti per il vile gesto dei comunisti di Tito. Perirono in modo macabro e disumano, infoibati ancora vivi nelle profondit? carsiche e finiti a volte con le bombe a mano. Vi furono anche 350.000 profughi, 350.000 patrioti che, pur di salvaguardare la loro italianit? e la stessa vita, furono depredati, cacciati, per essere infine accolti in Italia dal silenzio e dall?indifferenza. Il dramma delle foibe è stato volutamente tenuto nell?oblio. Nessuno dei partiti dell?arco costituzionale, sia di governo che d?opposizione di sinistra, visit? quei luoghi, spese una parola di conforto per le famiglie delle vittime,consapevoli del fatto che la divulgazione di tale immane tragedia sarebbe andato a loro sfavore, indignando il popolo italiano, non abituato a fosse comuni ed a tombe senza nomi e senza fiori. In quei luoghi ha regnato impunemente l?omertoso silenzio dei vivi ed il silenzio assordante dei morti. Il Genocidio delle foibe è per l?Italia lutto e dolore.
</DIV>
<DIV ="photo photo_left">
<DIV class=photo_img></DIV></DIV>
<DIV =clear_left></DIV></DIV></DIV>
<DIV ="share_and_hide clearfix"></DIV></DIV></DIV>
<DIV =clear_left></DIV>