Cookie Policy Privacy Policy il giorno della memoria



Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 33
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    I Primi a essere eliminati furono i bambini disabili , nefandezze dell'essere umano .
    senza dimenticare l'idea di eutanasia che pur non discostandosi dal fine in discussione anche ai nostri giorni , varia nello scopo .
    il progetto T4 credo sia importante parlarne , purtroppo lo si f? sempre troppo poco. è fondamentale ricordare x non dimenticare e evitare che l'umanit? compia ancora simili atrocit? , le "vite indegne di essere vissute" esistevano per la mentalit? d'allora e sono state quasi giustificate perchè pensieri ideati da un pazzo, ma oggià
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  4. #3
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    I CRIMINI DELLE BRIGATE EBREE

    RAI EDUEdited by: sergiostefano



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Sergiostefano ,quello che hai postato non cancella quello che è successo agli ebrei , ai disabili e ai bambini disabili in primis, la giornata della memoria è per non dimenticare quella tragedia, ti prego diaprire per il tuo documentoun altro post.grazie
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  6. #5
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    HO RIPORTATO SOLO UN EVENTO STORICO

    CHE APPARTIENE

    PER CUI NON GIUSTIFICA IL LORO GESTO PER CIO CHE HANNO RICEVUTO E SUBITO




  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    un evento che non c'entra nulla con il giorno della memoria , se vuoi creare caos fai pure ,non voglio mettermi a discutere con te , per? non sei corretto !
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  8. #7
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    guarda ne ha parlato anche ieri a speciale Tg1 con monica maggioni alle 23.30

    ? solo giusto riportare un evento storico




  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    non metto in dubbio che sia un documento , vero o falso non mi interessa, non credo sia questo il postin cui inserirlo e non capisco perchè non vuoi aprire una nuova discussione al proposito.


    Se qualcuno si è comportato male dopo la tragedia ebraicadove 6 milioni di ebrei innocenti sono stati eliminati non cancella ciò che è successo, è un insulto alla loro memoria mettere sullo stesso piano i due argomenti.


    per me è così lampante, mi dispiace che non lo sia pure per te.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  10. #9
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito

    anche di questa tragedia se ne parla un giorno o due e poi tuffati di nuovo nel....grande fratello
    Massimo



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    proprio così Massimo , sono i giorni delle celebrazioni che lasciano il tempo che trovano.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  12. #11
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito

    purtroppo l'opinione pubblica oramai non si rende conto più di queste cose sicch? si verificano le cose che quotidamente posti o, se non eclatanti, passano in cavalleria....qui perchè fuori.........
    Massimo



  13. #12
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    non capiscoperche sarebbe un insulto

    gli eventi storici dicono :
    l'america e l'inghilterra sapevano cosa faceva la
    germania proposito dello sterminio e non sono
    Intevenuti

    la chiesta ..Pio x12 non ha detto nulla contro lo Shoa

    il fattoche gli ebrei si "RiscattanoUccidendo"
    Tedeschi Fuggiti ,strozzandoli e buttandoli in mare con
    le zavorreli mette "allo stesso Piano" dei Carnefici
    Nazisti"

    i documetarisono veri ...di Giovanni Minoli che
    manda in onda su rai Educational o Rai Storia

    a Minoli non serveAudience ..racconta solo i Fatti
    " Storici"

    Edited by: sergiostefano



  14. #13
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    OK Sergio , se fai finta di non capire , va bene così, chiusa discussione, almeno per me.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  15. #14
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    http://milano.corriere.it/milano/not...ca/10_gennaio_ 26/la-superstite-ricorda-1602349143579.shtml



    <H1>Liliana Segre: ?Ci portavano ad Auschwitz, milanesi in silenzio?</H1>
    <H2>La superstite ricorda: ?Il mio viaggio nel ventre nero della Centrale. Nessuna pietà per noi?</H2>



    <B sizset="13" sizcache="13">
    <TABLE =foto-v-left width=1 align=left sizset="13" sizcache="13">
    <T sizset="13" sizcache="13">
    <TR sizset="13" sizcache="13">
    <TD sizset="13" sizcache="13"></TD></TR>
    <TR>
    <TD></TD></TR></T></TABLE>[/B]MILANO - ?A calci e pugni fummo caricati su un camion e portati alla stazione Centrale di Milano. La citt? era deserta. I milanesi non provarono pietà per noi come (invece) i detenuti di San Vittore: se ne restarono in silenzio dietro le loro finestre. Ricordo che il camion percorse via Carducci, e io che ero in fondo, all'incrocio con corso Magenta scorsi la mia casa per un attimo...?. ?Poi il camion attraversò la citt?, fino a imboccare il sottopassaggio di via Ferrante Aporti, e ci ritrovammo nei sotterranei della stazione, binario 21. (...) Nessuno di noi conosceva quei sotterranei, quel ventre nero della stazione Centrale, che ora chiediamo diventi un luogo della memoria, perchè migliaia di persone sono partite da quei binari e non hanno fatto ritorno?.


    Cosò raccontava l'internata 75190. Cosò raccontava Liliana Segre alcuni anni or sono nel libro-testimonianza ?Sopravvissuta ad Auschwitz? (edizioni Paoline). Oggi, dopo anni di volenteroso e tenace impegno, viene posata la prima pietra del ?Memoriale della Shoah di Milano?, dove un tempo si trovava il binario 21. Era il 30 gennaio 1944, Liliana aveva 13 anni. Con lei altri 604 senza destino e tra questi i Silvera, amici carissimi della mia famiglia: il padre Lelio, la mamma Bahia Laniado e la giovane figlia Violetta. Racconta la Segre: ?Mi ricordo il signor Silvera, che con altri uomini pii si metteva nel mezzo del vagone, si metteva il tallet (il manto rituale) sulle spalle e pregava (...). Violetta e io ci guardavamo, le speranze erano perdute?. ?Se anche dovessi camminare nella valle della morte, non temerei alcun male, perchè tu sei con me?, recita il salmo 23 salmodiato in ebraico ?Gam Gam...?.


    Morirono tutti, come anche il pap? di Liliana, Alberto; solo lei e pochi altri si salvarono. ?Migliaia, anzi milioni di volte mi sono chiesta perchè sono sopravvissuta alla Shoah. Ma non c'è risposta?. Liliana sar? l? oggi, al binario 21, con un'altra sopravvissuta, Goti Bauer, una dolce, anziana signora, che mai nessuno, vedendola oggi, potrebbe pensare sia scampata all'inimmaginabile. Lei, che ad Auschwitz fu deportata e perse padre, madre e fratello, proveniente dal campo di Fossoli, confessa: ?Ho sempre invidiato chi ad Auschwitz è arrivato da solo (...) chi non ha vissuto lo strazio della perdita dei genitori, dei figli, dei fratelli?. Liliana e Goti ricordano a tutti che gli aguzzini nazisti continuavano a ripetere: ?Morirete tutti, ma se per caso qualcuno torner? e racconter?, nessuno gli creder?. Loro hanno perso, il ?Memoriale della Shoah di Milano? ne è la prova, oggi il ventre nero è meno nero. Comprendere quello che accadde è impossibile, ma la memoria è necessaria per conoscere e ricordare ciò che fu e che mai più dovr? essere.
    Sergio Harari
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  16. #15
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    http://www.superabile.it/web/it/REGI...News/info17016 88022.html
    <H3>Sulla pelle dei disabili: le prove generali dello sterminio degli ebrei </H3>
    <DIV>
    <DIV =c&#111;ntent>
    "Vite non degne di essere vissute" è il titolo della mostra inaugurata all'ospedale San Giovanni-Addolorata di Roma dall'assessore Di Liegro. "Dobbiamo continuare a domandarci come tutto questo sia stato possibile, per evitare nuovi razzismi"


    ROMA - "Quando si parla di Shoa, il primo pensiero va al popolo ebraico. Ma non tutti sanno che le prove generali di quello sterminio si fecero sulla pelle delle persone disabili. Furono in tutto 270mila le persone con disabilit? uccise, delle quali 70mila utilizzando il programma T4, solo perchè considerate indegne di vivere. Oggi dobbiamo continuare a domandarci come tutto questo sia stato possibile, per evitare nuovi razzismi e nuove pratiche di segregazione". Con queste parole l'assessore regionale alle Politiche sociali e delle sicurezze del Lazio, Luigina Di Liegro, ha inaugurato ieri mattina a Roma la mostra "Vite non degne di essere vissute", organizzata all'ospedale San Giovanni-Addolorata di Roma nell'ambito della Giornata della memoria, che si svolger? domani 27 gennaio per ricordare tutte le vittime dello sterminio nazista. "Chi soffre di problemi psichici è un essere umano come ogni altro e come diceva Primo Levi ?l'uomo deve essere sacro all'uomo, dovunque e sempre'- continua Di Liegro -. Troppi anche oggi vorrebbero tornare indietro, riportare le persone nelle cliniche e negargli la capacit? di vivere autonomamente. Come assessorato ci siamo impegnati e ci impegneremo sempre più a far rispettare non solo i diritti sanitari ma anche sociali di queste persone".


    Obiettivo della mostra ripercorre le varie tappe del difficile percorso affrontato, negli ultimi sessanta anni dalle persone con disagio psichico, a partire dalla Shoa fino alla legge 180 e l'impegno di Franco Basaglia. "Sui disabili furono sperimentate le camere a gas e il programma Action T4, un progetto di eugenetica che puntava a eliminare dalla società le persone non produttive e che inquinavano la razza. A questo esperimento è dedicata la prima parte della mostra - sottolinea Walter Galletta, direttore dell'Uoc dell'ospedale San Giovani e organizzatore dell' iniziativa. Poi abbiamo voluto raccontare la rivoluzione di Basaglia e le varie strade intraprese per il reinserimento di queste persone nella società". Tra le opere esposte anche i disegni e gli elaborati di scrittura creativa realizzati dai pazienti del reparto psichiatrico.


    Nel corso della giornata è stato anche presentato il libro "Chi ha paura della follia? La 180nella scuola: roba da matti!"di Luigi Attenasio, Mariella Ciani e Angelo Di Gennaro. Un progetto realizzato all'interno delle scuole per superare lo stereotipo del "matto". "La manicomialit? è il modo di rapportarsi agli altri presente negli ospedali e che vige ancora come atteggiamento culturale nella società- spiega Attenasio, direttore del dipartimento mentale dell'Asl Roma C- è quindi necessario un cambiamento a partire dalle giovani generazioni. Per questo siamo andati nelle scuole a parlare coi ragazzi e abbiamo deciso di portarli a conoscere queste persone. Gli studenti hanno risposto splendidamente, sono nati rapporti di familiarit? e amicizia". A portare il suo saluto per la Giornata della memoria anche Sergio Mellina che nel 1978, dopo la riforma psichiatrica, lasciò insieme a Antonino Lo Cascio l'ospedale S. Maria della Pietà di Roma, per dar vita al reparto Spdc del San Giovanni. "Ho creduto molto nella legge che ha portato alla chiusura dei manicomi. è stata un avventura importante- ricorda Mellina-. La follia è una dimensione tipica della natura umana, che va compresa, spiegata, capita". Tra le altri ospiti presenti all'iniziativa, il consigliere regionale Augusto Battaglia che ha ricordato la sua lunga esperienza come operatore sociale nel periodo successivo alla legge 180. Ed Enzo Foschi, della commissione regionale della Sanit?, che ha invitato a non abbassare al guardia sui nuovi fenomeni di intolleranza, a partire dal razzismo negli stadi. (ec) </DIV></DIV>
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  17. #16
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Quello che mi chiedo è perche la chiesa cattolica si mobilito per la T4 e ne ottene la sospensione ma non fece niente per tutti gli altri e non raccontate la balla che non lo sapevano,ma li posso capire ebrei comunisti omosessuali zingari etc erano per loro sicuramente inferiori ai cristianissimi disabili tedeschi e degni quindi di morire
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  18. #17
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito

    Avendo potuto vedere l'anno l'anno scorso il campo di concentramento di Mauthausen le motivazioni ai tuoi giusti, gravi dubbi caro Luni mi sono stati chiariti dalla barbarie che in tali luoghi venivano fatte.</font>
    Massimo



  19. #18
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Serpe la maggior parte delle persone dimentica anche che in quei campi ancora piu feroci dei tedeschi erano ikap? di nazionalit? polaca estone lettone romena ceca ed ungherese,come ci si dimentica che furono propioi cattolicisimi abitanti di queipaesi i piu grandi delatori delle SS
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  20. #19
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito

    hai ragione Luni per? ho parlato di barbarie non di che nazionalit? erano
    Massimo



  21. #20
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Penso che piu che giorno della memoria sarebbe giusto chiamarlo giorno della vergogna einettitudine occidentale
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •