Cookie Policy Privacy Policy il giorno della memoria - Pagina 2



Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 33 di 33
  1. #21
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito

    Pi? che altro, in Italia, chiamiamo tutti il giorno di, del, della,ecc.
    e gli altri giorni?

    Massimo


  2.      


  3. #22
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Gli altri giorni servono per continuare ha fare quello che abbiamo condannatoil giorno prima
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  4. #23
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di paoletto51
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    24,904
    Thanked: 24

    Predefinito

    <DIV =c&#111;ntent>Ieri sera MI sono fatto del MALE!! Ho visto lo sceneggiato su Rai1 e.. Ma PORCA miseria, come si pu? arrivare a tanta cattiveria, tanta ferocia e tanta insensibilit? verso persone inermi, indifese, che non ti hanno fatto NIENTE e che non hanno nessuna colpa..
    Sono passati 65 anni da quell'evento. Restano in vita oramai 3 persone che hanno vissuto sulla loro pelle quella dimostrazione di quanto fa SKIFO l'essere umano.. ed ogni volta che vedo quelle immagini, sento quei racconti e leggo qualche cosa, mi si accappona la pelle a pensare che c'era qualcuno che POTEVA evitare tutto questo!! </DIV>



  5. #24
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,158
    Thanked: 44

    Predefinito



    Cari tutti,


    ? la guerra che estrapola la parte più cattiva della personalit? di chi vi è coinvolto. Quello che è successo in Germania accade tutti i giorni in buona parte del mondo; forse cambiano i numeri, ma le barbarie che si perpetuano a carico delle minoranze, dei civili, dei militari coinvolti in un conflitto non sono certamente più accettabili.


    Se il giorno della memoria ha uno scopo educativo forse, anzich? ricordare, varrebbe la pena educare la civiltà al senso del rispetto verso i terzi e, probabilmente, certe cose non accadrebbero più e le guerre, nella loro drammatica rappresentazione, sarebbero più accettabili. La violenza è insita nella natura umana e la difficolt? sta nel controllarla. Il più delle volte questa difficolt? sta nel non saper gestire i mezzi a disposizione e l'educazione ad una cultura migliore farebbe la differenza.


    La storia ci ha insegnato qualcosa? Colombia, Cecenia, Iran, Sudan, Ruanda, Cuba, Haiti, etc. etc. etc. nel 2010 tu sappiamo, ma facciamo finta di non sapere e di non vedere, esattamente come nel 1945.


    Un abbraccio, Bruno



  6. #25
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito

    Bruno il popolo non fa finta di non vedere ma i governi lo fanno.
    Gi? oggi ma anche ieri si parla (solo ed unicamente) di giustizia, della rivolta dei giudici allo stra-potere dell'esecutivo e la memoria è già andata
    Chissò di cosa si parlerebbe se il premier non fosse inquisito?

    Massimo



  7. #26
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    Berlusconi:Piu immigrati piu crimini e meno male che il giorno primasi sono ricordati dell'olocausto,domandarsi perche sia avvenuto è sicuramentetroppo complicato per quelle menti eccelse
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  8. #27
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Cremona
    Messaggi
    8,839
    Thanked: 1

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina


    http://www.superabile.it/web/it/REGIONI/Lazio/News/info17016 88022.html
    <H3>Sulla pelle dei disabili: le prove generali dello sterminio degli ebrei </H3>
    <DIV>
    <DIV ="c&#111;ntent">
    "Vite non degne di essere vissute" è il titolo della mostra inaugurata all'ospedale San Giovanni-Addolorata di Roma dall'assessore Di Liegro. "Dobbiamo continuare a domandarci come tutto questo sia stato possibile, per evitare nuovi razzismi"


    ROMA - "Quando si parla di Shoa, il primo pensiero va al popolo ebraico. Ma non tutti sanno che le prove generali di quello sterminio si fecero sulla pelle delle persone disabili. Furono in tutto 270mila le persone con disabilit? uccise, delle quali 70mila utilizzando il programma T4, solo perchè considerate indegne di vivere. Oggi dobbiamo continuare a domandarci come tutto questo sia stato possibile, per evitare nuovi razzismi e nuove pratiche di segregazione". Con queste parole l'assessore regionale alle Politiche sociali e delle sicurezze del Lazio, Luigina Di Liegro, ha inaugurato ieri mattina a Roma la mostra "Vite non degne di essere vissute", organizzata all'ospedale San Giovanni-Addolorata di Roma nell'ambito della Giornata della memoria, che si svolger? domani 27 gennaio per ricordare tutte le vittime dello sterminio nazista. "Chi soffre di problemi psichici è un essere umano come ogni altro e come diceva Primo Levi ?l'uomo deve essere sacro all'uomo, dovunque e sempre'- continua Di Liegro -. Troppi anche oggi vorrebbero tornare indietro, riportare le persone nelle cliniche e negargli la capacit? di vivere autonomamente. Come assessorato ci siamo impegnati e ci impegneremo sempre più a far rispettare non solo i diritti sanitari ma anche sociali di queste persone".


    Obiettivo della mostra ripercorre le varie tappe del difficile percorso affrontato, negli ultimi sessanta anni dalle persone con disagio psichico, a partire dalla Shoa fino alla legge 180 e l'impegno di Franco Basaglia. "Sui disabili furono sperimentate le camere a gas e il programma Action T4, un progetto di eugenetica che puntava a eliminare dalla società le persone non produttive e che inquinavano la razza. A questo esperimento è dedicata la prima parte della mostra - sottolinea Walter Galletta, direttore dell'Uoc dell'ospedale San Giovani e organizzatore dell' iniziativa. Poi abbiamo voluto raccontare la rivoluzione di Basaglia e le varie strade intraprese per il reinserimento di queste persone nella società". Tra le opere esposte anche i disegni e gli elaborati di scrittura creativa realizzati dai pazienti del reparto psichiatrico.


    Nel corso della giornata è stato anche presentato il libro "Chi ha paura della follia? La 180nella scuola: roba da matti!"di Luigi Attenasio, Mariella Ciani e Angelo Di Gennaro. Un progetto realizzato all'interno delle scuole per superare lo stereotipo del "matto". "La manicomialit? è il modo di rapportarsi agli altri presente negli ospedali e che vige ancora come atteggiamento culturale nella società- spiega Attenasio, direttore del dipartimento mentale dell'Asl Roma C- è quindi necessario un cambiamento a partire dalle giovani generazioni. Per questo siamo andati nelle scuole a parlare coi ragazzi e abbiamo deciso di portarli a conoscere queste persone. Gli studenti hanno risposto splendidamente, sono nati rapporti di familiarit? e amicizia". A portare il suo saluto per la Giornata della memoria anche Sergio Mellina che nel 1978, dopo la riforma psichiatrica, lasciò insieme a Antonino Lo Cascio l'ospedale S. Maria della Pietà di Roma, per dar vita al reparto Spdc del San Giovanni. "Ho creduto molto nella legge che ha portato alla chiusura dei manicomi. è stata un avventura importante- ricorda Mellina-. La follia è una dimensione tipica della natura umana, che va compresa, spiegata, capita". Tra le altri ospiti presenti all'iniziativa, il consigliere regionale Augusto Battaglia che ha ricordato la sua lunga esperienza come operatore sociale nel periodo successivo alla legge 180. Ed Enzo Foschi, della commissione regionale della Sanit?, che ha invitato a non abbassare al guardia sui nuovi fenomeni di intolleranza, a partire dal razzismo negli stadi. (ec) </DIV></DIV>



    Uploaded with ImageShack.us



  9. #28
    Junior Member L'avatar di yankee
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,436
    Thanked: 7

    Predefinito

    Bravo Nembo...e pensare che mi eri antipatico...



  10. #29
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Cremona
    Messaggi
    8,839
    Thanked: 1

    Predefinito



    dai Yankee!brindiamo all'amicizia tra gli uomini!





    Uploaded with ImageShack.us



  11. #30
    Banned
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    82
    Thanked: 0

    Predefinito



    Si parla sempre dello sterminio fatto sugli ebrei ma raramente si sente parlare delle umiliazioni ,delle sofferenze e della morte atroce inflitta agli omosessuali.


    Quest anno l associazione milk si è resa disponibile per far in modo che l olocausto nel 2010 non sia taciuto. E' stato un monologo che ha colpito il cuore della gente nonostante le critiche e la mentalit? poco aperta nell accettare tale tendenza sessuale.


    Mi verr? dato da un rappresentante dell associazione del materiale riguardo a tale argomento. Chi ne fosse interessato puo richiedermi tale materiale in pvt e provveder? a mandarvelo appena riesco.



  12. #31
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    veramente Enza l'articolo postato parlava di una minoranza colpita per prima anzi le prove di sterminio sono state iniziate proprio eliminando bambini disabili .


    poi certo altre minoranze sono state atrocemente torturate e eliminate,come gli omossesuali ,ma io essendo questo un sito che principalmente di dedica alla disabilit? volevo ricordare ricordare prioritariamente proprio le sofferenze e le atrocit? subite dai bambini.


    nulla da togliere alle sofferenze altrui per?......


    Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  13. #32
    Banned
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    82
    Thanked: 0

    Predefinito

    sono talmente stanca che faccio fatica addirittura a leggere il contenuto dei post con attenzione limitandomi solo al titolo...ahahah....mi sa che devo riprendermiiiii.



  14. #33
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di Patrik1
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    33,592
    Thanked: 112

    Predefinito

    non finir? mai



  15.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •