Salve a tutti, sono il fratello di un ragazzo disabile di 22 anni, con diagnosi di autismo.


Insieme con mio padre e con la collaborazione della Fondazione Dopodinoi di Roma, stiamo portando avanti un progetto tanto bello quanto ambizioso,di non facile realizzazione, ma tutto sta ovviamente a cominciare, mettendo dentro tutte le forze possibili.


L'idea consiste nella realizzazione di un Villaggio, una sorta di Casa-famiglia allargata, che prevede la presenza in un'area da stabilire di vari nuclei familiari (in numero da definire) in cui abiterebbero sia ragazzi disabili con relativi operatori sia familiari (chiaramente separati). Oltre tali abitazioni, in una seconda area,il progetto prevede la costruzione di un Centro Riabilitativo e di un Poliambulatorio, entrambi aperti eventualmente ad utenti esterni. Non si è esclusa anche la creazione ad es. di un maneggio e/o di un centro sportivo.


Uno dei cardini del progetto è quello di prevedere, con la costruzione di queste strutture aggiuntive, una integrazione sociale importante, con utenti provenienti dall'esterno, sia disabili sia non, che quindi usufruirebbero di questi servizi.


Questa a grandi linee l'idea di fondo. Ci stiamo mettendo in moto sin da subito per la ricerca di un'area adatta, sia nel Comune di Roma sia in Comuni limitrofi (abbiamo già provato con Morlupo).


Sarebbe fondamentale trovare un imprenditore disposto a mettersi nel progetto, chiaramente con il suo tornaconto economico e il sostegno del territorio.


Ovviamente questo progetto richiede anche forze economiche. Ci? per le più che note assenze e mancanze sia della Regione sia del Comune, che si disinteressano sempre di più delle fasce deboli della società.


Concludo dicendovi che il Presidente della Fondazione era entusiasta (ve lo garantisco) di questo progetto, e lo è quanto noi.


Spero di suscitare in voi utenti le stesse sensazioni e un riscontro favorevole.


Chiunque fosse interessato mi contattasse. Grazie!!