Cookie Policy Privacy Policy LE STORIE DI VITA DEI DISABILI - Pagina 5



Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima
Risultati da 81 a 100 di 123
  1. #81
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    FINALMENTE E' USCITO!

    Sono andato questa sera a ritirare alcune decine di copie del mio libro dall'Editore: ma partiamo dall'inizio.

    Il mio vero nome è GERMANO TURIN: sono disabile e vivo e lavoro a Torino. A ben vedere il nik name che ho usato non è nemmeno una bugia: Marino Tunger, infatti, altro non è che l'anagramma del mio vero nome: GERMANO TURIN. Le coordinate del libro sono

    GERMANO TURIN

    MARIO
    DISABILE SUPERABILE

    EDIZIONI SOTTOSOPRA - TORINO

    Pagg. 200 - Prezzo di copertina Euro 15,00

    E' l'autobiografia dei primi 25 anni della mia vita di disabile nato in un paese della provincia di Padova nel 42, posto in cui c'era guerra, povertà, ignoranza, emarginazione, tutte componenti che rendevano la vita problematica a tutti. Figuratevi ad un disabile. Nel '60 sono immigrato a Torino, con tutta la famiglia.

    Il libro è reperibile nelle librerie di Piemonte, Liguria, Lombardia, Valle D'Aosta, ed è distribuito da BOOK SERVICE. Se non riuscite trovarlo nella città in cui vivete potete chiederlo a me tramite msg privato: vi comunicherò il modo col quale sono disposto a mandarvelo a casa maggiorato delle spese postali di Euro 3. In questo caso avrete però il vantaggio, se lo vorrete, di avere la mia dedica. Gratis, naturalmente.

    Sempre a richiesta, sulla rubrica "Amici", il libro in questione potrebbe costituire argomento di dibattito, nel senso che potrei parlare delle mie disabilità e del modo con quale ho cercato di superarle con gli elementi che avevo a disposizione.

    Grazie anticipate a coloro che acquisteranno il mio libro.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger


  2.      


  3. #82
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    275
    Thanked: 35

    Predefinito

    complimenti a marino!spero che compaia su bol per acquistarlo!
    le cose sono senza speranza,ma faro' di tutto per cambiarle



  4. #83
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    CIAO SPARTACUS,

    non so se il mio libro conmparirà su bol ma non credo, dal momento che bol sembra sia un canale di distribuzione di Mondadori mentre il mio libro è edito da "Edizioni Sottosopra" piccolo editore di Torino.

    Saremo al Salone del libro di Torino: se vieni dimmelo così combiniamo magari d'incontrarci.

    Il libro in questione è distribuito da BOOK SERVICE che praticamente serve tutte le libreria del nord Italia. Credo però che se tu lo ordini in qualsiasi libreria d'Italia, ed aspetti il tempo necessario, te lo procurino.

    Se non riesci a trovarlo te lo posso spedire io tramite posta: scrivimi un msg in pvt così combiniamo la modalità di spedizione.

    Grazie in ogni caso dell'interessamento e dei complimenti. Buona vita a te.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  5. #84
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Ieri

    ho parlato al telefono con l'Editore del mio libro. Mi comunicava che Book Service sta cominciando a distribuire nelle librerie le novità librarie del Salone del Libro di Torino che si è concluso da poco.

    Il lato della notizia che mi ha emozionato è stata la constatazione che, fra le novità librarie di Edizioni sottosopra 2012 presentate al Salone, c'è anche il mio libro, "Mario - Disabile Superabile".

    D'accordo: il fatto che un libro sia in libreria non significa che la gente sia obbligata a comperarlo: però, se è in vendita c'è qualche probabilità che qualcuno lo comperi. Se invece non c'è sono sicuro che nessuno lo potrebbe comperare.

    Voi che ne dite?

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  6. #85
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    275
    Thanked: 35

    Predefinito

    mi è arrivato finalmente ieri,e mi accingo a leggerlo.HO LETTO PER ADESSO solo la tua autobiografia e meriti un plauso .
    le cose sono senza speranza,ma faro' di tutto per cambiarle



  7. #86
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    CIAO SPARTACUS

    Grazie innanzitutto per aver acquistato il libro e grazie anche dei complimenti.

    Come puoi leggere dal libro (tutto rigorosamente vero ed autobiografico), sono nato durante la guerra: ero già disabile alla nascita e le mie condizioni di salute sono peggiorate in seguito.
    Se metti tutto insieme in un ambiente povero, ignorante, emarginato, violento, prepotente (un clima nel quale prevaleva la cultura fascista dominante contrapposta violentemente a quella comunista clandestina) vedi che ne viene fuori una miscela al limite del vivibile: o sopravvivevi o dovevi soccombere.

    Ho scelto di vivere però ho pagato il pedaggio.


    Buona lettura a te.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  8. #87
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Eccovi qui di seguito

    il testo col quale ho presentato il mio libro domenica 16 dicembre a Mondovì:


    "Buona sera a tutti voi e grazie dell'invito e dell'attenzione che mi viene concessa per presentarvi il mio libro: autobiografia del primo ventennio della mia vita di disabile.
    Vi domanderete: “Ma non ce ne sono già abbastanza di libri sulla disabilità?”
    Rispondo: "Se pensiamo che in Italia siamo tre milioni di persone disabili, se consideriamo che non esiste una disabilità uguale a un'altra e che una disabilità simile può produrre sulle persone colpite effetti profondamente diversi, ecco la dimostrazione che, in Italia, ci sarebbero tre milioni di storie sulla disabilità da raccontare".
    Vi presento una di queste.
    Il mio nome è Germano Turin, sono nato a dicembre del '42 a Tribano: paese in provincia di Padova che, quando sono nato, era completamente dedito all'agricoltura. Ora si è industrializzato come tanti altri posti.
    Sono emigrato a Torino a settembre del 1960 alla ricerca di una qualità di vita migliore.
    Ho quindi vissuto anche l’emigrazione che mi ha portato, assieme ad innegabili benefici, anche qualche difficoltà. Permettetemi di accennarne qualcuna.
    Una delle conseguenze dell'emigrazione è quella di entrare in una cultura, cioè in un modo di vita, diverso, quindi quello che avevo assimilato nel paese natio, a Torino non valeva più.
    Per essere accettato ho dovuto di conseguenza adeguarmi al modo di vivere che ho trovato, senza pretendere di imporre quello dal quale provenivo.
    La vita è da sempre una lotta nella quale tutti cerchiamo almeno di restare a galla ma, in un contesto privo di mezzi materiali, tipo il posto ed il periodo in cui sono nato, nei quali il sapere e la conoscenza avevano poco valore, un bambino disabile era molto svantaggiato.
    Ad esempio era facile perdere anni scolastici, oppure non poter contare su qualcuno che mi aiutasse a individuare una strada percorribile una volta diventato adulto.
    Il tempo perso, in gioventù in particolare, non si recupera più, e questo lo si scopre quando si diventa adulti e non si può più rimediare.
    Gli avvenimenti narrati nel libro riguardano la prima parte della mia vita: vanno valutati in modo personale e inseriti nel tempo e nei luoghi in cui si sono svolti.
    Vale la pena ricordare ad esempio che le leggi razziali emanate nel 1938 restarono in vigore fino al '48, quando furono abrogate in seguito alla proclamazione della Repubblica.
    Quindi, quando sono nato (monocolo, nel 42), e quando ho avuto la polio (nel '46), quelle leggi erano ancora in vigore e, per effetto di quelle leggi, avrei potuto essere rinchiuso in uno dei campi di sterminio che a quei tempi erano ancora attivi in Europa.
    Sarebbe bastata una segnalazione.
    Una volta ho sostenuto la seguente conversazione con un medico fisiatra:
    · “Mi piacerebbe tanto essere una persona normale” dissi, e lui di rimando:
    · “Cosa vuol dire per te essere una persona normale? Risposi:
    · “Uno con tutti gli organi del corpo e della mente a posto”.
    Continuò: “Se tu intendi un essere umano perfetto devo deluderti: nessuno lo è. Ti faccio un esempio banale: posto che le gambe di una persona dovrebbero avere la stessa lunghezza ti assicuro che nessun essere umano ha una simile dote. Noi medici, per convenzione, diciamo che le persone che hanno una differenza di lunghezza di 1 cm fra le due gambe sono “normali”, cioè parliamo di “fisiologia”. Quando la differenza di lunghezza fra le gambe è superiore al cm parliamo di “patologia”.
    Tutti gli esseri umani sono quindi portatori di disabilità: la differenza è che la maggior parte di essi sono portatori di disabilità cosiddette fisiologiche, mentre altri sono portatori di disabilità patologiche.
    Credo si possa dire che la disabilità può colpire tutti indistintamente, in qualsiasi momento e senza preavviso: di conseguenza la collettività dovrebbe farsi carico con maggiore serietà di questo problema, che non è individuale ma sociale.
    I disabili non chiedono carità pelose o pietistiche considerazioni: solo l'equità, che spetta ad ogni individuo che vive in un contesto che si voglia definire civile.
    Per essere ancora più preciso: se da una parte è doveroso scovare e perseguire falsi invalidi (che magari percepiscono pensioni e agevolazioni non spettanti), dall'altra parte è criminale sparare nel mucchio dei disabili con la scusa della crisi economica.
    Da bambino, quando la malattia mi procurava dolore, rabbia, scoraggiamento, depressione, mi sono sentito solo, impotente, disperato: tutte condizioni che una persona che vive in un contesto che vuole essere civile non dovrebbe mai vivere.
    Meno che mai un bambino.
    Ho voluto provare a descrivere alcune di queste situazioni da me vissute anche perché, se qualche altro si trovasse a dover passare su quella strada, sappia che non è il solo né il primo e, soprattutto, che sono momenti superabili.
    Vorrei dire a quelle persone che hanno a che fare con la disabilità che, se a volte non riescono a trovare una soluzione, non è perché non ci sia una via d'uscita né che gli altri se ne freghino e non vogliano aiutare.
    Quando arrivano le difficoltà il primo stimolo per superarle deve partire da chi le deve superare in qualche modo.
    La volontà di risolvere i problemi va quindi ricercata, prima di tutto, dentro di noi.
    Cerca bene amico, scava anche a costo di farti male scavando: vedrai che almeno una soluzione c'è.
    Quando devi combattere con certi problemi a volte sembra di affondare nelle sabbie mobili e chiedi a chi sta fuori dal pantano, magari urlando, di lanciarti una cima.
    Chi sta fuori, in molti casi, ti può tirare la cima ma la può solo legare a un palo piantato nella terraferma: se vuoi uscire dal pantano devi cercare dentro di te la forza per tirare la cima e uscirne.
    Riassumendo: se sei nel pantano e da solo non riesci ad uscirne, chiedi aiuto, magari gridando se non ti sentono. Però, quando qualcuno ti offre un aiuto, non rifiutarlo a priori. Prova almeno ad esaminarlo per verificare se possa essere utile.
    Grazie di nuovo della vostra presenza e della vostra attenzione."

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  9. #88
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Dal numero delle cliccate

    posso dedurre che molti hanno letto e altri continuano a leggere.

    Grazie.

    Se poi volete lasciare un pensiero, uno qualsiasi, vi ringrazio ancora di più.

    Come dire: grazie, grazie.

    In ogni caso:

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  10. #89
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    "REPETITA IUVANT"

    dicevano i latini: facile intuire che significa "giova ripetere le cose".

    Dicevamo che il numero delle "cliccate" è considerevole: significa che questo thread è stato visionato oltre 10.000 volte.

    Grazie a chi ha letto.

    Sarei ancora più grato se qualcuno, mentre legge, lasciasse qualche impressione.

    Può essere un "chissenefrega", oppure "continua così", oppure: "hai finito di scassare la uallera?". Da buon ultimo potreste lasciare la liberatoria esclamazione di Fantozzi:

    - "Per me la Corazzata Potemkin è una boiata pazzesca"!

    Ma se non avete voglia di scrivere continuate anche solo a leggere. Va bene anche così.

    Grazie in ogni caso per avermi concesso questa ennesima "esternazione".

    Cordialità a tutti.


    marinotunger



  11. #90
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    A tutti gli amici di Torino e provincia

    comunico che, sulla rivista "Il Geometra" (di Torino e provincia) dello scorso mese, è uscita una recensione (una pagina intera!) del mio libro.

    Anche se sono in pensione dopo 20 anni d'iscrizione al Collegio, ho consegnato una copia del libro alla redazione della rivista: il libro è piaciuto e hanno pubblicato la recensione nella quale, udite udite, ne parlano bene e mi definiscono (bontà loro) "scrittore piacevole".

    Anche se piccola è pur sempre un'ulteriore soddisfazione che ho deciso di condividere con voi...

    Cordialità a tutti.

    marinotunger



  12. #91
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Invito chi possa essere interessato

    a partecipare alla presentazione del mio libro

    MARIO DISABILE SUPERABILE

    il giorno 21 Marzo 2013 dalle 17 alle 19,30 presso la sede della

    BANCA BARCLAYS - CORSO UNIONE SOVIETICA 73/A - TORINO

    L'invito è rivolto a tutti gli amici che intendono partecipare, l'ingresso è (ovviamente) gratuito e, alla fine della presentazione, verrà offerto anche un buffet.

    Vi aspetto numerosi e vi ringrazio anticipatamente della gradita presenza.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  13. #92
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Come preannunciato

    nel commento precedente ieri pomeriggio ho presentatoil mio libro pressso la Filiale Banca Barclays di Corso Unione Sovietica 73/a - Torino.

    Ringrazio prima di tutto i presenti (così a occhio eravamo più di 50 persone) e ringrazio contemporaneamente anche la Banca dell'ospitalità e del buffet offerto per l'occasione.

    Siccome sono uno sconosciuto devo necessariamente ricorrere a questi mezzi per farmi conoscere.

    A
    giudicare dai risultati fino ad ora raggiunti sembra che quello delle rpesentazioni sia un persorso che da buoni frutti: certo è faticoso, impegnativo, richiede tempo, ricerche, contatti, accordi che qualche volta saltano per i motivi più disparati...

    Ma la vita, si sa, è di per se una lotta: siamo nell'arena e dobbiamo lottare per sopravvivere.


    Certo, ci sono anche gli spettatori che assistono allo spettacolo: ma quelli o hanno già combattuto o hanno rinunciato a combattere. Io, per adesso appartengo alla categoria dei "gladiatore": quindi devo combattere.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  14. #93
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Una richiesta,

    rivolta a tutti quelli che leggono.

    Se mi potete dare delle "dritte" circa luoghi dove io possa andare a presentare il mio libro ve ne sarei grato fin da ora. Naturalmente, per questioni "logistiche", i luoghi in questione non dovrebbero essere più lontani di 300 Km da Torino.

    Potete segnalarmelo su questo sito o in privato, come vi pare più opportuno.

    Per "luoghi dove io possa andare a presentare il mio libro" intendo Associazioni, manifestazioni che abbiano attinenza col mio libro, concorsi letterari o altro.

    Grazie a tutti quelli che leggono e grazie ancor di più a coloro che mi segnaleranno qualcosa (se quel "qualcosa" è anche utile meglio ancora).

    Nel dubbio, in ogni caso, segnalate. Grazie ancora.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  15. #94
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Altra richiesta,

    sempre rivolta a coloro che leggono (e vedo che ci sono a giudicare dal numero delle cliccate).

    Mi sapete indicare qualche concorso letterario valido al quale inviare una copia del mio libro?

    Grazie anticipate.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  16. #95
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Anche se mi sarebbe

    piaciuto esserci, quest'anno non ero presente al Salone del Libro di Torino. Ero all'ospedale per delle analisi prenotate secoli fa e che andavano fatte, appunto, in occasione del Salone del Libro. Prendere o lasciare.

    In ogni caso non credo sia stata un gran perdita, per nessuno.

    Nel frattempo sto scrivendo un secondo libro al quale non ho ancora dato un titolo.

    Tornando al Salone del Libro di Torino sembra che, nonostante crisi, azzi e mazzi vari, sia una iniziativa valida, di successo e d'interesse visto il numero dei visitatori della versione 2013: voi che ne dite?

    Cordialità a tutti.


    marinotunger



  17. #96
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Continuo ad essere lusingato

    dall'attenzione che mi viene riservata anche se continuo a tenere i piedi per terra (fin che posso, dopo di che vedrò di tenere ben ferme per terra le ruote della "carrozza"...).

    Noto infatti che il numero delle cliccate sulla presente discussione ha superato le 12.000 a fronte degli interventi che non arrivano al centinaio, la maggior pate dei quali sono miei.

    Come dire che molti continuano a leggere ma nessuno interviene.

    Va bene così: ringrazio della visita tutti coloro che si affacciano a dare una "sbirciatina". Se volete continuate pure che mi fate un piacere immenso. Grazie.

    Se poi volete lasciare anche un'impressione vi ringrazio due volte: ma non è obbligatorio. E' solo un piccolo "di più" che vi chiedo, ma solo se ne avete voglia e non avete proprio niente altro da fare.

    Grazie a tutti quelli che continuano a "visitare" questa discussione.

    Cordialità a tutti. Ma proprio a tutti, nessuno escluso.
    marinotunger



  18. #97
    Administrator
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    1,605
    Thanked: 56

    Predefinito

    Ciao Germano,
    ti segnalo che in occasione del salone Reatech Italia è stato lanciato il progetto "Persone uniche, vite speciali", nel quale le persone con disabilità sono appunto invitate a raccontare la loro storia. Ne abbiamo parlato qui, se la cosa può interessarti: PERSONE UNICHE, VITE SPECIALI. RACCONTA LA TUA STORIA A REATECH!

    Ps: potremmo volentieri ospitare una recensione del tuo libro su disabili.com... se la cosa ti può interessare, ci possiamo sentire alla nostra mail redazione@disabili.com!
    Ultima modifica di Redazione; 06-07-13 alle 10:31
    Redazione Disabili.com
    www.disabili.com
    on-line dal 1999!
    insieme oltre le barriere!



  19. #98
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Grazie dell'interessamento Redazione.

    Sono naturalmente interessato alla cosa e sarò lusingato, oltre che disponibile, a venire a Milano a presentare il mio libro in occasione dell'evento organizzato a Reatech Italia il 12 ottobre prossimo che ha come argomento "Persone uniche - Vite Speciali"

    Ho scritto un mail, con una breve recensione del mio libro, all'indirizzo di posta elettronica che mi avete segnalato dato che non riuscivo a scrivere dal link che avete postato sul vostro messaggio.

    Grazie di tutto mentre attendo vostre ulteriori segnalazioni nel merito.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger

  20. The Following User Says Thank You to marinotunger For This Useful Post:

    Redazione (10-07-13)



  21. #99
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Se avete voglia

    (e tempo) cliccate su questo link

    Mario disabile superabile | Elzeviro

    e troverete una nuova recensione del mio libro scritta dagli amici di elzeviro.net.

    Cordialità a tutti.
    marinotunger



  22. #100
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito

    Se cercate

    REATECH ITALIA, dalla prima pagina di disabili.com, tra le "vite speciali" che vengono raccontate su quel sito c'è anche la mia foto (Germano Turin) e la recensione della storia della prima parte della mia vita che racconto nel mio libro "Mario disabile superabile".

    Grazie a chi legge questo intervento, grazie a chi va sul sito di REATECH e grazie a chi lascia un commento, uno qualsiasi.

    In ogni caso

    Cordialità a tutti.
    marinotunger

  23. The Following User Says Thank You to marinotunger For This Useful Post:

    Redazione (02-08-13)



  24.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •