http://www.ilmartinpescatore.org/baby-down.html


mbole 'Baby Down'
<DIV id=example>


</DIV>
<DIV id=example3>
<H2>BABY DOWN, UNA BAMBOLA CONTRO I PREGIUDIZI</H2>


In vendita in Italia il bambolotto con i tratti della sindrome di Down ideato in Spagna. Distribuzione a cura della cooperativa sociale Il Martin Pescatore. Ricavato a favore delle persone con disabilit? e delle associazioni Ceps e Retinite Pigmentosa Emilia-Romagna


Occhi allungati, ditina dei piedi leggermente separate e lingua un po? all?infuori. Per combattere i pregiudizi sulla disabilit? e diffondere il rispetto delle diversit?, arriva anche in Italia Baby Down, la bambola con i tratti somatici di un beb? con sindrome di Down. Nata in Spagna due anni fa da un?idea della casa produttrice di giocattoli Super Juguete e della Fundaciòn Down Espa?a e subito diventata un successo, Baby Down sbarca sul mercato italiano grazie alla collaborazione tra una cooperativa sociale e un?impresa commerciale e al sostegno di due associazioni non profit, tutte di Bologna.


A importarla in esclusiva per l?Italia, rinunciando alle normali spettanze, sar? la società Cangillo Interni Limited Edition, mentre la distribuzione sar? curata dalla cooperativa sociale Il Martin Pescatore, che assiste e d? lavoro a persone con gravi disturbi psichici. Saranno loro, infatti, a occuparsi degli imballaggi e delle spedizioni della bambola sul territorio nazionale.


Il ricavato delle vendite di Baby Down (che per adesso è possibile effettuare solo on line all?indirizzo www.ilmartinpescatore.org/baby-down.html) andr? a sostenere le attivit? della cooperativa Il Martin Pescatore e delle due associazioni di familiari di persone con disabilit? genetica, coinvolte nell?iniziativa: sono l?associazione Retinite Pigmentosa Emilia-Romagna e il Ceps (Centro emiliano problemi sociali per la Trisomia 21) di Bologna. Gli incassi serviranno inoltre ad attivare un laboratorio di sartoria per realizzare i vestitini per le bambole, che dar? un?opportunit? lavorativa alle persone in situazioni di disagio.


?Proporre una bambola con sindrome di Down, con i suoi caratteristici occhi a mandorla, è una novit? per l?Italia - dice Francesca Bernaroli, presidente della cooperativa Il Martin Pescatore -. Ci piace l?idea di offrire l?opportunit? di abbattere, attraverso il gioco, i pregiudizi legati a questa condizione genetica e, più in generale, alla diversit??.


Disponibile per ora nella versione ?femminuccia?, Baby Down è un giocattolo che insegna a confrontarsi con le diversit? e a conoscere le necessit? dei bambini affetti dall?alterazione cromosomica nota come Trisomia 21. Nella confezione della bambola è infatti inserito un opuscolo che contiene alcune semplici indicazioni sulle attivit? più indicate per stimolare le capacit? sensoriali e intellettive dei bambini con sindrome di Down.


?Ad esempio Baby Down pu? insegnare - aggiunge Claudio Rizzoli, presidente del Ceps - che gli occhi leggermente a mandorla dei bambini con Trisomia 21 fanno parte della loro identit? e che non vanno cancellati con la chirurgia estetica. Le persone con sindrome di Down e altre diversit? non sono di un mondo a parte, sono tra noi, ed è normale che lo siano?.


?Con Baby Down non vogliamo assolutamente suscitare polemiche n? banalizzare la disabilit? riducendola a un semplice giocattolo - conclude Antonella Gambini dell?associazione Retinite Pigmentosa Emilia-Romagna -. Crediamo piuttosto che attraverso il gioco si possa diffondere, già tra i più piccoli, la cultura del rispetto e offrire l?occasione per un percorso di crescita verso il riconoscimento di ogni individualit??.


Baby Down è in vendita al prezzo di 34,90 euro.


Per informazioni:
Il Martin Pescatore, tel. 051 6761870
e-mail sociale@ilmartinpescatore.org.
</DIV>Edited by: mammamarina