Cookie Policy Privacy Policy 3 giorni in barella



Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: 3 giorni in barella

  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    http://roma.repubblica.it/dettaglio/Albano-non-ce-posto-in-o spedaleDopo-tre-giorni--muore-in-barella/1802590?ref=rephp

    <H1>Albano laziale, non c'è posto in ospedale
    muore dopo tre giorni in barella</H1>
    <DIV ="sommario">E' successo all'ospedale San Giuseppe di Albano Laziale. L'uomo, di 60 anni, era stato ricoverato d'urgenza marted? scorso per insufficienza respiratoria. Il direttore della Asl Roma H: "Nessuna struttura ha dato disponibilit? per un posto"</DIV>
    <DIV ="didascalia">
    <DIV ="clear"></DIV>Ospedale San Giuseppe ad Albano Laziale</DIV>
    Un uomo di 60 anni è morto all'ospedale San Giuseppe di Albano Laziale su una barella del pronto soccorso perchè non c'erano posti letto per accoglierlo. Era stato ricoverato d'urgenza marted? scorso per insufficienza respiratoria. L'uomo era era cardiopatico, diabetico e obeso.

    "Mio marito - ha raccontato la moglie dell'uomo - aveva bisogno di cure specifiche e invece lo hanno tenuto per 3 giorni al pronto soccorso. Solo ieri sera mi ha chiesto di portarlo via di l? perchè aveva paura di morire l?. Gli ho detto 'non ti preoccupare, domattina presto veniamo e ti portiamo via' ma non abbiamo fatto in tempo". I medici, spiega, hanno detto loro che non potevano trasferirlo perchè non c'erano posti: "ci abbiamo pensato noi a trovare un letto ad aprilia chiamando da casa, ma quando siamo andati a prenderlo era già morto".

    Per chiarire la vicenda è al lavoro la Regione Lazio. Il vicepresidente Esterino Montino ha chiesto una relazione del direttore generale della Asl Roma H, e ha avviato una verifica sulla reale disponibilit? di posti letto. "Ho seri dubbi sul fatto che la rete ospedaliera del Lazio per tre giorni non sia stato in grado di dare un posto letto al malato", ha detto Montino. Sul caso la procura di Velletri ha aperto un fascicolo disponendo l'autopsia sul cadavere dell'uomo.

    Sulla vicenda è arrivato un primo chiarimento del direttore della Asl Roma H. "Il paziente è giunto presso il pronto soccorso dell'ospedale alle ore 14,42 del 9 dicembre ed ha ricevuto le prime cure - spiega Vittorio Amedeo Cicogna, direttore sanitario della Asl Roma H -. Presentava un quadro clinico di pluripatologia metabolico degenerativa in condizioni di rischio grave. Non essendo disponibili posti letto presso il presidio di Albano è stata iniziata la ricerca di posti letto presso gli ospedali della provincia e di Roma mediante l'invio di numerosi fax. Tale ricerca è proseguita nel pomeriggio del giorno 9 dicembre e per l'intera giornata del giorno 10, senza ottenere disponibilit?".

    "In attesa del trasferimento - continua la nota - il paziente è stato assistito regolarmente su uno dei posti letto tecnici di cui è dotato il pronto soccorso, completo di tutti presidi necessari. E' stata fornita assistenza specialistica e sono state eseguite indagini diagnostiche. Il decesso è avvenuto alle ore 7,00 circa del giorno 11 dicembre, dopo neanche 48 ore dall'ingresso in ospedale".
    <DIV id=adMiddle><!--
    OAS_RICH('Middle');
    //--></DIV>Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Cremona
    Messaggi
    8,839
    Thanked: 1

    Predefinito

    aNCHE io ho 60 anni e quando l'11 agosto fui portato con urgenza in ospedale per edema polmonare importante e infarto fui messo immediatamente nel reparto di terapia intensiva con decine di cavi ed elettrodi sul corpo e poi mi misero un macherone di plastica sulla faccia e una infermiera mettendomi l'indice minaccioso al naso m,i disse:" non tolga la maschera perchè lei ha bisogno di ossigeno passato un po' di tempo e visto che respiravo male ho sollevato il mascherone respirando meglio. Ho chiamato l'infermiera per chiederle di togliere la maschera pwech? respiravo meglio senza e lei rispose:" ci credo! c'è il tubo dell'ossigeno staccato!meno male che non è successo bnulla altrimenti le cause(di eventuale decesso)sarebbero state per sopraggiunte complicazioni.Giammai sarebbe stato dchiarato che il tubo dell'ossigeno non era stato collegato.QUESTA E' LA NOSTRA SANITA' Edited by: Nembokid



  4.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •