Cookie Policy Privacy Policy Ma per loro non ci sarà immunità



Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ladre per necessit? al supermercato, arrestate
    Scoperte due casalinghe incensurate: sotto i giubbotti merce e alimentari per 165 euro
    di Alessandro Abbadir
    MARGHERA. Due casalinghe di Marghera rubano merce e alimentari per 165 euro al supermercato Al? di Dolo e vengono arrestate in flagranza per furto aggravato dai carabinieri della Tenenza di Dolo. Ora si trovano in carcere alla Giudecca in attesa di un processo con rito direttissimo che dovrebbe tenersi nei prossimi giorni proprio a Dolo.

    ? quanto successo marted? scorso a S.M. di 53 anni e A. L. (55), entrambe casalinghe di Marghera con una situazione familiare alle spalle davvero pesante, fatta di disoccupazione e problemi reali di sostentamento. Le donne, incensurate, forse in preda alla disperazione hanno deciso di agire e far razzia in un supermercato per passare un Natale con la famiglia sicuro almeno dal punto di vista alimentare. Qualcosa per? è andato storto.

    Marted? mattina verso le 9 le donne sono entrate nel supermercato Al? e dopo essere state circa mezz?ora nell?esercizio commerciale sono state notate muoversi in modo sospetto. A quel punto è scattato l?allarme anti-taccheggio. Verso le 9.30 circa, i carabinieri di Dolo infatti sono stati informati dal personale addetto alla sicurezza del supermercato della presenza delle due donne che stavano circolando con fare sospetto tra gli scaffali. Giunta sul posto in pochi minuti, la pattuglia dei carabinieri di Dolo ha fermato le due donne nel piazzale del supermercato dove stavano cercando di nascondere in un?auto la merce appena rubata e che avevano nascosto sotto i giubbotti. Un sistema che gli ha permesso di eludere la sorveglianza, oltrepassando le casse senza pagare. La merce che era stata rubata aveva un valore complessivo di 165 euro. C?erano prodotti alimentari di tutti i generi che poi sono stati restituiti dai carabinieri ai gestori del supermarket. Per le due donne è scattata l?identificazione in caserma e poi anche l?arresto: sono state portate al carcere femminile della Giudecca dove si trovano ai disposizione della magistratura. Il fatto ha suscitato molto scalpore a Marghera dove da tempo diversi consiglieri di Municipalit? denunciano una situazione sociale sempre più pesante. ?Al di l? del fatto in sò che non conosco e che è condannabile - dice Bruno Gianni, consigliere dei Comunisti Italiani - resta la situazione di questo quartiere che, con la crisi, è diventata sempre più pesante. Ci sono decine e decine di famiglie sull?orlo della miseria per la perdita del posto di lavoro. Questi episodi possono essere visti anche come una spia del disagio in atto?.
    (11 dicembre 2009)
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Due madri disperate si autodenunciano: "Andiamo a rubare"
    I loro mariti sono disoccupati ed entrambe hanno figli gravemente malati. Il parroco don Sini paga le loro bollette
    di Federico Spano
    SASSARI. Ad avvicinarle è una storia comune: mariti disoccupati, figli disabili e ogni minuto delle loro vite impegnato per portare avanti le loro fragili famiglie. Due madri sassaresi, di 36 e 51 anni, dopo avere bussato a tutte le porte, da quelle della chiesa al Comune, ieri mattina hanno deciso di fare qualcosa di eclatante. Hanno deciso di attirare l?attenzione della gente sui loro drammi quotidiani, presentandosi in questura per autodenunciarsi: ?Andremo a fare un furto al supermercato, almeno potremo sfamare le nostre famiglie?.

    Le due signore sono state accolte dalla dirigente della sezione volanti, Bibiana Pala, che ha ascoltato a lungo le loro storie. L?u nica cosa che vorrebbero, per ritrovare serenit?, equilibrio e dignit?, è un lavoro per i loro mariti. Una richiesta che potrebbe fare storcere il naso a molti, visto che di disoccupati, in citt?, ce ne sono migliaia. Ma guardandole negli occhi, guardando in che modo i loro figli affrontano la malattia, le prospettive cambiano.

    Claudia, la più giovane delle due madri coraggio, da 12 anni vive notte e giorno per prendersi cura della sua bambina, che ha una malattia rarissima, ha subito oltre 60 interventi chirurgici e, in attesa di un trapianto multi viscerale, da quando è nata vive collegata a un apparecchio che le consente di nutrirsi. Nessuna infermiera o assistente è in grado di controllare il funzionamento della macchina o di intervenire nelle varie emergenze (quotidiane), per questo la madre deve stare sempre accanto alla piccola.

    L?altra donna, Maria (entrambi i nomi sono di fantasia) ha un figlio disabile di 23 anni e una figlia di 9 anni, che soffre di diverse patologie, ha superato 22 interventi ed è aiutata da una macchina per respirare.

    Secondo quanto ha raccontato la signora Maria, il Comune di Sassari quest?anno avrebbe rifiutato lo stato di estrema povert? alla sua famiglia (350 euro al mese) perchè
    ha già un assegno di accompagnamento per i due figli (940 euro al mese).
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  4. #3
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    mi sai dire la fonte di questo articolo Madeche
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Non vorrei fosse una nuova bufala come quello del pensionato sardo di qualche tempo fa. Anche perchè nel primo caso, 165 euro di roba alimentare ma come ce la metti nel cappotto? Sembra quasi la scena di un film comico....

    Ci son mozzarelle che costano meno di 1 euro, compri le uova e non costano molto, anche come frutta, mele, pere e banane non costano molto, fra la carne anche il pollo non costa moltissimo e anche la carne di maiale è a buon mercato, a meno che non si sia messa nel cappotto dei vasetti di caviale rosso del Volga.....

    Claudio



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    12,509
    Thanked: 0

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da buasaard
    Non vorrei fosse una nuova bufala</span> come quello del pensionato sardo di qualche tempo fa. Anche perchè nel primo caso, 165 euro di roba alimentare ma come ce la metti nel cappotto? Sembra quasi la scena di un film comico....

    Ci son mozzarelle</span> che costano meno di 1 euro, compri le uova e non costano molto, anche come frutta, mele, pere e banane non costano molto, fra la carne anche il pollo non costa moltissimo e anche la carne di maiale è a buon mercato, a meno che non si sia messa nel cappotto dei vasetti di caviale rosso del Volga.....
    ? proprio questo il caso!
    Massimo



  7.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •