Cookie Policy Privacy Policy Altro regalo alla Mafia.



Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Senior Member L'avatar di SkaTTa
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,428
    Thanked: 4

    Predefinito

    <h2>No alla vendita dei beni confiscati</h2>
    <div ="summary"><a href="http://temi.repubblica.it/micromega-&#111;nline/category/articolo-21/" target="_blank">
    </a></div>
    <div ="detail-articles">
    Potranno
    i mafiosi, magari attraverso un presta nome, riacquistare i beni che
    poliziotti e magistrati erano riusciti a sequestrare e a restituire
    all'uso pubblico?</span></font>

    S?, potranno farlo se e quando la camera dei
    deputati, con la centesima votazione di fiducia,

    dar? il via libera
    alla finanziaria che, incredibilmente, contiene una norma che prevede
    la possibilit? di mettere all'asta i beni e i terreni sequestrati a
    mafiosi e camorristi</span>.

    Non occorre essere un esperto del ramo
    per comprendere come e in quali condizioni potrebbero svolgersi tali
    aste in territori letteralmente dominati dalle organizzazioni criminali
    e dai loro protettori nelle istituzioni. Non a caso la legge fortemente
    voluta da Pio La Torre, il dirigente comunista ammazzato dai mafiosi,
    disponeva non solo il sequestro, ma anche la possibilit? di assegnare i
    beni alle cooperative giovanili, a quelle associazioni che si battono
    per la legalit?, a quanti non si sono mai arresi di fronte alle minacce
    e alle intimidazioni; in questo modo le terre di "cosa nostra" sono
    tornate ad essere "cosa nostra", cioè un bene pubblico da amare, da
    proteggere, da coltivare, da far fruttare, nel senso pieno del termine.

    Le ragazze e i ragazzi di Libera,
    l'associazione presieduta da don Luigi Ciotti, ha inviato a tutti i
    blog e a tutti i siti una lettera appello che non solo pubblichiamo
    volentieri, ma ci permettiamo di chiedere a tutti di farla girare e di
    raccogliere firme.

    Probabilmente i promotori della giornata del
    5 dicembre ci hanno già pensato, ma sarebbe "cosa buona e giusta"
    invitare uno di questi ragazzi a leggere l'appello dal palco, per
    quanto ci riguarda, come Articolo 21, anche in quella occasione
    organizzeremo dei tavoli per la raccolta di firme.

    Giuseppe Giulietti

    L'appello di Libera

    Tredici
    anni fa, oltre un milione di cittadini firmarono la petizione che
    chiedeva al Parlamento di approvare la legge per l'uso sociale dei beni
    confiscati alle mafie. Un appello raccolto da tutte le forze politiche,
    che votarono all'unanimit? le legge 109/96. Si coronava, così, il sogno
    di chi, a cominciare da Pio La Torre, aveva pagato con la propria vita
    l'impegno per sottrarre ai clan le ricchezze accumulate illegalmente.
    Oggi quell'impegno rischia di essere tradito. Un emendamento introdotto
    in Senato alla legge finanziaria, infatti, prevede la vendita dei beni
    confiscati che non si riescono a destinare entro tre o sei mesi. E?
    facile immaginare, grazie alle note capacit? delle organizzazioni
    mafiose di mascherare la loro presenza, chi si far? avanti per comprare
    ville, case e terreni appartenuti ai boss e che rappresentavano
    altrettanti simboli del loro potere, costruito con la violenza, il
    sangue, i soprusi, fino all'intervento dello Stato. La vendita di quei
    beni significher? una cosa soltanto: che lo Stato si arrende di fronte
    alle difficolt? del loro pieno ed effettivo riutilizzo sociale, come
    prevede la legge. E il ritorno di quei beni nelle disponibilit? dei
    clan a cui erano stati sottratti, grazie al lavoro delle forze
    dell'ordine e della magistratura, avr? un effetto dirompente sulla
    stessa credibilit? delle istituzioni. Per queste ragioni chiediamo al
    governo e al Parlamento di ripensarci e di ritirare l'emendamento sulla
    vendita dei beni confiscati. Si rafforzi, piuttosto, l'azione di chi
    indaga per individuare le ricchezze dei clan. S'introducano norme che
    facilitano il riutilizzo sociale dei beni e venga data concreta
    attuazione alla norma che stabilisce la confisca di beni ai corrotti. E
    vengano destinate innanzitutto ai familiari delle vittime di mafia e ai
    testimoni di giustizia i soldi e le risorse finanziarie sottratte alle
    mafie. Ma non vendiamo quei beni confiscati che rappresentano il segno
    del riscatto di un'Italia civile, onesta e coraggiosa. Perch? quei beni
    sono davvero tutti ?cosa nostra?.

    FIRMA L'APPELLO
    </div>
    Silvio! Aiuta i poliziotti anche se sono maggiorenni!!!


  2.      


  3. #2
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    suggerisco ai mafiosi , casomai ce ne fosee bisogno di utilizzare i proventi dello scudo fiscale


    così per chiudere il cerchio


    e naturalmente suggerisco di utilizzare più affidabili teste di legno


    ce ne sarannp in giro?


    roberto


    volete far fruttare i vostri risparmi?
    piantate alberi di noce, farete ricchi voi e altri



  4. #3
    Novellino del Forum L'avatar di Anfetamina
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    392
    Thanked: 2

    Predefinito



    Perfetto, propongo una mozione.


    Affidiamoa don Ciotti la Ferrari Testa Rossa confiscata alla cosca dei casalesi per uso sociale.


    A parte gli scherzi, ci sono beni che possono essere utilizzati per uso sociale ed altri che possono generare cassa per lo stato.


    L'importante è che tutto ciò che è stato confiscato trovi una giusta ricollocazionee non lasciato marcire.


    Si tratta di stabilire di ogni cosa l'uso appropriato che pu? farne lo stato.





  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    2+2 fa ancora 4?('')


    Cosentino, respinta richiesta d'arresto
    Il no dalla giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera
    25 novembre, 11:31


    ROMA - La giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera ha respinto la richiesta di arresto nei riguardi del sottosegretario Nicola Cosentino. Contro l'arresto hanno votato 11 deputati, in 6 si sono espressi a favore del provvedimento giudiziario mentre il radicale Maurizio Turco si è astenuto. Ad esprimersi definitivamente sulla richiesta della magistratura sar?l'aula di Montecitorio tra un paio di settimane.

    Il relatore Nino Lo Presti (Pdl) ha proposto di respingere la richiesta della magistratura di arresto di Cosentino, e la sua relazione è stata votata dal Pdl e da Domenico Zinzi, dell'Udc. L'altro esponente dei Centristi, Pierluigi Mantini, ha invece votato per l'arresto del sottosegretario,e come lui il Pd, compreso il presidente della Giunta Pierluigi Castagnetti, e Idv. Il radicale Turco si è astenuto per "motivi tecnici". "Io sono contrario all'arresto di Cosentino - ha spiegato - ma per ragioni diverse da quelle della maggioranza. L'astensione mi permetter? di poter svolgere in aula una relazione di minoranza e di spiegare la mia posizione". "Abbiamo voluto aderire alla richiesta del Gip - ha spiegato Marilena Samperi del Pd - perchè abbiamo trovato elementi documentali, intercettivi e investigativi nel provvedimento che dimostrano riscontri oggettivi dei gravi indizi di colpevolezza di Cosentino", il che "comporta la custodia cautelare in carcere obbligatoria, trattandosi di 416bis" e cioè di un reato associativo. Anche Mantini ha sottolineato "la sussistenza di forti indizi di colpevolezza, che comportano la custodia cautelare obbligatoria". "Da parte del nostro gruppo - ha aggiunto - c'è la massima attenzione verso i fenomeni mafiosi". "La falange della destra - ha commentato Federico Palomba - ha fatto ancora una volta quadrato attorno al loro uomo, dimostrando una cultura di casta che trasforma l'immunit? in impunit?". Palomba ha respinto l'accusa di "fumus persecutionis" sollevata dal centrodestra: "la magistratura ha indagato e perseguito uomini di sinistra e di destra". Il presidente della Giunta Castagnetti ha detto che dalla richiesta del Gip "emergono elementi di gravit? e di solidit? degli indizi di colpevolezza a carico di Cosentino" e in questo caso "c'è l'obbligo del provvedimento restrittivo, trattandosi di 416 bis".
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  6. #5
    Senior Member L'avatar di SkaTTa
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,428
    Thanked: 4

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da Anfetamina

    Perfetto, propongo una mozione.


    Affidiamoa don Ciotti la Ferrari Testa Rossa confiscata alla cosca dei casalesi per uso sociale.


    A parte gli scherzi, ci sono beni che possono essere utilizzati per uso sociale ed altri che possono generare cassa per lo stato.


    L'importante è che tutto ciò che è stato confiscato trovi una giusta ricollocazionee non lasciato marcire.


    Si tratta di stabilire di ogni cosa l'uso appropriato che pu? farne lo stato.

    Naturalmente la "ratio" della nuova norma è un'altra.
    Silvio! Aiuta i poliziotti anche se sono maggiorenni!!!



  7. #6
    Senior Member L'avatar di SkaTTa
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,428
    Thanked: 4

    Predefinito

    Appello dei familiari delle vittime della criminalit? organizzata aderenti a Libera
    rivolto anche al presidente Commissione antimafia e a tutti i capogruppi alla Camera
    <H1>Beni della mafia, appello a Fini
    "No alla vendita all'asta"
    </H1>
    <H1>Quando i familiari delle vittime della mafiasi vedono costretti a fare degli appelli per ottenere delle ovvieta' significa se siamo messi molto male.</H1>


    Sono sempre più schifato.
    <H1></H1>
    Silvio! Aiuta i poliziotti anche se sono maggiorenni!!!



  8.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •