Abordo della Metro A di Roma unasignora espone il biglietto integrato giornaliero al controllore:"Mi scusi, con questo posso viaggiare tutto il giorno?". Il controllore: "Si nun c'hai 'n caxxo da fa'... S?".





Al semaforo di via Portuense, in mezzo ar traffico c'è er tipico romano 'ncazzato che d? 'na serie de clacsonate inutili perchè nun c'è proprio spazio pe' fermasse. Dopo la quarta e quinta clacsonata, quello co' 'r motorino davanti a lui (che ormai era rincojonito dal frastuono) je dice: "A capo, er clacson funziona, mo' prova 'mp? li fari!?".





All' ?ncrocio a Ponte Marconi c'è un camionista che suona aduna donna distinta (in apparenza) che grida gli dal finestrino: "Va a son? 'n mezzo a 'e cosce de tu' moje che c'è più traffico!".





Al mercato del pesce di Testaccio unpescivendolo urla a squarciagola: "Ah?! 'Sti pesci nun so' morti, stanno a dorm?!".





Al parcheggio dei taxi di Via Flaminia un cliente chiede:"Scusi, la via più breve pe' ann? ar verano?". (nota: il Verano è il cimitero di Roma)
Taxista: "'Na revorverata 'n bocca!".





In via Nomentana un signore alquanto anziano resta immobile con la sua macchina allo scattare del verde e il ragazzo di dietro con una macchinetta alquanto sportiva abbassa il finestrino, si sporge e esclama: "A nonno, guarda che più verde de così nun diventa!".





Via Prenestina, un uomo sta per attraversare la strada di corsa, passa un automobilista e per poco non lo investe; l'automobilista spaventato tira fuori la mano e gli dice: "A cornutone!!...". E l'uomo gli risponde: "Tira f?ri 'a capoccia che fai prima!".





Al semaforo di Viale Aventino il primo della fila non si decide a partire e quello dietro gli urla: "ah?, quann'esci dar coma facce 'na telefonata!".





All' incrocio di Via Appia (San Giovanni), fermo ad un semaforo, c'è un vecchio con una macchina tutta scassata. Allo scattare del verde non parte e un ragazzo di dietrogli dice: "A nonn?, c'avemo solo tre colori... è uscito er verde..Che volemo fa'?".





All' incrocio della Balduina una Fiat Tipo è ferma al semaforo, dietro c'è una Fiat Uno Fire con la musica a palla. Scatta il verde e la Tipo non parte. Il semaforo ritorna rosso. Riscatta il verde e la Tipo non parte. Allora il conducente della Uno abbassa la musica, scende e dice al conducente della Tipo: "Ah?, quanno esce er colore che te piace se n'annamo!?".





Sul percorso dell'autobus della linea 44,scendendo lungo via di Valtellina il traffico era bloccato da un Mercedes in doppia fila con un impassibile guidatore a bordo. Dopo aver suonato a lungo (e inutilmente) per far muovere la macchina, l'autista inizia una lunga, complessa e faticosa manovra di aggiramento dell'ostacolo. Una volta affiancato il veicolo, apre (col vecchio pomello) la porta anteriore dell'autobus e con tono neutro fa: "aho, d? a tu' moje che stasera 'n vengo".





Lungo una strada a Tor Bellamonaca sfreccia sul motorino una ragazza evidentemente tinta. Al suo passaggio un ragazzino le grida: "A bionda pe' forza!". Immediata la risposta della ragazza: "A stro.nzo naturale!".