Cookie Policy Privacy Policy USI E COSTUMI - Pagina 2



Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 28 di 28

Discussione: USI E COSTUMI

  1. #21
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    COGITO ERGO SUM

    diceva il buon Cartesio, per?, subito dopo, gli sorse il dubbio: per? anche l'animale esiste, quindi precisò

    <div style="text-align: center;">COGITO, ERGO SUM RES COGITANS

    </span><div style="text-align: left;">cioè penso, quindi sono, ma cosa? Una cosa pensante.

    </span>Quindi, secondo Cartesio, </span>quello che ci differenzia </span>(e ci eleva) </span>dalle cose e dagli animali è il pensiero.

    </span>Quindi, se non pensiamo, siamo più simili alle cose o agli animali che agli uomini.

    </span>Quindi mi associo al pensiero di Roberto e dico: dai che ce la possiamo fare! Basta pensare un po' di più così magari, parlando dopo avere pensato, rischiamo di dire delle cose intelligenti.

    Che non sono, ovviamente, quelle che ho detto io ora.

    Cordialit? a tutti.
    </span></span></div></div>
    Edited by: marinotunger
    marinotunger


  2.      


  3. #22
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito


    AVETE LETTO SUI GIORNALI

    l'opinione che si sono fatta gli americani di noi italiani? Loro (ovviamente) non risiedono in Italia e, di conseguenza, basano la loro conoscenza del nostro Paese sulle trasmissioni che vengono proposte dalla nostra TV, sia di stato che della concorrenza. Ora, dato che le trasmissioni più seguite (cosiddette più popolari</span>) sembrano i format tipo quelli proposti dalla Defilippi, dalla Marcuzzi e da altre amenit? del genere (dove a volte trionfa la cafoneria all'ennesima espressione), gli americani credono che l'Italia sia composta di qualche decina di milioni di aspiranti veline, tronisti, persone smaniose di entrare nella Casa del Grande Fratello, nelle trasmissioni televisive della Defilippi o dei pacchi di Max Giusti. Per non parlare dei vari scandali dove sono coinvolte escort, trans ed altre amenit?. Insomma credono che siamo un popolo di puttanieri, zuzzurulloni inconcludenti, chiassosi, scansafatiche nullafacenti o, addirittura, prevalentemente dediti alla vita malavitosa.

    Invece c'è una maggioranza d'Italia composta da gente che lavora, che produce beni e servizi che vende in un mercato globalizzato ferocemente concorrenziale: solo che questa Italia (che è quella che conta) non viene proposta alla TV, quindi, per gli americani, non esiste, non fa testo, non conta.

    Non che io non riesca a dormire se gli americani hanno di noi questa poco lusinghiera opinione, per? una Nazione che si vuole proporre seria, agli occhi del mondo, non dovrebbe avere la nomea che le si vuole dare e che (nel caso dell'Italia) non merita, pena la non credibilit? e la mancata considerazione che si deve avere quando si pensa di entrare in rapporti commerciali con altri.

    Perch? sapete, anche il credito di cui una persona (e di conseguenza un popolo) gode ha la sua importanza ai fini del biglietto da visita che si presenta quando si va all'estero per cercare di vendere qualche bene o qualche servizio.

    Ma posso anche sbagliami ed aver detto, come già altre volte, delle asinate, nel qual caso scusate e passate oltre.

    Cordialit? a tutti.



    Edited by: marinotunger
    marinotunger



  4. #23
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,158
    Thanked: 44

    Predefinito



    Cari tutti,


    questo è un problema che affligge il forum da, almeno, quando lo frequento. Il bello del forum è che è paragonabile ad un paese, un paese pieno di gente che si conosce solo di vista, dove si creano amicizie e inimicizie, affetti, solidalizi, dove pu? prevalere il sentimento di empatia e antipatia.


    Proprio per questo motivo, nelle discussioni pu? innescarsi un atteggiamento impulsivo che prevale sulla razionalit?.


    Bisogna per? ricordare che noi, numerosi, utentisiamo una popolazione eterogenea anche di cultura, preparazione, istruzione ai diversi livelli, quoziente intellettivo ed educazione che, sicuramente favorisce lo scambio di opinioni, ma allo stesso tempo rischia di inibirle.


    Il vantaggio di scrivere per esprimere il proprio pensiero dovrebbe favorire la riflessione ed estinguere l'impulsivit?, inoltre dovrebbe dare anche il tempo di documentarsi sull'argomento qual'ora si fosse a digiuno di nozioni eppure, abbastanza spesso, questo non accade ecredo sia semplicemente legato all'educazione di coloro che non vedonoaltro che il narcisimo di loro stessi. In pratica l'essere osannati, gratificati dai consensi per quanto detto e vedere nella contraddizione il nemico da abbattere perchè deleterio la propria immagine e non motivo di confronto.


    Siamo persone coi propri limiti e, francamente, se una discussione mi interessa epermette diconfrontarmi, poco importano gli interventi di attabrighe e polemici a tutti i costi, dei bastian contrari per principio: basta ignorarli.


    Un abbraccio, Bruno



  5. #24
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    CIAO AKELA,

    condivido la tua analisi del forum che frequentiamo, nel senso che è eterogeneo, vario, che coinvolge molti vissuti oltre che sogni ed aspettative.

    Anche se non ne ho titolo volevo suggerire, con i miei interventi, di cercare di dare il meglio di noi: per noi stessi innanzitutto e per gli altri di conseguenza.

    Ecco, io credo che l'intelligenza sia come un muscolo qualsiasi, nel senso che più lo si usa (bene) e più il muscolo si potenzia e diventa vivo e vitale, con beneficio per l'organo e per l'organismo.

    Naturalmente, come per tutti i muscoli, l'uso dev'essere graduale perchè, a voler strafare, si possono rimediare contratture se non, addirittura, strappi. Molto dolorosi e lunghi da guarire.

    Cordialit? a tutti.



    Edited by: marinotunger
    marinotunger



  6. #25
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da marinotunger

    CIAO MADECHE'? anche questo uno degli argomenti attinenti alla discussione: la necessit? o meno dello scontro. Grazie per averlo ricordato perchè è un argomento interessante. Ecco, in proposito io direi ancora alcune cose. Una volta, quando le capocce erano (si presume) più dure di adesso, uno diceva una cosa, un altro la pensava diversamente e diceva lopposto e, se i due &lt;span style="font-style: italic;"&gt;esternatori&lt;/span&gt; erano re di rispettivi ed opposti regni, l'antagonismo si trasformava (tante volte) in guerra, con tutte le disgrazie che la guerra comportava.Ora sembra che le capocce si siano un po' ammorbidite (almeno speriamo) e, quando due o più &lt;span style="font-style: italic;"&gt;pezzi da novanta&lt;/span&gt; non sono d'accordo, prima di venire alle mani comincia il lavoro della politica, della diplomazia... insomma della parola, per mezzo della quale si smussano tutte incomprensioni e, a volte, anche? le divergenze. Lo stesso discorso vale, naturalmente, anche per i poveri. In proposito sono ben note le cosiddette &lt;span style="font-style: italic;"&gt;guerre fra poveri &lt;/span&gt;le quali, anche non provocano milioni di morti, non per questo sono meno feroci e rancorose.Questo è il dilemma: c'è sempre un punto d'incontro dove pu? essere raggiunto un accordo (parlando e confrontandosi) oppure è necessario arrivare allo scontro dove il più forte (quasi sempre) vince e stabilire un equilibrio raggiunto in questo modo? Ma un sistema dove il più forte domina ed il più debole soccombe non è in equilibrio e dura fino a che la parte soccombente trova la forza (e l'occasione) per ribellarsi (magari a sua volta con la forza).E siamo di nuovo punto e da capo, cioè senza equilibrio, cioè squilibrati.O no?Cordialit? a tutti.
    Mhhhhh sulle capocce ammorbidite nutro dei dubbi, l'iraq è ancora fresca.
    Interessante è l'uso della diplomazia, che a volte risolve, ma ritengo che anche qui sia un problema di opportunit? nel senso che, se due potenze sono, più o meno, di eguale potenza forse la diplomazia serve, ma se una è superiore all'altra dubito che sia efficiente.
    In ogni caso la diplomazia entra in campo in maniera silenziosa, e nel silenzio opera, cosa ardua nel forum, nel forum parlano sempre e solo i contendenti.

    Quindi quale la soluzione?

    La soluzione è talmente ovvia che non riusciamo a vederla, individuare la contraddizione principale e superarla.

    Facile no?('')
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  7. #26
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito



    ECCO IL PUNTO MADECHE'

    isolare i contendenti, i litigiosi, quelli che vanno a cercare il pelo nell'uovo, che vogliono a tutti i costi fomentare la polemica per il gusto di essere polemici: non dico che la polemica sia da bandire. Dico solo che la polemica è una cosa seria, che va riservata alle cose serie.

    In altre parole non dico che non ci si debba mai arrabbiare: dico solo che ci si deve arrabbiare per le cose serie, importanti. Non servefare del facile sensazionalismo per raccogliere gli applausi.

    Naturalmente il discorso non vale per te: vale solo per me.

    Cordialit? a tutti.

    Edited by: marinotunger
    marinotunger



  8. #27
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Difficile molto difficile stabilire cosa è o non'? importante, ognuno ha il suo parametro.

    Isolare poi i contendenti e litigiosi ti becchi sicuramente l'accusa di repressore, censore, nemico delle libert? individuali etc. etc.

    Non che la cosa mi preoccupi più di tanto, basta saperlo('')
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  9. #28
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Jersey
    Messaggi
    2,749
    Thanked: 56

    Predefinito





    BASTEREBBE IL BUON SENSO

    per stabilire i paletti oltre i quali non si pu? andare: invece sembra che la gente voglia sapere dove sono messi per andare apposta oltre questi paletti, salvo poi tentar di spiegare perchè si è andati oltre e, naturalmente, giustificare questo comportamento. Che il più delle volte, le persone cosiddette furbe, interpretano come: la legge rispettatela voi, io faccio come voglio</span>.

    E' di oggi la notizia che, negli USA, è stato giustiziato un disabile ritardato mentale: si chiamava Bobby Woods ed aveva ucciso una bambina di 11 anni nel 1997. D'accordo, ha commesso un esecrabile omicidio, per? dico: dal momento che è stato catturato e messo in condizioni di non nuocere più a nessuno, che senso ha ucciderlo? Oltretutto era riconosciuto come ritardato mentale, nel senso che, anche se aveva 44 anni, ragionava, scriveva e leggeva come un bambino di 7 anni. E pensare che c'è una legge federale degli USA che proibisce l'esecuzione dei disabili mentali.

    Sembra per? che la regola fatta la legge e trovato l'inganno</span> valga in tutto il mondo, non solo per l'Italia. Nel caso specifico degli USA, anche se la legge federale stabilisce che non si possono giustiziare i disabili mentali, ogni Stato degli USA pu? fissare autonomamente la soglia al di sotto della quale si pu? essere considerati ritardati mentali.

    E siamo di nuovo punto e a capo.

    Cordialit? a tutti.

    Edited by: marinotunger
    marinotunger



  10.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •