Cookie Policy Privacy Policy Sentenza Consiglio di Stato n. 245/2001



Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    365
    Thanked: 0

    Predefinito



    Sconoscevo questa sentenza. Mi piacerebbe commentarla. Mio figlio frequenta il IV superiore il prossimo anno non far? alcune esame, in questi cinque anni di frequenza ,il prof di sostegno a cosa è servito, solo a farlo socializzare?


    la Sentenza Consiglio di Stato n. 245/2001 ha fissato il principio della qualit? del servizio scolastico che deve essere offerto agli alunni con handicap, proprio per un aspetto assai delicato qual è quello dell'assegnazione dell'insegnante per le attivit? di sostegno.


    Con tale Sentenza, il Consiglio di Stato ha dato ragione alla famiglia di una allieva con disabilit?, avendo riscontrato che il suo insegnante non era in grado di svolgere in concreto il sostegno didattico, superando anche l'ostacolo formale del possesso del titolo di specializzazione.


    Per quanto riguarda la programmazione, è possibile una valutazione commisurata allo svolgimento di un percorso didattico "differenziato" rispetto ai Programmi Ministeriali (Sentenza Corte Costituzionale n. 215/87 - Circolare Ministeriale n. 262/88)


    La valutazione è finalizzata allo svolgimento del PEI - Piano Educativo Individualizzato e ad esercitare il diritto allo studio, ma non consente il rilascio di un titolo di studio (Parere Consiglio di Stato 10 aprile 1991, n. 348).


    In base a tali orientamenti la procedura è la seguente:
    <UL>
    <LI>gli apprendimenti dei contenuti dei Piani Educativi "differenziati" devono essere valutati con voti, come per i compagni, voti riferiti per? solo al contenuto del PEI e non dei Programmi Ministeriali
    <LI>In base a ciò, gli alunni che seguono un PEI differenziato possono essere promossi o ripetenti. In quest'ultimo caso, è necessario abbassare il livello degli obiettivi culturali previsti dal PEI. Se invece l'esito è positivo, gli alunni vengono "ammessi alla frequenza della classe successiva", formalmente quindi non si ha una promozione
    <LI>Se per?, negli anni successivi, l'alunno dimostra di avere raggiunto apprendimenti che si possono ricondurre ai Programmi Ministeriali, potr? essere promosso formalmente, senza dover affrontare prove di idoneit? per i precedenti anni in cui si era svolta la valutazione differenziata </LI>[/list]


    Qualora il PEI sia diversificato in vista di obiettivi didattici e formativi non riconducibili ai Programmi Ministeriali, il diploma ottenuto non avr? effetto legale (per effetto legale s'intende la possibilit? di far valere il diploma ai fini di un futuro inserimento lavorativo), ma servir? esclusivamente per l'acquisizione di crediti formativi, utilizzabili per l'accesso ai Corsi di Formazione Professionale istituiti dalle Regioni.


    Al fine di rispettare il principio di partecipazione alla famiglia all'integrazione scolastica, l'art. 4 comma 5 Ordinanza Ministeriale n. 128/99 stabilisce che, nel caso in cui il Consiglio di Classe optasse per l'adozione della valutazione differenziata, dovr? informare la famiglia, stabilendo un termine per l'acquisizione del consenso. Trascorso tale termine, se non sopraggiunge dissenso, la modalit? proposta si intende accettata. In caso di diniego, l'alunno deve essere valutato come se non fosse in situazione di handicap.


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    cosa c'è da commentare è l'insegnante di sostegno di tuo figlio avrebbe potuto e dovuto fare qualcosa di più? ci spieghi meglio cosa intendi?
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  4. #3
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    365
    Thanked: 0

    Predefinito

    In fatti: che gli insegnati di sostegno avrebbero potuto fare qualcosa di più e non l'hanno fatto per il semplice motivo che loro erano a conoscenza del percorso scolastico di mio figlio inerente al all'esame di stato, mentre l'unico ad ignorare la fine del percorso di mio figlio ero solo io. Perch? mi è stato detto solo adessoe non prima? Avrei potuto provedere a cambiare indirizzo, magari ad una scuola di compiuter, dove lui è abbastanza preparato. Sia ben chiaro io non sono contro la predetta sentenza, ma almodo di disinformazione da parte dei docenti.



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    non certo per prendere le difese della scuola e degli insegnanti cui sappiamo tutti le gravi carenze, ma ai colloqui con gli insegnanti non avete mai affrontato questo discorso, hai mai espresso perplessit?,i voti, i giudizi li hai mai messi in discussione, perchè io credo che se anche la scuola come istituzione ha delle enormi responsabilit? e nei riguardi degli studenti con disabilit? anche parecchie lacune sono i genitori che in primis conoscendo il figlio dovrebbero prendere in mano la situazione.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  6. #5
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    365
    Thanked: 0

    Predefinito

    Hai ragione



  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,749
    Thanked: 0

    Predefinito



    condivido marina, anche se quest'anno con diana in prima ho gustato ( si fa per dire ) le differenze di approccio e di informazione.


    onestamente credo che anche da questo punto di vista ci siano due pesi e due misure
    fabiana
    mamma di diletta,diana e daniela



  8. #7
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    perchè avevi dei dubbi fabiana? è per questo che dico sempre che oltre a battersi per fare riconoscere i diritti dei nostri figli dobbiamo anche spenderci per educare la società e far conoscere la nostra realt?, è questo il più difficile.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  9.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •