Cookie Policy Privacy Policy DISABILI :INUTILI O SFRUTTATI? - Pagina 2



Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 39 di 39
  1. #21
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito

    Molto probabilmente si tratta di progetti fatti da associazioni e coop per non far stare sempre a casa i loro assistiti Cl?...
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!


  2.      


  3. #22
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    lori sono le borse lavoro


    roberto
    volete far fruttare i vostri risparmi?
    piantate alberi di noce, farete ricchi voi e altri



  4. #23
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    302
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io sono d'accordo con Claudio e Bai: se la persona è valida, con un buon titolo di studio e buone capacit? lavorative, il lavoro lo trova, e con belle possibilit? di una carriera normale.


    Purtroppo il discorso delle cooperative sociali, nato con tutte le buone intenzioni, si è trasformato in un boomerang. E'un inserimento di tipo sociale, non economico, e sta risentendo fortemente della crisi e dell'economia di mercato (le coop spesso non sono competitive e si sono rette solamente per gli aiuti).


    Ho letto un bellissimo intervento di Stefano Zamagni su lavoro e disabilit?: il succo è che bisogna far uscire il lavoro della persona con disabilit?dall'ambito del sociale e farlo tornare nell'ambito economico.



  5. #24
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da luni
    Bai basterebbe licenziare il 50% dei dirigenti ACAM ed altri enti dove sono parcheggiatti politici trombatisai poi quanti soldi ti ritrovi per il sociale

    sbagli io licenzierei il 99% dei politici in acam


    un posticino lo riservo, non si sa mai


    roberto
    volete far fruttare i vostri risparmi?
    piantate alberi di noce, farete ricchi voi e altri



  6. #25
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Thanchvil
    Ho letto un bellissimo intervento di Stefano Zamagni su lavoro e
    disabilit?: il succo è che bisogna far uscire il lavoro della persona
    con disabilit?dall'ambito del sociale e farlo tornare nell'ambito
    economico.
    Ma in certi casi credo ci sia bisogno anche dell'ambito sociale, ma bisogna mettere paletti...Nella famosa visita per determinare le capacit? lavorative residue, si dovrebbe dire chi non ha le capacit? lavorative se non in un ambito sociale come "passatempo" e senza un impegno particolarmente gravoso. Chessò un paio d'ore al giorno, proprio come dice Salvo per non farli stare chiusi in casa , persone selezionate che altro non possono fare.

    Altrimenti come dici tu, il lavoro del disabile dev'essere lavoro, punto , ferme restando le tutele varie, i permessi della 104 etc, quando lavora ha da lavor? come gli altri...se no continua a succedere che non ti ci vogliono...





    Claudio



  7. #26
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,230
    Thanked: 0

    Predefinito

    perchè al lavoro il disabile che deve f??



  8. #27
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,230
    Thanked: 0

    Predefinito

    inutili credo nessuno salvo rari casi c'è per tutti una minima cosa da fare



  9. #28
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da diavolina
    perchè al lavoro il disabile che deve f??
    Beh, qualcuno diciamo che lo prende come "hobby" retribuito
    Edited by: buasaard
    Claudio



  10. #29
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,230
    Thanked: 0

    Predefinito

    mortacci sua



  11. #30
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    302
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da buasaard
    Ma in certi casi credo ci sia bisogno anche dell'ambito sociale, ma bisogna mettere paletti...Nella famosa visita per determinare le capacit? lavorative residue, si dovrebbe dire chi non ha le capacit? lavorative se non in un ambito sociale come "passatempo" e senza un impegno particolarmente gravoso. Chessò un paio d'ore al giorno, proprio come dice Salvo per non farli stare chiusi in casa , persone selezionate che altro non possono fare.

    Altrimenti come dici tu, il lavoro del disabile dev'essere lavoro, punto , ferme restando le tutele varie, i permessi della 104 etc, quando lavora ha da lavor? come gli altri...se no continua a succedere che non ti ci vogliono...

    Quoto al mille per cento.



  12. #31
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    302
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io sono preoccupata soprattutto per la PA, che è stata la valvola di sfogo per collocare persone, disabili e non, più che altro con scopi di ammortizzatore sociale.


    Oramai le assunzioni per convenzione e chiamata diretta sono pochissime, e, servendo personale almeno diplomato che sappia superare un test, si è creato l'assurdo che i concorsi riservati non riescono a coprire i posti perchè non ci sono persone che ottengono l'idoneit?.


    Basta vedere cosa hanno fatto ENEL e Alitalia per quanto riguarda i lavoratori con disabilit? per vedere cosa stia succedendo nel privato.



  13. #32
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Thanchvil, concordo che spesso l'inserimento lavorativo di persone disabili è un chiaro ammortizzatore sociale, ma allora come si pu? e deve sostenere queste persone?non è certo sufficiente la pensione d'invalidit?
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  14. #33
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    302
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina
    Thanchvil, concordo che spesso l'inserimento lavorativo di persone disabili è un chiaro ammortizzatore sociale, ma allora come si pu? e deve sostenere queste persone?non è certo sufficiente la pensione d'invalidit?

    Infatti! Invece di fare delle pensioni di invalidit? decenti (si parla di 50 anni fa, si badi bene), hanno trovato questa via di mezzo del contentino a tutti e del bene per nessuno: inserimento lavorativo in mansioni basse a pioggia, poi Dio provvede.


    A questo punto le commissioni ASL dovrebbero prendersi le responsabilit? di fare diagnosi differenziali vere, stabilire chi e come è collocabile, e mandare i candidati in "produzione" secondo le loro capacit?.


    Per le persone che non possono essere collocate, allora, fare pensioni vere, non con importi risibili.


    Un "lavori chi pu?" vero!



  15. #34
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Bisognerebbe cominciare con l'educazione dei genitori spesso. Bisogna mettere in testa ai genitori e anche ai ragazzi disabili, che non basta metterli davanti a un computer per fargli trovare un lavoro, soprattutto qualificato.

    Mi viene in mente una cosa : ma gli insegnanti di sostegno, sono degli insegnanti veri e propri e non solo degli assistenti? Immagino di si. Ma allora perchè non si incaricano anche di fornire ai loro studenti un indirizzo futuro? Ci sono disabilit? e disabilit?, in alcuni casi il collocamento è impossibile, in altri ci saranno dei potenziali geni che magari i genitori o la società si accontenta di farli "sopravvivere", in altri ci sono persone che comunque più in la dell'impiegato non possono andare non a causa della disabilit?, ma perchè mancano di potenziale intrinseco. Cio?, disabile o non disabile più in la non sarebbero comunque andati.

    Sempre nell'ambito dell'autonomia decisionale del singolo, bisogna cominciare a indirizzare le persone, non so come, probabilmente facendo capire ai genitori le potenzialit? dei propri figli.

    Io ho in mente la mia infanzia, che ho avuto un'infanzia difficile con mia madre che forse è stata pure esagerata, ma praticamente mi faceva una sorta di lavaggio del cervello, quasi tutti i giorni mi ricordava che la mia unica possibilit? di farmi strada nella vita era lo studiare, e devo dire che mi aveva convinto e sono ancora convinto che è lo studio l'unica forma di emancipazione per noi disabili. Dobbiamo usare quello che abbiamo, e l'unica cosa che pu? competere con un normodotato è il cervello (naturalmente nei casi in cui la disabilit? non abbia compromesso le funzioni cognitive) e quindi dobbiamo usarlo studiando.

    Magari mia madre esagerava pure , ricordo che non potevo comprare le figurine dei calciatori e mi erano permesse solo quelle tecnico-scientifiche Ma tanto io la fregavo...

    Non basta un diploma, non basta saper usare il computer, dobbiamo "elevarci" in qualcosa, dobbiamo avere più capacit? degli altri per sopperire alle carenze fisiche. Dico sempre : studiare per bene l'inglese, cnei limiti delle possibilit? economiche mandare i figli a dei corsi seri di inglese, non scegliere se non propedeutico all'universit? scuole superiori che non danno alcuna preparazione professionale, il liceo va bene se uno è poi in grado di andare all'universit?, se no è meglio una scuola tipo ragioneria, geometra.

    E basta con tutti sti ragazzi che gli fanno imparare solo a usare il PC, che il PC lo sa usare ormai qualsiasi ragazzino, non c'è solo il PC per un disabile...

    Claudio



  16. #35
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Claudio in molti appartenenti alle categorie protettee inseriti spesso nelle pubbliche amministrazioni non sanno neppure tenere una penna in mano altro che PC, giusto per chiarire la figura dell'insegnante di sostegno deve adeguarsi alle necessit? dello studente, la comunicazione e l'integrazione vanno oltre al comune pensiero che si ha della scolarit?Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  17. #36
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Ma in che senso "non sanno tenere una penna in mano"? Nel senso che non hanno le capacit? intellettive o non hanno studiato?

    Nel primo caso come dice Thanchvil ci vorrebbe una pensione vera e non una elemosina com'? attualmente, e magari un lavoretto "sociale", nel secondo caso, mal gliene incolga, si accontentino della pensione....e anzi gliela darei pure inferiore a chi proprio non pu? lavorare, bisognerebbe cominciare a differenziare le pensioni a seconda della propria disabilit?, ma su questo so che sei d'accordo....




    Edited by: buasaard
    Claudio



  18. #37
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    302
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da buasaard
    Ma in che senso "non sanno tenere una penna in mano"? Nel senso che non hanno le capacit? intellettive o non hanno studiato?




    Cl?, ma secondo te siamo telepaticiò Stavo per scrivere le stesse cose sia sul titolo di studio che su questo.


    Purtroppo molto spesso i genitori hanno fatto crescere i figli con la mentalit? del "tanto il lavoro te lo trova lo Stato". Ora che non è più così, intere categorie di persone con disabilit? si trovano disoccupate.



  19. #38
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    1,564
    Thanked: 0

    Predefinito

    Un esempio di come potremmo fare ci viene dalle lobbies dei più perseguitati nella storia come gruppi di pensiero:gli ebrei ed i gays,che dominano gli uni il mondo economico,gli altri lo spettacolo e la moda.Dovremmo essere uniti ed aiutarci fra noi invece di evitarci o attaccarci nel gossip o nel cazzeggio sterile,fare colletta e lavorare a livello mediatico con servizi tv non pietistici,ma dignitosamente costruttivi ed esemplari.Proporro' questo argomento ai più degni giornalisti,come al gruppo di current-tv e Panorama-inchieste.Se la cosa avra' esito positivo,Vi faro' sapere.</span>
    l\'impossibile non esiste.Ogni esperienza serve.Mostriamo orgoglio e dignita\',sempre!




  20. #39
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    31
    Thanked: 0

    Predefinito

    L'uomo mangia l'uomo, succhia la sua preda e....dimentica! ...siamo ancora la' cari miei



  21.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •