<DIV ="articles_wrap">
<DIV ="articles_title">Battisti: se rientro è finita
Il Brasile: l'Italia ci umilia </DIV>
<DIV align=left></DIV>
<DIV ="articles_author clearfix"></DIV>
<DIV ="articles_subtitle"></DIV>
<DIV ="articles_ clearfix">Il caso di Cesare Battisti torna alla ribalta. E mentre l?ex membro dei Proletari Armati per il Comunismo, dalle pagine del settimanale ?Oggià, torna a manifestare la propria paura di essere condotto nelle patrie galere (?Non riesco a immaginare l'ipotesi di essere estradato in Italia. E certamente temo per la mia vita se fossi rinchiuso in una prigione italiana, sarebbe una morte annunciata. Significherebbe consegnarmi nelle mani dei miei avversari politici, che oggi occupano incarichi di governo, come nel caso del ministro La Russa) dal Brasile (dove Battisti si trova) si fanno forti i segnali si disappunto nei confronti dell?Italia. Secondo il ministro della Giustizia brasiliano, Tarso Genro le interferenze del governo italiano sul caso Battisti sono "una vergogna per chi le mette in atto e un tentativo di umiliare il Brasile".



Gioved? il tribunale supremo federale dovr? pronunciarsi sulla richiesta di estradizione in Italia dell?ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo (Pac). Il governo italiano "non ha alcun potere per entrare nelle questioni giudiziarie" del Brasile e si tratta di "un insulto al nostro Stato e alla democrazia del Paese", ha aggiunto il Guardasigilli in una dichiarazione al quotidiano brasiliano, Estadao. Battisti intanto si dice ?molto fiducioso. Per chi ha combattuto la battaglia che ho combattuto io, contro il potere politico italiano, il pareggio che si è finora realizzato tra i giudici è già una vittoria. Ho fiducia nel Supremo Tribunal Federal e nel presidente Lula: la mia estradizione sarebbe in contraddizione con la storia di entrambi?. E aggiunge, pensando a un futuro di uomo libero in Brasile: ?Il Brasile è il Paese che mi ha accolto. E non ho mai smesso di scrivere. Infatti ho appena firmato un contratto per pubblicare il mio ultimo libro Essere bamb? con la casa editrice brasiliana Martins Fontes, di San Paolo. Rimango molto triste pensando che in Italia la storia della mia vita sia stata raccontata con tanta falsit?. Coloro che hanno interesse a falsificare la storia sappiano che la verità finir? sempre per rivelarsi?.


</DIV></DIV>Edited by: Redazione