http://www.superando.it/content/view/5176/112/


La mobilitazione permanente annunciata nei giorni scorsi da numerose associazioni della Campania, con un documento ripreso anche dal nostro sito (si legga cliccando qui il testo Mobilitazione permanente per le associazioni della Campania), vivr? venerd? 30 ottobre un nuovo importante momento, con una manifestazione promossa davanti alla sede della Giunta Regionale Campana (Via Santa Lucia, ore 10), che proprio in quel giorno dovrebbe licenziare il testo della Legge Finanziaria Regionale, ?in anticipo rispetto alla prassi?, come riferisce Federico Minutillo, presidente della Lega per i Diritti degli Handicappati di Napoli, presso la cui sede le organizzazioni si sono riunite.

Le iniziative di protesta - va ricordato - sono iniziate già nel mese di agosto, dopo l'approvazione dellaDeliberazione di Giunta Regionale n. 1267 del 16 luglio 2009, che secondo le associazioni di persone con disabilit? ?ha presentato una proposta iniqua di regolamento per la "Compartecipazione al costo delle prestazioni erogate nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura socio-sanitaria delle persone con handicap permanente grave e dei soggetti ultrasessantacinquenni e cittadini affetti da demenza"?.
Tale problema si è aggiunto a questioni denunciate già da tempo, quali - molto semplicemente - la ?totale dimenticanza delle persone con disabilit? da parte della Regione Campania? e una ?qualit? e quantit? estremamente bassa dei servizi e delle prestazioni sociali e socio-sanitarie erogate nella Regione, con una distribuzione territoriale disomogenea?.
Tutti argomenti e istanze - i medesimi del documento inizialmente citato - ripresi in una lettera inviata al presidente della Regione Antonio Bassolino, agli assessori al Bilancio Mariano D'Antonio, alle Politiche Sociali Alfonsina De Felice e alla Sanit? Mario Santangelo, oltre che a tutti i consiglieri regionali, ove si conclude con le seguenti richieste da parte delle associazioni firmatarie:
?- ritirare la Deliberazione della Giunta Regionale n. 1267 del 16 luglio 2009, la cui interpretazione da parte di alcune ASL rischia di avviare il meccanismo di compartecipazione alla spesa delle prestazioni senza un regolamento regionale condiviso con le associazioni. In assenza di iniziative concrete impugneremo tale deliberazione in ogni sede, denunciandone pubblicamente l'iniquit?;
- predisporre nel prossimo Bilancio Regionale adeguati stanziamenti per il Fondo Socio Sanitario, in modo che sia coperta l'intera quota di compartecipazione alla spesa dei servizi e finanziare con fondi appropriatila Legge Regionale 11/07 sulla dignit? sociale;
- definire un sistema di monitoraggio dei servizi e delle prestazioni erogate, in modo da identificare la tipologia e il costo dei servizi essenziali, la quantit? e la qualit? delle prestazioni erogate, il numero degli aventi diritto e dei beneficiari?.

Provocatoriamente - segnaliamo in conclusione - la manifestazione del 30 ottobre si chiamer? I disabili al banco dei pegni della Regione Campania, con le persone coinvolte e i loro familiari che presenteranno, come segnala ancora Federico Minutillo, ?al "titolare del banco dei pegni della Campania" oggetti preziosi, denaro e altro, per poter continuare, dopo la Deliberazione della Giunta dell'estate scorsa, a frequentare i centri riabilitativi ea fruire delle prestazioni sociosanitarie?. (S.B.)











http://www.legah.it/ Edited by: mammamarina