Cookie Policy Privacy Policy staminali 2010 per 2 malattie genetiche



Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width=660 align=left>
    <T>
    <TR>
    <TD =Articolo>
    <H1 =titoloLettura> http://www.ilmessaggero.it/articolo....99&amp;sez=HOM E_SCIENZA</H1>
    <H1 =titoloLettura>Staminali, nel 2010 terapia genica
    per due gravi malattie</H1></TD></TR>
    <TR>
    <TD style="PADDING-TOP: 15px">
    <DIV id=testodim =dim5>


    MILANO (24 ottobre) - Il sogno della terapia genica, e cioè curare gravi malattie genetiche iniettando i geni ?giusti? in un paziente, è un po' più vicino alla realt?. Dopo aver debellato la prima patologia con questa tecnica (quella dei ?bambini in bolla? che nascono privi di difese immunitarie), all'Istituto Telethon di Terapia Genica (Tiget) - San Raffaele di Milano partiranno nel 2010 due nuove sperimentazioni per cercare di combattere altrettante gravi malattie, grazie anche all'aiuto delle cellule staminali. A raccontarlo all'Ansa è Alessandro Aiuti, dell'universit? di Roma Tor Vergata e coordinatore per la ricerca clinica del Tiget, che oggi partecipa a un convegno sulle staminali organizzato da Fondazione Cure e Bioscience Institute, oltre che dalla società lombarda di ostetricia e ginecologia (Slog).

    La terapia genica. ?La terapia genica - racconta Aiuti - ha avuto periodi di alti e bassi, con un'eccessiva aspettativa iniziale seguita da un'eccessiva enfasi sugli aspetti negativi?. Alcuni studi del passato, infatti, avevano visto che impiegare la terapia genica poteva scatenare tumori nel paziente che la riceveva. ?Abbiamo per? imparato moltissimo in questi ultimi anni e la tecnologia si è evoluta molto: ora si utilizzano dei vettori lentivirali per introdurre il gene sano nel paziente, più sicuri ed efficienti rispetto a quelli impiegati in passato, con quindi un minore rischio di effetti collaterali?.

    Sindrome dei bambini in bolla. Proprio questa nuova tecnologia sar? impiegata dal Tiget per avviare nel 2010 due nuove sperimentazioni cliniche basate sulla terapia genica: ?da molti anni lavoriamo con le cellule staminali ematopoietiche - continua l'esperto - che preleviamo dallo stesso paziente, correggiamo in laboratorio e che reintroduciamo nello stesso malato. In questo modo abbiamo potuto curare la sindrome Ada Scid, quella dei ?bambini in bolla?, ma le prospettive per l'applicazione ad altre malattie sono comunque buone.


    Le due malattie da curare. Nel 2010 inizieremo le fasi I e II della sperimentazione per cercare di curare due gravi malattie genetiche, la leucodistrofia metacromatica e la sindrome di Wiskott-Aldrich. Attualmente stiamo finendo di produrre la documentazione da inviare agli enti regolatori, e abbiamo già concluso i test pre-clinici per la sicurezza e l'efficacia?. Utilizzare questo tipo di staminali adulte per la terapia genica porta con sò diversi vantaggi: ?le cellule vengono prelevate dal midollo osseo del paziente e quindi non ci sono problematiche etiche. Inoltre non ci sono problemi di rigetto; non c'è la Graft versus host desease, e cioè quella sorta di rigetto all'inverso, dove le cellule iniettate ?aggrediscono? il paziente; e non sono necessari farmaci per facilitare l' attecchimento delle staminali, perchè appartengono proprio al malato?. Non appena si avr? il via libera alle sperimentazioni del San Raffaele, verranno coinvolti da tutto il mondo i primi pazienti delle due gravi malattie genetiche, nella speranza che queste possano al più presto essere ricordate solo sui libri di medicina, proprio come è successo per i bambini in bolla.</DIV></TD></TR></T></TABLE>
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    ecco rispetto a altri campi un utilizzo spero condivisibile del progresso scientifico


    roberto





    volete far fruttare i vostri risparmi?
    piantate alberi di noce, farete ricchi voi e altri



  4. #3
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,158
    Thanked: 44

    Predefinito



    cari tutti,


    fermorestando che qualsiasi progresso della medicina deve essere visto come un successo a favore della vita, voglio proprio sperare che gli scienziati di telethonrispettino le aspettative che, con questo annuncio, forse frettoloso, hanno sicuramente creato in numerosi pazienti e famigliari.


    Sicuramente l'attenzione della ricerca verso le malattie rarerende onore a chi si occupa di tali problematiche e dimostra che i pazienti affetti da malattie orfane, qualche volta, non sono lasciati soli.


    Una nota critica per? la devo fare in merito all'utilizzo dei fondi che telethon raccoglie con le maratone telivisive. Mi domando, come mai, una delle due patologie descritte sopra, la sindrome di Wiskott-Haldrich, che trova nel trapiando di midollo osseo la soluzione terapeutica decisiva alla sua risoluzione, sia oggetto di studio genetico sottraendo fondi a ricerche per malattie che, nelle terapie e nell'aspettative di vita, non trovano grandi chance.


    La logica, almeno la mia, mi spinge a pensare che se una malattia gode già di una terapia efficace per guarire, forse sarebbe meglio concentrarsi su quelle che non offrono possibilit? assolute di sopravvivenza perchè non curabili. Questo proprio perchè le ricerche dipendono dai fondi a disposizione.


    Ben venga, comunque, questo annuncio, perchè se veramente rispettato, toglieranno di mezzo,definitivamente, un altro paio di malattiecrudeli contribuendo a migliorare la qualit? di vita di chi non avrebbe potuto evitare tal destino.


    Un abbraccio, Bruno



  5. #4
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Udine
    Messaggi
    4
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao a tutti, io sono una studentessa di Medicina e mi piacerebbe un domani lavorare nel campo della ricerca genetica perciò questo tipo di notizie mi interessa sempre parecchio!!
    Personalmente, sono del parere che la terapia genica rappresenti una grande promessa per la cura delle malattie genetiche, ma penso che (per ora) sia meglio tenere a freno gli entusiasmi e non crearsi delle false aspettative che potrebbero essere disilluse...

    Siamo ancora all'inizio, la fase di sperimentazione di questa terapia è ancora lunga e irta di ostacoli... C'? da dire che rispetto alle prove iniziali sono stati fatti dei grossi passi avanti (come spiega l'articolo), ma siamo ben lungi dall'aver trovato una soluzione sicura ed efficiente al 100%...Da quello che so, anche con l'uso dei vettori lentivirali rimane un problema non indifferente: il gene che viene infettato con la terapia potrebbe dare luogo alla formazione di tumori, oppure potrebbe anche "danneggiare" altri geni e quindi danneggiare oppure uccidere le cellule...per dirla in maniera molto semplice. Questo è ad esempio un problema che non è ancora stato risolto.

    Quindi ben vengano queste notizie ma io consiglio di andarci con i piedi di piombo, non alimentiamo false speranze e aspettative perchè la strada è ancora lunga...ciò non significa che non possiamo avere speranza per il futuro e anzi, personalmente, spero di avere la possibilit? di fare attivamente parte di qualche gruppo di ricerca che se ne occupa direttamente!

    \"Non sono le nostre qualitÃ* a dire chi siamo, ma le nostre scelte.\"


    \"Io trovo l\'impossibile di gran lunga più interessante.\"



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    wildiwings, non bisogna certo alimentare false speranze, ma sono molte le persone che leggendo queste notizie possono sperare di vedere un giorno positive risposte al loro dolore , e credimi la speranza aiuta a andare avanti molto più di un medico che dice che non si pu? fare nulla .
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  7. #6
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Udine
    Messaggi
    4
    Thanked: 0

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina
    wildiwings, non bisogna certo alimentare false speranze, ma sono molte le persone che leggendo queste notizie possono sperare di vedere un giorno positive risposte al loro dolore </span>, e credimi la speranza aiuta a andare avanti molto più di un medico che dice che non si pu? fare nulla .
    credimi mammamarina, anch'io faccio parte di questo gruppo di persone ed è questo il motivo principale che mi spinge a sperare di dedicarmi attivamente alla ricerca...

    volevo semplicemente far notare che la strada è ancora molto lunga ma, come ho detto, non abbattiamoci e continuiamo a sperare!!io personalmente continuo anche a sperare di realizzare il sogno di diventare ricercatrice, nonostante la situazione attuale in Italia non è delle più confortanti (ma questo è un altro discorso )

    un abbraccio
    \"Non sono le nostre qualitÃ* a dire chi siamo, ma le nostre scelte.\"


    \"Io trovo l\'impossibile di gran lunga più interessante.\"



  8. #7
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Purtroppo la ricerca in Italia è trascurata come d'altra parte molti degli argomenti importanti relativi alla vita delle persone, ma tu resisti e se davvero lo vuoi diventerai una ricercatrice , auguri
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  9.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •