Cookie Policy Privacy Policy Tribunale rifiuta.... - Pagina 7



Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 567
Risultati da 121 a 125 di 125

Discussione: Tribunale rifiuta....

  1. #121
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da ctlachouris

    Citazione Originariamente Scritto da buasaard
    Io avevo fatto una domanda a cui nessuno risponde.

    Il diritto a nascere di questo bambino non conta?

    Per me non conta affato. Per me non è ancora un bambino.

    Sabine,

    domando a te che conoscerai meglio la legge francese. Cosa prevede la legge francese per la fecondazione eterologa, cioè quella fatta con spermatozooi di un donatore sconosciuto?

    Se non è vietata, secondo te (e secondo tutti, anche se in Italia è comunque vietata) cosa è meglio, una fecondazione fatta con lo spermatozoo di uno sconosciuto, quindi il bambino non sapr? mai chi è il padre, o la fecondazione con lo spermatozoo di un marito morto e quindi il bambino sapr? chi è il padre?
    Claudio


  2.      


  3. #122
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,158
    Thanked: 44

    Predefinito



    Caro Claudio,


    ti confido che ho sorriso leggendo le tue risposte all'ultimo mio intervento :-)


    Non so e hai letto bene quelli precedenti perchè l'ultimo tiene conto anche di quelli.


    Imiei interventi hanno carattere generale specialmente quando il singolo punto di vista, in una discussione,trova poca rilevanza se non tiene presente del contesto in cui viene esplicitato.


    Al di la delle opinioni personali, bisogna tenere conto proprio del contesto in cui si vive e confrontarci con esso. Significa rispettare la legge, compartecipazione alle consuetudini che regolano la vita e così via. Il problema di questa donna non ha motivo d'esistere perchè, in quanto cittadina frrancese, deve rispettare le leggi del Suo Paese che vieta la fecondazione post mortem. E' inutile che rivendichi un diritto che non esiste.I diritti vengono sanciti dalla legge, se non gli sta bene pu? rinunciare alla sua nazionalit? e andare in un Paese con leggi più consone al suo punto di vista. Questo perchè la mentalit? anarchica, il più delle volte, non è utile a cambiare un sistema a favore di tutti, dato che è possibile farlo con la democrazia, bensò a modificarlo perpropria utilit?. E questo diventa un rischio dato che (utilizzo una metafora, come quella della bomba atomica) anche le brigate rosse avevano i loro motivi per fare quello che hanno fatto. Del resto, come dici tu "... Cosa è bene e cosa è male? Chi lo decide?"..


    Quando mi riferivo al buon senso era riferito al nostro futuro. Tu dici "...Definire buon senso. Stai dicendo che chi è d'accordo non usa buon senso? Potrei dire altrettanto io di chi non è d'accordo. Il punto cardine è uno solo : libert? fino a che non si danneggiano altri."... Il buon senso è quello di chi ragiona a 360 gradi e che prende in considerazione conseguenze anche non direttamente correlate al problema in questione, ma che potrebbero derivarne. Le leggi servono proprio a garantire la libert? dell'individuo e tutelare la loro libert? da quelli che, in nome della propria,non la rispettano.


    L'etica è un universo in espansione ed è molto riduttivo pensarla come te "...Etica per me è solo non far del male al prossimo. Tutto il resto mi sento in pieno diritto di farlo"... perchè non lascia spazio ad alternative di pensiero, fondamentali nel confronto evolutivo dell'etica stessa. E poi, il SENTIRSI in pieno diritto, non garantisce la possibilit? di fare ciò che vuoi perchè fai sempre parte di un contesto sociale.


    "..qui si sta tentando di togliere una libert? personale ad un essere umano"... la libert? personale di questa persona, intesa come scelta, coinvolgetutta un'altra serie di persone che, in piena libert?, hanno deciso di rispettare la legge, applicandola. Non si tratta di togliere una libert?, ma dinon accondiscendere ad una richiesta che lei, per prima, non avrebbe dovuto avanzare, per rispetto proprio della legge.


    "...In che modo ci riguarda da vicino il fatto che Madame X partorirebbe un bambino? Questo mi sfugge proprio...." per il semplice fatto che è stata fatta una richiesta illegittima, per il semplice fatto che aprire le porte anche all'inseminazione post mortem apre le porte a scenari futuri che potrebbero coinvolgere anche la fecondazione assistita, la selezione dell'embrioni, il diritto alla progenie di chi è portatore di malattie genetiche etc. etc. etc. Si tratta della possibile evoluzione dellaforma mentis atta a giustificare una semplice inseminazione post mortem odierna.


    "..siamo tutti errori dell'evoluzione che non dovrebbero essere vivi. Non stai parlando alla gente sbagliata di rischio evolutivo?"... tieni presente che proprio il rischio evolutivo delle motivazioni atte a giustificare certe procedure potrebbeportare all'eliminazione dei malati, non facendoli neanche nascere. Inoltre la possibilit? di difetti nella fase riproduttiva sono, in certa misura, un dato costitutivo ed ineliminabile di tutta la materia vivente. Senza imperfezioninella replicazione del DNA l'umanit? semplicemente non esisterebbe.Sar? una magra consolazione, ma siamo proprio noi malati, l'anello importante dell'evoluzione della vita che mira alla perfettibilit?. Se non esistessimo, non esisterebbe la vita per come la conosciamo noi.


    Un abbraccio, Bruno :-))






  4. #123
    Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Bahamas
    Messaggi
    6,155
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ciao Akela, piacere di leggerti (come sempre del resto, insieme a Marinotunger, che saluto). Ho letto con estremo interesse le tue osservazioni, così come pure quelle di Claudio, e non solo di Claudio, che saluto. Anche s'? poco elegante, schematizzo per comodit? cercando di non essere prolisso. O almeno ci provo.

    1) Scrivi: ?Il problema di questa donna non ha motivo d'esistere perchè, in quanto cittadina francese, deve rispettare le leggi del Suo Paese che vieta la fecondazione post mortem. è inutile che rivendichi un diritto che non esiste (omissis)?. Il che è come dire che le leggi vanno rispettate ?a prescindere?, in caso contrario espatriare in quei paesi dove le leggi (o la legge) soddisfino i propri desiderata. Questo hai detto, questo sostieni.

    Evitando concetti filosofici - talvolta tanto astratti da essere irrealistici - mi chiedo, e ti chiedo, pensi davvero che è grazie alla rigorosa applicazione di questo credo che il genere umano si sia evoluto? Non parlo di progresso ma di civiltà che è cosa assai diversa. La storia dell'umanit? ci dice che una legge non la si rispetta, n? la si deve rispettare, ?a prescindere? specie se risulta essere ingiusta e/o assente verso i bisogni di chi la dovrebbe poi rispettare, cioè i cittadini. E certamente non si è anarchici per questo. Il nostro paese è quello che ?, cioè democratico, proprio perchè ci si è ribellati a leggi assurde, incivili e offensive, al genere umano.
    Cosò, per fare un esempio, per la comunit? dei disabili che ha potuto vedersi riconoscere dei diritti. Diritti che poi hanno sviluppato una maggiore coscienza e sensibilit?, quindi un accresciuto tasso di ?civiltà della comunit? tutta (bipedi e disabili, napoletani compresi). Tasso di civiltà che modifica anche il contesto sociale con il quale, noi tutti, dobbiamo confrontarci.

    Riguardo la ?democrazia?, con la quale, in teoria, si cambiano le leggi e se ne coniano di nuove, è anch'esso un concetto relativo e ispira definizioni suggestive, tuttavia bisogna essere realisti e entrare nel contesto nel quale, oggi, viviamo. Ma non voglio divagare.

    2) Claudio dice: ?Etica per me è solo non far del male al prossimo. Tutto il resto mi sento in pieno diritto di farlo?. Tu obietti che un tale pensiero ?non lascia spazio ad altre alternative di pensiero, fondamentali nel confronto evolutivo dell'etica stessa?.
    Sono un po' confuso perchè nelle parole di Claudio non vedo impedimenti a possibili alternative e il suo ?pieno diritto? non è a prescindere da quello degli altri ma circoscritto tra quelli che la costituzione gli garantisce.

    3) Per concludere, entrando nel merito del caso (che, confesso, di saperne poco), mi sembra irrealistico pensare che noi tutti siamo, vogliamo essere o dovremmo essere, ?cittadini del mondo? tanto da sceglierci il paese a noi più consono per stile di vita, principi e quant'altro. Perdonami ma credevo fossero (anche) altri i legami con il proprio paese.

    ? sempre un piacere leggerti. Buon proseguimento.
    <font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\">_Leon_ </font> - email



  5. #124
    Novellino del Forum L'avatar di ctlachouris
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Paris
    Messaggi
    212
    Thanked: 0

    Predefinito



    [QUOTE=buasaard]
    Citazione Originariamente Scritto da ctlachouris


    Sabine,

    domando a te che conoscerai meglio la legge francese. Cosa prevede la legge francese per la fecondazione eterologa, cioè quella fatta con spermatozooi di un donatore sconosciuto?

    Se non è vietata, secondo te (e secondo tutti, anche se in Italia è comunque vietata) cosa è meglio, una fecondazione fatta con lo spermatozoo di uno sconosciuto, quindi il bambino non sapr? mai chi è il padre, o la fecondazione con lo spermatozoo di un marito morto e quindi il bambino sapr? chi è il padre?
    Claudio,<?:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-comfficeffice" /><O:P></O:P>
    Anche io su questo argomento ne so poco su la legge francese. Ecco quello che posso dire, dopo dovro documentarmi.
    <O:P></O:P>
    Negli anni 70 hanno creato i CECOS (che vuol dire Centro Studi Conservazione Ovociti Spermatozoi), li si possono fare i depositi per un uso personale futuroo per un dono.Si fa un dono ??sous X??, cioè non lasci nessun indentit?, il futuro bambino non potr? sapere nulla di un parte delle sue origine. Ci sono migliaii di bambini che sono nati in questo modo. Ho letto, in una rivista (non ricordo il nome), un gruppo di queste persone (nati di padre o di madre X) che cercavano a fare levare l?anonymat del donatore. Ho letto che si poteva anche nascere da un embrione X, questo credo che lo fanno da pochi anni (? da verificare). Nel tempo, hanno un po cambiato le cose, il CECOS chiede alle coppie che fanno appello ad un dono e poi ad un insemizione artificiale di dire al futuro o futuri bambini come sono nati. Pero saprano solo che sono nati grazia ad un dono X. Poi non so se la coppia sia obligat? a farlo. <O:P></O:P>


    Edited by: ctlachouris



  6. #125
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    Leon....che fine hai fatto?



  7.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •