Cookie Policy Privacy Policy Il papà è scappato - Pagina 2



Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 34 di 34

Discussione: Il papà è scappato

  1. #21
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,158
    Thanked: 44

    Predefinito



    Caro Lucio,


    perdona l'intrusione, dato che non ci conosciamo.


    a mio parere, forse, il problema non risiede nella disabilit? di vostra figlia, ma semplicemente nel vostro rapporto di coppia. 23 anni sono tanti e metterebbero alla prova qualsiasi coppia. Forse state facendo di vostra figlia un capro espiatorio inconsapevole. Probabilmentefocalizza tutta la vostra attenzione, nel bene e nel male. Al di l? delle necessarie esigenze di vostra figlia, più il voluto in aggiunta, dovreste ritagliarvi del tempo per voi, senza pensare che potreste toglierlo a lei, perchè è comunque tempo investito per lei. Se una coppia funziona se ne avvantaggiano anche i figli.


    Perdona l'intrusione inquesto argomentoche riguarda la tua vita privata.


    Un abbraccio, Bruno


  2.      


  3. #22
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    14
    Thanked: 0

    Predefinito



    Vi ringrazio tanto.


    A volte si danno per scontate tante cose, come l'amore del mio compagno, per me e per i nostri due figli.


    Gli ho appeno scritto che lo amo. E oggi andremo insieme a fare l'ecografia morfologica del nostro terzo, anzi terza, splendida bambina. Insieme abbiamo superato lo shock dell'invalidit? di Niccol? e lo shock di una terza gravidanza a cui non eravamo affatto preparati e che ci terrorizzava, per tanti motivi.


    Sono molto fortunata. Grazie, me l'avete ricordato.


    Cristina



  4. #23
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    auguri Cristina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  5. #24
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    214
    Thanked: 0

    Predefinito

    Bravissima Cristina!!!!!!!!!
    Mamma di un bimbo nato di 24 settimane



  6. #25
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    325
    Thanked: 0

    Predefinito



    Bruno, ci mancherebbe... quando si scrivono cose personali su unforum, gli interventi degli altri non possono mai essere interpretati come "intrusioni", altrimenti avrei evitato di scriverlo.


    Io la penso esattamente come te, ma è mia moglie che sembra non capirlo. Impossibile ritagliarsi degli spazi ora, Irene dipende totalmente da sua mamma, sia per quello che riguarda il mangiare che per quello che riguarda il dormire, si insomma, è dipendente dalla tetta di sua mamma. Il massimo che ci possiamo concedere sono un paio d'ore una volta ogni morte di papa, ma sai, Irene, per ora, ha bisogno di molta energia e si arriva a sera dilaniati e questo non stimola molto mia moglie ad uscire alla sera... o forse sono io a non stimolarla... va b?, credo che prima o poi capiremo...



  7. #26
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Treviso
    Messaggi
    178
    Thanked: 0

    Predefinito



    Personalmente penso che anche nelle realt? familiari diciamo normali, dove per normali (anche se il termine non? dei più indicati)intendo con figli sani la situazione non è delle migliori, lo specchio della realt? è davanti ai nostri occhi le famiglie si sgretolano comunque, le coppie divorziano comunque, in una situazione come quella che vivono le famiglie del forum diventa tutto più difficile e pesante da gestire, un figlio disabile più o meno grave ti da delle sofferenze maggiori, degli impegni più pressanti, non voglio colpevolizzare gli uomini che scappano, non li giustifico comunque, credo solamente che per me, come uomo, maschio e pap? sarebbe impossibile abbandonare la mia famiglia che amo tantissimo, mio figlio non camminer? e non sar? mai come gli altri, non importa lo amo comunque per quello che riesce a darmi e non potrei mai scappare perchè per me Matteo è come una droga......


    Paolo



  8. #27
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Novara
    Messaggi
    627
    Thanked: 0

    Predefinito



    bravi pap?!!


    lucio mi ricordi mio marito quanto era geloso quando allattavo il mio primo figlio


    tempo non ne avevo per lui e poi quando ne avevo gli ormoni non eran mai quelli giusti e più che altro tanto sonno..


    se posso permettermi..abbi pazienza, tanto affetto e sappi che non durer? per sempre



  9. #28
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    325
    Thanked: 0

    Predefinito

    Eheehehh Ros....
    la fase gelosia per l'allattamento l'ho superata da un po'
    di anni, sai, prima di Irene ci sono stati altri tre figli
    e mia moglie è una fans della lega per l'allattamento
    materno e Lorenzo è stato allattato fino a 3 anni!!!!
    Sarei già al tubo del gas se avessi gelosie di
    allattamento!!!
    Ma so che è vero quando dici di aver pazienza, so che DEVE
    essere così, ormai è un anno e mezo che ho pazienza, mi
    piacerebbe solo sapere quanto ne devo ancora avere.
    Se qualcuno lo sa me lo dica, così almeno mi preparo
    psicologicamente....



  10. #29
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da Lucio63
    "il pap? è scappato" è una frase che sento spesso ripetere

    e mi da un fastidio terribile... ma davvero noi pap? siamo

    così codardi e superficiali da sfuggire alle difficolt??

    Si insomma, parlo a nome della categoria.

    Certo, vedo pure io un sacco di coppie separate o in crisi

    quando la disabilit? entra in casa, ma mi chiedo: questi

    pap? fuggono dal figlio disabile o dalla madre di un figlio

    disabile?
    Mi risulta anche che molte donne fuggono dall'uomo che diventa disabile....
    Claudio



  11. #30
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da Lucio63

    Bruno, ci mancherebbe... quando si scrivono cose personali su unforum, gli interventi degli altri non possono mai essere interpretati come "intrusioni", altrimenti avrei evitato di scriverlo.


    Io la penso esattamente come te, ma è mia moglie che sembra non capirlo. Impossibile ritagliarsi degli spazi ora, Irene dipende totalmente da sua mamma, sia per quello che riguarda il mangiare che per quello che riguarda il dormire, si insomma, è dipendente dalla tetta di sua mamma. Il massimo che ci possiamo concedere sono un paio d'ore una volta ogni morte di papa, ma sai, Irene, per ora, ha bisogno di molta energia e si arriva a sera dilaniati e questo non stimola molto mia moglie ad uscire alla sera... o forse sono io a non stimolarla... va b?, credo che prima o poi capiremo...
    Trovatelo. Organizzatevi. Per Irene soprattutto. Se crollate voi è finita per Irene.

    Amo fare una metafora : sull'aereo durante le istruzioni dicono che in caso di depressurizzazione, bisogna mettere prima la maschera la madre e poi metterla al figlio, questo perchè se la madre soffoca, soffoca pure il figlio che non riesce a mettersela.

    Ve li dovete trovare gli spazi, considerate che fanno parte della terapia per Irene.
    Claudio



  12. #31
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    325
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ciao Claudio e grazie per il tuo intervento. Pure io ho sempre pensato che un buon recupero di Irene dipenda anche da aspetti che a prima vista possono sembrare secondari. L'ho ripetuto spesso a chi mi è vicino che il futuro di Irene dipende anche da fattori diversi dalla fisioterapia e dalla sua forza di carattere e credo, che, la serenit? familiare ed una famiglia unita sia uno dei fattori esterni più importanti per lei. Ma queste sono solo mie convinzioni, e sentirmelo dire da chi ha più esperienza di me è una conferma che sto pian piano capendo delle cose importanti. E per questo ti ringrazio nuovamente, ti ringrazio proprio "di cuore".



  13. #32
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,391
    Thanked: 2

    Predefinito

    il cambiamento avviene nel momento stesso in cui ci si pongono le
    domande e non quando ci si lascia scivolare i fatti addosso.
    non ti preoccupare e usa i tuoi dubbi per rivedere alcuni aspetti della
    vostra vita coniugale.
    io mi sono posto la domanda qualche anno fa, e da li è partito il
    cambiamento.
    dopo aver studiato tutto quello che potevo su mia figlia e sulla
    musicoterapia relazionale, dopo essermi lanciato corpo e mente nelle
    attvit? associative e di supporto ai genitori e familiari mi sono guardato
    allo specchio e ci ho visto, come direbbe Winnicott, un pap?
    "sufficientemente buono".
    ma mi sono posto la domanda:" ma sono anche un compagno
    sufficentemente buono"?
    e allora è partito un secondo processo di analisi personale e di ricerca....
    la musicoterapia non è guarire con la musica.



  14. #33
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    143
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=0 width="95%" align=center>
    <T>
    <TR>
    <TD =bold>Buasaardscritto:

    <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=1 width="100%" bgColor=#999999>
    <T>
    <TR>
    <TD>
    <TABLE cellSpacing=0 cellPadding=2 width="100%" bgColor=#ffffff>
    <T>
    <TR>
    <TD =text>


    metafora : sull'aereo durante le istruzioni dicono che in caso di depressurizzazione, bisogna mettere prima la maschera la madre e poi metterla al figlio, questo perchè se la madre soffoca, soffoca pure il figlio che non riesce a mettersela.</TD></TR></T></TABLE></TD></TR></T></TABLE></TD></TR></T></TABLE>


    ..vero, e nei pochi istanti in cui la madre mette la maschera il bambino non soffoca mica!
    quoto in pieno.



    a volte si rischia per? che uno dei due (quello che è più "sul" bambino) non capisca questo onon siaccorga che si stagenerando uno squilibrio che pu? diventare un problema per la coppia.A volte proprio non si riesce a vedere un modo diverso di gestire il bambino perchè certi problemi sembrano insuperabili, ma magari non lo sono.


    quoto anche Tersicore. chi ha delle reponsabilit? se le deve prendere e se non se le prende.. si trova il modo di ricordarglielo...



  15. #34
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da musicoterapista
    il meccanismo che si mette in atto è differente nell'uomo e nella donna e
    coinvolge le aspettative e la capacit? di essere genitori.
    la madre ritiene di non essere stata un contenitore sufficientemente
    protettivo e sull'onda della ferita narcisistica che ciò le procura tende a
    diventare morbosamente attaccata al figlio disabile credendo così di
    riparare al danno, ma creando in realt? una simbiosi così forte che a volte
    rende particolarmente difficile l'indipendenza in quelli che diventano
    degli eterni neonati.
    nei padri invece le aspettative future sono quelle che generano maggiori
    scompensi. mentre le mamme hanno tenuto il bambino in grembo e lo
    hanno sentito per tutto il periodo della gravidanza, i padri si possono
    limitare soltanto a immaginarsi giocare al pallone con il proprio figlio o
    orgogliosi della bellezza della figlia.
    il padre, insomma, rimane molto tempo a mirabolare sul bambino
    immaginato e non ha come la madre la fase del 7\8 mese in cui questa
    figura viene smontata per evitare lo stridente contrasto tra il figlio
    immaginato e quello reale.
    la delusione dell'uomo rimane profondamente diversa e con conseguenze
    che possono arrivare all'abbandono semplicemente perchè non riescono
    ad accettare questo trauma.
    naturalmente esistono le madri che rifiutano i figli, oppure ritengono di
    non aver mai partorito(maternit? bianca) e i padri che attribuiscono la
    colpa del fallimento della gravidanza all'utero della moglie e allora
    scappano da quella che non è una buona generatrice ....
    credo che bisognerebbe creare un libro prima o poi per i pap?, perchè
    esistono 25mila manuali su come diventare mamme speciali ma nessuno
    su come si diventa pap? di un figlio speciale.
    l'argomento è vastissimo e aldil? delle opinioni personali bisogna anche
    comprendere, anche se inaccettabile, un comportamento diverso dal
    nostro...

    leggo tanti forum, ma penso che una risposta azzeccata come questa sia difficile trovarla (IMHO) ovviamente e ovviamente la quoto tutta, poi se vogliamo ci possiamo mettere a parlare delle coppie che scoppiano perchè uno dei due non puo averne di figli è oppure dei finti bravi genitori? e non mi addentro di più perchè sapete benissimo che la maggiro parte delle violenze succedono in ambito home .


    ciao a tutti e ricordate si raccoglie quello che si semina








  16.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •