chi non ama gli animali non pu? capire .ma questo articolo mi rincuora, il mio cagnone ha quasi 16 anni, un bel po' di acciacchi ,quasi cane disabile ,ma resiste....................


http://www.corriere.it/animali/09_ot...ani-gatti-long evita-studi-usa-farkas_e49d7caa-ae5e-11de-b62d-00144f02aabc. shtml


NEW YORK è Quando il mese scorso la graziosa Chanel è morta a New York, all?età di 21 anni, il Guinness dei primati l?ha su­bito immortalata tra le sue pa­gine come ?il cane più vecchio del mondo?. Ma a strapparle il primato, e i riflettori dei media mondiali, ci sta già pensando Max, un mix terrier della Loui­siana, vivo e vegeto nonostan­te i suoi 26 anni suonati che at­tendono ancora, tuttavia, la certificazione della giuria del Guinness. Chanel e Max non sono soli. Ben prima di loro Granpa Rexs Allen, un gatto di razza Sphynx di Austin, in Texas, aveva sca­tenato il pandemo­nio transatlantico quando è spirato, nel 1998, alla vene­randa età di 34 an­ni.





Secondo vari studi condotti negli ultimi anni in Usa, non è più una rari­t?, oggi, trovare cani che cam­pano fino a quindici anni e gat­ti che toccano la soglia, un tem­po inarrivabile, dei venti. I veterinari Usa parlano di vera e propria rivoluzione che ha completamente stravolto i tradizionali parametri di longe­vit? canina e felina. ?Chanel, Alex e Granpa Rexs Allen non sono più dei fenomeni da cir­co?, teorizza la dottoressa Mar­tha Smith, direttrice della Lega per la Difesa degli Animali di Boston, ?l?aumento della lon­gevit? dei pets è spiega è ? proporzionale a quella dei loro padroni?.


Per calcolare l?età di un cane in rapporto alla nostra, un tem­po si usava moltiplicare un an­no canino per sette. Ma la for­mula si è rivelata inadeguata anche perchè le specie di taglia media e piccola e gli incroci tendono a vivere più a lungo dei cani di taglia gigante o dal­l?ineccepibile pedigree. Eppure secondo gli addetti ai lavori la longevit? degli animali dome­stici dipende soprattutto da noi. ?Le scelte che operiamo per loro determinano la qualit? e durata della loro esistenza?, di­ce il dott. Richard T. Goldston, esperto di gerontologia veteri­naria. ?Invece di imbottire i no­stri cuccioli di cibi ad alto con­tenuto di proteine, calcio e fo­sforo sarebbe meglio sommini­strare loro alimenti per cani adulti, che contengono dosi minori di vitamine e minera­li?. Le parole d?ordine: dieta ed esercizio.


I veterinari da una co­sta all?altra dell?Atlantico con­cordano che cani e gatti snelli vivono in media due-tre anni in più di quelli sovrappeso. ?? importante evitare accumuli adiposi, soprattutto nei cuccio­li è spiega ancora la Smith ?, bisogna dar loro almeno tre an­ni per raggiungere le dimensio­ni di adulti, senza metterne sot­to stress lo scheletro e gli orga­ni interni quali il cuore?. Quando Johnny Hoskins, co-autore insieme a Goldston di ?Geriatrics and Gerontolo­gy of the Dog and Cat? ha ini­ziato la sua carriera di veterina­rio, molti anni fa, l?età media di un Dobermann oscillava dai sei ai nove anni. ?Oggi persino questa razza arriva fino a 16 an­ni è afferma Hoskins è se si prevengono in tempo disfun­zioni cardiache?. Anche questo ricercatore è convinto che l?aumento nelle aspettative di vita animale sia parallelo a quello degli esseri umani. ?Ho letto nella rivista dei pensionati americani Aarp che oggi ci sono oltre 100.000 centenari soltanto negli States è spiega ?. Se potessimo ef­fettuare uno studio analogo tra gli animali, sono certo che troveremmo un?identica per­centuale di ultraventenni?.