Cookie Policy Privacy Policy bambini disabili e salute



Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    http://carlobellieni.com/?p=439


    Rapporto shock: bambini disabili ?curati male?


    di Carlo Bellieni, gioved? 2 luglio


    Il cerchio si chiude: con la pubblicazione in Inghilterra il 22 giugno del reportage ?Bambini disabili e salute?, promosso dall?associazione ?Every Disabled Child Mattersò viene puntato il dito sull?inefficienza del sistema sanitario inglese verso i piccoli con handicap.


    Talora, quando i malati sono piccoli disabili con caratteristiche particolari, il reportage mostra che questo è dovuto a cattiva organizzazione o ad una scarsa preparazione dei sanitari verso comuni malattie (problemi dentari o agli orecchi).


    Dicevamo che il cerchio si chiude, perchè proprio in questi mesi sono usciti sempre in Inghilterra dei reportage sul cattivo trattamento medico delle persone con ritardo mentale e degli anziani. Cosòhanno in comune queste tre categorie? Semplicemente il fatto che non sono persone ?autonome?, cioè le uniche che hanno pieno ?diritto di cittadinanza? nelle società consumistiche e ?evolute?.



    Il rapporto sui bambini riporta scarsa preparazione dei medici di base a riconoscere i segni di autismo, o le conseguenze di un danno cerebrale (etichettando i bambini invece come ?cattivi?), e certe specificit? anatomiche dei bambini Down che rendono ?speciale? anche una normale visita alle orecchie.


    Certo non tutto è così nel sistema sanitario inglese, e il semplice fatto che ne parli fa onore ai britannici.


    Ma ci inquieta leggere nel report la storia narrata dalla mamma di Daisy: ?Quando la mia bimba di nove anni con ritardo mentale è morta, un dottore mi ha detto: <<E? quasi come perdere un bambino>>.


    Cosa pensava che fosse la mia bellissima bimba? Un giorno Daisy entr? in ospedale per un?infezione dentaria. Tre settimane dopo era morta. Nessuna pianificazione attiva fu fatta per salvarla. Fu solo documentato il suo declino. (?) Dopo che Daisy mor?, ci accorgemmo che lo staff era cosciente che la vita di Daisy era in pericolo.


    Ci dissero che avevano mal giudicato la sua qualit? di vita. Se non avesse avuto un ritardo mentale non sarebbe stata trattata così.


    Non conosciamo ovviamente questo caso, che ci ripropone lo spettro dell?handifobia, l?autocensura che tutti rischiamo di fare per non vedere il malato e la malattia; e che arriva afino all?emarginazione di chi è malato. E di chi è anziano.
    Scrive Terence Blacker sull?Indepe


    ndent del 26 giugno: ?Due autorevoli reportage confermano come un settore del popolo inglese è routinariamente e sistematicamente discriminato con il risultato di migliaia di morti premature. Sono i vecchi.


    Individualmente possono essere simpatici, ma non contano niente. Dal governo al sistema sanitario passa un giudizio: che da un?età in poi il dovere del cittadino è di sedere paziente nell?anticamera della morte?. Sono parole durissime, che vengono altresò da un Paese civilissimo e all?avanguardia.


    Ma è un Paese in cui un ulteriore reportage sui disabili mentali dal titolo ?Morte per Indifferenza? mostra che anche nelle terapie contro il dolore questi pazienti sono trattati peggio degli altri. La rivista Lancet giunse a scrivere che per il Sistema Sanitario inglese i disabili mentali sono ?invisibili?.


    Sempre in Inghilterra una commessa ha denunciato il datore di lavoro che l?avrebbe costretta a lavorare in magazzino invece che a contatto col pubblico, perchè porta un?imbarazzante protesi al braccio. Ma è un problema solo inglese?


    Noi come ci poniamo su questo fronte: ci riconosciamo o chiudiamo gli occhi? Coloro che non sono ?autonomi? ci ricordano con forza che non ci è più lecito accettare che essi (bambini, anziani e disabili) e i loro problemi vengano messi ai margini della società, invisibili nei programmi televisivi, censurati nei programmi scolastici, fino ad essere discriminati nelle cure.Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    succede anche in Italia
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  4. #3
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    430
    Thanked: 6

    Predefinito



    la cosa che ancora mi sorprende è come non ci si renda conto che i nostri figli sono "simbolo" di una condizione che ci riguarda tutti, nessuno escluso. siamo tutti fragili, anche le persone sane, perchè tutti diventeremo vecchi, perchè tutti, nessuno escluso, possiamo ammalarci, avere un incidente, modificare la nostra condizione. la disabilit? non è un'eccezione, non è una stranezza, non è uno scherzo della natura. la disabilit?, la fragilit?, la precarietà ci riguarda TUTTI!!! dovrebbero volere ancora più bene ai nostri figli, perchè sono l'emblema di noi tutti, e perchè ci ricordano quanto siamo fortunati ad essere sani, finch? la salute c'è.





  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    vaglielo a far capire , io spesso dico se non per amore o convinzione fatelo per egoismo , il domani ?? un incognota per tutti, beh, non ci crederai ma tutti "si toccano" .............come se bastasse Edited by: mammamarina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  6.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •