Cookie Policy Privacy Policy pensione di inabilità



Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: pensione di inabilità

  1. #1
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito



    qualcuno di voi saprebbe dirmi se ad un lavoratore andato in pensione per inabilit? (legge 222/84) per cui riconsciuti i contributi figurativi pu? essere sottoposto in futuro a visita ed eventualmente levare tale requisito oppure una volta andato in pensione è da ritenersi pensionato a tutti gli effetti? un saluto


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Certo, è soggetta a verifica, in caso di revoca viene d'ufficio verificato se sussistono i requisiti per l'assegno ordinario di invalidit?.

    Comunque anche se soggetta a verifica uno si pu? considerare pensionato...




    Claudio



  4. #3
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito

    non parlo dell'assegno ordinario di invalidit?....la legge per inabilit? se lavori più di 5 annie una commissione ti riconosce inabile a qualsiasi attivit? lavorativa ti riconosce i 40 anni di anzianit? e vai in pensione percependo non l'assegno che è un'integrazione allo stipendio ma si va in pensione...per cui la domanda è se pu? una commissione ad una persona che va in pensione con la legge 222/84 pu? essre sottop?osta nuovamente a visita dopo che hli sono stati riconosciuti i contributi figurativi massimi per andare in pensione



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    E pure io parlavo della pensione di inabilit?...

    Si, è soggetta a verifica. Ecco il testo di legge

    http://www.previdenza-professionisti.it/idarticolo=1121

    Articolo 9 Revisione dell'assegno di invalidit? e della pensione di inabilit?. </span>(L.222/1984)</span>


    1. Il titolare delle prestazioni
    riconosciute ai sensi dei precedenti articoli 1, 2 e 6, primo comma,
    pu? essere sottoposto ad accertamenti sanitari per la revisione dello
    stato di invalidit? o di inabilit? ad iniziativa dell'Istituto
    nazionale della previdenza sociale. In ogni caso, l'accertamento
    sanitario avr? luogo quando risulti che nell'anno precedente il
    titolare dell'assegno di invalidit? di cui agli articoli 1 e 6 della
    presente legge si sia trovato nelle condizioni di reddito previste
    dall'art. 8 del decreto-legge 12 settembre 1983, n. 463, convertito,
    con modificazioni, nella legge 11 novembre 1983, n. 638.

    2. Nei casi in cui risultino mutate le condizioni che hanno dato luogo
    al trattamento in atto, il provvedimento conseguente alla revisione ha
    effetto dal mese successivo a quello in cui è stato eseguito
    l'accertamento, salvo quanto previsto al successivo quinto comma.

    3. La revisione pu? essere richiesta anche dall'interessato in caso di
    mutamento delle condizioni che hanno dato luogo al trattamento in atto,
    comprovato da apposita certificazione sanitaria. Ove l'organo sanitario
    rilevi che sussistono fondati motivi per procedere alla revisione,
    l'eventuale provvedimento modificativo del trattamento in atto ha
    effetto dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione
    della relativa domanda.

    4. Ove l'interessato rifiuti, senza giustificato motivo, di sottostare
    agli accertamenti disposti dall'Istituto nazionale della previdenza
    sociale, quest'ultimo sospende, mediante apposito provvedimento, il
    pagamento delle rate di assegno o di pensione, per tutto il periodo in
    cui non si rende possibile procedere agli accertamenti stessi. </span>

    <st1:metricc&#111;nverter productid="5. L" w:st="&#111;n">5. L</span></st1:metricc&#111;nverter>
    'eventuale revoca o riduzione della prestazione ha effetto dalla data
    del provvedimento di sospensione o da quella, successiva, alla quale
    sia possibile far risalire in modo non equivoco il mutamento delle
    condizioni che hanno dato luogo al trattamento in atto.

    6. Quando, a seguito della revisione, risulti che l'interessato non pu?
    ulteriormente essere considerato invalido o inabile, la prestazione ?
    revocata, ovvero, qualora si tratti di pensione di inabilit? e sia
    accertato il recupero di parte della validit? dell'assicurato entro i
    limiti di cui al precedente art. 1, è attribuito l'assegno di
    invalidit?.

    7. Quando il titolare dell'assegno di invalidit? venga riconosciuto inabile gli è attribuita la pensione di cui all'art. <st1:metricc&#111;nverter productid="2. L" w:st="&#111;n">2. L</st1:metricc&#111;nverter>
    'importo della pensione non pu? essere inferiore a quello calcolato
    sulla base delle retribuzioni considerate per la determinazione
    dell'assegno precedentemente goduto. </span>

    <st1:metricc&#111;nverter productid="8. In" w:st="&#111;n">8. In</span></st1:metricc&#111;nverter>
    caso di aggravamento delle infermit?, documentato ai sensi del terzo
    comma del presente articolo, l'interessato pu? chiedere la revisione
    del provvedimento di rettifica o di revoca della prestazione. </span>





    Claudio



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Ma perchè sei stato chiamato a visita di controllo per la pensione di inabilit??
    Claudio



  7. #6
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito

    grazie buasaard....mi domando se una volta tolta la pensione ed il soggetto ritrovando lavoro e accumulando nuovamente anni contributivi per poi riessere nuovamente riconosciuto dopo 5 anni in condizioni di inabilit? gli rivengono riconosciuti "nuovamente" (scusa la ripetizione) gli anni contributivi con rispettiva liquidit? come la prima volta....



  8. #7
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito

    non avevo visto la tua domanda successiva...mia moglie sonocirca dieci anni che è in pensione perchè riconosciuta inabileper cui figurativamente ha lavorato 40 anni con rispettiva liquidit? parlando di allora....adesso ha ricevuto una lettera dove gli si chiede di andare a controllo per verificare se sussistono ancora i requisiti....ma anche due anni fa è stata chiamata motivando poi i medici di commissione che avevano fatto una selezione a campione senza entrare nel merito delle patologie....due anni fa hanno solo letto le prime pagine di faldoni portati....ma oggi mi rendo conto che il campione non esiste perchè chiamano sempre gli stessi....e poi mi chiedo se devono recuperare i buchi dello stato sopra i veri invalidi....



  9.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •