<DIV dir=ltr>Il Centro diurno di Torre porta l'apertura a cinque giorni su sette</DIV>
<DIV dir=ltr>Per combattere l'Alzheimer "Casa Incontro" raddoppia il servizio</DIV>
<DIV dir=ltr>Dal luned? al venerd? offre alle famiglie sollievo dal carico assistenziale</DIV>
<DIV dir=ltr></DIV>
<DIV dir=ltr>Evitare l?isolamento sociale e culturale delle persone sofferenti di demenza e Alzheimer mantenendo il più a lungo possibile e stimolando le capacit? residue, ma anche offrendo alle famiglie l?opportunit? di condividere il carico assistenziale con personale specializzato. "Casa Incontro" implementa il servizio e porta l?apertura del Centro diurno di Torre di Pordenone a cinque giorni su sette, dal luned? al venerd? in orario 14.30 è 18.30, per un totale di venti ore settimanali. Lo ha annunciato la Cooperativa Itaca comunicando al contempo che con il mese di settembre sono ripartite le attivit? di "Casa Incontro", il Centro diurno per persone sofferenti di demenza situato a Torre di Pordenone. Ospitato all?interno di un appartamento del Centro anziani, concesso dal Comune in comodato d?uso alla Cooperativa Itaca, il Centro ha così incrementato il servizio che in precedenza era aperto per soli tre giorni la settimana con un corrispettivo di dodici ore.</DIV>