Cookie Policy Privacy Policy AZZ. INCIUCIO E MORALISMO



Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    <DIV id=corpoarticolo>25/9/2009 (8:6) - LA STORIA
    <DIV style="PADDING-BOTTOM: 12px; FONT-SIZE: 36px" =titologir>MicroMega a Di Pietro:
    basta faccendieri nell'Idv</DIV>
    <TABLE id=imgesterna cellSpacing=0 cellPadding=0 width=300 align=right>
    <T>
    <TR>
    <TD style="PADDING-LEFT: 8px"></TD></TR>
    <TR>
    <TD style="PADDING-LEFT: 8px" =didascalia>Antonio D Pietro, leader dell'Italia dei Valori
    <DIV></DIV></TD></TR>
    <TR>
    <TD>
    <TABLE border=0 cellSpacing=0 cellPadding=0 align=right>
    <T>
    <TR>
    <TD></TD></TR></T></TABLE></TD></TR></T></TABLE>
    <TABLE style="PADDING-RIGHT: 12px" id=strumenti cellSpacing=0 cellPadding=0 width=280>
    <T>
    <TR>
    <TD bgColor=#ececec height=2 colSpan=2></TD></TR>
    <TR>
    <TD height=35></TD>
    <TD align=right>
    < = =text/><!--
    //OAS_RICH('SpotLight_01');
    //-->

    </TD></TR></T></TABLE>
    <DIV style="PADDING-BOTTOM: 12px; PADDING-TOP: 12px" =catenaccio>La rivista di Flores investiga
    sull?amico Tonino: a livello
    locale vincono gli ex Dc</DIV>
    <DIV =sezi&#111;ne>IACOPO JACOBONI</DIV>
    <DIV =articologirata>TORINO
    Tuttora Tonino Di Pietro, quando gli ricordano il voltafaccia di Sergio De Gregorio, se la cava così: ?Lo ha spiegato anche Gesò Cristo: ogni dodici, uno tradisce. Visto che io una volta ho già sbagliato, significa che non sbaglier? più. Il problema è che nell?Italia dei valori la media è stata leggermente superata.

    Lo denuncia non un?infoiata polemica della destra ma una documentata inchiesta sul numero di MicroMega in edicola. Avete letto bene. MicroMega, la rivista diretta da Paolo Flores D?Arcais, accusata dai nemici di giustizialismo e dipietrismo, che ospita gli interventi dei magistrati impegnati, gli atti d?accusa antiberlusconiani di Marco Travaglio, che per prima ha aperto al grillismo. Il saggio sòintitola C?? del marcio in Danimarca. L?Italia dei Valori regione per regione[/I][/B], consta di cinquanta pagine, è stato scritto da Marco Zerbino e far? discutere. Tesi di fondo: ?Esistono due anime di Idv, quella ideal-movimentista da un lato, e quella inciucista e politicante dall?altro?, una situazione che ?crea spesso a livello locale situazioni di stallo?, e di frequente ?si risolve a favore della seconda?.

    Non troverete allora in queste pagine l?intelligente campagna elettorale di Tonino per conquistare il voto d?opinione antiberlusconiano, sedurre intellettuali importanti (da Gianni Vattimo a Giorgio Pressburger, candidati, al simpatizzante Claudio Magris), per schierare nomi impegnati della società civile (da Luigi de Magistris al simbolo antimafia Sonia Alfano). No, accusa MicroMega: ?A livello locale, le ali del gabbiano arcobaleno sembrano troppo spesso zavorrate dal peso della sua contiguit? a un ceto politico dai modi di fare discutibili, in molti casi approdato all?Idv dopo svariati cambi di casacca, alcuni dei quali acrobatici, e in seguito a ponderatissimi calcoli di convenienza personale. Non proprio quello che si aspetterebbe da un partito che aspira a incarnare un nuovo modo di fare politica?.

    Se l?origine dei mali è nel partito personale (?una forma di autocrazia legalizzata? nella quale ?la partecipazione degli iscritti era di fatto impedita ex lege?), il primo male è che questo è diventato il partito record dei commissariamenti. In Piemonte gli ultimi congressi risalgono al 2005. In Veneto è commissariata Treviso. In Friuli sono state a lungo commissariate Udine e Pordenone. In Liguria il capo Paladini in un anno ha allestito un congresso moltiplicando le tessere (da 700 a 7000, roba che neanche il Pd). In Toscana è commissariata Lucca. In Umbria c?? un ?garante? (Leoluca Orlando). Nelle Marche tutte le sezioni provinciali sono commissariate. In Campania non si fa congresso dal 2005, come in Puglia. In Calabria spopolava fino a poche settimane fa Aurelio Misiti, ex sindaco comunista di Melicucco, ex assessore della giunta Carraro a Roma, presidente (di nomina berlusconiana) del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Tonino lo ha alfin sostituito con Ignazio Messina, capo degli enti locali dell?Idv, che ha ruoli di rilievo anche in Sicilia. Piccolo particolare, Messina, per nove anni sindaco a Sciacca, è uno degli antesignani del trasversalismo: nel 2004 sostenne laggià il candidato sindaco di Forza Italia, Mario Turturici. Tonino con Silvio, che orrore. Ma accade, e pure spesso, in Italia.

    In Liguria Giovanni Paladini, ex Ppi, poliziotto e segretario del Sap (uno di quelli che votarono ?per affossare l?inchiesta parlamentare sul G8?) tra le tante altre cose, accusa MicroMega, ha inserito in lista alle europee Marylin Fusco, ?sua fiamma? (la neodipietrista, in un dibattito tv su Odeon, ebbe cuore di dire ?nei confronti di Silvio Berlusconi è in atto una persecuzione?). C?? chi, in quell?entourage, è stato al centro di attenzioni dei pm per rapporti con famiglie calabresi.
    Zerbino racconta vita e miracoli di Nello Formisano, capo in Campania. ?Insieme all?ex dc potentino Felice Belisario incarna l?ala ?pragmatica?, per così dire, dell?Idv: entrambi hanno riempito il partito delle mani pulite di faccendieri e arrivisti, in larga misura di provenienza democristiana?. Grazie a Formisano - scrive - sono entrati Mimmo Porfidia (ex Udeur che verr? indagato dalla Dda di Napoli per il 416 bis), Nicola Marrazzo (attualmente capogruppo in consiglio regionale, ?la sua famiglia possiede diverse imprese impegnate nel settore dei rifiuti, quattro delle quali si son viste ritirare dalla Prefettura il certificato antimafia?). è entrato il leggendario Sergio De Gregorio. è Formisano, in posti come Torre del Greco, San Giorgio a Cremano, Qualiano, ad aver reso normali operazioni di ?Grosse Koalition alla pummarola?, facendo entrare sistematicamente l?Idv in giunte di destra. Di Belisario MicroMega ricorda che ha lo stesso, diciamo così, talento trasversale; o che ha fatto arrivare al partito uomini del calibro di Orazio Schiavone, ex Udeur, condannato per esercizio abusivo della professione odontoiatrica.

    Nelle Marche tutto è in mano a Davide Favia: l?ex fondatore di Forza Italia in quella regione! Ma tra i cambiatori di casacca si potrebbero citare Salvatore Cosma, Ciro Borriello, ovviamente Pino Pisicchio (ex dc, ppi, Rinnovamento italiano, Udeur), e il mastelliano Nello Di Nardo. Fa sobbalzare che, oltre ai tanti funzionari con guai giudiziari, ci sia stata anche la candidatura Idv alla Camera di un iscritto alla P2, Pino Aleffi.

    Chi legger? MicroMega trover? tutti i nomi. Scrive Paolo Flores nell?editoriale che accompagna l?inchiesta: ?C?? del marcio in Danimarca, questo si sa (almeno dal 1604). Ma se la Danimarca resta l?ultima terra di speranza per una società civile democratica, raccontare il marcio che razzola in essa, raccontarlo tutto e senza le cautele (cioè autocensure) del ?cui prodest??, diventa un dovere verso la democrazia, e quasi un gesto d?amore?. Lo capir? l?altra faccia, quella ideal-movimentista, dell?Italia dei Valori di Tonino?</DIV>
    <DIV =articologirata></DIV>
    <DIV =articologirata>FONTE: LA STAMPA</DIV>
    <DIV =articologirata></DIV>
    <DIV =articologirata></DIV>
    <DIV =articologirata>
    SKATTA, QUANDO TE NE ACCORGERAI...CHE L'IDV HA DUE ANIME....SONO ANNI CHE LO DICO! C'E' MICROMEGA DI MEZZO....LA KULTURA! CHE VOGLIAMO SCHERZARE?! COME POTETE VEDERE PROFESSORINI E LAVANDERINE. IL MARCIO ABBONDA DAPPERTUTTO..MA VOI AVETE SANTORO...LA GABANELLI....TRAVAGLIO E COMPAGNI...CHE VI FANNO CREDERE IL CONTRARIO...CONTINUATE A BERE!
    <?:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-comfficeffice" />

    "L'Italia dei faccendieri e dei riciclati"
    MicroMega spara a zero su Di Pietro


    26/09/2009 |

    In gergo militare si chiama fuoco amico. Che brutto, per?. Non c?? cosa peggiore, infatti, per un moralista sentirsi fare la morale da qualcun altro. Ancora peggio quando questo qualcun altro non è il tuo avversario politico ma i tuoi (ex?) compagni d?avventura. Quelli che addirittura hanno coniato un nuovo termine, ?dipietrismo?, per dipingere la parte dura e pura dei resistenti a Berlusconi e al berlusconismo. I resistenti tutti d?un pezzo, sòintende, quelli che non sono mai stati ex,moralmente ineccepibili e pronti a difendere la democrazia dagli assalti del Sultano di Arcore come cavalieri senza macchia e senza paura al soldo di Tonino l'inquisitore.

    A denunciare la doppia natura dell?Italia dei Valori (già il nome?) stavolta non è qualche giornale di destra o di proprietà del Padrone, ma MicroMega. S?, avete letto bene. MicroMega. La rivista, diretta da Paolo Flores D'Arcais, punto di riferimento della sinistra giustizialista e girotondina, dipietrista e moralista, che ospita gli interventi dei magistrati che indagano su Silvio e le requisitorie di Marco Travaglio.
    Il saggio-inchiesta, lungo 50 pagine e scritto da Marco Zerbino, anticipato oggi su ?La Stampa?, sòintitola ?C?? del marcio in Danimarca. L?Italia dei Valori regione per regione?. Questa la tesi di fondo: ?Esistono due anime di Idv, quella ideal-movimentista da un lato, e quella inciucista e politicante dall?altro?, una situazione che ?crea spesso a livello locale situazioni di stallo?, e di frequente ?si risolve a favore della seconda?.
    ?Ali zavorrate? è Molto precisa l?accusa di MicroMega: ?A livello locale, le ali del gabbiano arcobaleno sembrano troppo spesso zavorrate dal peso della sua contiguit? a un ceto politico dai modi di fare discutibili, in molti casi approdato all?Idv dopo svariati cambi di casacca, alcuni dei quali acrobatici, e in seguito a ponderatissimi calcoli di convenienza personale. Non proprio quello che si aspetterebbe da un partito che aspira a incarnare un nuovo modo di fare politica?. Un?analisi politica campata in aria? Fatta, magari, per screditare Tonino Di Pietro e la sua lotta contro il totalitarismo oscurantista di Berlusconi? No, perchè la ?doppia natura? dell?Idv ha nomi, cognomi e record.
    Il partito dei commissari ? Quello dei commissariamenti anzitutto. In Friuli, come anticipa oggi ?La Stampa?, sono state a lungo commissariate Udine e Pordenone. In Liguria il capo Paladini in un anno ha allestito un congresso moltiplicando le tessere (da 700 a 7000, roba che neanche il Pd). In Toscana è commissariata Lucca. In Umbria c?? un ?garante? (Leoluca Orlando). Nelle Marche tutte le sezioni provinciali sono commissariate. In Campania non si fa congresso dal 2005, come in Puglia. In Calabria spopolava fino a poche settimane fa Aurelio Misiti, ex sindaco comunista di Melicucco, ex assessore della giunta Carraro a Roma, presidente (di nomina berlusconiana) del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Tonino alla fine lo ha sostituito con Ignazio Messina, capo degli enti locali dell?Idv, che ha ruoli di rilievo anche in Sicilia. Piccolo particolare, Messina, per nove anni sindaco a Sciacca, è uno degli antesignani del trasversalismo: nel 2004 sostenne laggià il candidato sindaco di Forza Italia, Mario Turturici. Tonino con Silvio, che orrore. Ma accade, e pure spesso, in Italia.
    In Liguria Giovanni Paladini, ex Ppi, poliziotto e segretario del Sap (uno di quelli che votarono ?per affossare l?inchiesta parlamentare sul G8?) tra le tante altre cose, accusa MicroMega, ha inserito in lista alle europee Marylin Fusco, ?sua fiamma? (la neodipietrista, in un dibattito tv su Odeon, sbott? sconsolata: ?Nei confronti di Silvio Berlusconi è in atto una persecuzione?). C?? chi, in quell?entourage, è stato al centro di attenzioni dei pm per rapporti con famiglie calabresi.
    Zerbino racconta vita e miracoli di Nello Formisano, capo in Campania. ?Insieme all?ex dc potentino Felice Belisario incarna l?ala ?pragmatica?, per così dire, dell?Idv: entrambi hanno riempito il partito delle mani pulite di faccendieri e arrivisti, in larga misura di provenienza democristiana?. Grazie a Formisano - scrive - sono entrati Mimmo Porfidia (ex Udeur che verr? indagato dalla Dda di Napoli per il 416 bis), Nicola Marrazzo (attualmente capogruppo in consiglio regionale, ?la sua famiglia possiede diverse imprese impegnate nel settore dei rifiuti, quattro delle quali si son viste ritirare dalla Prefettura il certificato antimafia?). è entrato il leggendario Sergio De Gregorio. è Formisano, in posti come Torre del Greco, San Giorgio a Cremano, Qualiano, ad aver reso normali operazioni di ?Grosse Koalition alla pummarola?, facendo entrare sistematicamente l?Idv in giunte di destra. Di Belisario MicroMega ricorda che ha lo stesso, diciamo così, talento trasversale; o che ha fatto arrivare al partito uomini del calibro di Orazio Schiavone, ex Udeur, condannato per esercizio abusivo della professione odontoiatrica.
    Ex tutto, invece, è Pino Pisicchio: ex dc, Ppi, Rinnovamento italiano, Udeur. Ora è parlamentare dell?Idv e ha scritto un libro, ?Il post partito? (edizioni Rubbettino) per magnificare il ?movimento? del trattorista molisano.
    Il direttore: ?I panni sporchi non si lavano in famiglia? è Far? discutere tanto quest?inchiesta. Per chi considera l?Idv l?ultimo baluardo contro il berlusconismo forse sar? un boomerang. Necessario, per?, stando a quanto scrive il direttore di MicroMega Paolo Flores D?Arcais nell?editoriale d?apertura: ?Se qualcuno si straccer? le vesti manifestando la sindrome di lesa maest?, e si arroccher? di fatto nell?universo ben noto dei ?panni sporchi si lavano in famiglia? vorr? dire che una volta di più la speranza è stata tradita e l?ultimo regalo a Berlusconi (forse definitivo) è già stato spedito?.
    Antonio Sanfrancesco
    FONTE: LIBERO
    </DIV>
    <DIV>
    < =text/ src="/comm&#111;n/inctmpl/ppn_banner.js">

    <DIV id=fwnetblocco>
    <DIV id=fwnetintestazi&#111;ne =fwnetStileIntestazi&#111;ne></DIV></DIV></DIV></DIV>
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard


  2.      


  3. #2
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    MMega si sar? sbagliato, forse ce l'aveva con Silvio.



  4. #3
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    VALTERI'....SI STANNO AUTODISTRUGGENDO! UAHAHAHAHAHAHAHAH!
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  5.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •