Cookie Policy Privacy Policy Libertà di stampa in pericolo? - Pagina 2



Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 21 a 34 di 34
  1. #21
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da valter2005
    ? anche il tuo, il suo, il nostro.
    Il Giornale di Feltri è l'argine al pettegolezzo imperante.
    Il dott D'Alema lo conosce e lo evita.
    che pettegolezzi ci sono le prove! Hai un puttaniere come idolo!
    Comunque uno squallido come feltri è il vostro squallido rappresentante....ipergarantista col capo forcaiolo con gli altri.
    Usa il gornale per minacciare chi osa uscire dai ranghi, usando qualsiasi mezzo. Si scandalizza se qualcuno dei suoi avversari compie una minima irregolarit? e tace sul caso mills e sul lodo alfano.
    </span>Edited by: lullo74
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...


  2.      


  3. #22
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    "S? è vero - dice sottovoce - ho fatto degli errori. Ho le mie colpe. Ho commesso dei reati. Sto già pagando e chissò per quanto tempo ancora pagher?". Non sminuisce le sue responsabilit?. Le ha ammesse davanti al magistrato. Adesso lo fa anche pubblicamente. "Sono cosciente che le cose che ho fatto non sono fesserie. Sono cose gravi, le escort, la corruzione, i festini."

    Si è confessato, quindi?
    Ha ammesso di aver sbagliato, adesso dir? quattro Ave Maria e speriamo che questa storia finisca finalmente....
    Che rottura....



  4. #23
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    in Inghilterra in Germania o in Usa se si scopre che un primo ministro va a pu.ttane lo fanno dimettere. Perch??

    La cosa più grave è che le prostitute e le amanti le candida pure, una sua amante l'ha nominata ministro! ..la meritocrazia....
    </span>
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  5. #24
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    <h2>viceministro alle Comunicazioni Romani : "Valuteremo sanzioni"
    Il presidente del Senato: "Mi appello al buongusto. C'? imbarbarimento"</h2>
    <h1>Il governo: "Istruttoria su Annozero"
    L'opposizione insorge: "Abuso di potere"
    </h1>
    <h3>Durissima la reazione del Pd: "Un'iniziativa senza precedenti, viola il contratto di servizio"
    Travaglio: "Dichiarazione illegale ed eversiva, peggio dell'editto bulgaro"</h3>


    <div style="display: n&#111;ne;" id="adv160x600r">< ="" ="text/">OAS_RICH('Left');
    </div>



    <div id="multimedia">
    <div ="fotosxb">



    Renato Schifani
    </div>
    </div>

    <div id="testo">







    ROMA - Non si placano le polemiche dopo la prima puntata di Annozero. Ieri il ministro Scajola l'aveva definita "spazzatura" annunciando la convocazione dei vertici Rai.
    E oggi Paolo Romani, viceministro alle Comunicazioni (dipartimento del
    ministero dello Sviluppo) annuncia l'apertura di un'istruttoria: "Sar?
    avviata ai sensi dell'articolo 39 del contratto di servizio, che
    prevede per il ministero l'obbligo di curare la corretta attuazione del
    contratto stesso". Al termine della procedura, spiega Romani, "si
    valuter? se richiedere l'intervento dell'Autorit? garante nelle
    Comunicazioni per l'applicazione delle sanzioni". Ma l'opposizione
    insorge.





    Sul tema interviene oggi il presidente del Senato Renato Schifani, che
    si appella "al buon gusto". Chiedendo uno stop al "gossip" e usando la
    stessa espressione che da mesi il centrodestra usa per minimizzare la
    vicenda delle escort nelle residenze del premier."Quello che mi
    preoccupa è che l'imbarbarimento della politica, che si era trasferito
    anche alla comunicazione della carta stampata, si sta spostando anche
    sul mezzo televisivo" dice Schifani.





    Da Annozero, a commentare è Marco Travaglio. "Quello che è successo
    ieri (l'iniziativa di Scajola, ndr)
    ? più grave dell'editto bulgaro - dice, collegandosi telefonicamente
    con piazza Navona, dove si svolge la manifestazione "Agenda rossa".
    Quella del ministro è per lui "una dichiarazione illegale ed eversiva
    che pretende di istituzionalizzare il controllo del governo sulla
    televisione".


    <div id="adv180x150m">


    < ="1.1" src="http://www.repubblica.it//adtags/jx_speciale.js">< ="" src="http://oas.repubblica.it/RealMedia/ads/adstream_jx.ads/repubblica.it/nz/politica/interna/1977136787@Middle">
    </div>




    Ad attaccare è anche il Pd. Dopo Massimo D'Alema che definisce "del
    tutto inopportuno" l'intervento di Scajola, arriva la nota ufficiale
    firmata dal responsabile comunicazione del partito, Paolo Gentiloni:
    "Il governo non ha alcun potere di istruttoria su singoli programmi
    della Rai. In quindici anni di vigenza dei contratti di servizio non si
    ? mai visto un intervento del genere. Si tratta di un abuso di potere e
    di un'invasione delle competenze di Agcom e commissione di Vigilanza
    ribadite proprio dall'articolo 39 del contratto di servizio".





    Durissimi pure Vincenzo Vita (Pd), componente della commissione di
    Vigilanza, e Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo 21; i quali, a
    proposito degli interventi di Scajola e Romani, dicono: "Si tratta di
    un vero e proprio atto improprio, di un eccesso di potere e di una
    campagna di intimidazione". La Fnsi in una nota sostiene che
    l'iniziativa del governo è "una manifestazione i arroganza nei
    confronti del presidente della Vigilanza Zavoli e una replica rabbiosa
    e scomposta ai cinque milioni e mezzo di cittadini che hanno
    liberamente scelto il programma".





    Critiche, infine, dall'Udc: "Quello di Scajola è un evidente infortunio
    istituzionale dovuto all'eccesso di zelo verso il presidente del
    Consiglio" afferma il segretario Lorenzo Cesa.





    Il governo, per?, fa fronte compatto. "Insultare il premier equivale a
    insultare tutti gli italiani" tuona il ministro dell'Istruzione Maria
    Stella Gelmini. Unica voce dissonante quella del collega di esecutivo,
    il democristiano Gianfranco Rotondi: "Sarebbe opportuno, per i
    giornalisti e per la politica, abbassare i toni di uno scontro duro che
    danneggia innanzitutto la Rai". Ma il clima non pare proprio essere
    quello adatto. </div>
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  6. #25
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    "Insultare il premier equivale a
    insultare tutti gli italiani" tuona il ministro dell'Istruzione Maria
    Stella Gelmini.

    invece insultare prodi era un dovere civico!</span>

    se il p2ista viene insultato non mi sento insultato manco per niente, anzi godoooooo!</span>
    </span>



    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  7. #26
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    mi piace il presidente del Senato....come si chiama? Ah si....Schifezza....mi piace...</span>
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  8. #27
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    "S? è vero - dice sottovoce - ho fatto degli errori. Ho le mie colpe. Ho commesso dei reati. Sto già pagando e chissò per quanto tempo ancora pagher?". Non sminuisce le sue responsabilit?. Le ha ammesse davanti al magistrato. Adesso lo fa anche pubblicamente. "Sono cosciente che le cose che ho fatto non sono fesserie. Sono cose gravi, le escort, la corruzione, i festini."
    _____________________________

    Ma compagni non vi affrettate, queste parole non sono state pronunciate dall'diatissimo Silvio bensòda Tarantini.....ahahah...

    "Non dico che non ho sbagliato, così come voglio ribadire le mie scuse al presidente Silvio Berlusconi che a sua insaputa ho tirato in ballo in questa storia".

    Sono le solite miserie della sinistretta, si attacca al vuoto.
    Piccolissimi....


    Edited by: valt&#101;r2005



  9. #28
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito



    SE NE SENTIVA LA MANCANZA! PERCHE? PERCHE' IN ITALIA MANCA LA LIBERTA DI STAMPA E DI ESPRESSIONE.....E....QUINDI QUESTI SIGNORI, IN RAI, POSSONO DIRE E FARE QUELLO CHE VOGLIONO! PROPRIO PERCHE' MANCA LA LIBERTA'!!MISTERI ITALIANI E SINISTROIDI. COERENZA, EGREGI GIORNALISTI, COERENZA! E' PROPRIO QUELLA CHE VI MANCA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



    <TABLE =c&#111;ntent_table border=0 cellSpacing=0 cellPadding=2>
    <T>
    <TR>
    <TD =secti&#111;n_ bgColor=#f9f9f9>? 2009-09-27 08:47</TD></TR>
    <TR>
    <TD =c&#111;ntent_title_primopiano bgColor=#f9f9f9>PARTE ISTRUTTORIA SU ANNOZERO, PER PD ABUSO POTERE</TD></TR>
    <TR>
    <TD =c&#111;ntent_text_news12>


    di Elisabetta Stefanelli

    ROMA -Il Ministero dello Sviluppo economico, con una procedura mai adottata prima, ha aperto un'istruttoria sulla puntata di Annozero di gioved? "alla luce di quanto accaduto nel corso della trasmissione che ha provocato reazioni indignate da parte di moltissimi cittadini", mentre l'indignazione sale invece nelle file dell'opposizione per l'iniziativa che viene definita un "abuso di potere".

    A bocciare Santoro è anche il presidente del Senato Renato Schifani che alla Rai in quanto servizio pubblico chiede: "niente gossip e niente cattivo gusto". "Non si pu? pensare che un servizio pubblico faccia trasmissioni unicamente di parte", spiega il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti. Ora è del viceministro per le comunicazioni Paolo Romani il compito "di aprire una fase istruttoria ai sensi dell'art. 39 del Contratto di Servizio". Si tratta di una procedura inedita che scatena un vero e proprio braccio di ferro politico con l'opposizione che mette duramente in discussione la liceit? dell'istruttoria ministeriale mentre Marco Travaglio la definisce "più grave dell'editto bulgaro: è la teorizzazione che la Rai deve obbedire al governo". Per Massimo D'Alema l'intervento "? del tutto inopportuno" perchè conferma "un atteggiamento di intolleranza da parte del governo verso la libert? dell'informazione". Paolo Gentiloni, responsabile comunicazione Pd dice che "il governo non ha alcun potere di intervento o di istruttoria su singoli programmi della Rai. In quindici anni di vigenza dei contratti di servizio non si è mai visto un intervento del genere. Si tratta di un abuso di potere e di un'invasione delle competenze di Agcom e commissione di Vigilanza ribadite proprio dall'articolo 39 del contratto di servizio, che esclude quelle competenze dall'ambito di verifica attribuito al governo". Per l'Udc Roberto Rao si tratta del "davvero grave" tentativo di "piegare il servizio pubblico ai desideri della maggioranza".

    E Antonio Di Pietro annuncia che domani presenter? "una mozione in Parlamento perchè ci sia un mandato preciso al governo sulla pluralit? dell'informazione e un'interrogazione perchè il ministro competente dica a che titolo si è permesso di dire che vuole intervenire". Mentre la Vigilanza, dopo le parole di ieri del presidente Zavoli, è facile immaginare che ne parler? nell'ufficio di presidenza dei prossimi giorni. La mossa del ministero è conseguente ad una forte irritazione da parte del governo, e le indiscrezioni parlavano ieri di un Silvio Berlusconi infuriato dopo aver avuto i resoconti sulla puntata mentre era al G20 di Pittsburgh.

    In particolare, al premier non sarebbe andato già il servizio su Patrizia D'Addario, la escort barese che ha detto di aver passato con lui una notte a Palazzo Grazioli e che è apparsa in un video durante la puntata di Annozero. Da qui i contatti con Scajola dai quali era scaturita la dura presa di posizione del ministro contro la trasmissione. Sul piano procedurale comunque la questione non è semplice perchè viene applicata "nell'ambito del potere di verifica" previsto dall'articolo del contratto di servizio che consente al Ministero "di chiedere in qualsiasi momento alla Rai informazioni, dati e documenti utili". In questo ambito si terr? un incontro fra Ministero e i vertici Rai che non è stato ancora fissato, che se avverr? la prossima settimana sar? con Romani e non con Scajola in viaggio negli Usa, e che vedr? convocato sicuramente il direttore generale, forse non da solo, perchè è lui ad avere la diretta responsabilit? del programma. Non ci sono certezze in merito perchè, visto che si tratta della prima volta, al ministero stanno studiando le carte. Comunque al termine della procedura si valuter? se richiedere l'intervento dell'Autorit? per le Garanzie nelle Comunicazioni per l'applicazione delle sanzioni previste in caso di violazione degli obblighi di servizio imposti alla Rai. Il presidente Paolo Garimberti anticipa già oggi la sua posizione in merito e senza mai citare Annozero invoca la "democrazia del telecomando": "io penso che queste trasmissioni possono piacere o non piacere - dice - ma l'importante è che ci siano. Perch? il pluralismo si esercita anche differenziando il tipo programmi e di trasmissioni, soprattutto giornalistiche".


    FONTE: ANSA</TD></TR></T></TABLE>
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  10. #29
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    <H1 style="MARGIN-BOTTOM: 5px" ="titolo_articolo">Scajola: "Su Santoro inchiesta dovuta Non ha la licenza di insultare"</H1>
    <DIV style="MARGIN-TOP: 9px" id=info_articolo ="info_articolo">
    <DIV ="firma_top_left">di Antonio Signorini</DIV>
    <DIV style="CLEAR: both"></DIV></DIV>
    <DIV style="MARGIN-TOP: 6px">Claudio Scajola, ministro allo Sviluppo economico. Il governo ha aperto un?istruttoria su Annozero. Cosa pu? succedere di concreto?
    ?Esamineremo insieme ai vertici Rai la coerenza della programmazione con gli obblighi del contratto di servizio vigente. è mia intenzione che il prossimo contratto possa consentire una televisione migliore per tutti, pluralista, rispettosa dei diritti dei cittadini e consapevole della grande influenza che la tv esercita sul pubblico?.
    Molti, a partire dallo stesso Michele Santoro, sostengono che lei non ha nemmeno gli strumenti legali per convocare i vertici Rai. Le regole sono state rispettate?
    ?In queste ultime ore ho letto un sacco di sciocchezze e non mi riferisco solo a Santoro. Il ministero dello Sviluppo economico ha inglobato l?ex ministero delle Comunicazioni, che stipula con la Rai, a fronte del canone, un contratto di servizio. Il ministero ha l?obbligo di curare la corretta attuazione del contratto, che consente al ministero di chiedere in qualsiasi momento alla Rai informazioni, dati e documenti, ma anche di disporre verifiche e ispezioni. Il contratto di servizio impone alla Rai il rispetto dei principi di completezza e obiettivit? dell'informazione radiotelevisiva pubblica?.
    Il fatto che la trasmissione ha fatto buoni ascolti non fa pendere la bilancia a favore di Annozero?
    ?? mai possibile, lo chiedo a tutti coloro che difendono a spada tratta Annozero e il suo stile di televisione, che la rincorsa all?audience si debba fare solleticando gli istinti, il voyerismo, il confronto urlato, quasi con la bava alla bocca non affrontando con serietà i temi di interesse generale per far crescere la coscienza civile del Paese??
    Il candidato alla segreteria del Pd Pier Luigi Bersani la invita a occuparsi delle crisi e non della Rai.
    ?Tutti i giorni al Ministero esaminiamo difficolt? aziendali. Abbiamo affrontato più di duecento crisi e a molte abbiamo già trovato soluzione. La mia porta è sempre aperta. Certo, il mio stile di lavoro è concreto e silenzioso, lontano dalle lenzuolate mediatiche e inconcludenti di altri tempi. Mi stupisco che Bersani non sappia che il Ministero ha una competenza diretta sulla Rai?.
    Non c?era un problema di opportunit?? Il quotidiano Repubblica l?ha accusata di abuso di potere.
    ?Sento il diritto-dovere di esercitare fino in fondo le mie competenze istituzionali a salvaguardia di un bene pubblico quale la corretta informazione, che è l?altra faccia della libert? di stampa. Se nel passato i miei predecessore non hanno esercitato fino in fondo la vigilanza sul rispetto del contratto di servizio è un problema suo, non mio?.
    C'? stato un episodio preciso che l'ha spinta ad agire?
    ?Il Contratto di servizio scade a fine anno e sono in corso le procedure per il suo rinnovo. Avevo già in animo di avviare un confronto con i vertici Rai. Diciamo che Annozero ha accelerato questa esigenza, perchè la trasmissione dell'altra sera ha messo in evidenza una serie di problemi che riguardano anche altri aspetti della programmazione Rai?.
    Quali?
    ?Un eccesso di scandalismo allusivo; la volont? di imbastire processi mediatici basati sul gossip, lasciando intendere notizie di reato che invece non ci sono; un?amplificazione e pubblicizzazione di temi e argomenti che attengono alla vita privata. Per questo abbiamo deciso di incontrare i vertici Rai per ragionare sul prossimo Contratto di servizio, incontro che avverr? al mio ritorno dal viaggio negli Stati Uniti della prossima settimana?.</DIV>
    <DIV style="MARGIN-TOP: 6px">Non pensa di avere in qualche modo portato acqua al mulino di Santoro?
    ?Non sono influenzato dai riflessi politici di questa o quella trasmissione. Mi interessa che il sistema informativo e culturale della Rai sia coerente con i valori dei cittadini che pagano il canone?.
    Ha sentito Berlusconi in questi giorni? Come sta vivendo questa situazione?
    ?Gli ho parlato al suo rientro dagli Stati Uniti. Mi ha parlato della grande considerazione nei confronti dell?Italia e della sua attivit? al G20 e della consegna nei prossimi giorni di altri 500 alloggi per i terremotati dell'Aquila. Queste trasmissioni imperniate su accuse calunniose non interrompono la sua voglia di fare per il bene del Paese?.
    Caso Santoro a parte, è possibile che la televisione di Stato faccia un?informazione sopra le parti?
    ?S?. Alla Rai, ai suoi dirigenti, ai suoi giornalisti, spetta il compito di realizzare trasmissioni che si sforzino di essere e di apparire obiettive e imparziali e di realizzare programmi di qualit?. La libert? di stampa non è licenza di insulto?.
    </DIV>
    <DIV style="MARGIN-TOP: 6px">FONTE: IL GIORNALE</DIV>Edited by: verita
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  11. #30
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    insulto è far vedere la D'addario?</span>
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  12. #31
    Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,277
    Thanked: 0

    Predefinito



    Chi è Scajola?


    E' per caso quellaspregevole personache disse che Marco Biagi "era un rompicoglioni" perchè chiese protezione, prima di essere ucciso dalle Br?


    Perch?uno cosìin un paese normale dovrebbe essere ancora ascoltato?


    Si dovrebbe vergognare lui e chi lo cita.
    Stefano



  13. #32
    Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,277
    Thanked: 0

    Predefinito



    Il Giornale, intendo.
    Stefano



  14. #33
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    7,270
    Thanked: 0

    Predefinito

    scajola è quello che si è fatto fare un volo Roma-Albenga che usa solo lui!</span>
    La tradizione è l\'illusione della perpetuità...



  15. #34
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito



    STEFANO SCRITTO:


    Chi è Scajola?


    E' per caso quellaspregevole personache disse che Marco Biagi "era un rompicoglioni" perchè chiese protezione, prima di essere ucciso dalle Br?


    Perch?uno cosìin un paese normale dovrebbe essere ancora ascoltato?


    Si dovrebbe vergognare lui e chi lo cita.





    E' LO STESSO CHE RICOPRE L'INCARICO CHE EBBE BERSANI: MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. SOLO CHE BERSANI L'HA FATTO CON UNA LAUREA IN FILOSOFIA E SI SONO VISTI GLI EFFETTI NEGATIVI, IL NOSTRO, ALMENO E' LAURETAO IN GIURISPRUDENZA E QUALCOSA CAPISCE DI PIU'. LA TUA FRASE E' STATA ESTRAPOLATA DA UN DISCORSO PIU' AMPIO, QUESTO:


    ?A Bologna hanno colpito Biagi che era senza protezione ma se l? ci fosse stata la scorta i morti sarebbero stati tre. E poi vi chiedo: nella trattativa di queste settimane sull' articolo 18 quante persone dovremmo proteggere? Praticamente tutte?. E a questo punto il ministro sorprende i presenti quando gli viene detto che Biagi era comunque una figura centrale nel dialogo sociale: protagonista del patto di Milano, coautore del Libro Bianco, consulente del ministero del Welfare, della Cisl, della Confindustria. C'? un attimo di silenzio, Scajola volta le spalle, si blocca, azzarda: ?Non fatemi parlare. Figura centrale Biagià Fatevi dire da Maroni se era una figura centrale: era un rompicoglioni che voleva il rinnovo del contratto di consulenza.?
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  16.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •