Cookie Policy Privacy Policy primi guai a scuola



Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 24

Discussione: primi guai a scuola

  1. #1
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito

    Mi vergogno quasi a raccontare i nostri problemi a voi... ma siete gli unici che comunque potete darmi qualche dritta per affrontare certe situazioni nella maniere migliore. Dato di fatto l'inserimento alla materna sembrava andare abbasta bene... fino a ieri... quando il piccolo è esploso in un pianto disperato e non c'è sato più verso di trattenerlo...b? io ero al lavoro le insegnanti chiamano e mi chiedono di poterlo andare a prendere...io a 80 km dalla mia citt? telefono a mia madre che prontamente si presenta a scuola...lui le salta al collo e le dice io non ci vengo mai più...mia madre chiede alle insegnanti cos'? successo...una giovane maestre dice che il piccolo stava giocando con 1 altro bimbo poi si sono messi a parlare fitti fitti e l'altro ha iniziato a toccargli la protesi...il mio cucciolo si è allontanato, si è sistemato in 1 angolino ed ha iniziato a piangere...per poi disperarsi...nessuna sò cosa si sono detti i 2 bimbi questo è quanto...ok vederlo triste mi ha lacerata ma era tutto in conto....ho provato ad affrontare con lui il discorso ma niente non n? vuole parlare....quello che mi ha fatto arrabiare è stata la maestra che prende mia madre in disparte e f? insomma il bambino v? preparato bisogna che gli insegnate delle risposte preconfezionate da utilizzare nel momento in cui gli altri gli pongono delle domande..stile favolette... Allora io al miobimbo ho detto la verità ovvero che lui è nato così stop...di favolette non n? racconto perchè poi è peggio....2 se fossi stata presente avrei ricordato all'EDUCATRICE che stiamo parlando di 1 bimbo di 3 anni magari non sempre pu? avere la risposta pronta....comunque sta mattina l'ho portato ancora, è stato 1 strazio non voleva proprio entrare si è messo tutto in disparte con gli occhioni pieni di lacrime...non sò proprio come comportarmi


  2.      


  3. #2
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    809
    Thanked: 3

    Predefinito



    vorrei poter teletrasportarmi a casa tua!


    Ti sento così vicina che non hai nemmeno idea! (siamo coetanee mi par di ricordare!)


    senza dubbio c'è un problema che il piccino fatica a esporre probabilmente perchè pensa che sia, troppo banale ma allo stesso tempo troppo importante.


    Stressarlo con domande non serve a nulla, dobiamo noi del forum sforzarci per identificare la causa perchè secondo me se gli fai la domanda giusta allora si apre! Un po' come una porta!


    Io stessa son così,o meglio lo son stata per anni e ho il "difetto" di ricordarmi fin troppo bene quello che pensavofin dalle elementari...


    non è una situazione insuperabile!


    cerchiamo tutti noi assieme di trovare una soluzione!


    Il dolore si dimezza se lo condividi,
    La felicità invece si moltiplica



  4. #3
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Modena
    Messaggi
    372
    Thanked: 0

    Predefinito

    vero penso che hai bisogno dell'aiuto di un bravo terapista, cerca qualcuno che sia in grado di aiutarti, non perdere tempo.
    se credi che una terapia darà dei risultati, ne vedrai le opportunità, se non ci credi, ne vedrai i limiti.



  5. #4
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    2,963
    Thanked: 0

    Predefinito



    forse non era il compito del'educatrice prepare i compagnetti e saper intervenire in situzioni del genere?


    perchè non provi a farti dire dall'altro bimbo cosa ha detto atuo figlio? al tuo picinin invece dovresti, a parte distrarlo con qualcosa di divertente, far capire che l'asilo non è tutto quel bambino e che non è successo niente di grave.


    (un cazziatone all'educatrice per? glielo fareicos'? tuo figlio, una macchinetta che ha la risposta giusta sempre???????? ma che robe!)


    se pu? consolarti stamattina un bimbo si è avvicinato a mio figlio, gli ha premuto l'indice nella pancia e urlando gli ha detto "sgiandon", un'altro mi ha bussato sui jeans e quando mi sono chinata mi fa "ma quella signorina non ha le gambe?" sempre urlando.


    domanda: ma perchè urlano?


    ah, la signorina ovviamente era Jaco....


    dai su Vero! forse con un po' di calma il tuo piccolino te lo dice cos'? successo e queasto ti permetter? di rimediare la situazione.





    GenitoriTostiBlog
    <a href=\"http://firmiamo.it/numeroverdepermamme</a target=\"_blank\">




  6. #5
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito

    il terapista già c'è..ed è per me... mi serve a poco......... il problema adesso ?del bambino se di problema vogliamo parlare..cioè desidererei aiutarlo a gestire certe domande sicuramente non cattive ma fatte per pura curiosità che ovviamente scatenano in lui delle emozioni... parlare di terapia per lui mi sembra eccessivo ha solo 3 anni..........basterebbe affrontare la cosa nella maniera più opportuna per armarlo di sicurezza... vorrei che non cambiasse carattere è così solare, la mia paura è che venga annichilito ...
    E poi non mi dispiacerebbe ke le educatrice fossero davvero educatriciEdited by: vero



  7. #6
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    325
    Thanked: 0

    Predefinito

    Sto riflettendo da un po' ed ho provato a pensare cosa
    avrei fatto se fosse successo qualcosa di simile ad uno
    dei miei figli (disabile o no credo che non sia questo il
    punto). Il tuo cucciolo è rimasto ferito per qualcosa che
    gli è stato detto perchè non è stato in grado di
    affrontare la cosa... e che diamine!!!! Ha solo tre
    anni!!!! Ma comunque ha dimostrato grande sensibilit? e
    questo è positivo (anche se in questa situazione non
    sembrerebbe).
    Io probabilmente contatterei i genitori dell'altro bimbo
    e con molta gentilezza gli chiederei di provare a sondare
    il terreno per capire cosa si sono detti, Una volta
    capito cosa ha ferito così tuo figlio, cercherei di
    parlare con lui del più e del meno e gli farei recepire,
    in modo più soft possibile, quel qualcosa che possa
    aiutarlo a reagire in queste situazioni.
    Lo so... facile da dirsi... molto meno da farsi... ma
    fare i genitori è sempre difficilissimo e con un bimbo
    disabile lo è molto di più perchè siamo ancora più
    coinvolti emotivamente sulle cose che gli accadono...
    Un abbraccio.



  8. #7
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    809
    Thanked: 3

    Predefinito



    in effetti identificare l'altro bimbo e "sondare" i genitori non è una cattiva idea anche perchè mezze parole o magari solo l'intonazione di un discorso fatto quando si crede che il piccolo non senta potrebbe aver scatenato nell'altro bimbo una qualche curiosità o atteggiamento che poi ha riversato su Jaco....


    Le favolette non servono a lui ma per lui, nel senso che da un lato sarebbe utile che imparasse a rispondere in modo comprensibile ai bambini.


    ti faccio un esempio: io non cammino ma riesco a stare in piedi e in casa muovo qualche passo. il 99% delle persone per? mi vede in carrozzina per ovvi motivi. i bambini mi chiedono cosa ho alle gambe, ma mica posso rispondergli che le anche non si muovono.... gli dico che le gambe non mi reggono perchè sono tanto stanche... loro recepiscono e alle volte danno pre suggerimenti a riguardo! son carinissimi....
    Il dolore si dimezza se lo condividi,
    La felicità invece si moltiplica



  9. #8
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito



    B? a me di favolette non n? vengono in mente....se qualcuno mi suggerisce qualcosa forse sarebbe d'aiuto.


    Comunque ho cercato nella mia testa di fare 1 piano della realt? dei fatti per tentare di capire come affrontare tutta questa vicenda


    J sta bene è in ottima salute


    J cresce come qualsiasi alro bimbo dal punto di vista fisico e cognitivo


    J ha 1 buon temperamento è vivace e reattivo agli stimoli


    J è nato senza le dita di una mano


    Dato di fatto ha tutto che funziona egregiamente gli manca un piccolo segmento del corpo ma è comunque in grado di fare qualsiasi cosa perchè per lui è normale così.


    Quindi perchè a scuola lo devono trattare come un deficentino....





  10. #9
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo
    Messaggi
    638
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ciao


    io non sono una mamma,tuttavia riesco ad immaginare come ti senti, mi sono rivista in tuo figlio, io non ho protesi ma sono claudicante a causa di una paresi neonatale.


    tu hai agito bene tuo figlio DEVE continuare ad andare all'asilo onestamente ti consiglio solo una cosa ...cambia educatrice, parla con il dirigente scolastico ed esponi la situazione.


    Da quello che scrivi l'educatrice in questione ha dimostrato di essere una vera incapace dov'? sta l'integrazione?


    dove sono finiti i suoi studi di psicologia, pedagogia, didattica etc...


    dii a quella educatrice che il bambino non andava preparato..E' LEI CHE DOVEVA PREPARARE LA CLASSE! QUESTO E' COMPITO SUO!!!


    so che è brutto dirlo ma un certo discorsetto alla classe andava fatto...


    COM'ERA COMPITO SUO CALMARE IL BAMBINO E NON FARSI PRENDERE DAL PANICO E CHIAMARE LA MAMMA!! ma dove ha preso il diploma a disneyland?


    riguardo a quello che si sono detti i due bimbi non starci troppo male so benissimo che il cuore di una mamma sanguina, ma non starci troppo male conosco molto bene l'ingenua "cattiveria" dei bambini..? una cosa normale...vedrai che paradossalmente chi oggi deride il tuo piccolo diventer? il suo migliore amico


    rifletti e rassegnati sul fatto che non potrai proteggerlo per sempre, prima o poi sar? tuo figlio ad affrontare quellevoci e a difendersi in prima persona ( credimi so di cosa parlo)


    non permettere che si semta mai diverso dagli altri!


    perche non lo ?!


    continua a mandarlo all'asilo anche se questo ti strazia il cuore, fai di lui un uomo e non un menomato!


    in bocca al lupo

















    Edited by: Luna30
    Sono i rimpianti i veri acciacchi dell\'età!



  11. #10
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    325
    Thanked: 0

    Predefinito

    Certo, un bambino non va trattato come un "deficentino"
    neppure se ha problemi cognitivi o qualcosa di ancora più
    grave. Ma onestamente non mi sento di dire che sia stato
    trattato come tale dall'insegnante. Non credo che possa
    evitare lo scambio di battute che pu? avere con i suoi
    coetanei ed il consiglio che ha dato alla nonna, io lo
    interpreto come un "gli capiteranno ancora nella vita
    situazioni simili, è meglio che in qualche modo lo
    prepariate a queste eventualit?".
    La stessa cosa poteva accadere anche ad un altro bambino
    che magari aveva un qualsiasi difetto fisico a cui gli
    altri bimbi non sono abituati.
    Bisogna tenere conto che parliamo di bambini di tre anni
    e la curiosità è legittima e sai come a volte i bimbi
    possano essere quasi "crudeli" tra loro.
    Si prendono in giro perchè magari il compagno è basso, o
    perchè ha dei peli dietro il collo o per altre cose
    simili.
    Tu si sei soffermata sulle carenze della maestra, si,
    forse ce ne sono state o forse anche lei ha provato a
    calmare tuo figlio chiedendo cosa era successo... ma se
    non hai avuto successo tu come madre credo sia ancora più
    difficile che l'abbia avuto lei come docente.
    Penso che quello che puoi fare tu come mamma non possa
    farlo nessun altro.
    Ti ha disturbato che abbia parlato di favole? Ok, usa
    altri mezzi ma l'obbiettivo non cambia.



  12. #11
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Novara
    Messaggi
    627
    Thanked: 0

    Predefinito



    eccoti la favola:


    alla ricerca di nemo.


    ? un film molto carino anche per bimbi di tre anni ( più mamme e maestre)


    nemo era nato con una pinna più piccola , inservibile


    baci grossi ti sono vicina



  13. #12
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    809
    Thanked: 3

    Predefinito



    Ros!!


    ma è un'idea superfantastica!!!


    appoggio la visione del film per tutta la classe! magari assieme ai genitori organizzando un discorso in separatasede con i genitori presenti!
    Il dolore si dimezza se lo condividi,
    La felicità invece si moltiplica



  14. #13
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Modena
    Messaggi
    372
    Thanked: 0

    Predefinito

    vero naturalmente il terapista lo intendevo per te nn certo per jacopo...mi dispiace che nn ti sia di molto aiuto, del resto è difficile trovarne uno bravo....
    se credi che una terapia darà dei risultati, ne vedrai le opportunità, se non ci credi, ne vedrai i limiti.



  15. #14
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Treviso
    Messaggi
    30
    Thanked: 0

    Predefinito



    Spero di non suscitare ire per quello che ti sto per dire ma più si va avanti con la scuola e più le cose peggiorano, mia figlia è in prima mediae perciò che mi sta accadendo usare il termine paradossale è un eufemismo.


    Non ho nessuna preparazione in merito ma posso raccontari cosa io ho fatto in questi anni per far dire alla mia bambina cose che non sarei riuscita con le domande dirette.


    Funzionava e funziona ancora così: La mamma è stanca ed avrei voglia che la mia bambina mi racconti unastoria per addormentarmi, anzi magari ne raccontiamo un pezzo a testa e così iniziavamo a raccontare, pilotando il racconto io dalla mia Sara sono riuscita a farle raccontare timori, preoccupazioni o spiacevoli episodi.


    Non so se ti sono stata utile, quello che è certo è che ti sono vicina


    Claudia



  16. #15
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Trento
    Messaggi
    830
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io sono dello stesso parere di Kodia, l'insegnante doveva essere in grado di gestire la situazione e soprattutto doveva essere lei a preparare i bambini. Ho un amica insegnante di scuola materna con esperienza plurieannale (ha la mia età), aveva in classe un bambino focomelico (praticamente al piccolo mancavano gli avambracci e aveva solo due dita che uscivano dal gomito), mi ha sempre detto che bambini sono curiosi e sono personcine di tutto rispetto alle quali va solo spiegato come stanno le cose e una volta soddisfatto le curiosità e sfatato strane fantasie loro non vedono più il difetto ma solo il loro compagno,poi, ovviamente,ci sono simpatie e antipatie e quindi nell'arco della giornata possono esserci degli scontri e solitamente i bambini si feriscono sul loro aspetto fisico non avendo altri strumenti (non so voi, ma mio figlio Luca da piccolo quando si arrabbiava con me mi diceva sempre "sei una cicciona grassa!" come se esistessero ciccioni magri), ma questo a prescindere dall'handicap fisico; quindi è sempre l'insegnante che deve saper intervenire e dare la giusta dimensione, sdrammmatizzando ma al contempo dando la giusta considerazione. Come dice Kodia, prova a sdrammatizzare e non appena Jacopo ti racconta tu dagli il giusto peso. Invece fai "quattro chiacchere" con l'insegnante!


    Daniela
    daniela



  17. #16
    Junior Member L'avatar di Colpo_Doppio
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    2,734
    Thanked: 84

    Predefinito



    Sono d'accordissimo con Daniela, bisogna soddisfare apertamente e senza vergogne (e di che, poi?) le legittine curiosità dei bambini e degli adulti, dopo di che nella maggior parte dei casi (con i bambini direi sempre) la "stranezza" cessa di essere tale.


    Sono convinto che non bisogna drammatizzare queste piccole disavventure, tutti i bambini si azzuffano e poi fanno la pace, se invece vedono che i "grandi" si preoccupano troppo,sono indotti a pensareche certe differenzo siano davvero importanti.


    Franco
    Democrazia per i cinesi, libertà per i tibetani



  18. #17
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Trento
    Messaggi
    830
    Thanked: 0

    Predefinito



    Sai Franco, questa mia amica è un personaggio particolare che ama la sua professione in modo straordinario e nel suo lavoro cerca sempre di cogliere l'occasione opportuna per trasmettere qualcosa di educativo o costruttivo ai suoi bambini. Una volta mi raccont? di come da un malinteso, un aneddoto a raccontarlo, i bambini di tre anni siano giunti ad una sorprendente conclusione: dunque, mi raccont? che alcuni bambini le si erano avvicinati per sapere perchè X (bambino disabile) non poteva fare alcune attivit? come loro. "Era il momento opportuno per spiegare a loro qualcosa sul significato di disabile" mi disse. L'errore commesso da questa mia amica fu quello di dire ai bambi "X è disabile" scandendo bene la parola perchè la sua intenzione era quella di spiegarne il significato, ma non ne ebbe il tempo perchè uno di questi bimbi la ferm? subito e le disse "Ah ho capito! Io non sono Di - Sabile, ma sono Di-Cis e non sono capace di nuotare per? sò slittare" da questa affermazione ne seguirono altresimilie la mia amica fece notare a tutti loro come tuttipossiamo fare alcune cose ed altre non siamo in grado di farle. Solo dopo aver raggiunto queste conclusioni la mia amica spieg? che non esiste il paese di Sabile, ma la parola aveva lo stesso significato a cui erano giunti tramite il malinteso.I bambini sono sorprendenti e straordinari


    daniela



  19. #18
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    131
    Thanked: 0

    Predefinito



    Vi racconter? con mia grande gioia com'? proseguita la vicenda, il giorno seguente gli impongo d'andare a scuola e lui furbastro ke nn è altro, mi dice "mai e poi mai la manina nn me la metto!" (la protesi) io gli dico ke problema c'è ci vai senza... nella sua testolina secondo me c'era il pensiero ke senza protesina io nn lo avreiportato detto fatto siamo andati a scuola al naturale....sorpresa delle sorprese dopo 5 minuti di resistenza da parte sua, tutto nella norma, vi dir? di più nessuna domanda, nessuno sguardo strano...sar? la disinvoltura con cui f? realmente tutto senza protesi che f? passare il suo segno particolare inosservato...dato di fatto in tutti questi giorni a scuola non vuole la protesi dice ke sta meglio senza....e io sono felice...Dio nn f? i salti di gioia la mattina presto, ma è tutto velocemente rientrato, come sempre mi ero fatta troppe paranoie........ Bacio a tutti



  20. #19
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    sono contenta si sia risolto tutto con grande soddisfazione della mamma , questo dimostra che spesso sono proprio gli adulti , la maestra in questo caso a non saper comunicare
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  21. #20
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Palermo
    Messaggi
    638
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina
    sono contenta si sia risolto tutto con grande soddisfazione della mamma , questo dimostra che spesso sono proprio gli adulti , la maestra in questo caso a non saper comunicare




    ? vero
    Sono i rimpianti i veri acciacchi dell\'età!



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •