Cookie Policy Privacy Policy Fascisti su Marte



Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 76

Discussione: Fascisti su Marte

  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Uominiiiiiiiiiii

    di terrrrraaaaaaaaaa

    di marrreeeeeeeeeeee

    di arrrrriaaaaaaaaaa

    di fiummmmmmmmmmmiiii

    di laghetttttiiiiiiii

    e pozzanghereeeeeeeee


    spezzeremoooooooo le rennnnnniiiiiiiiiiii alla crisi

    ne uscirrremmmmoooooooooooo

    primaaaaaaaaaaaaaaaa
    e meglioooooooooooooooooooooo

    degli altri!!!!!!!!!!


    ('')('')
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?


  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Ma noi abbiamo il geniale trio treconti, brunetta, verità
    UAHAHAHAH

    2009-09-16 11:46
    OCSE: 57 MLN DI DISOCCUPATI, MAI COSI' DA DOPOGUERRA
    ROMA - Nonostante ci siano segnali di ripresa economica "la disoccupazione verosimilmente continuer? a crescere nel 2010". Lo prevede l'Ocse nell' 'Employment Outlook 2009' diffuso oggi. "Crescono segnali che il peggio sia ormai alle spalle - scrive l'organizzazione di Parigi - e che la ripresa possa essere vicina ma per l'occupazione nel breve termine le prospettive sono ancora fosche". L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico prevede così che nella seconda metà del 2010 il tasso di disoccupazione nell'area si avviciner? ad un nuovo massimo dal dopoguerra (10%, con 57 milioni di disoccupati) dopo l'8,3% di giugno di quest'anno, già il più alto sempre dal dopoguerra.

    "Il maggior rischio - sottolinea l'Ocse - è che una gran parte di questa disoccupazione divenga strutturale e che molti dei disoccupati entrino in una condizione di mancanza di lavoro per un lungo periodo o che addirittura escano dalla forza lavoro". Questo, ricorda l'organizzazione di Parigi, è già accaduto in alcuni Paesi nel corso di passate crisi economiche, quando anche dopo la ripresa dell'economia, i livelli di disoccupazione restarono più alti rispetto ai livelli pre-crisi. Questo è dovuto al fatto che i disoccupati di lungo periodo sono più difficili da assumere sia perchè si verifica una diminuzione del capitale umano sia perchè essi stessi ad un certo punto smettono di cercare lavoro. "L'alta e persistente disoccupazione porta con sò i costi economici e sociali maggiori: da una minore salute all'abbassarsi degli standard di vita, dall'aumento della criminalit? al calo del potenziale di crescita per la società", scrive l'Ocse nell' 'Employment Outlook 2009'.

    Se in alcuni Paesi come Irlanda, Giappone, Spagna e Stati Uniti, già nel 2009 si è registrato un forte aumento di disoccupati a causa della crisi economica, "in altri Paesi, inclusi Francia, Germania e Italia la gran parte della crescita della disoccupazione deve ancora arrivare".

    E' la Spagna, con un tasso di disoccupazione al 18,1% a giugno, secondo i dati Ocse, il Paese che finora ha pagato il tributo più grande alla crisi in termini di lavoro. In Francia il tasso è al 9,4% a metà di quest'anno, mentre in Germania è al 7,7%. Nella tabella Ocse i dati italiani sono invece disponibili fino al primo trimestre 2009 quando la disoccupazione era al 7,4%, leggermente inferiore rispetto al 7,5% registrato nell'area sempre nei primi tre mesi di quest'anno.

    L'Italia avr? alla fine del 2010 1,1 milioni di disoccupati in più rispetto alla fine del 2007. Per l'Italia l'organizzazione di Parigi prevede un tasso di disoccupazione nell'ultimo trimestre del prossimo anno al 10,5%, superiore al 9,9% della media Ocse.
    I salari italiani sono cresciuti tra il 2006 e il 2007 dello 0,1%, meno rispetto allo 0,9% della media Ocse, dello 0,8 della Ue-15 e dello 0,9% della Ue-19.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  4. #3
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da Madeche
    .....L'Italia avr? alla fine del 2010 1,1 milioni di disoccupati in più rispetto alla fine del 2007. ..

    questo dato da solo abbisogna di un governo capace


    roberto


    volete far fruttare i vostri risparmi?
    piantate alberi di noce, farete ricchi voi e altri



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    OCSE . Chiede a Berlusconi di ritirare la causa intentata contro Repubblica e Unit?


    Il rappresentante dell'Osce (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) per la libert? di stampa in una nota ha chiesto al premier italiano Silvio Berlusconi di ritirare le cause per diffamazione contro la Repubblica e l'Unit?, quotidiani rei di aver pubblicato rivelazioni sulla vita privata del presidente del Consiglio. Miklos Haraszti si dice preoccupato per i tre milioni di euro chiesti da un premier di centro destra a due giornali di sinistra e a proposito delle 'dieci domande' di Repubblica a Berlusconi afferma: "Fare continuamente domande, anche se di parte, è uno strumento della funzione correttiva dei media. Il diritto di informazione del pubblico include inevitabilmente il diritto dei media a fare domande. I dirigenti politici, continua, devono accettare un livello di critica più alto rispetto agli altri cittadini a causa delle funzioni che ricoprono.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    ('')Ma da Marte non si vede('')


    Crisi . Colpisce anche la casta (quella vera) e si distribuisce a cascata sulle imprese


    Le cronache ci informano che adesso anche gli studi professionali stanno subendo un duro contraccolpo dalla crisi economica internazionale. In Italia, secondo le stime del Cup (Comitato unitario degli ordini e dei collegi professionali) per il 2009 si prevedono quasi 300 mila posti di lavoro persi da liberi professionisti a partita Iva che non possono contare su ammortizzatori sociali o misure di tutela straordinarie. Specialisti che dovranno riconvertirsi, sperimentare altri settori o addirittura cambiare lavoro o diventare lavoratori dipendenti a tutti gli effetti. Ad accusare il colpo ci sono nomi illustri della casta dei professionisti ma soprattutto una miriade di piccole realt? che nel 2008 hanno guadagnato, in media 15 mila euro in meno, ed hanno dovuto ridurre il budget destinato alle consulenze e alle risorse umane, quindi tagliare contratti e posti di lavoro.

    Tra le categorie più colpite sembrano esserci gli architetti, legati a doppio filo alla bolla speculativa immobiliare al punto che firme di primo piano come l?olandese Erick Van Egeraat chiude il suo studio milanese dopo lo stallo del progetto Milanofiori. Turbolenze anche per qualche grosso studio italiano, come il Cmr. Ma a pagare il conto, oltre ai dipendenti degli studi professionali, che sono circa un milione, e che restano le prime vittime della crisi, ci sono i professionisti autonomi che lavorano in proprio o sono titolari degli studi. Si tratta di circa 800 mila persone, secondo Gaetano Stella, presidente della Confprofessioni, associazione che rappresenta i liberi professionisti. Qui, spiega, la crisi ha colpito ?a macchia di leopardo ?. Quelli che stanno peggio sono architetti e ingegneri, con un calo del fatturato del 30%, a causa del mercato immobiliare fermo. Una situazione analoga riguarda i notai: sono crollate le compravendite, le stipule di mutui, le costituzioni di società. Calo del 15% del fatturato per le professioni economiche (commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro) che hanno visto ridursi il lavoro da parte delle aziende. Guadagni in diminuzione anche per i dentisti perchè ?i pazienti, se non hanno urgenza, rimandano a tempi migliori gli interventi importanti?.

    Ma è crisi anche per gli avvocati: uno studio prestigioso Bonelli, Erede, Pappalardo ha abbassato il numero dei collaboratori, ha chiuso la sede italiana di White & Case, studio internazionale americano con sede a Milano. Cambi anche nello studio Ashurst: Riccardo Agostinelli e Lorenzo Vernetti (entrambi fondatori della sede italiana) si sono spostati in Latham & Watkins. ?In difficolt? sono soprattutto i giovani avvocati e i praticanti procuratori, quelli che fanno gli avvocati d?ufficio e che non ricevono i compensi dallo Stato da due anni?. Come se non bastasse, le stime prevedono, per tutta la categoria, che la crisi si inasprir? nei prossimi mesi e nel 2010 perchè le parcelle arrivano sempre in ritardo rispetto alla prestazione. Acque agitate anche tra i consulenti del lavoro: le aziende entrano in crisi di liquidit?, mettono in mobilit? i lavoratori e cominciano a rallentare i pagamenti.

    Infatti la crisi sta portando in evidenza anche il rapporto perverso tra banche e piccole imprese industriali. L'ondata di chiusure sta arrivando in silenzio ed è una sorta di coda velenosa del tracollo del capitalismo drogato dalla finanza. Sarebbero almeno un milione le aziende in affanno per mancanza di liquidit?, cioè di soldi. Boccheggiano insieme ai propri dipendenti in cassa integrazione, in mobilit?, a un passo dal licenziamento. Accade nei distretti marchigiani del made in Italy, nel nord est dei mille capannoni; nel nord-ovest della manifattura tradizionale, nella Lombardia un tempo opulenta e degli straordinari pagati in nero. Succede anche nella ricca Como dove i tassi di disoccupazione se la sono sempre battuta con quelli del nord Europa.

    Fonti: Il Corriere della Sera/Corriereconomia, La Repubblica del 21 settembre
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Si vedono i sacchetti da marte?('')


    Napoli, rifiuti: ora è emergenza discariche
    La Iervolino: in citt? tutto sotto controllo



    NAPOLI (29 settembre) - La prima protesta ieri, dodici ore di sciopero e un presidio in piazza del Plebiscito sotto la sede del commissariato per i rifiuti con uno striscione choc, ?W i Casalesi?, duramente stigmatizzato da sindacati e istituzioni. I lavoratori degli ex consorzi di bacino sono scesi in piazza per difendere il loro posto di lavoro minacciato da una sentenza del Consiglio di Stato che da gioved? prossimo diventer? esecutiva per i primi 221 addetti. A rischiare sono in duemila ma la questione, osserva l?assessore regionale Ganapini, è più complessa: quando l?emergenza rifiuti finir?, dei 24mila lavoratori impiegati oggi a vario titolo nel settore resteranno in attivit? poco meno di 10mila.

    Lo sciopero ieri ha paralizzato l?attivit? di conferimento dei rifiuti in quattro discariche della regione ma la situazione potrebbe precipitare gioved?: scade infatti quel giorno la pausa di 48 ore che i manifestanti hanno deciso di concedere per capire che sbocchi avr? la loro protesta.

    ?Non siamo in emergenza, la situazione è sotto controllo?: così il sindaco di Napoli, Rosa Iervolino riferendosi alla situazione rifiuti in citt?. ?Il problema dei lavoratori dei bacini (che ieri hanno protestato in citt?, ndr) non è una nostra competenza ma del commissariato di governo? ha concluso la Iervolino precisando di non aver avuto contatti con esponenti del Governo sulla vicenda.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  8. #7
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Il governo della moralit?(''), del nuovo(''), del fare('')


    "Critichi Berlusconi e vuoi il mio aiuto?
    Firma un patto di sangue elettorale"
    Ecco, di seguito la mail inviata da Marcello Mancini e la risposta del consigliere Patrizio Bianconi.

    ?Caro Patrizio, scusa se ti disturbo, ma in via Tacito l?Ama ha piazzato dei cassonetti in modo assolutamente sconcio, senza nessuna logica, seguendo probabilmente delle pressioni di qualche raccomandato. Mi fai sapere se esiste una normativa comunale in merito ed eventualmente come agire per far ripristinare un regolare ordine??
    Marcello Mancini

    ?Egr. Dott. Mancini, nella sua e-mail Lei mi segnala una problematica personale che esula dalle mie competenze. Sarebbe svilente se un On. si dovesse occupare di cassonetti - o monnezza, come dicono a Roma - tanto più se gli stessi si trovano dinanzi ad un?attivit? imprenditoriale di un privato. Con profondo rammarico noto (...) che lei non comprende il senso, n? la ratio della Mia attivit? politica! Cercher? di essere chiaro.

    Lei, alle elezioni che mi hanno visto trionfatore non mi ha votato - anzi più volte nel corso degli anni ha manifestato antipatia nei confronti di Berlusconi (...) E allora nasce spontanea una domanda: perchè si rivolge alla mia persona? Io per quale motivo dovrei adoperarmi per lei? Forse mi reputa un idiota che si fa sfruttare da chiunque? Oppure, cosa ancora più offensiva, il suo servetto? Io lavoro solamente per chi mi vota in quanto faccio politica, non il missionario (...) Sarebbe svilente e umiliante per la mia persona, la mia competenza e la mia professionalit? consentire a chiunque di chiedermi favori che, come nel caso di specie, esulano dalle mie competenze.

    Pertanto: 1) O si impegna formalmente - stipulando un patto di sangue con il sottoscritto - a votare nel 2013 il sottoscritto on. Patrizio Bianconi al Comune di Roma ed il dir. Andrea Zaerisi al municipio XIX; 2) O, se lei non è intenzionato, non si rivolga alla mia persona.
    Desidero infine segnalarle che per avvalersi della mia professionalit? deve preventivamente fornirmi: nome, cognome, indirizzo di residenza affinch? io possa schedarla nella mia rubrica individuando la sezione elettorale dove lei vota al fine di controllare se esprimer? o meno la preferenza nei miei riguardi. E poi: il suo telefono di casa, il cellulare e l?e-mail al fine di poterla rintracciare quando ci servir? il voto suo e della sua famiglia. Se non se la sente di instaurare con il sottoscritto tale tipologia di patto la invito a rivolgersi alle persone che lei vota (...) Io non mi faccio prendere per il culo da nessuno!?.
    On. Patrizio Bianconi
    (30 settembre 2009)
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Mi domanda se come combustibile useranno le 40 navi affondate


    Nucleare: Enel, primo reattore nel 2020
    Enel: 'Il sito sar? selezionato a ottobre 2010'

    06 ottobre, 07:43

    Una centrale nucleare
    Correlati
    Approfondimenti
    Favorevole il 40% italiani, ma solo il 17% se vicino casa </font> Mia osservazione(che popolo de debosciati)

    FLAMANVILLE (FRANCIA) - Gli esperti di Enel considerano "un obiettivo realistico" l'ingresso in servizio della prima centrale nucleare in Italia il primo luglio 2020. Poi ogni 18 mesi l'avvio degli altri reattori del progetto per il nucleare in Italia di Enel con l'alleata francese Edf. La selezione del primo sito è attesa per il 10 ottobre 2010, dopo la pubblicazione dei criteri per la scelta, attesi non prima del prossimo luglio. La prima colata di calcestruzzo per l'edificio del reattore è prevista per il 9 luglio 2015.

    E' una stima dei tempi che viene indicata da Enel come "ragionevole" considerando non solo gli aspetti tecnici ma anche l'impatto del dibattito che si accender? sulla scelta dei siti dove costruire le centrali e la possibile tempistica per la definizione del quadro normativo e per l'iter burocratico. Le scadenze previste sono state indicate nel corso di un seminario in Francia dove Edf (con Enel che partecipa all'investimento con una quota del 12,5%) sta costruendo il terzo reattore della centrale di Flamanvile, un progetto di ultima generazione che rappresenta il modello per la costruzione delle centrali nucleari di Enel in Italia. La pubblicazione dei criteri tecnico-ambientali per l'individuazione dei siti, uno dei passaggi più delicati, non è attesa prima di luglio 2010: sar? infatti - hanno chiarito gli esperti di Enel - solo un passaggio successivo rispetto all'emanazione dei decreti legislativi da parte del governo (previsti per metà febbraio) che fisseranno la procedura prevista e affideranno il compito di entrare nel merito dei criteri alla nuova Agenzia per la sicurezza nucleare.

    Gli esperti dell'Enel prevedono "un quadro normativo in ordine per febbraio-marzo 2010, per poi avviare gli iter autorizzativi". Un percorso burocratico per la costruzione della prima centrale che prevede un permesso di sito, atteso entro agosto 2011, e l'autorizzazione unica, la "licenza integrata per costruzione ed esercizio", che la scaletta dei tempi di Enel prevede per maggio 2013. Da febbraio 2010 sono poi previsti 12 mesi per eventuali disposizioni correttive da parte del Governo. Sempre entro febbraio 2010 dovrebbe essere completato anche l'iter per l'Agenzia per il nucleare, dallo statuto alla scelta della sede ed alle nomine. E sono attese le delibere Cipe sulla tipologia degli impianti e i criteri per i consorzi che realizzeranno e gestiranno le centrali.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  10. #9
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    PENSA TE! SE TUTTO QUELLO CHE HAI POSTATO FOSSE CARTA IGIENICA (E NON LO E'!) TI CI POTRESTI AVVOLGERE COMPLETAMENTE! SAI CHE SPASSO. AVREMMO LA MUMMIA: MADECHE'! UAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAH!
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    E se le lauree che ciai fossero cioccolata, come sono, saresti tutto ciccia e brufoli


    A MODIFICATOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO OOOO
    Uahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha hahaha
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  12. #11
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    INVECE A TE PESA LA TERZA ELEMENTARE SERALE! MI RENDO CONTO! MA COME, NON HAI FRUITO DEL "DIRITTO ALLO STUDIO" TANTO SBANDIERATO DA BERTINOTTI E COMPAGNI? AZZ. QUANTO COSTA STO DIRITTO ALLO STUDIO, NELLE UNIVERSITA' ITALIANE! IL POVERO FAUSTO NON HA FATTO IN TEMPO AD ELIMONARLO!OGGI VEDO CHE SEI LIBERO! VEDO CHE QUALCHE GIORNO ALLA SETTIMANA LAVORI! BENE...MEGLIO DE NIENTE...A VOI COMUNISTELLI IL LAVORO...NON TANTO...EH!?
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  13. #12
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Diritto allo studio?????????

    Quello è per i MODIFICATIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII.....come te, io so inttttellligggente de mio, mica me serve farmi rigirare il cervello da professori terroni('')
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  14. #13
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    AH, HO CAPITO! TE SEI INTELLIGENTE DE TUO! FORSE PER LE BORGATE ED I CENTRI SOCIALI ROMANI.....PER TUTTO IL RESTO...ME SA TANTO CHE NON CI SIAMO PROPRIO....ALTRO CHE BALLE....
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  15. #14
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    E te paresse poco!!!!!!

    Sai quando si incontrano individui come te, conny, valteruccio uccio uccio, quello e un gran risultato('')
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  16. #15
    Senior Member L'avatar di verita
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    7,231
    Thanked: 28

    Predefinito

    GIA...VOI COMUNISTELLI...AVETE SENZA DUBBIO DA IMPARARE!!
    VERITA\'

    ""Un uomo e' vivo nella misura in cui puo' comunicare"" - L. Ron Hubbard



  17. #16
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Senza OMBRA di dubbio, al di la di ogni ragionevole dubbio, fino a prova contraria
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  18. #17
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Mentre la sicilia sprofonda.....................da Marte arriva il messaggio


    Premier: Ponte, a dicembre via ai lavori
    Pd: spudorato, serve altro. Udc: una follia

    Berlusconi: ?Il debito pubblico non freni gli investimenti?
    Idv: il Sud ha bisogno di altro, opera faraonica non necessaria

    ROMA (14 ottobre) - ?A dicembre e gennaio cominceremo un'altra infrastruttura: il Ponte sullo Stretto?: lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi durante il vertice a Villa Madama con i vertici di Adr e Sea sullo sviluppo del sistema aeroportuale di Roma e Milano. ?Il nostro Paese si deve svegliare da un lungo sonno che lo ha portato anche ad avere condizioni di bilanci negative. L'Italia ha un ?gap infrastrutturale, della logistica della mobilit?, che rappresenta una vera propria strettoia che ha finora ha impedito di sfruttare a pieno le ricchezze del nostro Paese che potrebbero attirare ancora più turisti e investitori. Un gap che noi dobbiamo superare?.

    ?Dobbiamo fare i conti con il debito pubblico che abbiamo ereditato - ha detto il premier - ma questa eredit? non deve impedirci di innovare e di rimuovere e gli ostacoli che si frappongono alla realizzazione di infrastrutture e non deve impedirci di stimolare investimenti pubblici e privati verso ciò che è più urgente?.

    ?Impegno per sviluppare le infrastrutture entro il 2015?. ?Da parte del governo c'è l'impegno a garantire le infrastrutture di collegamento con gli aeroporti. Inoltre, c'è l'impegno per Milano affinch? le infrastrutture siano pronte per il 2015, quando sar? la vetrina dell'Italia in tutto il mondo?.

    ?Ritardi sulle infrastrutture: l'Italia è veramente colpevole?. ?Il ritardo sulle opere infrastrutturali del nostro Paese è veramente colpevole: siamo sotto il 50% delle dotazioni nel settore rispetto alla Germania, alla Francia e alla Spagna - ha detto Berlusconi - I nostri impiegati nel settore della logistica sono quasi 500mila, a fronte dei 2 milioni e mezzo della Germania. Credo che con questi progetti che le società aeroportuali ci hanno presentato l'Italia potr? approfittare di quell'aumento del turismo che Nazioni Unite danno per scontato. Dovremo essere capaci di portare in Italia una percentuale molto maggiore di turisti rispetto a quanto avviene ora?. Il premier ha ricordato inoltre la promessa di ?intervenire sulle procedure che rallentano l'esecuzione dei progetti, pensiamo di ridurre ad un terzo rispetto a quelli attuali i tempi necessari? per le procedure necessarie al rilascio delle pratiche burocratiche. Berlusconi si è detto soddisfatto di ?aver mantenuto la compagnia di bandiera in mani italiani?, pur non fornendo dettagli sul quadro finanziario della nuova Alitalia il premier si è detto convinto che ?la nuova gestione della società premier? il coraggio di chi ha saputo rischiare?.

    Martella (Pd): incredibile faccia tosta. ?Le dichiarazioni di oggi del presidente del Consiglio sono l'ennesima dimostrazione della sua incredibile faccia tosta. Come si fa a sostenere la necessit? che sulle Infrastrutture l'Italia "si svegli da un lungo sonno", proprio nel giorno in cui l'Associazione nazionale costruttori denuncia un taglio di 2 milioni e mezzo di euro ai fondi per le infrastrutture??. Cosò il responsabile Infrastrutture del Pd, Andrea Martella. ?La verità - aggiunge - è che come sempre quando è in difficolt? e a corto di risultati concreti, Berlusconi tira fuori le favole a cui è più affezionato:l'Alitalia, che al contrario di quanto affermato dal premier è una compagnia in gravi difficolt? economiche e gestionali, e il ponte sullo stretto di Messina, un'opera assolutamente non prioritaria per il Mezzogiorno, a maggior ragione dopo la tragedia dell'alluvione?. ?Il governo continua con la politica della vuota propaganda - conclude Martella - che pu? andar bene per i titoli di qualche tg compiacente, ma di certo non per dare ai cittadini le risposte che attendono?.

    Della Seta: premier spudorato, serve altro. Roberto Della Seta, capogruppo del Pd nella commissione Ambiente del Senato, sostiene che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ?? davvero spudorato ad annunciare che entro dicembre cominceranno i lavori per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina, specie se si considera che nella finanziaria 2010 i fondi per la difesa del suolo sono passati da 540 a 120 milioni, cioè ridotti a un quarto, e che lo stato delle infrastrutture, e in particolare delle ferrovie, della Calabria e della Sicilia, è a dir poco penoso?. Per Della Seta, ?le urgenze per il Mezzogiorno sono le infrastrutture di trasporto e, come la tragedia dell'alluvione a Messina ha messo drammaticamente in luce, investimenti per la messa in
    sicurezza del territorio. Senza investimenti adeguati sulle infrastrutture, visto che la ristrutturazione della Salerno-Reggio Calabria non sar? finita prima di 7-8 anni, lo sviluppo del Sud rischia di rimanere al palo. Altro che ponte di Messina, le priorit? per il Mezzogiorno sono davvero altre?.


    Realacci (Pd): uno sfregio nei confronti del Sud. ?? un grande bluff. Investire una abnorme quantit? di denaro pubblico in un'opera faraonica e di dubbia utilit? come il Ponte sullo Stretto è uno sfregio nei confronti dei cittadini del sud di Italia che hanno ben altre priorit?: lo afferma Ermete Realacci, responsabile Ambiente del PD, commentando le dichiarazioni di Silvio Berlusconi che oggi ha annunciato l'avvio dei lavori per il Ponte sullo Stretto di Messina fra dicembre e gennaio prossimi.

    Berretta (Pd): meglio ponte Primosole. ?Prima di pensare alle opere faraoniche si metta mano a opere di modesta dimensione che frenano lo sviluppo e l'economia della Sicilia? ha detto il parlamentare nazionale del Partito democratico, Giuseppe Berretta. ?Questa vicenda è emblematica di tutto quello che accade in Sicilia - ha detto Berretta - L'asse di collegamento tra Catania e Siracusa è stato inaugurato centinaia di volte ma in realt? solo una piccola porzione è stata completata. Ci sono stati e continuano ad esserci invece momenti di vera difficolt? per gli abitanti delle due province?.

    Belisario (Idv): opera faraonica non necessaria. ?Sta per partire un'opera faraonica contro il buon senso, assolutamente non prioritaria per il Sud che in realt? ha bisogno di ben altre infrastrutture? ha commentato il presidente dell' Idv al Senato, Felice Belisario.

    D'Alia (Udc): avvio lavori pura follia. ?Parlare del ponte oggi è pura follia. I morti di Messina devono farci capire che è necessario, prima di ogni altra cosa, mettere in sicurezza il territorio. Per questo ci vogliono tante risorse, anche quelle che sono state stanziate per il ponte?. Lo afferma il presidente dei senatori dell'Udc, Gianpiero D'Alia.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  19. #18
    Senior Member L'avatar di bai
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    7,403
    Thanked: 5

    Predefinito



    beh a questo punto non vedo l'ora che si realizzi il ponte sul tirreno tra la sardegna ed il resto d'italia


    quanti piloni saranno neccessari?


    roberto
    volete far fruttare i vostri risparmi?
    piantate alberi di noce, farete ricchi voi e altri



  20. #19
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Tanto per essere precisi!!

    Maltempo, in Sicilia frana invade parte della tangenziale, fermi i traghetti



    PALERMO (15 ottobre) - Forte vento e pioggia si abbattono da due giorni sulla Sicilia occidentale. Maltempo che ha bloccato molti collegamenti marittimi tra cui quelli con Lipari e Pantelleria. Inoltre questa mattina a Catania una frana causata dalle piogge delle ultime ore ha parzialmente invaso la tangenziale. Lo smottamento si è verificato all'imbocco della galleria ?Mirenda? in direzione Siracusa vicino a Misterbianco. </font>

    La circolazione che ha subito forti rallentamenti, si svolge a doppio senso sull'unica carreggiata rimasta aperta in quel tratto. Le difficolt? sono accresciute dal cedimento della sede stradale, sempre a Misterbianco, della rotonda di snodo della zona commerciale. Il bivio è stato transennato in via cautelare.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  21. #20
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    ('')Mizzeca grave colpa, calzino turchese



    Servizio sulla vita privata del magistrato della sentenza Cir-Fininvest. Ironie sui vestiti.
    Il sindacato delle toghe: "Intervenga il Garante". Fnsi: "E minacciano ritorsioni sul canone Rai"
    Scoppia il caso Mesiano
    Anm: "Esterrefatti e indignati"



    Il giudice milanese Raimondo Mesiano in un fotogramma tratto dal servizio di Canale 5
    Multimedia
    ? IL VIDEO
    ? L'AUDIO: parla il segretario di Anm
    ROMA - Scoppia il caso Mesiano. Dopo il servizio mandato in onda su Canale 5 sulla vita privata del giudice della sentenza Fininvest-Cir, il presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana Roberto Natale accusa Mattino 5 di "pestaggio mediatico". Far seguire il magistrato dalle telecamere mentre si fa radere dal barbiere o fuma una sigaretta seduto su una panchina di un giardinio pubblico ?, per il segretario dell'Associazione nazionale dei magistrati "una vergona, un'intollerabile intromissione nella privacy di una persona".

    E' bufera dopo la trasmissione di ieri. Giuseppe Cascini, segretario di Anm, grida allo scandalo su Repubblica tv: "Sono esterrefatto e indignato. E' una vergogna. Dove arriveremo? Definire stranezze il fatto che una persona fuma o sottolineare il colore dei suoi calzini. Distruggere così l'identit? di una persona è inqualificabile", continua il segretario di Anm. "Questa campagna mediatica deve finire. Intervenga il Garante della privacy".

    Anche il presidente della Fnsi è altrettanto duro nei confronti dei giornalisti di Canale 5, e si domanda, "visto che il Presidente del Consiglio continua a deprecare l'uso criminoso della tv, ancora una volta tirando in ballo a sproposito Annozero, come considera l'uso della tv che è stato fatto ieri mattina dalla più importante rete Mediasetà"

    Roberto Natale spiega: "Mattino 5 ha mandato in onda un servizio su Raimondo Mesiano che rassomiglia molto ad un pestaggio mediatico. Ci sembra un tema ben più rilevante che non le minacce di ritorsione sul canone Rai al solito segnate dal suo clamoroso conflitto di interessi".

    Lo scoop di Canale 5 si basa su un video di pochi minuti sulla vita privata del magistrato che, non più tardi di due settimane fa, ha condannato il gruppo Fininvest a risarcire alla Cir di Carlo De Benedetti 750 milioni di euro, per l'annullamento del lodo Mondadori risolto nel 1990 a favore del gruppo Fininvest in cambio di mazzette versate ad alcuni giudici romani.

    Il video ritrae di nascosto l'interessato, mentre esce di casa e passeggia per le vie di Milano. Le immagini si soffermano sul giudice seduto sul seggiolone del barbiere, con la schiuma da barba sul viso. Il reporter commenta: "Forse non sa ancora che il Csm lo sta "promuovendo". Il riferimento è all'avanzamento di carriera ottenuto da Mesiano, due giorni fa, dal Csm. Un naturale avanzamento di carriera in base all'anzianit? che per? il centrodestra ha subito tradotto come "la ricompensa per l'attacco a Berlusconi".

    "Lui va avanti e indietro", ripete, ancora, la voce fuori campo della giornalista. Poi, poco prima di concludere il servizio, la scena cambia e si concentra su "un'altra stranezza: guardate il giudice seduto su una panchina. Camicia, pantalone blu, mocassino bianco e calzino turchese. Di quelli che in tribunale non è proprio il caso di sfoggiare". </font>

    Claudio Brachino, conduttore di Mattino 5 e direttore di Videonews si difende: "Non c'era alcuna malizia ma solo il senso televisivo di dare un volto a un personaggio che la gente non conosceva di persona".

    (16 ottobre 2009)
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •