Cookie Policy Privacy Policy Fascisti su Marte - Pagina 2



Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 76

Discussione: Fascisti su Marte

  1. #21
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Il nuovo piano carceri proposto dal governo prevede anche le carceri galleggianti, minchia ma chi è che diceva "la fantasia al potere?"
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?


  2.      


  3. #22
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito



    Dobbiamo fare i conti con il debito pubblico che abbiamo ereditato - ha detto il premier - ma questa eredit? non deve impedirci di innovare e di rimuovere e gli ostacoli che si frappongono alla realizzazione di infrastrutture e non deve impedirci di stimolare investimenti pubblici e privati verso ciò che è più urgente?.


    Se non vado errato in questi nove anni abbiamo avuto salvo una parentesi di 18 mesi un governo con berlusconi come pdc,mi chiedo allora,da chi ha ereditato sto debito pubblico?
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  4. #23
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Italia . E' scomparso al pubblico il decreto Brunetta. Palmieri (RdB): "il governo è in contraddizione. Il 23 sciopero generale"


    Dopo l?approvazione nel Consiglio dei Ministri del 9 ottobre scorso, accompagnata da una conferenza stampa del Ministro Brunetta e del Presidente Berlusconi, si sono perse le tracce del Decreto Legislativo sulla riforma della Pubblica Amministrazione. La Bozza in circolazione, pubblicata sul sito dello stesso Ministero della P.A., era la Revisione Numero 33, ad oggi non ancora pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Intanto la bozza stessa è scomparsa dal sito del Ministero. ?A questo punto sembra plausibile l?arrivo di una revisione numero 34 o persino 35?, commenta Paola Palmieri, della Direzione nazionale RdB Pubblico Impiego. ?Non possiamo che inquadrare questi avvenimenti nel clima di tensione politica delle stesse forze della maggioranza di Governo è prosegue Palmieri è clima generato da una non totale condivisione delle scelte del titolare della Funzione Pubblica, il quale ormai da mesi non fa che attaccare frontalmente i lavoratori pubblici, compresi poliziotti e magistrati, a cui il Decreto sottrae diritti e salario in una difficilissima fase di crisi economica divenuta ormai, specie per i lavoratori dipendenti, crisi sociale?. Conclude la dirigente RdB: ?La prima risposta sar? quindi lo sciopero generale del prossimo 23 ottobre a Roma, dove si svolger? la manifestazione nazionale che vedr? la massiccia partecipazione dei lavoratori pubblici provenienti da tutte le citt? italiane?.
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  5. #24
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Alto Adige, teorizzavano la rinascita
    del nazismo: un arresto e 16 denunciati



    BOLZANO (11 novembre) - Avevano creato un gruppo nominato ?Giovent? hitleriana di Naturno?: un giovane è stato arrestato e altri 16 denunciati a piede libero, tra i quali 9 minorenni.

    L'indagine è stata condotta dalla polizia, in Alto Adige, contro l'estremismo nero. Il più giovane dei ragazzi coinvolti ha 16 anni, il più anziano 26. Sono state eseguite numerose perquisizioni domiciliari e sequestrati diversi computer.

    Il gruppo agiva prevalentemente attraverso attivit? informatica, scambiandosi on line materiale sul nazismo, del quale teorizzava la rinascita. I giovani avevano anche realizzato un video, che faceva vedere il lancio di bottiglie molotov, e avevano messo in atto un'aggressione a tre giovani coetanei, nel corso di una festa campestre tenutasi a Rabl?
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  6. #25
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    May 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    818
    Thanked: 0

    Predefinito



    Citazione Originariamente Scritto da Madeche
    Italia . E' scomparso al pubblico il decreto Brunetta. Palmieri (RdB): "il governo è in contraddizione. Il 23 sciopero generale"
    Dopo l?approvazione nel Consiglio dei Ministri del 9 ottobre scorso, accompagnata da una conferenza stampa del Ministro Brunetta e del Presidente Berlusconi, si sono perse le tracce del Decreto Legislativo sulla riforma della Pubblica Amministrazione. La Bozza in circolazione, pubblicata sul sito dello stesso Ministero della P.A., era la Revisione Numero 33, ad oggi non ancora pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Intanto la bozza stessa è scomparsa dal sito del Ministero. ?A questo punto sembra plausibile l?arrivo di una revisione numero 34 o persino 35?, commenta Paola Palmieri, della Direzione nazionale RdB Pubblico Impiego. ?Non possiamo che inquadrare questi avvenimenti nel clima di tensione politica delle stesse forze della maggioranza di Governo è prosegue Palmieri è clima generato da una non totale condivisione delle scelte del titolare della Funzione Pubblica, il quale ormai da mesi non fa che attaccare frontalmente i lavoratori pubblici, compresi poliziotti e magistrati, a cui il Decreto sottrae diritti e salario in una difficilissima fase di crisi economica divenuta ormai, specie per i lavoratori dipendenti, crisi sociale?. Conclude la dirigente RdB: ?La prima risposta sar? quindi lo sciopero generale del prossimo 23 ottobre a Roma, dove si svolger? la manifestazione nazionale che vedr? la massiccia partecipazione dei lavoratori pubblici provenienti da tutte le citt? italiane?.

    ? VERO C'? UNA BELLA CONFUSIONE MA è TUTTA COLPA DI QUEL TALE DI AN CHE FA IL FURBO E MANDA I SENATORI A FARE VACANZA...


    MA MI PARE CHE SOTTO PRODI ERA PEGGIO E SI ANDAVA AVANTI CON SENATORI A VITA E LA DESTRA NON HA FATTO MAI SCIOPERO.............CHE DIFFERENZA DI VEDUTE EHHH?????



  7. #26
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Arindranghete!!!!!!!

    Ogni volta si fa riferimento al passato, ma l'attual?it? conta qualcosa per te?

    Il "programma" del pdl che diveva?
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  8. #27
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    May 2009
    Località
    Italy
    Messaggi
    818
    Thanked: 0

    Predefinito

    E CHE DICEVA IL PROGRAMMA DI PRODI???????



  9. #28
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Arindranghete!!!!!!!!!!!
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  10. #29
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Certo ce da essere orgogliosi di riconoscere chi va in guerra come "la parte migliore" di una nazione che ripudia la guerra('')


    12-11-2009 - 12:27

    Senato: Nassiriya, via libera all'unanimita' a ddl, e' legge

    (ANSA) - ROMA, 11 NOV - Approvato all'unanimita' dal Senato il ddl che istituisce la giornata per la memoria dei caduti militari e civili in missioni internazionali.E sara' il 12 novembre, giorno della strage di Nassiryia. Gia' passata alla Camera, la norma e' legge. 'Siamo orgogliosi di riconoscere a questi uomini il merito di rappresentare la parte piu' nobile della nostra comunita' nazionale'. dice in Aula il ministro della Difesa La Russa. E il suo discorso e' stato accolto da un lungo applauso bipartisan.'Con questo voto il nostro Paese dice al mondo intero che non intende dimenticare questi caduti', dice il presidente del Senato Renato Schifani. E sottolinea che 'oggi la Repubblica, nella sua massima autorevolezza e istituzionalita' dimostra di sapere e volere onorare doverosamente i propri caduti in missione di pace'. 'E' il modo giusto per ricordare, nel sesto anniversario, le vittime di Nassiriya, i 17 militari e i due civili italiani che persero la vita in Iraq', dice il vicepresidente di Palazzo Madama Chiti sottolineando: 'Dobbiamo essere riconoscenti e orgogliosi dell'impegno dei militari e civili italiani che in tante aree del mondo, sotto l'egida dell'Onu, stanno dando un contributo fondamentale per riportare la pace e difendere i diritti umani'.(ANSA).
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  11. #30
    Senior Member L'avatar di luni
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    6,660
    Thanked: 39

    Predefinito

    In un paese dove la classe politica è composta in maggioranza da mafiosi, piduisti, ladri, truffatori,puttanieri avranno pensato che dei mercenari che vanno ad invadere ed occupare un altro paese sono meglio di loro,per questo la frase parte miglioreriferita a loro.
    "Comunque è vero, sono comunista. Non dimentico mai la Bibbia e il Vangelo. E non dimentico mai quello che ha scritto Marx." (Don Gallo)



  12. #31
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Dal Rapporto Ismu 2009 il volto sempre più multietnico del Paese
    500mila presenze in più rispetto al 2008, diminuiscono gli irregolari
    Immigrati, crescita continua
    4,8 milioni i nuovi italiani
    L'integrazione è maggiore tra le donne e nelle citt? di provincia
    A scuola 200mila studenti di cittadinanza straniera ma nati qui
    di VLADIMIRO POLCHI



    Bambini con vesti tradizionali durante la festa per il Capodanno cinese a Roma
    ROMA - Cresce il popolo dei "nuovi italiani", diminuisce l'esercito degli irregolari. Al 1? gennaio 2009 gli immigrati in regola toccano quota 4,8 milioni: mezzo milione in più rispetto al 2008. Diminuiscono invece gli irregolari: dai 651mila del 2008 ai 422mila del 2009 (229mila in meno). Non solo. Nonostante la crisi economica, aumenta l'occupazione straniera: 222mila assunti in più quest'anno.

    L'identikit del più integrato? E' donna, coniugata (specie se con un italiano), ha figli; è in Italia da molto tempo; vive con i suoi familiari e in autonomia abitativa; mantiene pochi legami con il Paese d'origine. La provincia più accogliente è Trento, seguita da Massa-Cararra, Chieti, Modena e Ravenna.

    A scattare l'ultima fotografia del pianeta immigrazione è il XV "Rapporto nazionale sulle migrazioni 2009" della Fondazione Ismu. Al rapporto, si accompagna quest'anno il volume Indici di integrazione: un'indagine su 12mila immigrati residenti in 32 citt?, effettuata tra la fine del 2008 e i primi mesi del 2009.

    Chi sono oggi i "nuovi italiani"? La nazionalit? più numerosa resta quella romena con 968mila presenze (21% del totale), seguita dall'albanese e dalla marocchina (538mila e 497mila). I musulmani sono 1,2 milioni a fronte di 860mila cattolici. Sul lavoro, nonostante la crisi economica, si registra un aumento dell'occupazione immigrata pari a 222mila nuovi assunti. Cresce per? contestualmente anche la disoccupazione, che si attesta al 10,5%.

    Gli effetti della crisi si fanno sentire poi sulle rimesse: 1,48 miliardi sono gli euro spediti nel I trimestre 2009, il 4,7% in meno rispetto al I trimestre del 2008. Resta positivo il contributo dell'immigrazione sui conti pubblici italiani: il rapporto Ismu evidenzia infatti come al netto delle imposte pagate, un italiano riceve in media 1.800 euro in più l'anno (soprattutto grazie a benefici legati all'anzianit?, cioè le pensioni) rispetto a un immigrato. E il futuro? Rivedendo le previsioni Istat, l'Ismu prevede per il 2030 un totale di 8,3 milioni di residenti stranieri (quasi un raddoppio rispetto a oggi).

    Aumentano le seconde generazioni. Nell'anno scolastico 2007/2008 si contano 200mila studenti senza cittadinanza italiana, ma nati in Italia. Cresce, su un altro fronte, il numero degli immigrati in carcere: a metà 2009 su 63.981 detenuti 23.696 sono stranieri, mentre a fine dicembre 2008 gli stranieri erano 21.562 (su 58.127). Secondo l'Ismu, la criminalit? aumenta nelle realt? territoriali dove gli immigrati hanno bassi redditi e vengono impiegati come manodopera non qualificata e irregolare.

    Qual è il grado d'integrazione della popolazione straniera in Italia? Un'indagine ad hoc (coordinata dalla Fondazione Ismu), che ha coinvolto 12mila immigrati, rivela che le più integrate sono le donne; i coniugati (specie se con italiani) che hanno figli; coloro che hanno un'istruzione elevata e redditi abbastanza alti; quelli che sono in Italia da molto tempo (in buona parte da oltre 15 anni); gli stranieri che vivono con i loro familiari, in autonomia abitativa e che mantengono pochi legami di relazioni e di aiuto economico (rimesse) con il Paese d'origine.

    Il gruppo maggiormente integrato è quello proveniente dall'America Latina, con un punteggio medio di 0,54 lungo una scala che varia da 0 (assenza d'integrazione) a 1 (livello massimo), seguito dall'Europa dell'Est (0,51). L'Asia è invece in ultima posizione (0,47). Per quanto riguarda le nazionalit?, al primo posto della classifica dei più integrati troviamo i brasiliani (0,57), i dominicani (0,55) e gli albanesi (0,54). Infine la religione: il punteggio più elevato rispetto all'indice d'integrazione è raggiunto dai copti (0,55), seguiti dai cattolici (0,53) e da coloro che non praticano nessuna religione (0,53).

    Dal punto di vista economico, la ricerca dimostra come i redditi degli immigrati aumentano col crescere degli anni di presenza in Italia. Inoltre quanto più è stabile lo status giuridico, tanto più agevole è il percorso d'integrazione economica: la maggior parte degli irregolari (31,8%) guadagna tra i 600 e gli 800 euro al mese, mentre chi ha un permesso di lunga durata guadagna tra i 1.000 e 1.200 euro.

    Sul piano territoriale, nelle province della Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto si registrano i livelli più elevati d'integrazione economica (i corrispondenti valori medi dell'indice sono 0,59 per Ravenna, 0,58 per Trento e Padova, 0,57 per Milano).

    Il profilo del meno integrato è invece declinato al maschile. Si tratta di immigrati che hanno minori vincoli familiari, un reddito abbastanza contenuto, un livello d'istruzione relativamente modesto, un'anzianit? migratoria bassa e condividono l'abitazione con altri soggetti (parenti o amici).
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  13. #32
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    "Come far ballare il manicomio dei mercati finanziari dentro l'anno tragedia del 2010"

    Riproduciamo e pubblichiamo una interessante ed emblematica intervista di Giuseppe Turani ad un anonimo operatore di Borsa uscita lunedi su Affari e Finanza (titolo originale "Mercati, un 2010 con poche illusioni"). Il titolo e i passaggi sottolineati sono una nostra scelta redazionale.


    "Questi mercati hanno ancora il 56 per cento di aumento da portare a casa. Poi verso metà febbraio si ferma tutto, si fa un bel crollo (magari anche del 20 per cento) in attesa dei risultati delle trimestrali e poi ci si guarda negli occhi. E ognuno decider? che cosa fare da grande".

    L'operatore milanese che fa questa previsione quasi millimetrica sa benissimo che pu? sbagliarsi, e anche di grosso, come peraltro è già accaduto in passato. E infatti aggiunge (non richiesto): "Di rialzi sballati ne ho visti tanti, ma questo in un certo senso li batte tutti?. ?Per quanto ci si sforzi di trovare una spiegazione razionale al boom del 20/30 per cento dei mercati in piena crisi, non ci si riesce. Non esiste una sola ragione al mondo che giustifichi questo boom. E infatti anche noi che siamo qui (e che stiamo guadagnando mica male) siamo perplessi. E' come essere oggetto delle cure di un corteo di Babbi Natale, tutti con le gerla pieni di doni. Doni che sappiamo benissimo di non avere meritato. Semmai, noi abbiamo fatto solo casino e abbiamo messo in piedi una crisi enorme?.




    Ma il rialzo c'è stato, e anche tosto, molto tosto. Possibile che non ci sia una ragione?
    ?Una c'è, a ben guardare. è la paura. Tutti si sono presi paura che il mercato finanziario mondiale potesse crollare sotto i colpi della crisi. Da tutte le parti, governi e banche centrali, sono arrivati inviti a impedire che ciò accadesse. E così, sentendoci protetti così in alto (invece che in galera), metterci a comprare ci è sembrato il minimo che si potesse fare. Insomma, eravamo colpevoli di furto con destrezza, borseggio continuato, circonvenzione di incapaci, malversazione dei mercati e invece dei carabinieri (o dell'Fbi per i nostri amici americani), ci arrivano telefonate in cui ci dicono di non abbandonare le postazioni e, soprattutto, di comprare, comprare, comprare. Lei che cosa avrebbe fatto??.


    Anche perchè il gioco ha cominciato subito a rendere.
    ?? vero. Si è scoperto quasi immediatamente che le grandi banche erano piene di soldi a costo praticamente zero e con un problema. Non si fidavano più a fare prestiti alle aziende (che esse stesse avevano contribuito a gettare nella crisi) perchè era diventato troppo rischioso. L'unico posto in cui far rendere quegli enormi capitali arrivati dal cielo (e praticamente gratis) era il mercato finanziario. Anzi. Mentre dare soldi a un'azienda con mille dipendenti voleva dire (e vuole dire) assumersi un rischio molto grosso, in Borsa (viste le condizioni di partenza) si giocava con le carte praticamente segnate. Chi avrebbe mai osato mettersi contro dei mercati che, dati già per morti e sepolti, improvvisamente si mettevano a correre? E infatti nessuno si è messo contro?.


    Ma adesso si immagina uno showdown addirittura nel giro di poche settimane, tre, forse quattro. Come mai?
    ?Mia nonna diceva che un bel gioco deve durare poco. Questo del rialzo lo stiamo facendo da marzo, è quasi un anno. Non le sembra che sia ora di fermarsi e di tirare il fiato? Anche perchè, ripeto, fra i prezzi a cui siamo arrivati e quello che ?c'è sotto?, cioè le aziende quotate, non c'è più in realt? alcun rapporto. Stiamo pagando le azioni a dei prezzi che io, in un altro contesto, farei come il Ravelli dei bei tempi: venderei tutto il listino al ribasso e me ne andrei in crociera. Ma questo è il gioco nel quale ci siamo trovati infilati. E allora giochiamo. Ma a metà febbraio sottoscriveremo una polizza sulla vita: una bella botta al listino, e poi si riparte. D'altra parte, i miei clienti hanno visto il resoconto di fine anno e a momenti mi danno le loro figlie da sposare. Mai avrebbero creduto che sarebbe finita così bene?.


    Nel 2009, nonostante tutto, vi è andata proprio bene. Ma si dice che nel 2010 non sar? così. Forse, alla fine, metterete insieme un rialzo del 10 per cento, magari anche meno.
    ?Concordo. Con una sola possibile variante. Vede, i tassi di interesse resteranno bassi per chissò quanto tempo. In queste condizioni obbligazioni e simili non rendono proprio niente. Uno compra questi titoli come alternativa al mettere i soldi sotto il materasso. Ma non c'è convinzione, perchè non ci sono (e non ci saranno per molto tempo) guadagni interessanti. E questo potrebbe far partire un altro motore. Se nel 2009 ci ha spinti in avanti la paura di un fallimento globale, nel 2010 potrebbe darci un'altra spinta la disperazione: la disperazione di avere in mano tanti soldi che per? non rendono quasi niente. Gi? me li sento che chiameranno al telefono e diranno: mi raccomando, stia attento, ma mi faccia guadagnare qualcosa, anche poco, sa, l'importante è non stare fermi. Se saranno in tanti a fare questo ragionamento, allora i mercati potrebbero decollare un'altra volta. Solo che in questo caso sarebbe un volo breve. Diciamo fino a giugno?.

    Perch? siete così pessimisti?
    ?Vede, in aprile escono le prime trimestrali dal 2010 e sar? roba da mettersi a piangere sul serio, da crisi verticale del capitalismo. Ma a questa prima doccia fredda forse i mercati possono ancora resistere. Erano tutti risultati attesi, si dir?, che cosa potevano fare povere aziende dentro una congiuntura così? Ma a giugno arriveranno le seconde trimestrali e si comincer? a vedere in controluce l'intero 2010. E si capir? che per le imprese questo sar? un anno-tragedia. A quel punto anche i più testardi capiranno che non è possibile continuare nella pretesa di fare soldi con i soldi sopra un'economia che riesce a mettere insieme solo perdite e che, semmai, di soldi avrebbe bisogno per ricapitalizzarsi e per fare qualcosa di nuovo. E il tonfo non sar? più evitabile?.

    Tutto ciò è proprio inevitabile?
    ?Ha presente quei film western con i giocatori di poker che tengono la pistola sulle ginocchia, pronti a sparare? Ecco, siamo esattamente dentro quel film. Qui non ci tiriamo certo indietro, c'è da ballare, balliamo. C'? da comprare, compriamo. Ma sempre pronti a infilare l'uscita di sicurezza. Ecco perchè ci sar? un tonfo e anche piuttosto robusto. La nostra non sar? una discesa calibrata, meditata, ragionevole. Ma sar? proprio una specie di ?si salva chi scappa per primo?, si salva chi riesce in pochi minuti a rovesciare sul mercato tutto quello che ha, prima che i prezzi diventino insignificanti?.

    E dopo?
    ?Dopo, noi siamo fuori dal problema. A quel punto tocca a Obama, a Bruxelles, a Putin, ai cinesi rimettere in sesto l'economia mondiale e ridare prospettive di crescita alle aziende. Noi, piccoli gnomi della finanza, abbiamo tenuto aperto, per ora, il mercato, impedendo che si tornasse al Medioevo, con la gente che scambiava carri di fieno contro carri di patate. Le autorit? ci hanno spinto a fare questo, spiegandoci che era fondamentale (ed è vero). Noi, già che eravamo l?, ci abbiamo messo un po' di entusiasmo, forse anche troppo. Ma sappiamo benissimo che ci stiamo prendendo in giro tutti quanti. Ci stiamo, tutti, scambiando azioni a dei prezzi che non hanno alcun senso?.

    Addirittura ?alcun senso??
    ?Ma di sicuro. Mi creda, qui stiamo facendo ballare un manicomio. E per qualche mese riusciamo a farlo, e forse ci divertiamo pure e guadagniamo dei soldi. Prima o poi, per? deve arrivare una squadra di medici e fare ordine, distribuire delle pastiglie, fare degli interventi. Altrimenti sar? chiaro a tutti che questo non ?, appunto, il ballo delle debuttanti della corte di Vienna, con gli ufficialetti in alta uniforme e le ragazze in abito lungo che ballano ordinatamente il valzer, ma un'immensa, planetaria, globale, devastante storia di matti che fanno i matti?.

    * da Affari e Finanza dell'11 gennaio 2010
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  14. #33
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    I De/struzzi del fare e la Bossi-Fini('')('')

    Problema Immigrazione? risolto!!

    Rosarno? sta in Africa('')('')('')('')




    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  15. #34
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Non mi ricordo, chi era il Babbeo?


    Berlusconi, per ora no riduzione tasse</font> Attacchi pm peggio di Tartaglia
    Nuovo affondo a tutto campo del premier. La riforma del fisco si impone ma tempi lunghi</font>
    ('')('')Passeranno altri 20 anni('')

    13 gennaio, 13:51
    Niente Dl stop-processi, si arena anche processo breve
    Sud: governo battuto alla Camera

    ROMA - "L'attuale situazione di crisi non permette nessuna possibilit? di riduzione delle imposte". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nel corso di una conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. ''La situazione attuale del debito pubblico comportera', solo di interessi, una spesa di 8 miliardi di euro all'anno. In questa situazione - ha sottolineato il premier - e' fuori discussione poter pensare a un taglio delle imposte''. ''Devo dire - ha detto il capo del governo in conferenza stampa - che non sono vere neppure tutte quelle illazioni sulla volonta' di andare alla riduzione delle imposte''. ''L'attuale situazione di crisi - ha spiegato - non comporta nessuna possibilita' di riduzione delle imposte. Abbiamo avuto anche una riduzione delle entrate negli ultimi mesi, una diminuzione del 5% del nostro Pil e questo ci ha costretto a un deficit annuale che e' andato a sommarsi al debito ereditato e che comportera', sia da quest'anno che per gli anni a venire, che soltanto per la spesa di interessi contro il titoli del debito pubblico che sono andati a coprire questo maggiore deficit e debito una spesa di 8 miliardi di euro all'anno''. ''In questa situazione - ha proseguito il premier - e' assolutamente fuori discussione che si possa pensare a una riduzione del taglio delle imposte''.
    RIFORMA FISCO SI IMPONE, MA TEMPI LUNGHI

    ''Si impone una semplificazione di tutto il sistema tributario, ma sara' un lavoro lungo, duro. Spero che possa essere sufficiente un anno, ma e' un lavoro davvero improbo'', ha detto ancora Berlusconi ribadendo inoltre che ''il quoziente familiare resta un nostro impegno, ma purtroppo non c'e' nessuna possibilita' che questo possa avvenire'' in questa situazione di bilancio''.
    ''Ho assistito a molte discussioni televisive circa una nostra promessa elettorale che riguarda il quoziente familiare'', e' stata la premessa del premier. ''E' un fatto di giustizia che un singolo che guadagna 100 sia chiamato a pagare piu' tasse di un padre di famiglia che deve mantenere una famiglia numerosa'', ha aggiunto. Quella del quoziente familiare, ha quindi affermato, resta ''la direzione prima su cui in un futuro potremmo convogliare una possibile riduzione delle imposte''. I tempi, pero', non sono maturi. ''E' un nostro impegno elettorale, ma era immediatamente legato al fatto che avremmo proceduto in quel senso ove le condizioni del bilancio dello stato lo avessero consentito. Quindi - ha concluso Berlusconi - ribadisco il nostro impegno, ma purtroppo devo dire che oggi come oggi non c'e' nessuna possibilita' che questo possa avvenire''.Edited by: Madeche
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  16. #35
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    ('')('')A de/struzziiiiiiiii, ma non vi gira la testa?('')Si.....No......Forse........Vedremo



    Roma, 11:23
    CRISI: BERLUSCONI, E' GRAVE MA MANTENIAMO IMPEGNI
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  17. #36
    valter2003
    Guest

    Predefinito

    Madeche, fai troppi copia-incolla e sono pure lunghiio non riesco a leggerli...incomincia a dire qualcosa di tuo ogni tanto, mi stai prendendo il vizio di appiccicare teorie concepite da altri, non sta bene rubare dai....



  18. #37
    Senior Member L'avatar di connyok
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Messaggi
    5,514
    Thanked: 1

    Predefinito



    Madeche, valter mi ha anticipato di un soffio.Ma tu credi veramente che noi ci mettiamo a leggere tutte stupidaggini che scopiazzi ?


    Scrivi qualcosa che esce fuori dal tuo cervello e vediamo se riusciamo a capirlo.





  19. #38
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Lo so lo so('')

    Voi preferite gli spot rapidi e veloci('')


    A conny che ha scritto: "ma tu credi veramente che noi ci mettiamo a leggere tutte le stupidaggini che scopiazzi?"('')dico:

    No assolutamente, infatti tu giudichi stupidaggini le cose che non leggi('')

    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  20. #39
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    10,058
    Thanked: 0

    Predefinito

    Il partito dell'ammore('')


    Lo scapolo Brunetta capitola: "Sposer? Titti l'anno prossimo"

    Il ministro alla Funzione Pubblica, alla soglia dei sessant'anni, convoler? a nozze con la sua storica compagna, arredatrice d'interni. "A Venezia o a Ravello. Oppure in tutti e due i posti"

    Brunetta e la compagna Titti


    Milano, 26 gennaio 2010 - Lo aveva annunciato e ha mantenuto la promessa. Sembra che il romanticismo abbia invaso il parlamento: dopo Maria Stella Gelmini, infatti, ora anche Renato Brunetta dir? sò
    \"Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo\" (Ernesto Guevara)Che
    Accessibilità?



  21. #40
    Junior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    CALABRIA
    Messaggi
    2,015
    Thanked: 12

    Predefinito



    Scusa Made..? il partito dell'amore si o no?..? normale che tutti siano innamorati e felici......grazie a noi e alle nostre lacrime
    crederci sempre, disperare mai...prima o poi arriverà la luce



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •