Credo che nel chiedere l'adozione di un bambino/a non dovrebbero essere posti paletti di alcun genere.Dovrebbe essere comunque ben accetto indipendentemente dal sesso, dalla provenienza o dalle condizioni fisiche: Di solito così si accetta un figlio desiderato e quindi, anche se l'aspirazione è legittima, non so se prevalga l'amore, il desiderio di dare oppure l'egoismo di riempire un vuoto personale.Inoltre sarebbe accettata la disabilit? da parte dell'adottato? Purtroppo ho avuto mio padre disabile ed ora ho un figlio disabile grave. Confesso quindi le mie esperienze: Mio padre ha vissuto da ragazzo con una protesi alla gamba che avvolgeva il suo arto dall'anca al piede. Camminava aiutandosi con un bastone. Questa sua disabilit? per tutta la mia fanciullezza e adolescenza è stata una sofferenza continua perchè non poteva correre come gli altri non poteva fare cose che invece facevano i pap? dei miei compagni. Spesso dovevamo farci aiutare dagli altri. Ho avuto tanto affetto ma vi è stato sempre in me questo lato di sofferenza. Adesso ho due figli che sono la mia vita ma purtroppo il maggiore è disabile grave, un neonato di 33 anni con tetraparesi spastica.La sua gravit? si manifest? subito anche se si sperava almeno che diventasse autonomo. Dopo sei anni nacque il fratellino. Sono legati da un affetto commovente: Ma adesso che sono rimasto solo con i due ragazzi, mia moglie non c'è più, e penso al futuro mi domando se è stato giusto mettere al mondo un altro figlio il quale probabilmente dovr? portare il peso di questa situazione esistente prima della sua nascita.Aver voluto un altro figlio adesso mi crea qualche rimorso perchè credo un bambino dovrebbe entrare in una famiglia priva di grossi problemi, anche se nella vita si presenteranno sempre, e credo chela sua nascita sia stata dettata certamente da amore e da gioia di vivere ma anche da egoismo e forse irresponsabilit?. Sono quindi contrario anche se è legittima l'aspirazione di adottare un figlioed auguro tutto il bene possibile.