Cookie Policy Privacy Policy Pena di morte



Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 27

Discussione: Pena di morte

  1. #1
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    549
    Thanked: 0

    Predefinito

    E' giusto decidere la sorte di un uomo con i vari metodi: impiccagione, crocifissione, iniezioni letali, gas velenosi, sedie elettriche ecc, per punire altri omicidi o quando si praticano delle religioni non "autorizzate"?
    Premesso che nel 2004 sono stati portati alla morte anche dei minorenni tra cui tre in Iran, violando il trattato internazionale sui diritti del fanciullo.
    Voi cosa ne pensate?
    Vivi la vita così come puoi, perchè come vuoi non puoi.
    J. M.


  2.      


  3. #2
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito



    No,non è giusto.


    Compito di uno stato è di rieducare,almeno nel caso di criminali.


    Le altre pene di morte sono ancor più arbitrarie,anzi,sono proprio crimini di stato.


    Ciao
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  4. #3
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    549
    Thanked: 0

    Predefinito

    eheheh Salvoooo e nell'altro threade non potevi dirlo? Mi hai fatto aprire questo... prrrrrrrrrr
    Vivi la vita così come puoi, perchè come vuoi non puoi.
    J. M.



  5. #4
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito



    Sono favorevole alla pena di morte, non certamente per? per i minori.


    L'iniezione letale trovo che sia la soluzione migliore, ovviamente per un reato come l'omicidio plurimo aggravato o per chi ha già avuto in precedenza condanne per omicidio.


    Sinceramente l'applicherei anche per i grandi spacciatori di droga, per chi, affetto da AIDS, ha infettato volutamente altre persone, e per i pedofili recidivi.Edited by: tersicore62
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Comunque giusi non e' solo l'Iran ad applicare la pena di morte su
    minori, ma anche gli Stati Uniti per esempio (soprattutto in Texas).
    Solo che per dare una "parvenza" di legalita' attendono che raggiungono
    la maggiore eta' e poi li ammazzano....



    Maria Laura,



    io sono convinto che un omicidio e' un omicidio con qualsiasi metodo lo
    si venga a commettere. Sono contrario in principio alla pena di morte,
    ma se dovessi essere favorevole non farei distinzioni fra uno che
    ammazza per un motivo o per un altro.

    Ad esempio se fossi stato favorevole, il direttore generale delle case
    produttrici di sigarette che negli anni 60 - 70 nascosero i rapporti
    medici che dicevano chiaramente che la sigaretta uccideva, e mentirono
    davanti al congresso americano, sono assassini ne' piu' ne' meno di chi
    impugna una pistola, anzi molto di piu' perche' sono assassini seriali.

    E anche il direttore generale della Union Carbide di Bophal in India
    che per risparmiare i soldi di una valvola fece morire 20.000 persone ,
    piu' condannare altri a immani sofferenze, e' un assassino molto di
    piu' di Jack lo squartatore. Quindi perche' fare differenze su chi
    infetta di AIDS (che tra l'altro non uccide nemmeno , visto che molti
    di quelli che contraggono l'HIV sopravvivono) e chi uccide per rapina,
    anche ai primi dovresti dare il beneficio della recidiva no?



    Ecco se fossi favorevole alla pena di morte questi "onesti uomini
    d'affari" li vorrei vedere dal boia quanto se non di piu' del
    rapinatore che si fa prendere dal panico.



    Per quanto riguarda il metodo, l'iniezione letale e' una pura ipocrisia
    a beneficio non del condannato ma della coscienza di chi pratica la
    pena di morte. Che si prendano le loro responsabilita' i boia e
    guardino in faccia chi stanno uccidendo....




    Claudio



  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    1,741
    Thanked: 14

    Predefinito

    Ci sarebbe molto da dire sulla pena di morte... ma siccome l'ora è tarda e oggi con claudio ho gia litigato abbastanza... rimando tutto alle prossime puntate e auguro a tutti la buona notte...

    sogni d'oro

    steve
    a mme me piace er gezz... ma pure li pinche floidd...



  8. #7
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Mo' quanno te sveji te sistemo io...






    Claudio



  9. #8
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    iniezione letalepiu umana?mha ....

    riportiamo:

    L'INIEZIONE LETALE



    Tempo di sopravvivenza: 6-15 minuti

    Introdotta in Oklahoma e Texas nel 1977; la prima esecuzione fu in Texas nel dicembre 1982. Comporta un'iniezione endovenosa continuata di una dose letale di un barbiturico ad azione rapida (pentothal) in combinazione con un agente chimico paralizzante.

    La procedura assomiglia a quella utilizzata per effettuare un'anestesia totale. In Texas viene usata una combinazione di tre sostanze: un barbiturico che rende il prigioniero incosciente, una sostanza che rilassa i muscoli e paralizza il diaframma in modo da bloccare il movimento dei polmoni e un'altra che provoca l'arresto cardiaco.

    C'? chi dice che questo sia il metodo di esecuzione più umano, invece possono esserci anche gravi complicazioni: l'uso prolungato di droghe per via endovenosa da parte del prigioniero pu? comportare la necessit? di andare alla ricerca di una vena più profonda per via chirurgica; se il prigioniero si agita, il veleno pu? penetrare in un'arteria o in una parte di tessuto muscolare e provocare dolore; se le componenti non sono ben dosate o si combinano tra loro in anticipo sul tempo previsto, la miscela si pu? inspessire, ostruire le vene e rallentare il processo; se il barbiturico anestetico non agisce rapidamente il prigioniero pu? essere cosciente mentre soffoca o mentre i suoi polmoni si paralizzano.





    Riportiamo ora un particolare caso di un detenuto sottoposto all'iniezione letale:


    James Autry: giustiziato il 14 marzo 1984. La prima esecuzione era prevista per il novembre 1983: Autry era già stato legato alla barella e stava subendo la prima fase del procedimento - una soluzione salina veniva introdotta nelle sue vene - quando l'esecuzione è stata sospesa

    Dopo la "seconda" esecuzione, un testimone oculare rifer? che il condannato impieg? almeno dieci minuti a morire e per buona parte del tempo era cosciente, si muoveva e si lamentava del dolore. Un medico della prigione presente all'esecuzione ha riferito in seguito che l'ago si era occluso, rallentando così i tempi dell'esecuzione.


    alla faccia dell'esecuzione + umana!!

    ciao ciao



  10. #9
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito



    Ci mancherebbe anche che si debbano avere scrupoli per le "sofferenze" di un condannato a morte.


    Se non commetteva il reato, sicuramente non terminava la sua vita con un'iniezione letale.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito



    Ma siiiiiiiiiii, che ne dici anche di un po' di tortura prima
    dell'esecuzione? Una bella morte lunga e dolorosa e' quello che ci
    vuole...



    Voglio dedicarti una bella canzone Maria Laura (dai che mi prendo uno scroscio di applausi dal forum )



    Crudelia DeMon Crudelia DeMon

    farebbe paura perfino a un leon

    Al sol vederla muori d'apprension

    Crudelia Crudelia de Mon

    E' più letale lei d'uno scorpion,

    Crudelia Crudelia de Mon

    Crudelia fa l'effetto di un demonio

    E dopo il primo istante di terror

    Ti senti in suo poter e tremi al sol veder

    gli occhi di felino predator

    Quel mostro inuman, crudele vampir

    Dovrebbe per sempre dal mondo sparir

    Che gioia allora, che soddisfazion, Crudelia, Crudelia DeMon


    Ma e' vero che anche tu indossi pellicce di dalmata?


    Edited by: buasaard
    Claudio



  12. #11
    MEMBRO ONORARIO L'avatar di tersicore62
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano - città -
    Messaggi
    26,214
    Thanked: 119

    Predefinito



    Ahahahaha Claudio, che pensiero gentile.


    Sono favorevole alle pellicce, ne ho 2 e spero un domani non troppo lontano di averne un'altra ma quelle a pois le trovo davvero kitsch!


    Di dalmata c'è già stato mio nonno e non era bianco/nero.
    Maria Laura

    Citazione: Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (Albert Einstein)



  13. #12
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    829
    Thanked: 0

    Predefinito

    ........MA TI RENDI CONTO DI QUELLO CHE SCRIVI TERSI? NON HO PAROLE! MI VIENE SOLO DA PIANGERE!...........



  14. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito



    Visto che il 3d "tira" Giusy???


    Il prossimo te lo propongo sulle pellicce!
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  15. #14
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    sono contraria alla pena di morte , anche se posso capire la disperazione e la voglia di "giustizia o vendetta" che possano passare nel cuore e nel cervello di parenti di vittime di criminali, ma il pensiero che freddamente uno Stato organizzi e studi metodi più "umani" per dare la morte a qualcuno mi sconvolge, anche in questo caso ritengo che nessuno possa procurare la morte di qualcun altro, la civiltà non passa da questa strada, inasprirei per? in molti casi le pene e le modalit? di pena,
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  16. #15
    Senior Member L'avatar di April
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,501
    Thanked: 0

    Predefinito


    Sono contraria alla pena di morte, nel modo più assoluto.

    Capisco l'odio, la sete di vendetta, ma assolutamente non giustifico la morte.

    Nemmeno con metodi indolori.

    Per? è anche vero, che, specie in Italia, le pene sono spesso ridicole.

    Avete visto l'uomo incolpato di avere ucciso il proprio figlio neonato, sbattendolo contro il muro?

    E' ancora libero, bello tranquillo.

    No, in quei casi non si lascia libera una persona, alla quale tra l'altro, era stata già tolta una figlia per maltrattamenti.

    Quando uno è colpevole, la pena va data, e pesante!

    Soprattutto in certi casi.



    So che non c'entra, ma anche le pellicce...mai e mai comprer? un "vestito" di cadaveri!

    E poi, adoro gli animali, io posso mettere un bel cappotto di lana, una
    volpe o un altro animale, senza la sua pelliccia è un animale morto (e
    male).

    Sono animalista convinta.

    E la carne?

    La carne la mangio, non per mia scelta...ero vegetariana, ma il mio medico me l'ha sconsigliato, nel mio caso.

    Ma mai e poi mai indosser? una pelliccia!


    Edited by: April


    -vola in alto solo chi osa farlo-
    -per arrivare all\'alba non c\'è altra via che la notte-



  17. #16
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Alt! Incolpato non significa colpevole....



    Hai ragione, se uno e' colpevole non si lascia libero, ma per stabilire
    se e' colpevole ci vuole uno anzi tre processi, ordinario,appello
    ,Cassazione. Solo dopo questi tre si e' colpevoli....



    Se lo hanno lasciato libero per il momento, evidentemente non ci sono i
    presupposti legali di non pericolo di fuga, non pericolo di
    inquinamento delle prove, non pericolo di reiterazione del reato ed
    evidentemente le prove non sono cosi' schiaccianti.

    E questo vale in tutti i paesi civili, senno' applichiamo la legge del Far West...



    Ti ricordi il caso di quel padre accusato di violenza carnale nei
    confronti di una bambina di due anni? Poi si scopri' che aveva un
    tumore al retto e il sanguinamento non era frutto della violenza.

    Intanto quel poveraccio s'e' fatto un bel po' di galera per la voglia
    di "giustizia". Io penso sempre che e' meglio un colpevole fuori che un
    innocente in galera.



    Claudio



  18. #17
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    549
    Thanked: 0

    Predefinito

    <?:NAMESPACE PREFIX = O /><O:P></O:P>
    <UL =disc>
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l2 level1 lfo4; tab-stops: list 36.0pt">La corte suprema degli Stati Uniti ha decretato che le esecuzioni di ragazzini dell'età di 16 anni NON è una punizione "crudele e inusuale". Non ci sono ancora regolamenti definitivi per i minori di 16 anni.
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l2 level1 lfo4; tab-stops: list 36.0pt">Nel 1996 in Mississippi hanno abbassato il limite di età per essere condannati a morte a 13 anni. Quest'anno, un senatore del Texas ha annunciato la sua intenzione di abbassare l'età minima a 11 anni. </LI>[/list]



    LA MAGGIOR PARTE DEI RAGAZZI CONDANNATI SONO DI COLORE<O:P></O:P>
    <O:P></O:P>
    <UL =disc>
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l5 level1 lfo5; tab-stops: list 36.0pt">2/3 dei ragazzini mandati nel braccio della morte sono ragazzi di colore.
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l5 level1 lfo5; tab-stops: list 36.0pt">Storicamente, 2 su 3 erano afro-americani. In questo secolo, la percentuale è 3 su 4.
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l5 level1 lfo5; tab-stops: list 36.0pt">Delle 9 ragazzine giustiziate nella storia degli Stati Uniti, 8 erano nere e 1 era indiana-americana <O:P></O:P>
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l5 level1 lfo5; tab-stops: list 36.0pt">La persona più giovane giustiziata dopo la II guerra mondiale era un ragazzino afro-americano di nome George Stinney. Aveva solo 14 anni al momento della sua esecuzione. George era così piccolo che la maschera gli scivol? mentre era sulla sedia elettrica dello stato della Georgia.
    <LI =Ms&#111;normal style="mso-margin-top-alt: auto; mso-margin-bottom-alt: auto; mso-list: l5 level1 lfo5; tab-stops: list 36.0pt">Gli Stati Uniti hanno ucciso bambini indiano-americani per crimini commessi all'età di 10 anni.



    Questa è la civiltà americana...</LI>[/list]
    Vivi la vita così come puoi, perchè come vuoi non puoi.
    J. M.



  19. #18
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    390
    Thanked: 0

    Predefinito

    SOLO DIO HA IL DIRITTO DI TOGLIERE O DARE LA VITA CHI SONO GLI UOMINI PER GIUDICARE ALTRI UOMINI VORREI VEDERE SE SBAGLIASSE UN BUSH O UN BERLUSCONI O ALTRI PEZZI GROSSI CHE SUCCEDEREBBE DICONO LA LEGGE E UGUALE PER TUTTI PER LA POVERA GENTE MA NO PER LORO.
    CARMYESILVY (L\'amore placa ogni odio)



  20. #19
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    549
    Thanked: 0

    Predefinito

    Io ovviamente non posso essere favorevole alla pena di morte.
    La ritengo una punizione crudele e degradante. E' una violazione ai diritti umani che non pu? offrire un contributo costruttivo per combattere il crimine.
    Ecco un esempio di violenza degli Stati Uniti, per combattere la violenza.


    http://www.sottovoce.it/pena/deteame.htm
    Edited by: coglilattimo
    Vivi la vita così come puoi, perchè come vuoi non puoi.
    J. M.



  21. #20
    Senior Member L'avatar di sergiostefano
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    catania
    Messaggi
    5,280
    Thanked: 8

    Predefinito

    PENA DI MORTE
    QUANDO LA VITA GENERA MORTE (LEGALMENTE)

    LA SEDIA ELETTRICA

    Tempo di sopravvivenza: 10 minuti
    La sedia elettrica fu introdotta negli USA nel 1888, in ragione della sua pretesa di maggiore umanit? rispetto all'impiccagione, utilizzata in precedenza. La procedura con cui il condannato viene ucciso è la seguente: dopo che il detenuto è stato legato alla sedia, vengono fissati elettrodi di rame inumiditi alla testa e ad una gamba (che sono state rasate per assicurare una buona aderenza). Potenti scariche elettriche, applicate a brevi intervalli, causano la morte per arresto cardiaco e paralisi respiratoria: un elettricista, agli ordini del boia, immette la corrente per la durata di due minuti e diciotto secondi variando il voltaggio da 500 a 2000 volt, altrimenti il condannato brucerebbe. Il procedimento procura effetti visibili devastanti: il prigioniero a volte balza in avanti trattenuto dai lacci, orina, defeca o vomita sangue, gli organi interni sono ustionati, si sente odore di carne bruciata.
    Bench? lo stato di incoscienza dovrebbe subentrare dopo la prima scarica, in alcuni casi questo non accade: a volte il condannato è solo reso incosciente dalla prima scarica, ma gli organi interni continuano a funzionare, tanto da rendere necessarie ulteriori scariche.


    Riportiamo ora due particolari casi di detenuti sottoposti alla sedia elettrica:
    Willie Francis: 17enne nero, condannato nel 1946, sopravvissuto al primo tentativo di ucciderlo. Un testimone oculare disse: "Ho visto il boia che accendeva l'interruttore ed ho visto le labbra del prigioniero gonfiarsi, il suo corpo teso e stirato. Ho sentito l'incaricato gridare al suo collega di mandare più succo [elettricit?] quando ha visto che Willie Francis non moriva e il collega rispondere che stava mandando tutta la corrente elettrica che aveva. Allora Willie grid?: 'Toglietemela, fatemi respirare!'. Successivamente ha detto di aver sentito un bruciore nella testa ed alla gamba sinistra, di essere saltato contro le cinghie e di aver visto puntini blu, rosa e verdi".
    Fu messo a morte un anno più tardi, con successo.
    John Louis Evans: giustiziato nell'aprile 1983, è stato dichiarato ufficialmente morto - secondo quanto riferito dai testimoni oculari - soltanto dopo tre distinte scariche di 1900 volt ciascuna, per una durata complessiva di oltre quattordici minuti.




  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •