Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 41
  1. #21
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,625
    Thanked: 50

    Predefinito

    Giugi



    Io sono d'accordo con una frase di fire



    ...credo che come genitori abbiamo il diritto di sbagliare anche perchè
    c'è una cosa che dentro di noi non riesce proprioad essere
    contenuta,contestualizzata ed è </span>lasperanza!!!

    </span></font>

    Secondo me e' proprio questa che manda avanti i genitori, e poi pensa
    alla felicita' di un genitore ad un piccolo, insignificante progresso
    del figlio, per te potrebbe essere un progresso irrisorio, ma la
    felicita' che ne deriva non e' assolutamente irrisoria...

    <br style="font-weight: bold;">
    </span>

    </font>
    Claudio


  2.      


  3. #22
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    36
    Thanked: 0

    Predefinito



    Veramente, a volte è il contrario: sono io che considero straordinario un progresso minimo, anche perchè conosco la fatica che il bambino ha fatto per ottenerlo, mentre il genitore pare aspettarsi qualcosa di più e non "fanno festa" al bimbo.


    Sottolineo che non voglio generalizzare, si tratta solo di alcuni casi, però mi piacerebbe che loro capissero quanto è importante gratificare ogni piccolo passo.


    Certo che i genitori hanno il diritto di sbagliare (sono la prima) ma, a differenza di altri errori, qui a farne le spese sono i bambini.


    Quando un genitore abbandona il figlio non voluto o lo maltratta, non lo giustifichiamo a spada tratta solo perchè ha diritto di sbagliare.


    Così anche se conoscessi un solo bambino su mille che soffre per la sua situazione familiare, credo sia doveroso fare qualcosa anche per lui.


    So che non è facile comprendere il mio punto di vista, ma mentre scrivo mi scorrono nella mente i visi e i nomi a cui mi riferisco.








  4. #23
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,439
    Thanked: 15

    Predefinito

    scusa giugi, ma oltre a essere una mamma rompi....................sono anche vecchia ,diffidente e curiosa vorrei sapere come mai sui tuoi scritti appare sovente a sproposito in sostituzione di lettere o parole la lettera Aaccentata, è un nuovo programma?opure solo casualit?? saluti,marina
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  5. #24
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE id=HB_Mail_C&#111;ntainer height="100%" cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0 UNABLE="&#111;n">
    <T>
    <TR height="100%" UNABLE="&#111;n" width="100%">
    <TD id=HB_Focus_Element vAlign=top width="100%" background="" height=250 UNABLE="off">


    mi sono posta anche io la stessa domanda


    comunque,a monte....come diceva la mia mamma.......ancora una volta mi sembra che ci sia voglia di "polemizzare" sulle parole lasciando perdere il succo del discorso.


    Intanto non mi pare che ci siano molti operatori assistenziali, fisioterapisti o quanti altri si adoperino per la riabilitazione, che chiedono il parere dei diretti interessati, e questo fa veramente onore a giugi...poi mi pare che sui sentimenti che possono scaturire dal continuo rapporto con scricciolini bisognosi di tante cure e attenzioni, non si possa granch? sindacare...


    Quando lavoravo in neurorianimazione, purtroppo vedevo tanti e poi tanti e poi ancora troppi bimbi con gravi difficolt? e molte mamme qui mi possono capire....


    Certo che non pensavo minimamente di considerare inferiore un bimbo malato da un bimbo sano, ho visto bimbi nati sani e poi per colpa dei matrattamenti subire delle lesioni talmente gravi da spaccargli letteralmente il cervello......altro che lesioni fisiche, quei bimbi hanno subito le più gravi lesioni morali esistenti al mondo.......


    il mio cuore si rompeva quando vedevo queste tragedie, ma non solo il mio, tutti eravamo spesso presi da queste situazioni....vi racconto un episodio, ero un'allieva e stavo facendo tirocinio in neuropsichiatria infantile...viene ricoverato Gesualdo un dolce bimbo che presentava ritardo nella crescita.....per farla breve un mattino facendogli la doccia ho visto questo dolce angioletto impaurirsi talmente tanto che si è rannicchiato in un angolo, gli chiesi perchè ma lui non parlava, per farla breve aveva paura dell'acqua perchè la mamma lo lavava con l'acqua gelida e se lui non stava fermo lo picchiava, non appena ha scoperto che la doccia, poteva essere un gioco divertente , e chi più lo tirava fuori dalla vasca.....


    Gesualdo fu abbandonato in ospedalesolo perchè non era un bimbo sano e non corrispondeva forse a quello che i genitori avrebbero voluto comefiglio.... tutte le sere le passava sulle scale ad aspettare il pap?, ma...... non veniva nessuno.......fu affidato ai servizi sociali, ma come posso non pensare a Gesualdo senza avere un sano e biblico sentimento di PIETA'........</TD></TR>
    <TR UNABLE="&#111;n" hb_tag="1">
    <TD style="FONT-SIZE: 1pt" height=1 UNABLE="&#111;n">
    <DIV id=hotbar_promo></DIV></TD></TR></T></TABLE>
    nb



  6. #25
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    36
    Thanked: 0

    Predefinito



    Davvero?


    E' una cosa strana perchè io, i miei messaggi li vedo scritti correttamente, mentre quelli degli altri sono zeppi di segni strani (perfino cinesi). Questo mi capito solo su questo forum, ho Windows Xp e nessun programma "strano".


    Sarà un tentativo di eliminarmi???



  7. #26
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE id=HB_Mail_C&#111;ntainer height="100%" cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0 UNABLE="&#111;n">
    <T>
    <TR height="100%" width="100%" UNABLE="&#111;n">
    <TD id=HB_Focus_Element vAlign=top width="100%" background="" height=250 UNABLE="off">non è che c'è il virus prova a fare una scansione con il tuo antivirus meglio se il norton.</TD></TR>
    <TR hb_tag="1" UNABLE="&#111;n">
    <TD style="FONT-SIZE: 1pt" height=1 UNABLE="&#111;n">
    <DIV id=hotbar_promo></DIV></TD></TR></T></TABLE>
    nb



  8. #27
    Junior Member L'avatar di Colpo_Doppio
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    2,740
    Thanked: 85

    Predefinito



    E' vero, quello che conta di più non sono le belle maniere dei terapisti, ma la loroprofessionalit? e la loro determinazione a ottenere dei risultati.


    Tra quelle cheho conosciuto, le due persone più competenti e più costruttive sono la Morosini (cerebrolesioni) e la Vannini (lesioni midollari), ed entrambe hanno un carattere terribile, di cui probabilmente sono molto, moltofiere


    In questo sito tutti si agitano tanto per le parole e sembra che la più terribile di tutte sia compassione.


    Nella nostra lingua la parola contiene una sfumatura di pietismo e anche di senso di superiorit? perche si è dimenticato il significato originario:cum patio significa soffro insieme,sento la tua sofferenza e ne sono partecipe perchè lariconoscocome mia, so che la sofferenza è una situazione comune a tutti gli esseri, al di l? degli infiniti modi in cui si presenta e in cui viene vissuta.


    E allora cerchiamo di andare oltre le parole e cercare il significato dei discorsi e soprattutto, come dice Ninfabirba, guardiamo come le persone agiscono. A giudicare dalle sue parole giugi fa bene e fa con passione. Non credo che si possa chiedere di più.


    Una volta mi è capitata una neuropsichiatra che si rivolgeva con il Lei a mia figlia (grande segno diRispetto per il Paziente), ma mia figlia non riusciva a capire.... Non farei lo scambio!


    Attenzione che le antenne non si trasformino in aculei come quelli dei ricci!


    FrancoEdited by: Colpo Doppio



  9. #28
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE id=HB_Mail_C&#111;ntainer height="100%" cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0 UNABLE="&#111;n">
    <T>
    <TR height="100%" width="100%" UNABLE="&#111;n">
    <TD id=HB_Focus_Element vAlign=top width="100%" background="" height=250 UNABLE="off"></TD></TR>
    <TR hb_tag="1" UNABLE="&#111;n">
    <TD style="FONT-SIZE: 1pt" height=1 UNABLE="&#111;n">
    <DIV id=hotbar_promo></DIV></TD></TR></T></TABLE>
    nb



  10. #29
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    36
    Thanked: 0

    Predefinito

    Colpo Doppio, io non volevo fare nomi, ma dato che tu li hai fatti........io faccio parte dell'equipe della Professoressa Morosini, non è campanilismo ma io la stimo moltissimo e vorrei essere nello stesso tempo forte e sensibile come sa esserlo lei.



  11. #30
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    178
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ciao Giugi, sono contenta che altre persone abbiano capito le tue intenzioni...magari gli operatori del centro dove vado avessero il tua iniziativa avrebbero anche loro l'occasione di mettere alla prova quella che chiamano "vocazione"....sono sicura che non reggerebbero lo scontro!!!


    E poi sai che stresss il forum è meglio che rimanga un angolino sereno e pacifico, dove con calma e apertura mentale si dialoga e si discute con tutti...


    gli altri lasciamoli dormire....


    Cris





  12. #31
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Si, Franco, la "compassione" è un bel sentimento se riferito ai
    genitori che soffrono per ciò che è capitato al loro figlio ma....sei
    sicuro che è la sofferenza quella che prova il figlio?
    Sono appena tornata da più di un mese di ricovero intensivo di Simo,
    dove lui ha lavorato tantissimo dalla mattina alla sera tutti i giorni
    della settimana. Massacrante? Ma che!!! Simo si è divertito da pazzi!
    Sapessi come gli piace sentirsi impegnato ad imparare delle cose,
    ? vero, è stancante, faticoso ed a volte anche ripetitivo...ma vuoi
    mettere la gioia e la gratificazione per aver raggiunto e superato una
    meta? Scusate, non è proprio quella cosa che chiamiamo "passione"
    e per la quale, a volte, dimentichiamo tutto il resto tuffandoci a
    capofitto? Dove la vedi la sofferenza in questo?
    Certo è sofferenza quando hai qualcuno che lavora insieme a te
    come una costrizione (e quanti terapisti lo fanno....) oppure che ha
    delle grosse reticenze a creare un rapporto con chi ritiene in qualche
    maniera inferiore o "non piacevole" da frequentare....si soffre
    sicuramente a faticare per raggiungere degli obbiettivi insieme a
    gente così. Ma io contesto proprio l'idea di chi vede nei nostri figli la
    "sofferenza"....il più delle volte sono bambini molto fortunati, invece,
    perchè hanno l'amore degli altri anche se non sono in grado di
    ricambiarlo.....se questa non è fortuna, mi chiedo allora la "fortuna"
    che cos'?



  13. #32
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    178
    Thanked: 0

    Predefinito



    Fair sei tornata????


    E, Vai!!!!


    ho da raccontarti una bella discussione con la psicologa di mio figlio e la scuola...sorprese in vista!!!


    Luned? si ritorna all'attacco!!!


    Quasi, quasi ti chiamo...Ci sei????


    Cris



  14. #33
    Junior Member L'avatar di Colpo_Doppio
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Pisa
    Messaggi
    2,740
    Thanked: 85

    Predefinito



    Chiara, come sai non amo il piangersi addosso. Poverinoi genitori, come soffriamo...


    D'altra parte non si pu? negare che la disabilit? comporta molti gravi problemi, ci dobbiamo vergognare a chiamarli sofferenza?


    Comunque parlando di sofferenza non mi riferivo ai genitorio alla fisioterapia, era un discorso piùvasto cheriguardava la condizione umana in generale, di cui la disabilit? è solo una sfaccettatura. Basta accendere il televisore... espesso ci importa poco di quelli l? perchè sono lontani, diversi e comunque estranei.


    La nostra cultura, per giustificare la nostra insensibilit? umana, ha fatto diventare compassione una brutta parola.


    Riconosco di essere andato fuori tema....


    Sono d'accordo che la riabilitazione dovrebbe essere un gioco e una sfida, abilmente mantenuta nei limiti del possibile per non crearefrustrazioni. Io ricordo ancora con la stessaemozione gli sforzi e i piccoli trionfi. Mia figlia non pu?, ma sono certo che qualche voltase la è goduta anche lei....


    FrancoEdited by: Colpo Doppio



  15. #34
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    36
    Thanked: 0

    Predefinito



    [QUOTE=fair]sei
    sicuro che ?Ha sofferenza quella che prova il figlio?
    Sono appena tornata da piùun mese di ricovero intensivo di Simo,
    dove lui ha lavorato tantissimo dalla mattina alla sera tutti i giorni
    della settimana. Massacrante? Ma che!!! Simo si ?@ivertito da pazzi!
    ?l/QUOTE]


    Penso che, in base a quello che racconti, il tuo bimbo sia fortunato e di conseguenza anche tu, perchè? credo che a un genitori si spezzi il cuore quando sente il figlio urlare perchè? gli stanno rompendo le calcificazioni ossee o cose del genere.


    Vi sono bambini, nati normali sotto questo punto di vista, che dopo lunghe ospedalizzazioni hanno assunto comportamenti autistici e quanti altri scappano o tremano di paura solo alla vista di un camice bianco?


    Secondo me negli ospedali e nei luoghi di riabilitazione, di sofferenza ce n'?? tanta, a volte davvero troppa.



  16. #35
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    992
    Thanked: 5

    Predefinito

    ci sono anche tutti quei bambini nei paesi in guerra... e quante infanzie negate! Compassione?

    ...di che stiamo parlando? Mi sono persa. Delle sofferenze dei bambini,
    dell'incapacit? dei genitori, della bravura dei terapisti? Sotto questo
    vasto cielo se ne vedono tante...

    Chiara, sono contenta che Simone si sia divertito! Riesci a portare
    anche a scuola un po' del lavoro fatto in questo mese? Anche
    Walter è felice ad ogni piccolo traguardo... del resto, com'era
    emozionato e felice quando per la prima volta con i tutori è riuscito a
    stare "davvero" in piedi, senza il tavolo di statica davanti! Eppure i
    tutori sono un bell'ammasso di ferraglia, pesante, e i primi tempi gli
    facevano pure male.

    E allora, cosa volevo dire... nemmeno io lo so. Mi d? un leggero senso
    di fastidio sapere che i terapisti per lo più giudicano i genitori
    inadeguati, ma del resto nessun genitore nasce perfetto come tale, e di
    errori è vero che se ne fanno tanti... ed è una "scappatoia" di tanti
    mestieri, compreso il mio (assistente sociale per chi non lo sa
    ancora), andare a cercare le "colpe" di qualcun altro quando si ha la
    sensazione di non riuscire a fare abbastanza. Semplicemente, i nostri
    figli ci addestrano ad affrontare la vita, giorno per giorno. E poi
    chissò, dove andr? a finire sta freccia... mi piace pensare che sia in
    un posto meraviglioso! e sar? merito dell'arciere ma anche del vento e
    del sole e degli alberi e degli animali che incontrer? sul cammino....


    http://walter-urticante.blogspot.com
    resistere quando tutto sembra perduto... puntare i piedi e stringere i denti quando anche la montagna sembra crollare sotto i piedi, questo è quel che conta.



  17. #36
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Giugi, sinceramente anche mio figlio nella terapia riabilitativa ha
    pianto tanto, ma tanto, ma tanto. Era arrivato ad un punto che
    riconosceva il rumore dei passi della terapista e cominciava a
    piangere disperatamente e senza fiato. Ad un certo punto,
    finalmente, mi sono "svegliata" e come madre ho capito che stavamo
    chiedendo al bambino di arrivare a delle mete che non erano quelle
    che andavano bene a lui, ma quelle che andavano bene a noi.
    Questo è il punto. La riabilitazione serve quando migliora la qualit?
    della vita, allora si che vale la pena faticare e sudare per raggiungere
    quell'obbiettivo! Il fatto è che, invece, a volte si f? riabilitazione per
    raggiungere l'idea di qualit? della vita che hanno i genitori e, spesso,
    alcuni riabilitatori.....per esempio: che senso ha puntare sul
    cammino quando l'unica cosa che si potr? raggiungere, dopo anni ed
    anni di lavoro e di fatica, è quella di fare qualche passo appoggiato a
    qualcun'altro?
    Non è meglio, invece, puntare su una maggiore indipendenza
    imparando a spostarsi o muoversi senza alcun problema sulle due
    ruote...? una questione d'indipendenza?
    Dov'? l'indipendenza nell'investire tantissime energie per muover
    qualche passo autonomamente? Non è meglio investire tutte quelle
    energie nel divertirsi, nel socializzare, nel giocare con gli altri?
    Per me è solo una questione di obbiettivi e noi genitori, come anche
    i terapisti, dovremmo imparare a mettere al primo posto gli
    obbiettivi dei nostri figli.
    Mio figlio si divertiva a faticare nella sua riabilitazione
    semplicemente perchè...quello che faceva era il suo obbiettivo.



  18. #37
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    36
    Thanked: 0

    Predefinito



    Fair, hai detto delle cose importanitissime, che dovrebbero essere alla base di ogni pratica riabilitativa. Al centro del lavoro andrebbe sempre messa la Persona, con le sue inclinazioni, le sue mete e i suoi mezzi per poterle raggiungere.


    A volte si sbaglia, sia come genitore che come terapista, perchè non si riesce a valutare se il rifiuto da parte di un bambino è "biologico" o se è dovuto alla pigrizia, alla noia, alla disattenzione ecc.


    Se io so che un bambino ha tutte le possibilit? per imparare a parlare, come terapista dovrei lottare perchè questo accada (anche a un livello minimo) ma magari il bimbo non ne ha nessuna voglia, magari viene capito anche senza il linguaggio verbale e a nessuno piace far fatica; a questo punto nasce un altro problema: quando arrendersi? quando gettare la spugna? E se il bambino con cui abbiamo smesso di insistere per farlo contento, da adulto sar? infelice di aver perso l'oppurtinit? di essere più autonomo?





  19. #38
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Il fatto ?, Giugi, che la meta principale riguarda la "qualit? " e non la
    quantit?. Parlare.....il parlare serve a comunicare in maniera efficace
    e comprensibile a tutti i propri bisogni, i propri sentimenti, gli stati
    d'animo, le proprie osservazioni, i propri pensieri....fino a scherzare
    e giocare con le parole.....
    Per? i bambini di adesso, e che saranno grandi in un futuro ancor
    più pieno di tecnologia, hanno a disposizione molti strumenti per
    ottenere efficacemente una buona comunicazione anche in
    mancanza di capacit? articolatorie o foniatriche.
    Conosco delle persone con sordit? profonda che hanno studiato
    l'oralismo ma il loro modo di comunicare è così difficoltoso,
    incomprensibile e limitato che risulta...alla fine, inefficace....
    Eppure sono stati bambini in grado d'apprendere a parlare ma...non
    hanno imparato a comunicare perchè non hanno mai sentito la
    "parola" uno strumento adatto a loro.....E questo è successo forse
    perchè i genitori che pensavano di azzerare l'handicap del figlio
    insegnadogli a parlare rifiutandosi di rispondere al rudimentale
    linguaggio dei segni che il bambino preferiva usare o forse perchè la
    fatica di articolare parole che non sentiva distoglieva il bambino dal
    piacere di scambiare i propri pensieri con gli altri o forse...chissò,
    per altri motivi.... E vero, alla fine si riduce tutto in una specie di
    azzardo...per?, per? è più difficile sbagliare se si "ascolta" un
    bambino.
    Questo non vuol dire che non si possa cercare di condurlo
    comunque in una strada che si ritiene la più adatta...in fondo
    "educare" vuol dire anche indirizzare, noi adulti a volte riusciamo ad
    esser lungimiranti...ma se questo viene fatto nel rispetto della vita di
    un bambino, nel suo bisogno di giocare, di esser sereno ed in pace
    tutto quanto riesce più facile....no?



  20. #39
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    36
    Thanked: 0

    Predefinito



    Fair, ti dico solo che credo che tu sia una persona molto in gamba.


    Spero che avremo modo di discutere di tanti argomenti.



  21. #40
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    urca!
    Grassssie e....volentieri!



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •