Cookie Policy Privacy Policy ERRORI MEDICI



Risultati da 1 a 17 di 17

Discussione: ERRORI MEDICI

  1. #1
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it


  2.      


  3. #2
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    80
    Thanked: 0

    Predefinito



    Cara MARINA,


    raccontiamola tutta! Sai bene che ci sono luoghi dove la % di "morticini" pro-medico è più elevata. Comunque, meglio non commentare oltre...


    Mediamente, muore oltre il 6% dei ricoverati in ospedale per un errore medico. E' uno dei dati piu' significativi emerso in apertura del Sesto simposio internazionale di salute pubblica in corso oggi a Villa Porro Pirelli di Induno Olona (Varese). Organizzato dall'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Varese in collaborazione con altri Ordini dell'insubria e' una riflessione sul tema "La medicina centrata sulla sicurezza del paziente" e vede la partecipazione non solo di medici ma anche di numerosi magistrati. L'errore medico sta diventando la preocupazione maggiore dei sistemi sanitari odierni. Il simposio vuole lanciare proposte affinche' il medico che sbaglia non si nasconda ma, anzi, evidenzi lo sbaglio per poterlo studiare senza il timore di finire sulla graticola della giustizia. In Italia, come nella maggior parte dei paesi europei, non vi e' una rilevazione a livello nazionale sugli errori. Durante il simposio sono stati presi ad esempio i numeri pubblicati dalla rivista "Rischio sanita'" del giugno 2001: in Italia si effettuano mediamente 8 milioni di ricoveri l'anno. Ben 340mila pazienti escono dagli ospedali con danni o malattie dovuti esclusivamente ad errori nelle cure o a disservizi ospedalieri. Il numero dei morti in conseguenza di errori e' fortemente incerto ed oscilla tra 14mila e 50mila decessi. Se si considera che nel 2000 si sono verificati 557.584 decessi nel loro complesso, i 35mila morti per errore medico costituiscono il 6,2%.



  4. #3
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,159
    Thanked: 44

    Predefinito



    Caro Mercurio,


    sono dati Istat?


    Bruno



  5. #4
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    80
    Thanked: 0

    Predefinito



    Caro BRUNO,





    non credo che siano dati ISTAT, forse la stampa ingrandisce, ma in Sicilia se ne sono viste delle belle in pochi giorni



  6. #5
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Questa mi sembra come la storia degli incidenti aerei. In un mese sono
    morte 3 persone forse per errore medico (1 e' accertato che sia stato
    errore), mi domando quanti sono stati gli interventi effettuati in
    Sicilia nello stesso arco di tempo.



    1.000? Mi sembra un numero plausibile...Anche se tutti e tre fossero
    errori medici una percentuale del 3 per mille mi sembra una percentuale
    rassicurante....






    Claudio



  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    2 sono accertati che sono errori!


    non parlare di percentuali in questi casi ,Claudio per favore, se posso con fatica accettarlo nelle valutazione tra il beneficio o meno di alcuni farmaci o vaccinazioni , non posso nel caso di errore macroscopico come in questi casi , come si fa a danneggiare una trachea in modo tale da procurare la morte e neppure accorgersene?


    e come è possibile recidere un'arteria in una operazione di appendicite?senza rendersene conto forse la troppa sicurezza? fatalit?? in questi casi forse scarsa professionalit??
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  8. #7
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,159
    Thanked: 44

    Predefinito



    Quello che mi chiedo è perchè si debba fare propaganda negativa nei confronti della sanit?. Che cosa ci si guadagna, se non mettere ansia aggiuntiva, in tutti coloro che, per un motivo o per l'altro, si devono barcamenare tra un ospedale e l'altro, affidando la propria salute a terzi perchè impotenti di fronte ad una malattia od un evento acuto che pu? metterli a rischio della vita.


    Per ogni decesso viene compilato l'apposito modulo Istat, obbligatorio, con riportata la causa di morte. Per poter rilevare l'errore medico post morte,? necessaria un'autopsia. Occorre l'imputazione, per il medico almeno, di omicidio colposo. Sulla base dei numeri riportati, dei 557.584 decessi avvenuti nel 2000, 35.000 sarebbero imputabili ad errore medico, di conseguenza 35.000 persone sarebbero state imputate di omicidio colposo, sarebbero state effettuate 35.000 autopsie e sarebbero in corso 35.000 processi per omicidio. In sostanza 96 medici al giorno sarebbero arrestati dalle forze dell'ordine ed allontanati dal loro lavoro.


    A me sembra un po' eccessivo, non credete?


    Con ciò non voglio assolutamente assolvere quei medici che a causa di un loro errore sono stati artefici della perdita di una vita.


    Bruno



  9. #8
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    80
    Thanked: 0

    Predefinito



    Cara Amica Akela,


    credo che dici parole egregie quando scrivi: " se non mettere ansia aggiuntiva, in tutti coloro che, per un motivo o per l'altro, si devono barcamenare tra un ospedale e l'altro, affidando la propria salute a terzi perchè impotenti di fronte ad una malattia od un evento acuto che pu? metterli a rischio della vita."


    Devi per? comprendere anche chi, per esempio, sta male come è accaduto a me a causa di un vaccino anti-vaioloso... Fatto accaduto nel 1946, credo che capisci che mi hanno rovinato la vita.Da allora mi hanno iniziato a darmi farmaci su farmaci; forti per un bambino, troppo forti. Inoltre la disperazione di mio padre (allora giovane medico inesperto) che non sapeva dove mettersi le mani lo portarono a sbagliare per un' emotivit? mista adisperazione. Eravamo nell'immediato dopoguerra e non c'erano i farmaci di oggi.


    Per tornare ai medici: non da allora, ma da quando avevo circa 13 annimi curo seguendo dei criteri personalizzati. Consigliavo mio padre di togliermi o darmi quel medicamento. (+ mezza pasticca, no, meglio- un quarto; ansi.. In più ecc.) Insomma, pu? sembrare strano o presuntuoso, ma ho aiutato mio padre a curare meglio i suoi pazienti.


    Che dire? Lo so, sono cose quasi incredibili. Purtroppo così è stato.


    Cari saluti e un grazie a tutti



  10. #9
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Bruno ,ma tu credi veramente che i medici siano una classe priva di difetti e noi che parliamo delle nostre spiacevoli esperienze dei visionari?ti ho gii? raccontato alcune delle mie avventure ,se vuoi ti aggiorno :un neurologo visto che a mia figlia si stavano abbassando i globuli bianche a causa di un medicinale antiepilettico non ha fatto altro che consigliarmi visto che ormai erano due anni che non aveva delle crisi di interrompere gradualmente la somministrazione dei farmaci, io che ancora credevo nella professionalit? e serietà della classe medica così feci, conseguenze? dopo aver sospeso del tutto i farmaci sono passati 15 giorni e le crisi sono ritornate ,fortissime, continuate e assolutamente non controllabili, corsa in ospedale, ricovero urgente e .................parole del medico ospedaliero :signora ma chi è stato a dirle.............................., lo sa che sua figlia avrebbe potuto morire? ripristino urgente dei farmaci, una settimana di ricovero, tanta sofferenza per la mia bimba , e poi finalmente voltata ennesima pagina , questo come molti altri errori non è stato ufficialmente denunciato ne da me ne dall'ospedale, per cui anche se errore c'è stato non è stato perseguito, quindi come vedi gli errori sono compatibili con le reali esperienze vissute dai pazienti anche se non tutti sono poi documentqai o documentabili, dacci un po' più di fiducia, l'ho già detto una volta , tu sarai anche un meraviglioso medico ,ma non tutti sono così, non difendere a spada tratta la categoria, non lo merita,
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  11. #10
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    A me non sembra che Bruno stia dicendo che la classe medica sia esente
    da difetti, ne' che stia difendendo a spada tratta la categoria.
    L'ultima frase poi Marina non ti fa onore quando dici che la categoria
    non "merita". Non credo che sia solo Bruno il medico che fa il suo
    lavoro con passione, la professione medica se per qualcuno e' un lavoro
    come un altro, per molti credo che sia una vera e propria passione.

    Del resto Marina molti anche fra i disabili, parlano male delle
    associazioni di disabili (fra le quali ce ne sono certe....)e credo che
    a te che fai con passione ed onesta' il lavoro dell'associazione, che
    ti trovi a scontrarti con l'indifferenza delle istituzioni e con le
    difficolta' che cio' implica, non faccia piacere sentirti dire
    che le associazioni non lo meritano. Cerchiamo qualche volta di
    immedesimarsi nell'altro...



    Come al solito io credo che bisogni guardare il singolo caso, il
    singolo dottore, come bisogna guardare la singola associazione. Perche'
    non esiste la responsabilita' di categoria, e' la solita storia, non
    riusciamo proprio a prendercela con una persona in particolare?
    Dobbiamo generalizzare per forza? Nel caso della "malasanit?", non me
    la prenderei con la categoria medica, ma con chi li mette in condizioni
    di sbagliare, se i medici , infermieri lavorassero in una situazione di
    maggiore calma con maggiori risorse a disposizione probabilmente
    sbaglierebbero di meno....



    Capite che chi si trova tutti i giorni a lottare per la vita di
    un paziente in un pronto soccorso, che talvolta si trova a lavorare per
    18 ore consecutive perche' manca il cambio, che fa i turni
    scombussolando l'orologio biologico, che viene magari chiamato dai
    pazienti ansiosi mentre sta mangiando, o inseguito da questi nei
    corridoi degli ospedali possa sentirsi un po' seccato da questa
    mancanza assoluta di fiducia che a mio modo di vedere non ha ragione di
    essere. Io credo che i medici lavorino in forte situazione di stress
    che certo non rende facile il lavoro....



    Se l'aspettativa di vita e' salita dai 60-65 anni degli anni '50 agli
    80 anni e oltre di oggi , un po' di merito ce l'avranno i medici credo
    o pensate che sia solo merito divino?



    A me sembra che questo accanirsi contro la classe medica da parte di molti sia veramente ingiusto.



    Ora voi mi direte che i medici guadagnano bene, ma ci sono categorie di
    lavoratori che sono infinitamente meno utili alla societa' (e mi
    riferisco a presentatori televisivi, sportivi di vario genere, attori,
    cantanti e mondo dello spettacolo in genere) che guadagnano cifre molto
    superiori. E poi non credo nemmeno che tutti i medici guadagnino
    bene....



    Mi sa che ho fatto bene a non fare il medico, credo che non avrei avuto
    tanta pazienza, e a qualche paziente gli avrei proprio menato...


    Claudio



  12. #11
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    297
    Thanked: 0

    Predefinito



    Claudio,sono d'accordo completamente con il tuointervento. Complimenti



  13. #12
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    80
    Thanked: 0

    Predefinito



    Caro Bruno,


    non ce l'ho con i medici (sia mio padre che mio fratello lo sono). Credoche il comportamento o i loro atteggiamenti negli ambienti lavorativi li conosco meglio di molti altri.


    Spesso i medici si sentono superiori, anche se non è vero, soprattutto quando trattano con i malati con disturbi psichici più o meno gravi. L'Umilt? è una cosa rara presso tutte le categorie. Presso i medici questa "VIRTU'" dovrebbe essere più palese; ma non mi pare che ci sia. Spesso i malati sono considerate "COSE" , non esseri umani. Dico questo attraverso esperienze personali e non.Non voglio raccontare il mio passato altrimenti leggeresti un libro poich? ti racconterei la vita di 59 anni di malattia. Piani piano col conoscerci ti racconter? le più palesi tappe del mio iter di vita.


    Tornando al paziente individuato come "COSA", ho un esperienza su mia madre. Mio padre medico diceva :"prendi una pillola, no, poi quest' altra pillola... " Insomma, una volta per le pillole date l'ha fatta stata male da mandarla in coma mentre io dicevo "Ma DUE pasticche sono state troppe!" Questo è uno dei tanti casi che dimostrano come si sia data troppa importanza ai farmaci. Si pensava una volta che uno più ne prendeva e meglio stava. Per fortuna attraverso il con il concetto dell'omeopatia si è capito che anche piccole dosi possono influenzare il fisico benissimo. (Esempio: ho curato il singhiozzo che avevo di giorno e di notte con la STRICNINA a bassime dosi per 3 giorni)


    Poi, se mi risponderai, come credo, ti porter? a conoscenza di altri fatti interessanti.


    Un caro saluto



  14. #13
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE id=HB_Mail_C&#111;ntainer height="100%" cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0 UNABLE="&#111;n">
    <T>
    <TR height="100%" UNABLE="&#111;n" width="100%">
    <TD id=HB_Focus_Element vAlign=top width="100%" background="" height=250 UNABLE="off">


    leggendo questa discussione direi che mi sento superfortunata:


    Ringrazio il mio medico di base per la santa pazienza che ha con me e per la sua estrema meticolosit? (a volte anche troppa!!!)


    Ringrazio il medico che mi ha fatto nascere visto che nel '74 non c'era l'ecografia, ma si è accorto per tempo che avevo qualcosa che non funzionava e in men che non si dica mi ha tirato fuori e operato al mio microscopico cuoricino......


    Ringrazio il mio pediatra che aveva una santa pazienza visto che la mia mamma quando avevo qualcosa si piantonava nel suo studio finch? non le dava retta.....il più delle volte era lei un po' troppo ansiosa.


    Ringrazio il mio infettivologo che dopo notti insonni ha scoperto che avevo la CGD e dopo lo ringrazio ancora perchè rompendo le p...e al ministero della sanit? ha ottenuto l'interferone gamma.e per ora sto da Dio


    Ringrazio i miei neurologi che mi stanno curando con pazienza le complicanze della cgd


    Ringrazio l'oculista che ogni tanto mi appiccica un pezzo di membrana amniotica sulla cornea, ma per ora ho ancora tutti e due gli occhi, malfunzionanti, ma ancora funzionano per scrivere su disabili.com


    Ringrazio la mia fisiatra e il mio fisioterapista che mi insegnano a cavarmela anche da sola (anche se Bua è il consigliere migliore)


    Ringrazio anche ilmedico del lavoro che, nonostante sia un pizzico scassatella, mi ha permesso di lavorare in una grande azienda.


    Ringrazio anche il Padre Eterno che ha fatto nascere e dato un'intelligenza e umanit? particolare a tutte queste persone, e a tutti quelli che quotidianamente si prodigano per il prossimo.</TD></TR>
    <TR UNABLE="&#111;n" hb_tag="1">
    <TD style="FONT-SIZE: 1pt" height=1 UNABLE="&#111;n">
    <DIV id=hotbar_promo></DIV></TD></TR></T></TABLE>
    nb



  15. #14
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    838
    Thanked: 0

    Predefinito

    <TABLE id=HB_Mail_C&#111;ntainer height="100%" cellSpacing=0 cellPadding=0 width="100%" border=0 UNABLE="&#111;n">
    <T>
    <TR height="100%" UNABLE="&#111;n" width="100%">
    <TD id=HB_Focus_Element vAlign=top width="100%" background="" height=250 UNABLE="off">un grossissimo bacione a tutti i colleghi della neurorianimazione del Besta in particolare a Bruno ( a te darei anche qualcosa d'altro....)</TD></TR>
    <TR UNABLE="&#111;n" hb_tag="1">
    <TD style="FONT-SIZE: 1pt" height=1 UNABLE="&#111;n">
    <DIV id=hotbar_promo></DIV></TD></TR></T></TABLE>
    nb



  16. #15
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Del resto Marina molti anche fra i disabili, parlano male delle associazioni di disabili (fra le quali ce ne sono certe....)e credo che a te che fai con passione ed onesta' il lavoro dell'associazione, che ti trovi a scontrarti con l'indifferenza delle istituzioni e con le difficolta' che cio' implica, non faccia piacere sentirti dire che le associazioni non lo meritano. Cerchiamo qualche volta di immedesimarsi nell'altro...

    ------------------------------------------------------------ --------io sono molto obiettiva e non mi offendo certo quando qualcuno parla non bene delle associazioni, molte volte hanno proprio ragione, sta a me dimostrare l'onestà del mio operato, e difendo per? quello e solo quello.
    la felicità non è avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  17. #16
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Marina.



    Criticare e' lecito, forse anche doveroso, io sono forse il principe
    dei "criticoni", ma io preferisco sempre criticare il singolo, mai la
    categoria, altrimenti ci riempiamo di luoghi comuni (talvolta mi posso
    lasciar trascinare dall'andazzo, ma poi me ne pento).



    I medici è Baroni.

    Gli idraulici è Ladri! Si fanno pagare troppo!

    I bagnini? Sempre a rimorchiare! (beati loro..)

    Le parrucchiere? Ehm..lo sappiamo cosa si dice...

    Le infermiere? Come sopra...



    E poi si scende al livello regionale...



    I napoletani? Ladri e non gli va di far niente.

    I romani? Scansafatiche (nel mio caso mi sa che e' vero...)

    I milanesi? Antipatici (da parte dei romani)



    E poi passiamo al colore della pelle....



    Insomma, ce n'e' qualcuno che va bene? E' la critica secondo me che
    deve essere "indirizzata", se fosse indirizzata la critica non ci
    sarebbe bisogno di una difesa "personale".



    Quindi, la tal associazione va criticata, cosi' tu non devi nemmeno fare fatica a doverti difendere il tuo operato...

    Semmai si possono criticare per categorie, l'organizzazione, ma mai dare ad una categoria le colpe personali di un singolo.



    Almeno io la penso cosi'...




    Claudio



  18. #17
    New Entry del Forum
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Messaggi
    80
    Thanked: 0

    Predefinito



    BRAVO CLAUDIO,


    SEI GENIALE


    Ma qualche i medico (non la categoria dei medici, come scriveMarina) mi pare, che seguono per superficialità (ma non sempre) ... gli idraulici





  19.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •