Cookie Policy Privacy Policy vaccini - Pagina 2



Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 41

Discussione: vaccini

  1. #21
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    992
    Thanked: 5

    Predefinito

    Be' Claudio a quanto ho capito tu non sei nato nel 1990... come mio figlio...
    mi sa che io e te siamo pi¨ stagionatelli. Se vogliamo, e mi scuso in
    anticipo ma bisogna che ve lo dico, se la sorte mi avesse messa di
    fronte a una scelta obbligata per mio figlio tra una poliomielite come
    quella di alcune persone che conosco, miei amici, e il danno che ha
    subito dal vaccino (tetraparesi spastica, autisomo da intossicazione da
    mercurio... vi assicuro che non si Ŕ fatto mancare nulla, il
    ragazzino...), avrei scelto senza esitazione la prima. E non sono poi
    cosý pochi i danneggiati da vaccino. Forse se si vuole si pu? dire che
    i casi clamorosi come quelli di mio figlio non sono tanti; forse
    bisognerebbe anche tenere conto di quanti danni da vaccino non sono
    ancora stati riconosciuti. Qualcuno ha scritto che faccio un discorso
    propagandistico... e propagandistico di che, scusate? Non vendo
    nonvaccini alternativi e non guadagno niente n? se tutti vaccinano i
    figli (il che normalmente succede, rassicuratevi, tutte le mie colleghe
    conoscono mio figlio e hanno sottoposto i figli ai vaccini obbligatori,
    a quelli facoltativi, e aspettano con ansia quelli che ancora non sono
    stati inventati magari per malattie inesistenti) n? se qualche
    isolatissimo genitore non li vaccina. Per? ritengo che, come per i
    farmaci, sia necessaria una corretta informazione sui possibili effetti
    collaterali dei vaccini. Nelle confezioni di farmaci c'Ŕ allegato il
    fogliettino che li riporta, per? Ŕ facile (Bruno non dire che me lo
    sono inventato per favore) che il medico dica "meglio non leggerlo
    altrimenti si spaventa e non lo prende pi¨". Comunque, il fogliettino
    c'Ŕ e uno Ŕ libero di leggerselo. Quando ho fatto vaccinare mio figlio
    (obbligata, altrimenti non me lo avrebbero poi preso a scuola ecc.)
    nessuno mi ha informata in merito. "Al massimo un po' di febbre non si
    preoccupi". E adesso invece? siamo sicuri che tutti i genitori vengano
    correttamente informati? a me non risulta...

    ciao

    Rossella


    http://walter-urticante.blogspot.com
    resistere quando tutto sembra perduto... puntare i piedi e stringere i denti quando anche la montagna sembra crollare sotto i piedi, questo Ŕ quel che conta.


  2.      


  3. #22
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    no ROSS IL linea di massima non vengono informati e quando qualcuno chiede esplicitamente di esserlo viene considerata rompi............................................, ma tant'? l'informazione non Ŕ un optional per? sta ai genitori chiederla visto che chi dovrebbe darla non lo fa.


    saluti,marina Edited by: mammamarina
    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  4. #23
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Al 1990 levaci 30 anni Rossella... Perche' dalla foto dell'avatar dimostro 15 anni?



    Non so com'e' la tetraparesi spastica di tuo figlio, ma la mia
    poliomielite non ha scherzato. La mia praticamente e' stata una
    tetraplegia da polio, sono stato nel polmone d'acciaio per un po',
    quando mi prendevano in braccio a 3 anni dovevano reggermi il collo che
    cadeva come quello di un neonato, e poi grazie alla pazienza e alla
    testardaggine di mia madre ho recuperato l'uso delle braccia.



    Ma c'e' gente che non si e' piu' mossa dalla carrozzina, altri che
    hanno vissuto nel polmone d'acciaio per tutta la vita (vedi Rosanna
    Benzi), molti altri che sono morti. Perche' dimentichiamo forse troppo
    spesso che la polio faceva un alto numero di morti. Deformita',
    scoliosi, serie interminabili di interventi chirurgici. Non tutti i
    poliomielitici camminano con una leggera zoppia....



    Io credo che bisogna soppesare i rischi e calcolare quale dei due
    avvenimenti e' piu' probabile : o la polio in assenza di vaccinazione,
    o l'incidente vaccinico. E le cifre che parlano di centinaia di
    migliaia di polio anche molto gravi e bambini morti contro forse 1000
    (sto esagerando?) disabilita' da vaccino, mi fanno propendere per la
    giustezza della vaccinazione, seppure con tutte le dovute precauzioni.



    Per finire, lo Stato ha il dovere di garantire la salute della
    cittadinanza anche coattivamente. Se prendesse piede il rifiuto al
    vaccino,e la poliomielite ripartisse in quarta, chi se la prende la
    responsabilita'? Cosa facciamo, ce la prendiamo col governo che ha
    permesso di far ritornare una epidemia o coi genitori che
    involontariamente avessero permesso questo ritorno.

    E poi se anche sapeste dei rischi cosa fareste? Avreste due rischi contrapposti....



    Io credo che voi ragioniate in preda all'emozione del caso personale
    (forse lo sto facendo anche io), se non foste state colpite in prima
    persona e vi avessero messo di fronte alle due opzioni con le cifre
    alla mano credo proprio che li avreste fatti vaccinare, dovreste
    mettervi nei panni delle madri degli anni 50 e primi anni 60 quando
    annualmente 30.000-40.000 bambini venivano colpiti. Per queste la polio
    era la peste dei bambini, l'incubo peggiore di tutte le madri.



    Al governo devono ragionare freddamente e nulla e' piu' freddo dei
    numeri, e i numeri fanno propendere per l'obbligatorieta' della
    vaccinazione.



    Edited by: buasaard
    Claudio



  5. #24
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    vi ?, ho letto da qualche parte che in percentuale si ipotizza un caso di danneggiamento da vaccino ogni 700.000mila bambini questo riferito al Sabin , e certo a freddo viene da pensare che il gioco vale la candela, ma quando quell'unico caso Ŕ tuo figlio allora il discorso cambia, non pensi Claudio che proprio in questo caso bosognerebbe dare la libert? di scelta ai genitori? oppure in questo caso le libert? personali non fanno testo
    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  6. #25
    Junior Member L'avatar di Akela
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    1,158
    Thanked: 44

    Predefinito



    Care Rossella e Marina,


    l'approccio alla terapia farmacologica avviene attraverso due modalit?: quella personale (come nel vostro caso) e quella statistica.


    Pi? volte ho riportato, in altri interventi, che la medicina non Ŕ una scienza, bens˛ l'applicazione di Princ?pi scientifici. Nel caso delle terapie, l'applicazione di punti essenziali della farmacologia.


    La validit? di un farmaco viene confermata su base statistica. Non esiste un farmaco affidabile al 100%. Inoltre, quello che pi¨ conta Ŕ la farmacocinetica, che pi¨ fra tutte, Ŕ quella pi¨ imprevedibile. E' quella condizione che fa si che un farmaco sia efficace in una persona, che sia inefficace in un'altra e addirittura pericoloso in un'altra ancora.


    La conoscenza ha permesso di riuscire, nella maggioranza dei casi, ad individuare con grande, se non a volte con grandissima, precisione le condizioni che potrebbero interagire negativamente con un farmaco, Purtroppo non Ŕ una condizione assoluta, ed inoltre esiste sempre l'effetto "imprevedibilit? soggettiva".


    Nel foglietto delle avvertenze? riportata tutta una serie di informazioni di cui ben poche persone sono in grado di attribuire la vera valenza di quanto scritto, inoltre sono segnalate per legge anche effetti collaterali che si sono manifestati in una singola persona anche dopo l'eventuale sperimentazione. Ci? comporta che non Ŕ possibile attribuire al 100%, un effetto collaterale, ad un determinato farmaco solo perchŔ riferito dal medico curante che ne Ŕ venuto a conoscenza dal paziente stesso. In sostanza non esiste un metodo scientifico in grado di verificare la connessione tra quell'effetto collaterale e il farmaco se non sotto sperimentazione. Ma la legge vuole diversamente e i fogli di avvertenze diventano dei chilometrici rompicapo.


    L'approccio statistico vuole che una terapia sia efficacie sulla maggioranza delle persone che la effettuano. Non si pu? considerare inefficace o pericoloso un vaccino che a fronte di mille persone ha effetti collaterali su una decina. Da un punto di vista personale sono ben conscio che questo discorso non vuole essere accettato perchŔ nella "decina" in questione, purtroppo ci Ŕ caduto tuo figlio, Rossella, ma forse se avessi fatto parte degli altri 990, non ti saresti posta il problema. Nel tuo caso Ŕ stata attribuita la paresi al vaccino che Ŕ stato riconosciuto come fattore scatenante? Se si, vorrei segnalarti, da un punto di vista scientifico, che tuo figlio Ŕ predisposto geneticamente a tale rischio. Se non faceva la vaccinazione, il problema si sarebbe potuto manifestare anche pi¨ tardivamente, con altri fattori scatenanti. Diverso, invece, sarebbe l'eventuale discorso di un avvelenamento in cui la sostanza in questione fosse stata sovrastimata rispetto all'esigenza reale.


    In merito all'informazione, ribadisco, che Ŕ un diritto del paziente, ma anche un dovere. Nessuno Ŕ considerato un rompiballe se chiede soloinformazioni, a volte il problema sta nell'incapacit?, di chi riceve le informazioni, ad accettarle perchŔ forviato da pregiudizi. Quindi l'informazione Ŕ si un diritto, ma anche un dovere, da parte di tutte le persone,di elargirla in maniera corretta.


    Purtroppo non esiste niente, di sicuro, in assoluto.


    Un abbraccio, Bruno



  7. #26
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito




    Marina,



    qui dobbiamo decidere quali sono i diritti di un genitore sul figlio.



    Se stabiliamo che tu hai diritto di non far vaccinare un figlio, allora
    stabiliamo anche che un Testimone di Geova ha diritto a rifiutare una
    trasfusione al figlio.



    Io non credo che un genitore abbia tali diritti sul figlio. Lo so, e'
    dura per una madre sentirsi dire che un genitore non ha diritto di
    scelta, se lo dicessi a mia madre mi diserederebbe...ma
    e' cosi' per me. Un genitore per me deve traghettare un figlio all'eta'
    adulta e di diritti ne deve avere pochi, deve avere soprattutto doveri.



    Per fare un esempio "patrimoniale" (e spero che la salute sia
    considerata piu' importante del patrimonio), un genitore non ha diritto
    di utilizzare il patrimonio del figlio, ma deve chiedere
    l'autorizzazione ad un giudice tutelare. Questo a tutela del minore, e
    allo stesso modo un genitore che per sue convinzioni preferisce non
    vaccinare il figlio, per me dovrebbe chiedere l'autorizzazione ad un
    qualche giudice, nell'interesse del figlio stesso. Per fare un
    parallelo, io credo che un genitore debba compiere atti di "ordinaria
    amministrazione", e la somministrazione di un vaccino che puo' influire
    sul resto della sua vita, per me e' "straordinaria amministrazione".



    Sai, non tutti Marina sono genitori come te che si informano
    coscientemente, alcuni potrebbero prendere decisioni dettate
    dall'emotivita', dalla notizia ascoltata in TV, magari da una tua
    partecipazione ad una trasmissione televisiva,non tutti sono istruiti o
    in grado di prendere una
    decisione del genere. Non tutti i genitori sono perfetti. Qualcuno puo'
    ascoltarti e pensare : "cavolo una mamma ha avuto una disgrazia simile,
    e si e' informata, chi puo' saperlo meglio di una mamma"? Cosa facciamo
    tutti seguono Marina e non vaccinano i figli? Ritorniamo allo status
    quo?



    Come fa lo Stato a stabilire se un genitore puo' essere in grado di
    interpretare correttamente le informazioni? Perche' e' dovere dello
    Stato assicurare il bene del minore...



    Non vaccinando per tua scelta tuo figlio, la tua liberta'
    potrebbe inoltre andare a cozzare con la liberta' di un altro a
    non prendersi quella malattia. Perche' tre o quattro bambini non
    vaccinati, uno si prende per restare in esempio la polio e la trasmette
    a tutti gli altri. E in questo modo la liberta' degli altri a non
    prendersi la polio dove la lasciamo?




    Edited by: buasaard
    Claudio



  8. #27
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    Parliamo per esperienze differenti certo ,ma io ritengo che non certo per capriccio che ci vorrebbe pi¨ informazione sui vaccini in maniera che i genitori siano in grado di valutare e scusa Claudio ,ma tu hai una pessima opinione dei genitori se pensi che basti ascoltare le opinioni di una sola persona per essere convinti della veridicit? delle sua affermazioni, io non voglio che tutti seguano quello che penso io ,ma tutti hanno il diritto di essere informati, poi ci saranno anche le persone non in grado di decidere e si rivolgeranno al loro medico di fiducia che le orienter? verso quello che riterr? meglio per il bambino specifico, ad esempio ilpediatra di mia figlia Claudia mi ha detto di non farla vaccinare x il vaiolo , (allora ancora obbligatorio) vi sono molti medici infatti che non ritengono indispensabili tutte questevaccinazioni e forse un po' di credito anche a loro che non sono una semplice mamma "ignorante" e non perfetta si potrebbe dare oppure no? Edited by: mammamarina
    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  9. #28
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    Marina,



    non ho una pessima opinione dei genitori, ma penso che spesso i
    genitori decidano sull'emotivita' e non su un ragionamento convinto.

    Tu pensa se capitano due incidenti vaccinici in due giorni, cominciamo
    a venire bombardati dai media che i vaccini non sono sicuri, tu pensi
    che nessuno deciderebbe sull'emotivita'? Guarda in America cosa e'
    successo con l'antrace, hanno cominciato a fare scorta di
    Ciprofloxacina in tutta America.

    No, non credo che tutti i genitori siano in grado di capire, e poi
    perche' tuo figlio non dovrebbe farlo e il figlio di un'altra invece
    deve farlo. Cos'hanno di diverso, cos'e' che li distingue? Solo la
    scelta dei genitori?



    Spero che abbia ragione tu, ma temo invece che molti si farebbero
    trascinare, non credo sia raro sentir dire : "lo so io cosa e' bene per
    mio figlio". Ci sono genitori che pensano di avere diritto di vita o di
    morte sui figli e non sono pochi.



    Beh..quella del vaiolo credo non sia piu' obbligatoria, il vaiolo e'
    stato dichiarato estinto dall'OMS. Se fanno fare ancora quel vaccino
    allora e' veramente una sciocchezza....


    Claudio



  10. #29
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito

    E poi ripeto la domanda, ma allora anche un Testimone di Geova ha
    diritto a non far fare trasfusioni ai figli? Anche loro sono
    genitori.....
    Claudio



  11. #30
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    196
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ben ritrovati... lo so che ero io quello in latitanza... ma fa nulla... sono tornato !


    Le vaccinazioni sono buona cosa... e qui nulla da eccepire... le vaccinazioni sono obbligatorie.. qualcosina da dire l'avrei... le vaccinazioni obbligatorie sono quattro, ma le ASL hanno solo la esavalente.. e qui ne avrei da dire!


    Il fatto che la statistica Ŕ di affidabilit? accettabile perchŔ me ne cura 990 e me ne tromba 10 mi sembra una grande minch... non stiamo parlando di pizze margherite uscite ovali, ma di bambini che volevano essere uomini/donne annegati nella noia mortale della normalit? (azz! alla noia!) e invece si ritrovano in tetra o semiparesi o relegati nello spettro autistico.


    Il fatto che non viene citato che si possono effettuare test sulle possibili incompatibilit? al vaccino x piuttosto che y... ma costa!


    I 990 che non si curano dei 10 che hanno avuto la sin senso buono... di essere "probabilmente geneticamente portati" Ŕ perchŔ non sono informati di questa possibilit?... se facessimo una bella campagna sui 10 che hanno contratto anomalie... quanti dei prossimi 990 andrebbero a cuor leggero a farsi iniettare qualcosa che dovrebbe stare fuori ed invece Ŕ dentro veicolato da sostanze che il mio analista chimico ha difficolt? a comprendere?


    Favorevole alle vaccinazioni? si, ma con informazione... ma l'informazione per la sign.ra Mariuccia del quarto piano e non per il premio nobel alla medicina!


    Abbracci....


    Mauro











  12. #31
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    Beh..quella del vaiolo credo non sia piu' obbligatoria, il vaiolo e' stato dichiarato estinto dall'OMS. Se fanno fare ancora quel vaccino allora e' veramente una sciocchezza....


    ------------------------------------------------------------ ------


    Claudio ho scritto : allora era ancora obbligatorio, parlo di circa 30 anni fa .anche ti ogni tanto fai come Chiara e parti in quarta.


    anche per i Testimoni di GEOVA dovrebbe essere loro riconosciuta la discrezionalit? decisionale , perchŔ se Ŕ vero che la trasfusione di sangue pu? salvare la vita Ŕ anche vero che nessuna trasfusione Ŕ sicura al 100%, ma loro si oppongono per pura ideologia religiosae non per il danno che pu? essere arrecato alla salute.ora si sta studiando e mi sembra siano giÓ a buon punto delle trasfusioni che supererebbero questa loro ritrosia.


    D'ALTRA PARTE QUANDO CLAUDIA HA AVUTO BISOGNO DELLE TRASFUSIONI MI HANNO FATTO FIRMARE IL CONSENSO INFORMATo(SI FA PER DIRE, INFORMAZIONI ZERO)e io guardando quel sangue scendere nelle sue vene,mi chiedevo se avevo fatto la scelta giusta, le stavo ridando le forze e la vita oppure la stavo sottoponendo ad una nuova prova? per circa un anno sono visuta con la paura che avesse contratto AIDS O L'EPATITE C, se avessi rifiutato cosa mi avrebbero fatto secondo te?


    saluti,marina




    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  13. #32
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    196
    Thanked: 0

    Predefinito



    ummmm... ni.... Claudio....


    il tuo discorso Ŕ filante...ma permettimi di dissentire almeno in parte


    lo stato non deve deciderequali genitorisiano consapevoli o no... lo stato dovrebbe dare le possibilit? perchŔ la scelta sia... consapevole portando le informazioni giuste, comprensibili e poco legate alle multinazionali farmaceutiche.


    Non ritengo un genitore una pecora perchŔ vaccina il figlio perchŔ lo stato lo obbliga,ma considero lo stato in difetto perchŔ non ha dato le informazioni adeguate a quel genitore.. gli ha detto fallo e basta!


    Poi nasce,nel momento che il problema accade, che lo stato si difenda.. sbandierando la liberatoria che nessuno legge,ma che tutti DEVONO firmare... ecchecaz..


    besos



  14. #33
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito



    Mauro guarda che se non vuoi sottoporre il tuo bimbo alla esavalente Ŕ un tuo diritto!


    saluti,marina ,un bacio al piccolo
    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  15. #34
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da mammamarina





    Claudio ho scritto : allora era ancora obbligatorio, parlo di circa 30
    anni fa .anche ti ogni tanto fai come Chiara e parti in quarta.








    Eheheh siamo romani tutti e due...anzi entrambi dei Castelli Romani...



    Ranocchio,



    fare una vaccinazione e' giusto o non e' giusto in assoluto.

    Non esiste che per un bambino e' giusto farlo perche' i genitori
    decidono di si, e per un altro bambino non e' giusto perche' i genitori
    decidono di no.



    Fare un vaccino e' una decisione oggettiva non soggettiva che deve
    valere per tutti i bambini, altrimenti si viene ad instaurare una
    disparita' di trattamento, un bambino lo rendiamo soggetto ad una
    malattia non vaccinandolo ed e' sicuro di non avere un incidente,
    l'altro bambino invece rischia l'incidente ma non prende la malattia.

    Che senso ha dal punto di vista dell'interesse dei minori che e' l'interesse supremo? Perche' uno deve rischiare la malattia e l'altro no?



    Per assurdo potrebbe essere giusto decidere di non farlo a tutti. I
    vaccini non si fanno, torniamo ad affidarci alla natura cosi' siamo
    sicuri al 100% di non avere incidenti vaccinici. Pero' ricadiamo nelle
    epidemie. Vogliamo questo?



    E allora mi sembra un discorso opportunistico : la maggior parte dei
    bambini continuera' a fare il vaccino e ci saranno poche possibilita'
    che si instauri una epidemia, mio figlio non lo fa quindi non rischia
    ne' l'uno ne' l'altro.Insomma mi sembra il discorso, vai avanti tu che
    a me mi vien da ridere....

    Nossignori mio figlio (ipotetico purtroppo) rischia l'incidente anche
    per salvaguardare il tuo che tranquillo tranquillo non rischia ne'
    malattia ne' incidente grazie a mio figlio e a tutti gli altri che
    vengono vaccinati....

    Claudio



  16. #35
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    992
    Thanked: 5

    Predefinito

    Mauro... tornato, eh? bene... mi
    hai levato le parole di bocca (o meglio, di tastiera, vabbe').
    Una domanda a Bruno: anni fa, quando mio figlio era in quarta
    elementare, tutti i suoi compagni di classe, tutti vaccinati contro la
    parotite, hanno contratto la medesima (parotite). Nessuno escluso. Il
    mio era l'unico non vaccinato... e (nel bene e nel male) non l'ha
    fatta. Sai spiegarmi perchŔ? (non perchŔ non l'ha fatta lui, ma perchŔ
    l'hanno avuta tutti gli altri).

    Altra cosa: d'accordo, mi dici che mio figlio era geneticamente
    predisposto. E io come facevo a saperlo? Non avevo alcuna informazione
    sulla possibilit? che un vaccino potesse danneggiare uno predisposto.
    Avrei dovuto chiedere? Ma all'epoca non avrei proprio saputo cosa
    chiedere! Ero stata chiamata all'ASL per il vaccino obbligatorio e non
    dovevo preoccuparmi se a mio figlio fosse venuta un po' di febbre,
    nient'altro. Non sarebbe stato pi¨ corretto se qualcuno mi avesse detto
    che poteva essere geneticamente predisposto ad essere danneggiato dal
    virus (all'epoca era il Sabin) e dal mercurio, magari avrei potuto
    fargli fare dei controlli ed evitare guai? Tanto pi¨ che era nato
    prematuro... quella poi dell'uno ogni settecentomila, a parte le
    considerazioni d'ordine etico, non Ŕ manco vera: uno ogni
    settecentomila forse sono quelli riconosciuti... i "fortunati" come il
    mio... non so esattamente quale sia la percentuale, ma basta andare nei
    siti come vaccinetwork o il sito del condav per avere maggiori
    informazioni... e per favore, non ditemi che faccio propaganda!


    http://walter-urticante.blogspot.com
    resistere quando tutto sembra perduto... puntare i piedi e stringere i denti quando anche la montagna sembra crollare sotto i piedi, questo Ŕ quel che conta.



  17. #36
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito

    sono con te ross.mar
    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  18. #37
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,627
    Thanked: 50

    Predefinito


    Citazione Originariamente Scritto da ross.mar.
    Mauro... tornato, eh? bene... mi
    hai levato le parole di bocca (o meglio, di tastiera, vabbe').
    Una domanda a Bruno: anni fa, quando mio figlio era in quarta
    elementare, tutti i suoi compagni di classe, tutti vaccinati contro la
    parotite, hanno contratto la medesima (parotite). Nessuno escluso. Il
    mio era l'unico non vaccinato... e (nel bene e nel male) non l'ha
    fatta. Sai spiegarmi perchŔ? (non perchŔ non l'ha fatta lui, ma perchŔ
    l'hanno avuta tutti gli altri).

    Altra cosa: d'accordo, mi dici che mio figlio era geneticamente
    predisposto. E io come facevo a saperlo? Non avevo alcuna informazione
    sulla possibilit? che un vaccino potesse danneggiare uno predisposto.
    Avrei dovuto chiedere? Ma all'epoca non avrei proprio saputo cosa
    chiedere! Ero stata chiamata all'ASL per il vaccino obbligatorio e non
    dovevo preoccuparmi se a mio figlio fosse venuta un po' di febbre,
    nient'altro. Non sarebbe stato pi¨ corretto se qualcuno mi avesse detto
    che poteva essere geneticamente predisposto ad essere danneggiato dal
    virus (all'epoca era il Sabin) e dal mercurio, magari avrei potuto
    fargli fare dei controlli ed evitare guai? Tanto pi¨ che era nato
    prematuro... quella poi dell'uno ogni settecentomila, a parte le
    considerazioni d'ordine etico, non Ŕ manco vera: uno ogni
    settecentomila forse sono quelli riconosciuti... i "fortunati" come il
    mio... non so esattamente quale sia la percentuale, ma basta andare nei
    siti come vaccinetwork o il sito del condav per avere maggiori
    informazioni... e per favore, non ditemi che faccio propaganda!



    Rossella,



    in questo sono d'accordissimo con te. Dovrebbero prima di fare un
    vaccino fare tutte le ricerche esistenti sulla compatibilita' genetica,
    le eventuali allergie e solo una volta fatte tutte le ricerche
    dovrebbero fare il vaccino.



    Ma se tu una volta che ti dicono : tuo figlio e' compatibile
    geneticamente, non e' allergico alla sostanza che fai? Glielo fai il
    vaccino o no?

    Allora il problema forse non e' il vaccino in se stesso, ma le ricerche
    che non vengono fatte. Allora premete perche' vengano fatte
    obbligatoriamente tutte le ricerche possibili, non che non venga fatto
    il vaccino....





    Claudio



  19. #38
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    14,450
    Thanked: 15

    Predefinito






    al di l? delle opinioni personali tuttemeritevoli di rispetto ho trovato questo sito , che ne pensate?


    http://www.levaccinazioni.it/informagente/Edited by: mammamarina
    la felicitÓ non Ŕ avere il meglio di tutto ma trarre il meglio da tutto quello che si ha!
    http://tiraccontoclaudia.blogspot.com/

    www.claudiabottigelli.it



  20. #39
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    1,118
    Thanked: 0

    Predefinito



    Ciao a tutti,


    mi unisco anch'io al gruppo di quelli che...solo a sentir parlare di vaccinazioni gli si drizzano i capelli!!! Vi assicuro che non e' stato uno scherzo essere stata colpita ad 8 anni da encefalite a causa della vaccinazione antivaiolosa.. Si' lo so..parliamo di piu' di 30 anni fa, per?..mi sembra che le cose non siano molto cambiate! Forse ora c'e' un briciolo in piu' di informazione, grazie proprio a noi che abbiamo fatto da cavia..


    Secondo me non dovrebbe essere il genitore a decidere (qua non si tratta di...una scelta d'abito..), ma il medico curante che fa fare a l bambino tutti i test allergologici del caso..


    Un abbraccio a tutti


    Titti



  21. #40
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    LocalitÓ
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    finalmente sono riuscita a leggere quest6 interessantissimo post.
    M'interessano, e molto, le informazioni che ha dato Mauro suoi
    possibili test per rilevare una predisposizione genetica. Simo ha fatto
    solo alcuni richiami, ma non alla pertosse (fu proprio la NPI che lo
    seguiva per l'epilessia a sconsigliarmi quel vaccino). Quando era pi¨
    piccolo gli ho fatto per tra anni di siguito la vaccinazzione contro
    l'influenza ed ogni volta ha avuto una reazione febbrile consistente
    ed ha preso l'influenza...sar? un caso ma da quando ho smesso di
    vaccinarlo l'influenza non l'ha preso pi¨...
    Per? adesso in teoria dovrei fargli la vaccinazione per l'epatite B e,
    bhe, non c'ho proprio voglia di rischiare....chi s˛ come e dove si
    fanno questi test per verificare la predisposizione alle reazioni da
    vaccino? Immagino che ce ne siano diverse per ogni vaccino.....



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •