Cookie Policy Privacy Policy Voli vietati ai passeggeri disabili



Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 21
  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    COMUNICATO STAMPA
    La Federazione Italiana per il Superamento dell?Handicap e le
    associazioni
    aderenti, denunciano l?enorme violazione dei diritti umani subita dal
    signor
    Barca al quale è stato impedito la prenotazione e l?acquisto del
    biglietto aereo
    sulla tratta Roma-Olbia, se non in orari serali, a causa della
    disabilit?.

    La discriminazione è resa ancor più grave dall?affermazione della
    Meridiana
    rilasciata il 16 giugno 2005 secondo cui l?operazione di imbarco
    di un disabile
    ?impedisce sempre più di frequente il rispetto degli orari di
    partenza, creando
    ritardi operativi e quindi nocumento al resto dei passeggeri in
    partenza ed a
    quelli in attesa dell'aeromobile in arrivo?.

    E? una grave affermazione che mette in allarme le persone con
    disabilit? ed i
    loro familiari: ogni servizio potrebbe appellarsi a motivazioni
    analoghe ed
    escludere l?accesso alle persone con disabilit? in barba al principio
    di non
    discriminazione che ispira la Costituzione Italiana, gli atti fondativi
    dell?Unione Europea e delle Nazioni Unite.



    Tale prevaricazione dei diritti fondamentali non è stata mai
    raggiunta sin qui,
    nonostante gli abusi di altre compagnie low cost che chiedono fino
    a 40 euro di
    pagamento per il servizio di imbarco e sbarco, oppure impongono i
    posti più
    scomodi a fronte di un prezzo pieno del biglietto di compagnie
    ordinarie.



    La Federazione Italiana per il Superamento dell?Handicap e le
    associazioni
    aderenti, chiedono al Ministro delle Infrastrutture On. Pietro Lunardi
    di porre
    un argine immediato a questi abusi attraverso un atto urgente che
    impedisca alle
    compagnie aeree di discriminare i viaggiatori con disabilit? a tutte le
    compagnie con sede in Italia oppure che atterrano e partono da
    aeroporti
    italiani.



    In mancanza di un preciso impegno che soddisfi appieno le attese,
    la Federazione
    Italiana per il Superamento dell?Handicap e le associazioni aderenti,
    annunciano
    il proponimento di una mobilitazione con iniziative pubbliche verso
    il Ministero
    e l?Enac, con campagne informative sulle compagnie aeree che
    violano i diritti
    umani delle persone con disabilit? nel periodo estivo, nonch? con il
    ricorso
    alla Giustizia Italiana ed Europea per tutelare i diritti fondamentali
    delle
    persone con disabilit?.





    Roma 17 giugno 2005



    Per informazioni rivolgersi a:



    Segreteria Fish

    tel 0678851262



  2.      


  3. #2
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Ma ancora? Ma come ci aveva provato l'AirOne e gli hanno fatto causa.
    Hanno chiesto scusa e si sono prostrati, ora pure Meridiana?



    Niente ...devono fargli causa e sfondarli.....



    Una precisazione : e' solo la WindJet che chiede 40 Euro per l'imbarco
    di un disabile, la Meridiana non lo fa. Anche in questo io credo che
    bisogni fare causa.



    Ma non c'e' un'associazione che si occupa di fare causa per le
    discriminazioni ricevute dai disabili? Una associazione tipo quella dei
    consumatori.



    Esiste comunque un problema di fondo. Il comandante insindacalmente
    puo' decidere di non far salire qualsivoglia passeggero senza dover
    dare alcuna spiegazione e Lunardi non ci puo' far nulla perche' la cosa
    e' regolata dalle leggi internazionali.



    Pero' la compagnia e' ugualmente responsabile credo....



    Ciao


    Claudio



  4. #3
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,749
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io davanti a queste cose... non posso scrivere cosa farei...


    organizziamo un viaggio con 50 carrozzine... che dite ci imbarcano per le hawaii ????
    fabiana
    mamma di diletta,diana e daniela



  5. #4
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito



    Non con la Wind Jet eventualmente:adesso fa pagare la penale di 40 euro a tratta su tutti gli aereoporti per le persone in car!


    Ciao
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  6. #5
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    992
    Thanked: 5

    Predefinito

    Queste sono le situazioni clamorose, poi ci sono quelle subdole,
    quotidiane, estenuanti... non so se succede anche voi... ma io
    ultimamente dovnuque vado trovo sbandierato l'accesso per i disabili:
    ci sono gradini si vabbe' non importa c'è l'alzacarrozzelle elettrico,
    c'è l'ascensore, c'è lo scivolo, c'è perfino il bagno attrezzato,
    oooohhhhh!!! che modernit?!!!! Poi scopri che: per accedere allo
    scivolo c'è un cancello chiuso, basta chiedere la chiave a un signore
    (che solitamente sta in cima alle scale) il quale d? la sua piena
    disponibilit?, ci mancherebbe, poi sparisce; per andare in bagno
    bisogna chiedere la chiave (gli altri bagni sono aperti, quello no,
    altrimenti qualcuno se ne potrebbe approfittare e magari rubacchiare un
    rubinetto o peggio un lavandino) al solito tizio disponibilissimo,
    ammesso che lo trovi, annunciandogli che tuo figlio deve far la pip?
    (gli altri figlioli ci vanno e basta, mica devono farlo per forza
    sapere a tutti) e via continuando... c'è chi dice che me la prendo
    troppo ma certe volte tra gradini, marciapiedi, lavori in corso,
    scivoli semiaccessibili e bagni da implorare, mi sale una rabbia....
    http://walter-urticante.blogspot.com
    resistere quando tutto sembra perduto... puntare i piedi e stringere i denti quando anche la montagna sembra crollare sotto i piedi, questo è quel che conta.



  7. #6
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Con 50 carrozzine non parti proprio.

    Ci sono dei limiti di persone con disabilita' con sedia a rotelle imbarcabili sullo stesso aereo.

    Per molte linee aeree questo limite e' 4, le linee a basso costo mettono un limite di due.



    Questo per un motivo pratico : le carrozzine a bordo non possono salire
    perche' sono troppo larghe per i corridoi dell'aereo, e per poter
    andare in bagno ad esempio c'e' bisogno di una sedia di bordo speciale
    manovrata dagli assistenti di volo.

    Oltre un limite ragionevole si creerebbe effettivamente il caos.



    Salvo,



    per la Windjet io sono sempre dell'idea che ci voglia il caso
    specifico. Cioe' uno che prenota e paga sti 40 Euro e poi gli fa
    causa. Ovviamente bisogna sentire degli avvocati se la cosa e'
    fattibile. Anche la Ryan Air chiedeva soldi per l'assistenza, uno gli
    ha fatto causa (in Inghilterra) e la compagnia e' stata condannata a
    pagare un risarcimento danni di 2500 sterline piu' le spese , da quel
    giorno hanno tolto questa cattiva abitudine.



    Secono me le compagnie aeree non hanno alcun diritto a chiedere soldi
    per l'assistenza, perche' secondo la legge sono le societa'
    aeroportuali obbligate dalla legge a prestare l'assistenza ai
    passeggeri disabili anche se non c'e' scritto che deve essere gratuito.
    Le societa' aeroportuali possono effettivamente chiederti soldi.



    Pero' il rapporto fra te e la societa' aeroportuale e' distinto dal
    rapporto che esiste fra te e la compagnia aerea. A meno che non diano
    esplicito incarico alle compagnie aeree di incassare per loro conto,
    solo in quel caso la compagnia aerea sarebbe autorizzata a chiedere a
    te una quota per l'assistenza. Allora che la societa' aeroportuale dia
    esplicito incarico alla Windjet di incassare per suo conto, perche' e'
    diverso dire alla Windjet "incassa per mio conto" o dire alla Windjet
    "dammi 40 Euro per l'assistenza dei disabili.



    Pero' bisogna trovare un avvocato che si prende cura della faccenda.



    Quello che so e' che l'Unione Europea ha emanato delle linee guida non
    vincolanti per cui il costo dell'assistenza dei disabili dovrebbe
    essere ripartito fra tutti i passeggeri. Diventerebbe una cifra
    irrisoria, nessuno se ne accorgerebbe....



    Ciao


    Claudio



  8. #7
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Sta cosa della chiave nel bagno per disabili è una scocciatura,
    Ross....ma l'alternativa non mi sembra migliore.
    All'Ikea non c'è chiave per il bagno per disabili e, malgrado ci siano
    diversi bagni a disposizione, quello per disabili, non sò perchè, è il
    più ambito di tutti....sapessi quante volte mi sono venuti i nervi a
    veder uscire baldanzose ragazze da quel bagno dopo che avevamo
    aspettato delle ore e Simo quasi se la faceva addosso.....ed il brutto
    che non accennavano nemmeno un minimo d'imbarazzo!



  9. #8
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    Questa e' una cosa che succede ovunque, ma almeno dalle altre parti si vergognano.



    MI e' capitato l'anno scorso a Praga in un centro commerciale di
    trovare un bagno per disabili occupato. Io credevo che fosse chiuso a
    chiave e mi sono rivolto ad una inserviente. Questa e' arrivata e ha
    cominciato a bussare alla porta, ne e' uscita una giovane ragazza con
    la faccia tutta rossa. La signora delle pulizie ha cominciato ad
    aggredirla e mostrava col dito me , questa ragazza imbarazzatissima
    diceva qualcosa mostrando la fila, immagino che dicesse che se la stava
    facendo sotto, e guardava me con aria implorante.



    Ad un certo punto ho temuto che l'inserviente volesse telefonare al
    gulag piu' vicino, poi ho ricordato che la Repubblica Ceca ora fa parte
    dell'UE...






    Claudio



  10. #9
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fabianasmack


    Io davanti a queste cose... non posso scrivere cosa farei...


    organizziamo un viaggio con 50 carrozzine... che dite ci imbarcano per le hawaii ????


    PRIMA DEL TUO POST NON AVEVO PAROLE X DESCRIVERE LA RABBIA. GRAZIE


    SONO D'ACCORDO. SU TUTTE LE TRATTE. ALMENO CI DIVERTIREMO


    ROBILUN
    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  11. #10
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    992
    Thanked: 5

    Predefinito

    Hmmm, la questione dei bagni è un po' come quella dei posteggi... è un
    problema di educazione, e se c'è una cosa che non esiste in Italia ?
    l'edicazione al rispoetto dell'handicap, e al rispetto dell'altro in
    generale... e non si risolve chiudendo i bagni a chiave, secondo me
    (che poi fra l'altro si trovano sempre sudici, o sono io che ci ho
    sfortuna????) Mah... chissò... quasi quasi, un altro capitoletto del libro...
    Noi l'aereo non l'abbiamo mai preso, ma andare all'Elba con la nave ?
    stata un'avventura... siamo sempre l?, anche dove sulla carta è tutto
    attrezzatissimo, quando poi ci si trova sul terreno pratico son guai!
    http://walter-urticante.blogspot.com
    resistere quando tutto sembra perduto... puntare i piedi e stringere i denti quando anche la montagna sembra crollare sotto i piedi, questo è quel che conta.



  12. #11
    Apprendista del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    805
    Thanked: 0

    Predefinito



    per essere precisi non c' educazione e senso civico.


    in senso lato.


    parola di un abile che lotta con voi per migliorare la vita mia e di tutti.


    l'unione fa la forza





    * * * * * * * * robilun

    Mai dire “NO” prima



  13. #12
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    228
    Thanked: 0

    Predefinito



    Io questa polemica non l'ho compresa sinceramente. La Codacons vuole addirittura bloccare tutti i voli Meridiana che non garantiscono l'accesso ai disabili, quindi quelli in fascia diurna.


    Tutto sacrosanto per carit? ma mi chiedo una cosa:


    Non fanno lo stesso le Ferrovie dello Stato (e notiamo il "dello Stato"), quando garantiscono alle persone disabili l'accesso su un treno ogni morte di papa, e in alcune tratte su nessun treno?
    E non fanno lo stesso molti autobus urbani ed extraurbani di diretta dipendenza dai Comuni?
    E i taxi non adeguati per ospitare una carrozzella elettrica?
    E i battelli?
    Qualcuno ha mai proposto di bloccare tutti gli autobus di Roma e Milano non accessibili? O di chiudere le stazioni che non hanno un servizio di accoglienza?
    E come mai ci si accanisce con quella che alla fine è una compagnia per definizione "low cost", quindi da considerare una soluzione "alternativa" a quelle standard esistenti, e non come nel caso dei bus o dei treni l'unica soluzione possibile?
    E' un interrogativo che mi frulla in testa e al quale non so dare risposta...




    <u><font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\"><font size=\"2\"><font color=blue>Liberatutti</u> : la community che ti viene a trovare!</font></font>



  14. #13
    MEMBRO ONORARIO
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    27,629
    Thanked: 50

    Predefinito

    E' una questione di legge Marco



    Per gli aeroporti e' previsto dalla legge (DPR 503/96) che siano
    accessibili senza ostacoli fino a bordo dell'aereo, per i treni e gli
    autobus no.



    Dura lex sed lex....



    Ma allora non hai letto niente di quello che ho scritto di laaaaaaaaa?










    Claudio



  15. #14
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    228
    Thanked: 0

    Predefinito



    Claudio sar? pure una questione di legge, ma non è questo il punto.
    Mi chiedo come mai la legge tuteli solo una piccola fetta dei trasporti, e mi continuo a chiedere come mai la Codacons si inalberi per le "violazioni dei diritti umani", quando queste nel settore trasporti avvengono continuamente ogni giorno da parte di ben più grosse, potenti, società..alcune delle quali targate "dello Stato".
    Sono meno diritti umani quelli che coinvolgono i treni e gli altri mezzi? Posso capire la "legge", ma il diritto umano non credo preveda simili distinzioni.
    E continuo col ribadire che tutto questo bailamme che si sta montando contro una compagnia che alla fine offre un' alternativa tra le 1000 possibili, non mi sembra di vederlo scatenare verso quelle soluzioni di viaggio che ahim? non prevedono alcuna alternativa: o ti adegui o non viaggi. Ma loro spesso non si adeguano.


    <u><font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\"><font size=\"2\"><font color=blue>Liberatutti</u> : la community che ti viene a trovare!</font></font>



  16. #15
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    8,383
    Thanked: 0

    Predefinito

    http://www.liberatutti.it/liberaforu...p?TOPIC_ID=743 1&amp;FORUM_ID=33&amp;CAT_ID=1&amp;Topic_Title=EDI TORIALE%3A +DISABILI+LOW+COST&amp;Forum_Title=Archivio+degli+ editoriali +e+delle+rubriche
    State calmi se potete...
    Salvo

    Redazione rendiamo accessibile il sito.Grazie!



  17. #16
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    Bhe, per? scusa, c'è una differenza tra un aereo ed un treno!!
    Il percorso che f? un treno lo si pu? fare in macchina quello che f? in
    aereo (tempi e km) non si pu? fare con nessun altro mezzo!
    Inoltre per alcune disabilit? percorrere nel minor tempo possibile
    una distanza diventa una necessit? che non è possibile equiparare
    con un viaggio che si pu? fare in treno o in taxi!



  18. #17
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    228
    Thanked: 0

    Predefinito

    Fair, potrei ribattere che usare un treno o un bus sia molto più importante proprio perchè caratteristica strettamente legata al lavoro, e la cui inaccessibilit? ti taglia completamente fuori dalla possibilit? di inserimento lavorativo, mentre l'aereo low cost è nella maggior parte dei casi strumento di vacanza e quindi meno indispensabile.
    Inoltre treni e autobus comunali non hanno alternative mentre di compagnie aeree ce ne sono a decine in un aereoporto.
    Sai bene che la macchina non è certo mezzo accessibile a tutti.
    Di un aereo quante volte abbiamo bisogno in un anno? E quante volte invece ci sarebbe fondamentale usare un treno o un mezzo pubblico?
    <u><font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\"><font size=\"2\"><font color=blue>Liberatutti</u> : la community che ti viene a trovare!</font></font>



  19. #18
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    5,143
    Thanked: 1

    Predefinito

    E' un altro discorso quello che fai: è quello che comprende
    l'abbattimento delle barriere architettoniche che è un impegno dello
    Stato Italiano ma al quale la politica pu? optare con diverse risposte
    (creando un servizio apposito di trasporto su terra, per esempio, o
    attuando degli sgravi fiscali per l'acquisto di una macchina ecc).
    Nel caso dei viaggi aerei, proprio in quanto si tratta di un mezzo
    unico nel suo genere, dal momento che viene messo a disposizione
    del pubblico non pu? discriminare nessuno: è una violazione tra le
    più gravi dei diritti umani. E poi non è vero che l'aereo si prende solo
    per vacanze, la tratta che copre la Meridiana, che collega la sardegna
    con il continente, è quella maggiormente frequentata dalle persone
    con malattie e disabilit? che si devono recare nelle varie citt?
    continenetali per sottoporsi a cure che in Sardegna non sono
    disponibili. E' l'unico mezzo che permette a queste persone di
    sottoporsi a visite evitando il dispendio enorme di energie ed i rischi
    per la salute che comporterebbe usare una nave!
    Il volo rappresenta un modo di muoversi che non ha alternative, a
    meno che lo Stato non decida di aprire in proprio una sua
    compagnia....



  20. #19
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Italy
    Messaggi
    1,749
    Thanked: 0

    Predefinito



    io veramente sono anni che dico che ci vorrebbe una manifestazione in carrozzina... nel senso... blocchiamo via del corso con le carrozzine...e facciamoci sentire....


    sai come si divertono i bambini


    io a memoria non ricordo che sia mai successa una cosa simile...


    tante ma tante carrozzine... roba da telegiornale... almeno smuoviamo le acque....hai visto mai che otteniamo qualcosa???


    sicuramente una giornata divertente per i più piccoli su ruote...
    fabiana
    mamma di diletta,diana e daniela



  21. #20
    Novellino del Forum
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    228
    Thanked: 0

    Predefinito



    Chiara non credo che la politica di abbattimento delle barriere su treni o aerei sia cosa diversa. E non mi risulta che esistano alternative di alcun tipo ai treni, per una persona con problemi di mobilit? e di guida.
    A meno che non si chiami la Croce Rossa e non si "affitti" un'autombulanza come successo recentemente a Lilith, pagando 500 euro per fare 200 km.
    Una persona in carrozzina che deve fare Roma - Ancona all'oggi, non ha ALCUN treno accessibile a sua disposizione, altro che voli diurni o serali.
    Non credo quindi che discriminare il volo sia più grave che discriminare altri mezzi di trasporto che come detto prima, sono la base quotidiana e fondamentale dell'accessibilit? di una citt?, regione, nazione.
    E sopratutto, non ho mai detto che l'aereo si prende SOLO per le vacanze, ma che sicuramente i mezzi più usati per gli spostamenti quotidiani, sopratutto legati al lavoro, sono i mezzi su terra.
    Cmq a scanso di equivoci, perchè questa non deve essere una polemica su quale mezzo sia ritenuto fondamentale e quale secondario, trovo giusto segnalare le inadempienze di Meridiana, ma auspicherei da parte di Fish e Codacons altrettanto e più sostenuto impegno nel denunciare quelle realt?, che ben più potenti e sovvenzionate di Meridiana, dovrebbero rendere ad una persona disabile possibile muoversi in citt? e fuori citt?, quotidianamente, in quelli che non sono spostamenti occasionali ma indispensabili e giornalieri per intraprendere qualunque strada che non si fermi alla porta di casa. Facciano mozione per bloccare tutti i treni inaccessibili prima, almeno per coerenza, dato che di proteste ne ricevono ogni giorno da parte di clienti disabili, e non si lancino contro Meridiana per il primo disservizio segnalato. E' questione di priorit?.


    <u><font face=\"Verdana, Arial, Helvetica, sans-serif\"><font size=\"2\"><font color=blue>Liberatutti</u> : la community che ti viene a trovare!</font></font>



  22.      

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •